Alimentazione del cane

Chi è capace di resistere agli occhioni dolci del proprio cane, quando questo ci osserva nella speranza di ricevere un bocconcino prelibato? Purtroppo, però, non tutto quello che piace al cane fa anche bene alla sua salute. Leggere

Alimentazione del cane

Alimenti ipoallergenici per cani allergici

Prurito, fastidio, dolore: non solo noi umani ma anche un numero sempre crescente di cani soffre di allergie alimentari.  Con il nostro articolo vogliamo aiutarti a capire cosa si nasconde dietro a questo disturbo e come puoi nutrire in maniera ottimale il tuo amico di zampa, nel caso in cui soffra di allergie alimentari.

Alimentare il cane in base all’età

Ogni proprietario di cane è felice di vedere il proprio amico di zampa svuotare la sua ciotola tutto soddisfatto. Ovviamente l’alimentazione del cane dovrebbe fornire al nostro amico peloso tutto ciò di cui ha bisogno. Tuttavia, nel corso della sua vita, le necessità di un cane cambiano: un esemplare giovane sfrutta nutrienti differenti rispetto ad uno già adulto.  I cani anziani hanno bisogno di un inferiore apporto calorico e soffrono degli acciacchi tipici della vecchiaia, problematiche che un alimento adatto alle loro condizioni fisiche può aiutare a prevenire.  Con questo articolo vogliamo offrirti validi suggerimenti per aiutarti a scegliere l’alimentazione giusta per ciascuna età del cane.

Alimentare un cane con problemi articolari

I cani amano il movimento, sia che si tratti di una semplice passeggiata che di vero e proprio sport. Ma quando fare movimento improvvisamente si trasforma in dolore, che cosa bisogna fare? I problemi articolari del cane appartengono oggi alle malattie più diffuse tra tutte le razze. Di seguito ti daremo alcune informazioni utili su come alimentare un cane con problemi articolari.

Alimentare un cane diabetico

Scoprire che il proprio cane soffre di diabete mellito è sempre uno shock. Fortunatamente però alimentare un cane diabetico nel modo giusto e sottoporlo a cure adeguate possono portarlo ad avere una vita lunga e felice.

Alimentazione vegetariana per cani: una reale alternativa?

L'alimentazione vegetariana per cani è molto più di una tendenza, lo dimostrano numerose argomentazioni a favore di una rinuncia alla carne: la dieta vegetariana è sana, i suoi prodotti non vengono testati sugli animali e tutela l'ambiente. Ma questo tipo di alimentazione è davvero adatta anche ai nostri cani?

Alimenti ad elevato contenuto di carne per cani

Si sa che il lupo è l'antenato dei nostri cani. Questo è evidente anche sul piano della nutrizione: il principale alimento di cui si nutrono i lupi è costituito essenzialmente dalla carne di muscolo, ma vengono consumate anche le ossa, le frattaglie e la piccola quantità di vegetali contenuta nello stomaco della preda. Quando ci riferiamo ai cani domestici, il quadro nutrizionale non è molto diverso.

Alimenti che il cane non può mangiare

Esistono alimenti che i cani non possono effettivamente mangiare. Nonostante il fatto che, oggi come in passato, i cani vengano spesso utilizzati per “eliminare gli avanzi” della nostra cucina, è chiaro che bisognerebbe riservare alla loro ciotola soltanto alimenti di elevata qualità e specifici per cani. Un bocconcino goloso ogni tanto è ammesso, purché risulti salutare per la salute del cane. È innegabile che esistano prodotti alimentari comunemente consumati dagli esseri umani che risultano invece nocivi per i cani, quando non addirittura tossici o velenosi.  Per questo motivo, è importante che le persone che vivono con un cane conoscano molto bene quali alimenti e sostanze possono provocare danni anche seri al loro amico a quattro zampe. Nel caso in cui, nonostante queste accortezze, il tuo cane mangiasse qualcosa che non avrebbe dovuto, ti consigliamo di recarti prontamente, insieme al cane, dal tuo medico veterinario di fiducia. Quest’ultimo ti domanderà a quando risale l’assunzione dell’alimento nocivo e in che quantità è stato assunto. Sulla base di questi elementi, il medico prescriverà la terapia più opportuna. Purtroppo ci sono casi in cui qualsiasi tipo di aiuto giunge troppo tardi o non è sufficiente per salvare il cane: per questo motivo, bisogna sempre fare attenzione ed evitare che il nostro amico di zampa assuma alimenti che non sono adatti ad un cane.

