Piccoli animali

Benessere dei piccoli animali

Mixomatosi nel coniglio

La mixomatosi è una malattia virale altamente contagiosa e fatale. È causata dal virus Leporipoxvirus myxomatosis appartenente alla famiglia Poxviridae, la stessa del virus del vaiolo. I conigli domestici contraggono la malattia da quelli selvatici infetti ma non malati.

Come si trasmette la mixomatosi?

12 min

Allevare i conigli all’aperto: cosa bisogna sapere

Dal freddo invernale con temperature fino a - 20 gradi al caldo torrido estivo fino a 30 gradi: la maggior parte dei conigli è in grado di affrontare queste condizioni climatiche e possono stare all'aperto tutto l'anno. Ciononostante, è necessario prendere alcune precauzioni per poterli tenere all’aperto sia in inverno che in estate. Nei seguenti paragrafi ti spieghiamo cosa devi tenere presente se allevi i tuoi batuffoli all’aperto durante le diverse stagioni e come rendere il recinto del tuo giardino adatto sia all’estate che all’inverno.

Tenere i conigli all'aperto? È possibile tutto l'anno

Naturalmente, i tuoi piccoli animali possono essere tenuti anche in casa, ma se ne hai la possibilità, ci sono molte ragioni per preferire l'allevamento all'aperto. I piccoli lagomorfi sono robusti e si sentono a proprio agio sulla neve, anche a temperature inferiori allo zero. I conigli amano correre, saltare, scavare e strisciare dentro i tunnel. Dove possono fare tutto questo meglio che all'esterno? Dopo tutto, in giardino c'è generalmente più spazio per un recinto per conigli sufficientemente grande che in casa. Inoltre, se decidi di tenere i tuoi pelosetti all’aperto, non dovrai preoccuparti di trovare le gambe delle sedie rosicchiate o escrementi sul tappeto. Puoi tenerli sul balcone soltanto se è abbastanza grande e ben protetto. Solo una conigliera , senza l’aggiunta di un recinto, non è sufficiente come sistemazione permanente all'aperto. Questo vale anche per la sistemazione all'interno.
7 min

Muta dei serpenti: come riconoscere i segni

Tutti i rettili crescono nel corso della loro vita, ma lo strato superiore della loro pelle (epidermide) non cresce insieme a loro. Per questo motivo, la natura viene in loro aiuto e ad intervalli regolari possono letteralmente "liberarsi" della pelle. Così facendo, si spogliano dell'epidermide diventata troppo stretta. Al di sotto si trova la nuova pelle già cresciuta. A seconda della specie di rettile, la muta può avvenire in modo diverso: le lucertole, ad esempio, fanno la muta gradualmente e perdono la pelle un pezzo alla volta. I serpenti, invece, generalmente perdono per intero la vecchia pelle (esuvia) con ogni singola squama dalla testa alla punta della coda. La muta dei serpenti è chiamata anche esuviazione

Con quale frequenza i serpenti fanno la muta?

9 min

Topi in casa

Un'infestazione di topi può rimanere inosservata per molto tempo. Questi piccoli animali, infatti, sono dei veri e propri maghi del mimetismo. Sono attivi soprattutto di notte e, quindi, non è facile individuarli. Per questo motivo è importante riconoscere tempestivamente la presenza di topi in casa. I seguenti segnali indicano un'infestazione di topi:
  • Escrementi di topo: uno dei segni più evidenti della presenza di un ospite indesiderato sono gli escrementi. Si tratta di feci di dimensioni comprese tra i tre e gli otto millimetri, di forma cilindrica e di colore marrone scuro. I tipici punti in cui si trovano gli escrementi di topo sono le cantine e le soffitte.
  • Rumori: se durante la notte ti svegli sentendo rumore di graffi, potrebbe trattarsi di topolini in movimento.
  • Segni di morsi: borse della spesa rosicchiate o oggetti bucati indicano che i topolini si sono già “insediati” in casa.
  • Sbavature: quando gironzolano per casa, i topolini lasciano delle tracce simili a sbavature. Queste sono causate dal grasso e dalla sporcizia che questi animaletti trasportano sulla loro pelliccia.
  • Tane: i topi raccolgono diversi materiali in casa per costruirsi delle tane. Spesso le tane si trovano in soffitta o nelle pareti divisorie e possono ospitare fino ad otto piccoli per cucciolata.
4 min

