Qual è il cibo giusto per cani adulti? This article is verified by a vet

In collaborazione con Bosch
Il cibo giusto per un cane adulto

L’alimentazione del cane

Che tu abbia sempre vissuto con un cane o sia alla tua prima esperienza non cambia molto: la scelta del cibo giusto per cani adulti gioca un ruolo decisivo nel suo sviluppo, nella sua salute e quindi nella vita stessa del tuo pet.

Non potrebbe essere altrimenti, visto che c’è sempre un collegamento stretto tra salute e corretta alimentazione. Questo significa che con il cibo giusto per  cani puoi incidere direttamente sul benessere fisico, la vitalità e persino l’aspettativa di vita del tuo amico di zampa.

Allo stesso modo, sbagliare alimentazione può causare al cane patologie anche serie. Sovrappeso, diabete, disturbi cardiovascolari, malattie scheletriche e articolari, patologie renali e persino il cancro possono essere causati da una alimentazione sbagliata.

Non stupisce, quindi, che si parli tanto della questione e si dibatta ovunque su come scegliere il cibo giusto per il proprio cane: le riviste specialistiche come i blog veterinari e i forum di esperti su internet, tutti cercano di dare indicazioni su questo aspetto così importante per il benessere dei nostri pet.

bosch HPC Adult Agnello & Riso

  • Ideale per cani adulti con sensibilità alimentari
  • Ottimamente digeribile & delicato
  • Senza cereali e con un complesso specifico per favorire le difese immunitari
  • Previene il sovrappeso
Bosh Adult

Come posso trovare il cibo giusto per cani adulti?

Non esiste una risposta a questa domanda che sia valida per tutti i cani. Ogni pet è diverso e ha esigenze specifiche. A seconda della taglia, dell'età, dello stato di salute, del peso e del livello di attività di ciascun cane, il fabbisogno energetico e il tipo di alimento ideale sono molto diversi.

Per trovare l’alimento perfetto per il tuo quattrozampe, quindi, devi partire dal suo stile di vita e fare una valutazione che tenga conto non solo in generale dei bisogni nutrizionali, ma soprattutto delle esigenze specifiche del tuo peloso, che tu conosci bene.

Quello che per un cane può essere un aspetto di poca importanza, per un altro può rappresentare una vera e propria sfida. Ogni cane è diverso e non va dimenticato.

Anche cambiare frequentemente tipo di alimento è causa di grosso stress per l'organismo dell’animale. Vale la pena ricordarlo ancora una volta: ai cani non fa bene cambiare spesso dieta. Diarrea, gas e altri problemi intestinali possono derivare proprio dai troppi cambiamenti nella ciotola del tuo peloso.

Quindi, quello che possiamo fare è aiutarti ad individuare i criteri più importanti per capire quale sia effettivamente il cibo ideale per il tuo quattrozampe.

Il passaggio al cibo per cani adulti

Nelle sue prime tre o quattro settimane di vita, il cucciolo si nutre solo di latte materno. Successivamente, poco per volta, lo si abitua al cibo solido, di solito iniziando con un alimento specifico per cuccioli in grado di soddisfare le elevate esigenze energetiche dei cani molto giovani.

Se hai acquistato il tuo cane da un allevatore, probabilmente hai ricevuto da lui un piano nutrizionale da seguire durante le prime settimane. Molti allevatori consegnano direttamente, insieme al cucciolo, anche una confezione del cibo con cui è stato nutrito sino ad allora e la tabella con le giuste quantità.

Dopo i primi sei mesi, per evitare che il cucciolo cresca troppo rapidamente, si consiglia di ridurre gradualmente la densità energetica del cibo. Se la crescita del cane avviene troppo velocemente, infatti, c’è il rischio che soffra di problemi articolari come la displasia dell’anca e del gomito, patologie che incidono pesantemente sulla qualità e sull’aspettativa di vita del cane.