Alimenti pressati a freddo per cani: pro e contro

La maggior parte di noi ha familiarità con l’espressione “spremitura a freddo” riferita all’olio extravergine d’oliva, ma viene da chiedersi cosa si intenda esattamente con “pressato a freddo” quando si parla di alimenti secchi per cani. Con questo articolo vogliamo informarti circa la differenza tra questo tipo di crocchette e quelle tradizionali, oltre ad offrirti utili suggerimenti per aiutarti ad individuare la migliore alimentazione per il tuo cane.

Alimenti senza cereali per cani

Molta carne, un po’ di verdura e pochi o nessun cereale: è con questa semplice formula che molti proprietari di cani riassumono il concetto di dieta sana per i loro pet. Ma perché la presenza di cereali nel cibo per cani è considerata un elemento scadente o addirittura qualcosa di dannoso? I cani possono fare a meno di questa categoria di alimenti? In questo articolo vogliamo aiutarti a capire quando vale la pena di passare a una dieta grain free per il tuo pet e a cosa dovresti prestare attenzione nello scegliere un cibo senza cereali per il tuo cane.

Australian Shepherd

Originariamente allevato per condurre le greggi, il pastore australiano è un bel cane di medie dimensioni che ha bisogno di essere impegnato in attività strutturate e versatili, in grado di stimolarlo sia fisicamente sia mentalmente.

BARF o alimenti tradizionali?

La migliore alimentazione per il tuo cane

Secco, umido o meglio fresco e crudo? Le opinioni in merito alle scelte alimentari più adatte ai nostri amici a quattro zampe sono numerose quanto le tipologie di alimenti presenti sul mercato. La BARF è davvero più sana? Gli alimenti umidi sono più saporiti mentre comprare quelli secchi ci fa risparmiare? In questo articolo ti aiuteremo a mettere in luce vantaggi e svantaggi dei diversi stili alimentari.

BARF per cani: di cosa si tratta?

Fino a qualche anno fa, la BARF era un tipo di alimentazione per specie esotiche. Nel frattempo la dieta BARF, acronimo per Bones and Raw Food (dall’inglese ossa e cibi crudi) è diventata una filosofia alimentare con cui vengono nutriti i cani domestici.

La dieta BARF ripropone le abitudini alimentari del cane selvatico e carnivoro, tipicamente a base di alimenti crudi. Con carne fresca, interiora, verdure, vitamine e minerali si cercano di riprodurre le prede naturali del cane che vive in natura.

Chi vuole preparare per il suo cane dei pasti crudi non può utilizzare solo carne di muscolo, altrimenti si rischiano carenze alimentari. Affinché il cane riceva tutti i nutrimenti che gli occorrono, si devono somministrare interiora, sostanze vegetali, vitamine e minerali nelle dosi esatte e bilanciate.

Per questa ragione la dieta BARF è un metodo di alimentazione piuttosto impegnativo sotto diversi aspetti. Per fortuna esistono diversi produttori di cibo per cani e macellai che vengono incontro a questa tendenza in crescita. I prodotti cosiddetti “Convenience BARF” vengono composti e congelati direttamente dal produttore o dal macellaio e al padrone del cane non resta che scongelarli e servirli.

 

Biscotti per cani fatti in casa

Ovviamente acquistando gli snack già pronti nello Shop cani di zooplus si fa prima. Ma dopo un po’ non è così divertente. E poi ci sono tanti ottimi motivi per cui puoi decidere di preparare da solo i biscotti per il tuo cane. Con questo articolo te ne spieghiamo le ragioni e ti sveliamo come vengono cotti e conservati gli snack per cani, oltre a presentarti alcune deliziose e facili ricette che il tuo cane adorerà.

