Cane

Nella sezione Cane del Magazine troverai tante informazioni utili per la vita in compagnia del tuo animale, sul rapporto tra padrone e cane, ma anche sulla sua salute e sulla sua corretta alimentazione. Leggere

Salute e cura del cane

La dermatite atopica nel cane

Il primo e più importante segno della dermatite atopica nel cane è il prurito. Non tutti i nostri amici di zampa mostrano anche, allo stesso tempo, un arrossamento della pelle (detto “eritema”), nell'area cutanea interessata dalla dermatite. Altro fattore da sottolineare: i sintomi di questo disturbo possono manifestarsi durante tutto l'anno o essere stagionali.

Le tipiche zone colpite dalla dermatite atopica

Di solito, le classiche reazioni cutanee della dermatite atopica si manifestano su muso, orecchie, zampe, all’altezza delle ascelle e alla base del collo dei nostri amici di zampa. Inoltre, i cani che soffrono di dermatite atopica soffrono spesso di infezioni alle orecchie (otite ricorrente). Come se non bastasse, la loro barriera cutanea è più debole, a causa della malattia, il che consente a funghi e batteri di penetrare con più facilità nella pelle del cane causandogli infezioni secondarie. Anche l’atto di graffiarsi e di leccare spesso la pelle che prude, tipico dei pelosetti che ne sono affetti, contribuisce a peggiorare le cose. Sfortunatamente, tali infezioni di solito rendono il prurito ancora più insopportabile.

Sintomi ulteriori e correlati

Con il tempo possono verificarsi anche i seguenti sintomi:
  • diradamento o perdita del pelo (alopecia)
  • desquamazione della pelle
  • presenza di pustole o croste
  • hot spot
  • ispessimento della pelle (lichenificazione)
  • modificazioni della pelle dovute al leccamento delle articolazioni delle zampe (granuloma acrale)
  • modificazioni del colore della pelle (iperpigmentazione)
Ovviamente non tutti i cani mostrano tutti i possibili sintomi della dermatite atopica. Un'indicazione importante resta, in ogni caso, il modello di distribuzione delle lesioni.

14 min

Mastino Tibetano: il colosso dell’Himalaya

Già Aristotele era rimasto colpito da questo gigante proveniente dalle lontane montagne dell'Himalaya e l’aveva descritto come un cane "dalle ossa colossali, muscoloso, pesante, con la testa grossa e il muso largo [...]", ipotizzando perfino che fosse frutto dell’unione tra cani e tigri. Naturalmente anche Marco Polo, durante il suo viaggio attraverso l’Asia nel XIII secolo, si imbatté nel Mastino Tibetano e nel suo diario di viaggio lo definì "alto come un asino e potente come un leone nelle fattezze e nella voce".

Dimensioni e peso del Mastino Tibetano

In effetti, con un'altezza al garrese di almeno 66 cm per i maschi, il Mastino Tibetano rientra a pieno diritto nelle razze di taglia grande. Ma Marco Polo esagerava: per quanto sia imponente, il Mastino Tibetano non raggiunge certo le dimensioni di un asino. Le femmine sono solitamente un po’ più piccole dei maschi, ma arrivano comunque ad un’altezza di almeno 61 cm. Questo possente cane è chiamato anche Cane Tibetano, Tibetan Mastiff e Do Khyi. A seconda del sesso, della taglia e della corporatura, il peso di questi colossali e affascinanti pelosi oscilla tra 36 a 72 kg. Non è solo la profondità della voce a ricordare un leone, ma anche il folto mantello, che attorno a collo e spalle forma addirittura una specie di criniera.

Il mantello del Mastino Tibetano: un caldo cappotto anche nelle giornate più fredde

Come collo e spalle, la coda e le cosce del Mastino Tibetano presentano un pelo molto abbondante. Anche il resto del corpo, tuttavia, è ricoperto da un fitto strato di pelo, fine ma duro e dritto. L’aggiunta di un sottopelo piuttosto lanoso durante la stagione fredda garantisce a questo guardiano di montagna un’affidabile protezione dal freddo, dal vento e dalle intemperie. La sua pelliccia si è adattata perfettamente alle rigide condizioni climatiche della sua terra: in primavera infatti, quando anche nelle valli dell'Himalaya tornano finalmente temperature più miti, il pelo del Mastino Tibetano si fa via via più rado, cambiando l’aspetto del cane, che risulta visivamente più snello.

Colorazione del pelo

Per resistere al freddo dell’Himalaya, il mantello del Mastino Tibetano è molto “spesso” e robusto, ma mai serico, arricciato o ondulato. Quanto al colore, lo standard di razza ammette le seguenti varietà:
  • nero intenso
  • nero con focature
  • grigio/blu
  • grigio/blu con focature
  • oro in diverse sfumature, da un fulvo intenso a un rosso profondo
In tutte le varianti di colore è permessa una stella bianca sul petto, così come minime macchie bianche sui piedi.

Carattere: nato per fare la guardia

13 min

Galgo Spagnolo, il levriero da adottare

L’aria sportiva di un vero corridore

Visto che questa razza vanta diversi colori di mantello e anche una variante a pelo ispido, è facile confondere il Galgo spagnolo con un simil-levriero. Secondo lo standard della razza, però, il Galgo Español ha zampe lunghe e corporatura molto magra. In pratica, con un peso che in media raggiunge appena i 25 kg, ha un'altezza al garrese compresa tra i 60 e i 70 cm. Il cranio è lungo e stretto, il torace ampio e il ventre è fortemente sollevato (dando luogo ad una specie di arco “subconvesso”). Ha una coda molto lunga che arriva oltre al garretto, i fianchi posteriori sono molto muscolosi e verticali. Oltre alla versione a pelo corto e finissimo, esiste anche una versione a pelo semi-lungo e duro, con sopracciglia folte, un po' di barba e un ciuffo. Sono ammessi tutti i colori, spesso si preferiscono le varianti fulvo e bringé scuro (tigrato) oppure nero.