Superati i primi mesi, quindi, puoi abbandonare gli alimenti per cuccioli e passare a quelli per cani junior o direttamente a quelli per cani adulti. Questo passaggio deve avvenire dopo i 6 mesi e al più tardi raggiunti i 18 mesi di vita del cane. I cuccioli di piccola taglia dovrebbero passare al cibo per adulti già dai 10-12 mesi di vita, quando hanno terminato di crescere in altezza

Bosh sensitive

bosch HPC Sensitive Anatra & Patate

  • Crocchette di qualità Premium per cani con sensibilità alimentari
  • Anatra come unica fonte proteica- circa il 30 % di anatra fresca
  • Ricetta senza cereali
  • Può aiutare a stabilizzare la flora batterica intestinale

Il fabbisogno energetico dei cani adulti

Prima di fare il passaggio agli alimenti per adulti, è normale porsi una domanda: di cosa ha effettivamente bisogno il mio cane, ora che è diventato adulto? Un po’ come noi umani, anche nei nostri fedeli amici il fabbisogno energetico è legato al genere (i maschi mangiano un po’ di più delle femmine), alle dimensioni e al grado di attività fisica che svolgono.

Per fare un esempio, se gli atleti professionisti consumano spesso anche più di 4.000 kcal al giorno, un impiegato che lavora in ufficio ha coperto il suo fabbisogno energetico già con 2.000 kcal. Lo stesso vale per i nostri quattrozampe di casa: il "cagnolino" che vive in appartamento ha sicuramente un fabbisogno energetico molto inferiore rispetto ad un cane da slitta.

Per il "classico cane di famiglia" senza particolari esigenze, di solito vale questa regola empirica: un cane ha bisogno di circa 57 kcal per ogni kg di massa corporea. Ovviamente questa formula è solo approssimativa e fornisce un’indicazione di massima per calcolare la quantità di energia necessaria effettivamente al singolo cane.

Sostanze nutritive importanti

Proteine, grassi, carboidrati, vitamine ed oligoelementi sono i principali nutrienti di cui il tuo pet  ha bisogno e che deve ricavare dal cibo giusto per cani adulti. Servono a dargli energia e ad assicurargli il mantenimento di tutte le sue funzioni vitali. Se manca qualcuno di questi nutrienti, tutto l’organismo del cane è messo a dura prova: ossa, muscoli e organi interni. Se la dieta del cane non è completa a livello di nutrienti, quindi, il rischio concreto è che l’animale si ammali.

Proteine

Senza dubbio il tuo cane riceve le energie di cui ha bisogno prevalentemente dalle proteine. Gli amminoacidi in esse contenute sono essenziali e in questo senso è la carne la fonte di proteine ​​più pregiata di cui il cane dispone. Ecco perché un buon alimento per il tuo peloso dovrebbe contenere almeno il 70% di carne. In linea di principio, il cane può mangiare quasi tutti i tipi di carne: manzo, agnello, maiale, coniglio e pollame. Per quanto riguarda le frattaglie sono consigliati fegato, cuore, reni, milza e trippa (non puliti).

Non stupisce che il cane abbia così tanto bisogno di carne: dopotutto, è un discendente diretto del lupo e quindi fa parte dei cosiddetti predatori carnivori. I suoi denti forti, i muscoli masticatori vigorosi, il tratto intestinale relativamente corto e i succhi digestivi di cui dispone lo rendono chiaramente adatto a consumare carne.

È importante che la carne non sia cotta, perché la cottura compromette il suo contenuto proteico e lo rende inutilizzabile. La carne fresca e cruda ha il contenuto proteico più elevato.

In alternativa il tuo cane può mangiare anche pesce, una o due volte a settimana. Anche in questo caso è fondamentale che sia il più fresco possibile, così che il tuo pet possa assumere la più alta percentuale di acidi grassi insaturi, proteine ​​facilmente digeribili e vitamina D. Salmone, merluzzo, scorfano, acciughe, crostacei e gamberetti sono tutti tipi di pesce adatti all’alimentazione del cane.

Grassi

Gli acidi grassi insaturi contenuti nel pesce sono particolarmente importanti perché aiutano a migliorare la gestione dei fattori infiammatori e supportano il sistema immunitario. I cani necessitano soprattutto degli acidi grassi Omega 3 presenti nei grassi animali. Altrettanto importanti sono gli acidi grassi Omega 6 tipici degli oli vegetali che sono però generalmente già presenti in quantità sufficiente nella carne.