Alimentazione del Riccio Africano

  • il Riccio Africano non è un roditore, bensì un insettivoro.
  • dagli da mangiare verso sera, perché è un animaletto crepuscolare e notturno.
  • ti consigliamo di non somministrare i mangimi per ricci in commercio, perché contengono ingredienti adatti alle esigenze nutrizionali di altre specie di riccio (in particolare del cosiddetto “Riccio Europeo”) e non a quelle specifiche del Riccio Africano.

Insetti

2 min

Cibo senza cereali per roditori

Questa credenza erronea continua ad essere molto diffusa. Il mangime concentrato in forma di cereali è usato solo come snack, giusto come strappo alla regola! L’alimentazione naturale dei porcellini d’India è composta da erba ed erbette aromatiche, ecco perché è bene che la gabbia di questi simpatici animaletti sia sempre ben fornita di fieno di prato.
10 min

Giochi per conigli: come intrattenere il tuo pelosetto

Fanno buche, scavano, rosicchiano, corrono e saltano: insomma, amano stare sempre in movimento e andare in esplorazione. Ecco perché, se vivono in famiglia, i nostri lagomorfi preferiti devono avere le giuste possibilità di muoversi e di distrarsi. Abbiamo raccolto qualche utile consiglio per tenere occupato il tuo pelosetto: una selezione di giochi per conigli che divertirà anche te!
6 min

Mixomatosi nel coniglio

La mixomatosi è una malattia virale altamente contagiosa e fatale. È causata dal virus Leporipoxvirus myxomatosis appartenente alla famiglia Poxviridae, la stessa del virus del vaiolo. I conigli domestici contraggono la malattia da quelli selvatici infetti ma non malati.

Come si trasmette la mixomatosi?

9 min

Come evitare il colpo di calore nel coniglio

I conigli non possono sudare come facciamo noi umani: esattamente come i cani, che quando hanno caldo iniziano ad ansimare, anche i conigli regolano il loro calore corporeo attraverso la respirazione. In pratica, per abbassare la temperatura, respirano più velocemente, cedendo un po' di calore all'esterno attraverso l'aria e le secrezioni nasali. Maggiore è la superficie a disposizione, maggiore è lo scambio di temperatura. I conigli ne approfittano quando fa caldo: passivamente, attraverso le loro grandi orecchie, perdono calore. Ecco perché nelle giornate calde le loro orecchie sono più calde del resto del corpo. Parallelamente, e per lo stesso motivo, quando le temperature sono elevate, i conigli tendono a distendersi: di solito cercano una superficie fresca e si rilassano rinfrescandosi, con il corpo ben disteso.
10 min

Anolide della Carolina

Questo rettile è conosciuto con diversi nomi: Anolis carolinensis, Anolis baccatus, Camaleonte Americano, Falso Camaleonte o Anolide Verde. È un sauro di piccole dimensioni appartenente alla famiglia Dactyloidae.

Caratteristiche particolari dell'Anolide della Carolina

13 min

Coniglio Teddy o Teddy Dwarf

Gli esemplari adulti di questa razza pesano al massimo 2 kg, il che li inserisce tra le razze dei conigli nani. Per quanto riguarda i colori e i motivi del mantello, sono presenti tutte quelle tipiche dei conigli, così come per gli occhi: in pratica, questi possono essere di qualunque colore, anche se gli occhi blu sono particolarmente comuni tra i Teddy Dwarf. Ciò che rende particolarmente teneri questi piccoli coniglietti è il loro pelo lungo e soffice. Tuttavia, a differenza di altri conigli a pelo lungo come ad esempio i conigli d'Angora, non hanno bisogno che il loro mantello venga tagliato, di tanto in tanto. I conigli Teddy si dividono anche in Teddy Dwarf con orecchie erette e Teddy Widder (o Teddy Lop o Ariete) con orecchie flosce. Le due varietà differiscono anche per dimensioni e corporatura
8 min