Cambiare alimentazione al cane

Anche molte persone hanno familiarità con questo genere di problema: se si passa dal fast food ad una dieta ricca di fibre, ad esempio, il risultato può essere una dispepsia, ossia difficoltà digestive a livello gastrico o intestinale. Più o meno lo stesso capita ai nostri compagni a quattro zampe. Con questo articolo vogliamo aiutarti a pianificare al meglio l’eventuale decisione di cambiare alimentazione al cane.

Cibo umido vs. crocchette

Al giorno d’oggi l’offerta di alimenti per cani è più ampia di un tempo. Ma mentre la moltitudine di prodotti presenti sul mercato in teoria offre qualcosa per i gusti di tutti i cani, chi si trova a dover comprare può essere in difficoltà dato l'imbarazzo della scelta: quale cibo sarà quello giusto? Le crocchette sono migliori degli alimenti o è vero il contrario? Prima di tutto chiariamo un concetto importante: il fattore decisivo, quando si sceglie il cibo per il proprio cane, non è la sua forma ma il contenuto. Ciò significa che tanto il cibo secco quanto quello umido possono fornire al cane tutti i nutrienti, le vitamine e i minerali di cui ha bisogno, a condizione che gli ingredienti siano di alta qualità e la composizione dell’alimento sia corretta. Entrambe le tipologie di alimento hanno i loro vantaggi e svantaggi e quindi alla fine, quando si deve scegliere il cibo per il proprio cane, non è una questione di “giusto” o “sbagliato” quando piuttosto di possibilità e di esigenze individuali.  Per cercare di renderti un po‘ meno difficile la scelta, abbiamo pensato di far luce nella giungla del cibo per cani e di mostrarti i pro e i contro delle diverse tipologie di alimenti.

Come nutrire un Carlino

Scopri nel nostro negozio per animali le crocchette per Carlino. "Una vita senza carlino è possibile, ma inutile": è una frase del comico tedesco Loriot, tra i più famosi amanti del carlino. Oltre a Loriot, sono molti i VIP appassionati di questa razza, come l’attrice Jessica Alba o il calciatore Mesut Özil. In alcuni casi è il carlino stesso la star, come Sir Henry di Uschi Ackermann, il carlino famosissimo in Germania , che ha addirittura una pagina Facebook personale e una propria collezione di prodotti per cani.

I nutrienti nei cibi per cani

Cibo secco, umido, biologico, BARF o fatto in casa? Poco importa qual è il tipo di alimentazione che hai scelto per il tuo cane: l'unica cosa che conta è offrirgli tutti i nutrienti vitali di cui ha bisogno per la sua salute. Quali sono i nutrienti di cui il cane ha bisogno per essere in salute, felice e vivace? Quali sono gli elementi da scegliere per favorire l'assimilazione dei nutrienti, e che cosa succede nel caso in cui ne vengano assunti troppi o pochi?

Il cane può mangiare il cibo per gatti?

Se in casa tua vivono sia cani che gatti, ti sarai probabilmente già chiesto se uno può spiluccare dalla ciotola dell'altro e con quali conseguenze. La risposta è molto chiara: cani e gatti hanno bisogno di un cibo specifico per le loro esigenze. Se tuttavia una volta ogni tanto il cane assaggia le crocchette del gatto, o viceversa, non c'è motivo di preoccuparsi. Sappi però che il 90% delle malattie, sia nei cani che nei gatti, è riconducibile ad una dieta sbagliata.

Il cibo giusto per il cane senior

Spuntano i primi peli bianchi e i suoi movimenti si fanno più lenti: il tuo cane sta diventando anziano! Si tratta di un processo naturale che fa parte tanto della vita dei cani quanto di quella delle persone. Ma c’è qualcosa che puoi fare per rendere più leggera la vecchiaia del tuo cane. Un’alimentazione finalizzata alle esigenze nutrizionali dei cani senior garantisce, anche in età avanzata, salute e vitalità.

Il cibo giusto per il cane sovrappeso

“Chi potrebbe mai resistere a quell’espressione pietosa? Un paio di snack in più o qualche avanzo dal tavolo non saranno mica la fine del mondo, giusto?”. Nonostante molti proprietari di cani sappiano perfettamente che essere in sovrappeso è una condizione dannosa per i loro amici a quattro zampe, tendono ad agire quando è troppo tardi. Forse perché non sono infastiditi da un po’ di pancetta o semplicemente perché non riconoscono le fasi iniziali dell'obesità.