Anche gli oli sono estremamente importanti per la salute fisica del tuo cane perché lo aiutano ad assorbire le vitamine essenziali. Ecco perché dovresti sempre arricchire le verdure che assume con dell’olio di origine animale, come l'olio di salmone. Per evitare che il tuo pet corra il rischio di diventare in sovrappeso o obeso, però, è fondamentale mantenere il contenuto di grassi dei suoi alimenti ben al di sotto di quello delle proteine ​​e dei carboidrati.

Ovviamente gli acidi grassi si trovano anche nelle noci, ma dovresti offrirle al tuo cane solo grattugiate o macinate, mai intere, perché la loro buccia è tossica, per i nostri amici di zampa.

Carboidrati

I carboidrati sono presenti nelle patate e nei cereali, alimenti che non rappresentano una parte essenziale della dieta del cane, in quanto animale carnivoro. Le crocchette che trovi in commercio contengono già abbastanza carboidrati per cui non è necessaria alcuna integrazione. Se il tuo cane si nutre solo di cibi crudi, invece, puoi offrirgli qualche carboidrato sotto forma di cereali in fiocchi, come l’avena o il miglio.

Vitamine ed oligoelementi

Le vitamine e gli oligoelementi, presenti fondamentalmente nella frutta, nella verdura e nelle erbette, dovrebbero fare parte della dieta del tuo cane in quantità sufficiente. Si tratta per lo più di nutrienti correlati, il che significa che per utilizzarne uno il tuo cane ha spesso bisogno anche di un altro.

Ecco perché una dieta quasi esclusivamente proteica, ad esempio a base di sola carne, è sconsigliata. Qual è allora il cibo giusto per cani adulti? La dieta ideale per il tuo cane deve contenere circa il 70% di carne, il 25% di frutta e verdura e solo circa il 5% di cereali.

In pratica, tanta carne mischiata con sedano, carote, zucchine, zucca o frutta locale come mele, pere o bacche. Puoi tagliare la frutta e la verdura a pezzetti, oppure grattugiarle e mischiarle alla carne nella sua ciotola.

Calcio

Il calcio si trova principalmente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Devi tenere presente che un eccesso di calcio può risultare pericoloso, per il tuo cane, soprattutto se è ancora un cucciolo o comunque giovane. Anche quando il cane è adulto, comunque, il latte non dovrebbe essere una costante del menu quotidiano ma, al contrario, dovrebbe comparire solo di tanto in tanto e in piccole quantità. Il latte vaccino è particolarmente inadatto: spesso si creano intolleranze alimentari oppure il cane sviluppa allergie.

La giusta quantità

Come abbiamo visto, la quantità di alimenti di cui il tuo cane ha bisogno giornalmente dipende non solo dalla sua età ma anche dalle sue dimensioni e dal suo livello di attività fisica. In generale, le porzioni giornaliere di cibo sono sicuramente più facili da gestire per i cani di taglia piccola, rispetto a quanto non accada con i cani di taglia grande. Ma questo non vuole dire che quantità più piccole corrispondano sempre a meno calorie.

Vuoi scoprire come calcolare la giusta quantità di alimenti per il tuo cane? Allora leggi anche l’articolo del nostro Magazine “Quanto deve mangiare un cane? Calcolare la quantità giusta.

Secco, umido o crudo? Qual è il cibo giusto per cani adulti?

Se la questione fondamentale è che il tuo cane assuma tutti i nutrienti necessari, la formulazione degli alimenti che mangia (crocchette, umido o alimenti grezzi) è un aspetto irrilevante che dipende fondamentalmente da gusti e scelte tue personali.

Molti proprietari di cani scelgono di acquistare un alimento pronto: le ragioni sono ovviamente la mancanza di tempo, l'incertezza su cosa sia meglio mettere nella ciotola del proprio cane e la convenienza in termini di spesa. Non c’è nulla di male nello scegliere un alimento già pronto: il tuo cane può assumere tutti i nutrienti di cui ha bisogno anche mangiando crocchette o un alimento umido già confezionato.

Quello che invece è davvero importante è prestare attenzione al contenuto energetico perché spesso è molto diverso da un alimento all’altro. Grazie al loro minore contenuto di acqua, ad esempio, le crocchette sono cinque volte più concentrate degli alimenti umidi. Un aspetto, questo, che va tenuto in grande considerazione quando si valutano le quantità.