Serpente giarrettiera

In generale, il serpente giarrettiera viviparo (Thamnophis sirtalis) ha un aspetto simile alla biscia dal collare. Appartiene alla sottofamiglia delle bisce d'acqua (Natricinae), è snello e ha una lunga coda. Le diverse specie di serpente giarrettiera si differenziano per le caratteristiche fisiche, come la colorazione e la struttura del corpo. Le sottospecie di Thamnophis più conosciute sono:
  • atratus
  • brachystoma
  • butleri
  • chrysocephalus
  • couchii
  • cyrtopsis
  • elegans
  • eques
  • errans
  • exul
  • fulvus
  • gigas
  • godmani
  • hammondii
  • marcianus
  • melanogaster
  • mendax
  • nigronuchalis
  • ordinoides
  • postremus
  • proximus
  • pulchrilatus
  • radix
  • rossmani
  • rufipunctatus
  • sauritus
  • scalaris
  • scaliger
  • sirtalis
  • sumichrasti
  • validus
La maggior parte delle specie ha una colorazione di base scura, talvolta anche con effetti verdi. Alcuni esemplari presentano anche due strisce laterali e una striscia dorsale di colore verde, blu, grigio o giallo. Altre sottospecie, come il Thamnophis sirtalis parietalis, sono caratterizzate da un motivo a punti rossi sui fianchi. Il ventre, invece, è solitamente bianco o grigio.
I nostri articoli più utili
Piccoli animali Adottare un piccolo animale

Topi domestici da compagnia: 10 cose sorprendenti

Si lasciano coccolare volentieri dai loro umani e sono incredibilmente capaci di imparare: i topolini sono creature affascinanti che possono diventare ottimi animali da compagnia, adatti tanto ai bambini quanto a chi lavora fuori casa tutti il giorno. I topi domestici, infatti, non hanno bisogno di tante cure: gli accorgimenti sono pochi ma importanti. Scopriamo di più su questi intelligenti amici di zampa!
Piccoli animali Razze di roditori e piccoli animali

Criceto

Criceto dorato, criceto d'angora, criceto nano ecc. Esistono molti tipi di criceti diversi per colori e taglia: in virtù del loro tenero aspetto e delle loro piccole dimensioni, sono particolarmente amati dai bambini. Tuttavia, i criceti non sono caratterialmente così teneri come sembrano, sono molto delicati, presentano esigenze ben specifiche e richiedono attenzione e dedizione da parte di chi li adotta.
Articoli più recenti
Piccoli animali Adottare un piccolo animale

Allevare i conigli all’aperto: cosa bisogna sapere

Dal freddo invernale con temperature fino a - 20 gradi al caldo torrido estivo fino a 30 gradi: la maggior parte dei conigli è in grado di affrontare queste condizioni climatiche e possono stare all'aperto tutto l'anno. Ciononostante, è necessario prendere alcune precauzioni per poterli tenere all’aperto sia in inverno che in estate. Nei seguenti paragrafi ti spieghiamo cosa devi tenere presente se allevi i tuoi batuffoli all’aperto durante le diverse stagioni e come rendere il recinto del tuo giardino adatto sia all’estate che all’inverno.

Tenere i conigli all'aperto? È possibile tutto l'anno

Naturalmente, i tuoi piccoli animali possono essere tenuti anche in casa, ma se ne hai la possibilità, ci sono molte ragioni per preferire l'allevamento all'aperto. I piccoli lagomorfi sono robusti e si sentono a proprio agio sulla neve, anche a temperature inferiori allo zero. I conigli amano correre, saltare, scavare e strisciare dentro i tunnel. Dove possono fare tutto questo meglio che all'esterno? Dopo tutto, in giardino c'è generalmente più spazio per un recinto per conigli sufficientemente grande che in casa. Inoltre, se decidi di tenere i tuoi pelosetti all’aperto, non dovrai preoccuparti di trovare le gambe delle sedie rosicchiate o escrementi sul tappeto. Puoi tenerli sul balcone soltanto se è abbastanza grande e ben protetto. Solo una conigliera , senza l’aggiunta di un recinto, non è sufficiente come sistemazione permanente all'aperto. Questo vale anche per la sistemazione all'interno.