L’alimentazione del Bulldog Francese

Scopri gli Alimenti specifici per Bulldog Francese nel nostro shop! In quanto esemplare appartenente alle cosiddette razze brachicefale, il Bulldog Francese necessita, date la sua fisiologia ed anatomia, di una alimentazione specifica. A causa della forma accorciata del suo naso e quindi anche dei turbinati nasali molto rudimentali, infatti, la regolazione della temperatura corporea e la capacità di incamerare aria del Bulldog Francese non sono certo ottimali. Si tratta di un handicap da non sottovalutare, soprattutto a temperature più elevate; inoltre, proprio in ragione della sua struttura fisica, il Bulldog è tutt'altro che un maratoneta. Ecco perché, onde evitare di aggravare le menomazioni congenite tipiche della razza, per il benessere del Bulldog Francese è molto importante mantenere il suo peso corporeo entro valori adeguati. Probabilmente la razza proviene dal Bulldog Inglese ed in passato è stata usata, tra le altre cose, per i combattimenti tra cani. Furono i fabbricanti di merletti inglesi che emigrarono in Francia alla fine del XIX secolo a dar vita a questa razza, nell’epoca in cui in Francia iniziavano ad aprire le grandi fabbriche di merletti. Questi commercianti inglesi portarono con sé il loro Bulldog, che allevarono in Francia come Bulldog Francese incrociandolo con altre razze. In Germania, questo cane amichevole, felice e intelligente è stato per diversi anni una razza assolutamente di moda. In Italia, da diversi anni questo cane molossoide di piccola taglia riscuote un grandissimo successo e ogni anno si conferma come uno dei cani più popolari nel nostro Paese.

L’alimentazione del cane malato

Con alcune malattie del cane è di aiuto seguire una dieta specifica, che in alcuni casi va mantenuta per tutta la vita. Le diete speciali si differenziano ovviamente in base alle diverse patologie. Nello specifico, il termine “dieta“ non implica necessariamente un regime alimentare a ridotto apporto calorico. Con questa parola ci si riferisce piuttosto ad una specifica tipologia di alimentazione. Tuttavia occorre sempre farsi consigliare da un medico veterinario, prima di decidere di somministrare ad un cane malato un alimento dietetico. Con questo articolo vogliamo darti consigli e informazioni circa gli alimenti specifici per cani malati.

L’alimentazione del Chihuahua

Piccolo ma da non sottovalutare! Secondo lo standard di razza, il Chihuahua è vivace, attento, irrequieto e molto coraggioso, ed è considerato la razza più piccola al mondo. Se fosse grande quanto è leale, probabilmente sarebbe il protettore ideale: un pastore tedesco nel corpo di un Chihuahua. Il Chihuahua ha bisogno di molta attenzione ed è esigente quando si tratta di concedere affetto. Di solito fa riferimento ad una persona in particolare, ma in genere è amabile anche verso gli altri membri della famiglia. Se è cresciuto in un ambiente amorevole, è in grado di imparare molto velocemente ed è un animale di buon carattere, amichevole. Per evitare che diventi un cagnolino abbaiante e frustrato, in preda alla paura, dovresti abituarlo già nei suoi primi mesi di vita a familiarizzare con gli altri cani, animali e bambini. A dispetto della taglia molto piccola, il Chihuahua non è un giocattolo e va quindi educato e gestito come un qualunque altro cane. Quando si tratta di bambini poi ciò è particolarmente importante. Il Chihuahua richiede un livello normale di esercizio fisico e di passeggiate. Può essere tenuto bene dentro un appartamento e non necessita di un ampio giardino, ma adora fare molto movimento, come muoversi attraverso boschi e prati. È un cane robusto e instancabile a cui piace giocare. In merito all'origine del Chihuahua, esistono diverse teorie. La razza porta il nome della più grande provincia del Messico, Chihuahua appunto, e varie fonti riportano il Messico, oltre alla Cina, all'Egitto e a Malta, come suo paese di origine. Nei tempi passati vivevano in quelle zone cani selvatici, che durante l’epoca dei Toltechi e degli Aztechi furono catturati e addomesticati dagli indigeni. Venivano idolatrati dai sacerdoti aztechi ed erano i favoriti delle principesse. In questo contesto il Chihuahua veniva usato come animale sacrificale ed era anche considerato una sorta di capo delle anime morte nell'aldilà. Il primo Chihuahua fu registrato ufficialmente nel 1904 negli Stati Uniti. Rosina V. Casseli, un'artista di varietà, addestrava i cani di questa razza per i suoi spettacoli e aveva tentato una prima descrizione della razza sulla rivista "I nostri cani". Il primo standard ufficiale di razza per i Chihuahua fu fissato tuttavia solo nel 1923 negli Stati Uniti. Da qui il Chihuahua si è fatto strada nel mondo, anche se in Europa i primi cani appartenenti a questa razza non furono registrati fino alla fine degli anni ‘50.