Questo significa, ad esempio, che con quella che sembra essere una piccola quantità di crocchette corri il rischio di dare al tuo cane persino troppo cibo. Nel caso dell’umido, poi, bisogna considerare il contenuto proteico, spesso estremamente elevato.

Una forma di alimentazione che riscuote molto interesse e che ha molti sostenitori ovunque è la dieta BARF per cani, che si basa su un tipo di alimentazione il più possibile naturale e idonea alla specie, cruda, vicina a quella naturale tipica ad esempio del lupo.

Indipendentemente dal tipo di alimentazione che scegli, il cibo giusto per cani è quello che lo mantiene in salute, forte e vitale.

Anche se ovviamente la tua scelta deve tenere conto delle tue esigenze di vita quotidiana e non ultimo delle tue possibilità economiche, quando decidi quale alimento dare al tuo cane tieni presente che la priorità va data sempre alla salute del tuo amico di zampa.


Franziska G., Veterinaria
Franziska Gütgemann

Mi sono laureata in Medicina Veterinaria all’Università Justus-Liebig di Gießen, in Germania, e ho maturato una vasta esperienza in diversi ambiti quali la medicina clinica per piccoli animali, la pratica veterinaria per animali di grossa taglia e per animali esotici, approfondendo le mie conoscenze in fatto di farmacologia, patologia e igiene alimentare. Da allora svolgo attività come autrice non solo di testi di argomento veterinario ma anche in quello che è l’ambito della mia dissertazione scientifica. Il mio obiettivo è quello di riuscire a proteggere meglio gli animali dagli agenti patogeni di tipo batterico. Oltre alle mie conoscenze mediche, mi piace condividere la mia felice esperienza di proprietaria di un cane: in questo modo posso comprendere da vicino e allo stesso tempo fare chiarezza sulle principali problematiche che riguardano la salute degli animali.


I nostri articoli più utili
6 min

Cibi tossici per cani: quali sono?

Esistono cibi che risultano tossici per i cani. Nonostante il fatto che, oggi come in passato, i cani vengano spesso utilizzati per “eliminare gli avanzi” della nostra cucina, è chiaro che bisognerebbe riservare alla loro ciotola soltanto alimenti di elevata qualità e specifici per cani. Un bocconcino goloso ogni tanto è ammesso, purché risulti salutare per la salute del cane. È innegabile che esistano prodotti alimentari comunemente consumati dagli esseri umani che risultano invece nocivi per i cani, quando non addirittura tossici o velenosi.  Per questo motivo, è importante che le persone che vivono con un cane conoscano molto bene quali alimenti e sostanze possono provocare danni anche seri al loro amico a quattro zampe. Nel caso in cui, nonostante queste accortezze, il tuo cane mangiasse qualcosa che non avrebbe dovuto, ti consigliamo di recarti prontamente, insieme al cane, dal tuo medico veterinario di fiducia. Quest’ultimo ti domanderà a quando risale l’assunzione dell’alimento nocivo e in che quantità è stato assunto. Sulla base di questi elementi, il medico prescriverà la terapia più opportuna. Purtroppo ci sono casi in cui qualsiasi tipo di aiuto giunge troppo tardi o non è sufficiente per salvare il cane: per questo motivo, bisogna sempre fare attenzione ed evitare che il nostro amico di zampa assuma alimenti che non sono adatti ad un cane.
10 min

Biscotti per cani fatti in casa

Ovviamente acquistando gli snack già pronti nello Shop cani di zooplus si fa prima. Ma dopo un po’ non è così divertente. E poi ci sono tanti ottimi motivi per cui puoi decidere di preparare biscotti per cani fatti in casa. Con questo articolo te ne spieghiamo le ragioni e ti sveliamo come vengono cotti e conservati gli snack per cani, oltre a presentarti alcune deliziose e facili ricette che il tuo cane adorerà.
5 min

Alimentare un cane diabetico

Scoprire che il proprio cane soffre di diabete mellito è sempre uno shock. Fortunatamente però alimentare un cane diabetico nel modo giusto e sottoporlo a cure adeguate possono portarlo ad avere una vita lunga e felice.