L’alimentazione del Pastore Tedesco

Se si pensa ad un cane di razza tedesca, la prima immagine che viene in mente è quella del Pastore Tedesco. Ciò dipende non solo dalle sue dimensioni e dalla personalità accattivante di questo cane, ma anche dal fatto che ci capita di incontrare questo splendido animale nella vita di tutti i giorni, sia come cane impiegato in situazioni di pubblica sicurezza, sia come cane da compagnia. L’associazione del Pastore Tedesco venne fondata alla fine del XIX secolo, fissando così le linee guida in fatto di allevamento della razza. Il Pastore Tedesco in quella fase veniva allevato insieme ai cani da pastore della Germania centrale e meridionale, con l'obiettivo di dare vita ad un cane da lavoro dalle prestazioni straordinariamente elevate.

L’alimentazione del Rottweiler

Scopri la selezione di alimenti specifici per Rottweiler nel nostro shop! Essendo una delle più antiche razze tedesche e del mondo intero, il Rottweiler è popolare come cane da compagnia, da guardia e come cane da lavoro con diverse funzioni di pubblica utilità. Grazie al suo atteggiamento sicuro, ai suoi nervi saldi e all’attenzione sempre vigile, già all'inizio del XX secolo divenne evidente come il Rottweiler fosse ideale per la funzione di cane poliziotto, ruolo nel quale viene ancora oggi impiegato. Erroneamente si sente spesso parlare della cattiva reputazione di questa razza. La causa di ciò risiede nel suo spiccato istinto a proteggere la famiglia e allo stesso tempo nella sua forza fisica, che nelle mani umane sbagliate può portare a problemi, dovuti però alle persone. Attraverso un buona educazione già durante le prime settimane, quando è ancora un cucciolo, e con una socializzazione condotta in maniera positiva ed efficace, il Rottweiler si mostra invece amichevole con le persone e di buon carattere, nonché un perfetto compagno di giochi per i bambini. È un cane affettuoso, amante della famiglia e adattabile. Data la sua mole, è importante mantenere il Rottweiler in allenamento sin dai primi mesi, offrendogli occasioni per far movimento dolce ma costante. Ciò garantisce la possibilità che il sistema muscolo-scheletrico si sviluppi in maniera equilibrata e l'animale resti in forma. Al Rottweiler piace mettere in gioco la sua prestanza negli sport per cani e di norma mostra anche un certo piacere nella corsa. Già in epoca romana, circa 2000 anni fa, l’antenato del Rottweiler veniva impiegato in vari modi: l'antico precursore di questa razza non solo proteggeva il suo popolo accompagnando le legioni romane attraverso le Alpi, ad esempio, come un attento cane da lavoro, ma era anche in grado di guidare e prendersi cura del bestiame. In epoca medievale, la roccaforte del commercio di bestiame e dei macellai, tradizionalmente dedicati alle bestie da allevamento, era Rottweil. Per questo motivo, il cane venne chiamato “Rottweiler Butcher”, nome utilizzato ancora oggi. Già i suddetti macellai allevavano cani forti e robusti, e in questo modo il Rottweiler è arrivato a raggiungere un'altezza al garrese tra i 56 e i 68 cm e un peso tra i 42 e i 50 kg. Con questa stazza non solo è possibile avere un animale forte, ma anche agile e resistente. Una caratteristica pregnante di questa razza è la sua pelliccia corta e nera con badge marrone-rosso chiaramente differenziati. Oltre a ciò, sono caratteristici una testa lunga e relativamente ampia con orecchie triangolari e occhi leali ed espressivi.

Snack da masticare per cani

Chi ha un animale sa quanto sono importanti gli snack da masticare e per questo ne ha sempre qualcuno a disposizione. Essi infatti non costituiscono solo una ricompensa o uno strumento per motivare il cane durante la sua educazione, ma soddisfano anche il suo naturale desiderio di mordere, rosicchiare e masticare. Inoltre provvedono all'igiene dei denti e rinforzano la muscolatura della mandibola. Infine, svolgono un’ottima funzione antistress durante situazioni a cui non sono abituati.

Superfood per cani

Che si parli dei semi di chia o delle bacche di goji, quello del superfood per le persone è un tema di grande attualità. Ma viene da chiedersi: si tratta semplicemente di una moda, oppure persino gli animali domestici possono trarre dei benefici dal superfood? In questo articolo vogliamo mettere sotto la lente di ingrandimento il superfood per cani.

Un cane ha bisogno di alimenti specifici per la sua razza?

L'offerta di alimenti per cani è così vasta che alcuni proprietari sono a volte disorientati e non sanno quale prodotto acquistare. Regna grande incertezza soprattutto se si parla di alimenti specifici per le razze canine e ci si chiede spesso: un cane ha veramente bisogno di alimenti specificamente formulati per la sua razza? Questo articolo vuole illustrarti i motivi per cui un alimento che risponde alle esigenze specifiche di una singola razza canina può rappresentare un vantaggio per la salute del tuo cane.

Né la carne di pollo, né il filetto di maiale, né tantomeno i nostri avanzi sono sufficienti per la sua dieta quotidiana.

Nonostante fattori quali la ormai lunghissima convivenza con l’uomo, gli allevamenti di razze specifiche e il cambiamento delle sue condizioni di vita, la fisiologia del nostro cane è ancora come quella dei suoi antenati: i lupi. I lupi e i cani selvatici attraversano le foreste per cacciare e uccidere altri animali, che di norma divorano le interiora. Le sostanze nutritive essenziali infatti non si trovano solo nella carne dei muscoli, ma anche in questi organi interni. Addirittura, non scartano neppure le ossa e il contenuto dello stomaco delle prede erbivore. Questo perché le fibre dei componenti vegetali che si trovano nello stomaco attivano il processo di digestione dell’animale selvatico e forniscono importanti oligoelementi e vitamine. Diversamente dai gatti, il cane non è un animale esclusivamente carnivoro. Idealmente, la sua alimentazione dovrebbe includere anche elementi vegetali.

Ciò che lupi e cani selvatici mangiano in natura andrebbe preso come riferimento per un’alimentazione corretta dei cani domestici. Ovviamente, non è necessario che tu fornisca al tuo cane una preda intera da trangugiare; basta semplicemente scegliere un cibo umido o secco che presenti la carne al primo posto tra gli ingredienti e che abbia la giusta dose di componenti vegetali selezionati. In questo modo il tuo cane avrà tutte le proteine, i grassi e i carboidrati, così come le sostanze nutritive, le vitamine e i minerali necessari per una vita sana ed il più lunga possibile.

Una corretta alimentazione è costituita proprio da questi elementi essenziali e può aiutare a prevenire i più comuni di salute. Un cibo di ottima qualità tuttavia non basta: per uno stile di vita ideale, il cane ha bisogno di sfogare l’energia acquisita attraverso il movimento ed il gioco. La vita, troppo spesso sedentaria degli animali domestici, associata all’alimentazione troppo calorica può condurre alle cosiddette “malattie della civiltà” tra cui diabete, sovrappeso e intolleranze.

Crocchette per cani, cibi umidi, alimenti per cuccioli o per esigenze specifiche: nel nostro negozio per animali puoi trovare una vastissima selezione di cibo per cani di altissima qualità! Marchi come Terra Canis, Royal Canin, Hill's o altri in esclusiva per zooplus come Rocco e Lukullus consentono di trovare quello più adatto alle esigenze di qualsiasi cane.