Le origini del Galgo spagnolo

15 min

Cavalier King Charles Spaniel, amico dal cuore nobile

La caratteristica che più di tutte può aiutarti a distinguere il Cavalier King Charles Spaniel dal suo quasi omonimo King Charles Spaniel è la lunghezza del muso. Entrambi prendono il nome dai re Carlo I e Carlo II, due veri appassionati di Spaniel. Bisogna dire però che, ad oggi, il Cavalier King Charles Spaniel non ha perso nulla del suo fascino originale di cane da compagnia allegro, sportivo, leale e mai nervoso.

12 min

Museruola per il cane: quando è obbligatoria?

Ci sono situazioni, soprattutto in viaggio, in cui i cani devono indossare la museruola. Nonostante quello che potresti pensare, questo accessorio non serve solo a difendersi dai "cani pericolosi". In molte situazioni la museruola protegge il nostro amico di zampa dai pericoli e gli permette di avere più libertà. Scopri quando una museruola è obbligatoria e dove ha senso utilizzarla.

Diciamo la verità: la museruola è un accessorio con una brutta reputazione. Basta vederla al muso di un cane qualsiasi per provare un misto di pena e di paura. Molti di noi la associano immediatamente ai cani aggressivi. Altri pensano al fastidio che devono provare i nostri amici di zampa indossandola. Con questo articolo ci piacerebbe sfatare qualche pregiudizio e chiarire alcuni punti. Perché a volte l'uso della museruola non è solo un obbligo di legge, ma anche una dimostrazione di senso civico da parte delle persone che, in certe circostanze, scelgono di farla indossare al proprio cane.
4 min

L’assicurazione per cani: cosa copre e quando è utile?

In teoria, l'assicurazione sanitaria per cani rimborsa i costi del veterinario, del ricovero in clinica, dell’intervento e dei farmaci. Ma ci sono grandi differenze tra una polizza e un’altra, a livello di costo e di copertura. Quando vale la pena farla e che cosa rimborsa l’assicurazione per cani?

2 min

Come scegliere il nome del tuo cane

Hai deciso di adottare un amico peloso, hai già pensato a tutto quello che occorre e adesso ti è rimasta solo un'ultima cosa in lista: il nome. Se non sai come scegliere il nome del tuo cane, in questo articolo troverai alcuni suggerimenti utili per orientarti in questa scelta importante.
15 min

La dermatite atopica nel cane

Il primo e più importante segno della dermatite atopica nel cane è il prurito. Non tutti i nostri amici di zampa mostrano anche, allo stesso tempo, un arrossamento della pelle (detto “eritema”), nell'area cutanea interessata dalla dermatite. Altro fattore da sottolineare: i sintomi di questo disturbo possono manifestarsi durante tutto l'anno o essere stagionali.

Le tipiche zone colpite dalla dermatite atopica

Di solito, le classiche reazioni cutanee della dermatite atopica si manifestano su muso, orecchie, zampe, all’altezza delle ascelle e alla base del collo dei nostri amici di zampa. Inoltre, i cani che soffrono di dermatite atopica soffrono spesso di infezioni alle orecchie (otite ricorrente). Come se non bastasse, la loro barriera cutanea è più debole, a causa della malattia, il che consente a funghi e batteri di penetrare con più facilità nella pelle del cane causandogli infezioni secondarie. Anche l’atto di graffiarsi e di leccare spesso la pelle che prude, tipico dei pelosetti che ne sono affetti, contribuisce a peggiorare le cose. Sfortunatamente, tali infezioni di solito rendono il prurito ancora più insopportabile.

Sintomi ulteriori e correlati

Con il tempo possono verificarsi anche i seguenti sintomi:
  • diradamento o perdita del pelo (alopecia)
  • desquamazione della pelle
  • presenza di pustole o croste
  • hot spot
  • ispessimento della pelle (lichenificazione)
  • modificazioni della pelle dovute al leccamento delle articolazioni delle zampe (granuloma acrale)
  • modificazioni del colore della pelle (iperpigmentazione)
Ovviamente non tutti i cani mostrano tutti i possibili sintomi della dermatite atopica. Un'indicazione importante resta, in ogni caso, il modello di distribuzione delle lesioni.
6 min

La coccidiosi nel cane: come riconoscerla per curarla al meglio

Fortunatamente i coccidi, così come molti altri parassiti intestinali, sono abbastanza facili da combattere: ecco perché possiamo tranquillizzarti dicendoti che le possibilità di curare la coccidiosi nel cane sono abbastanza elevate. Tuttavia, soprattutto se hai un cucciolo, è bene non abbassare la guardia: questa malattia può accompagnarsi a sintomi anche gravi, che talvolta possono degenerare rapidamente mettendo a repentaglio la vita del tuo povero pelosetto. Se sospetti che il tuo cane sia affetto da coccidiosi, quindi, intervieni senza esitare!

Sintomi: quando è il caso di sospettare la malattia?

6 min

L’insufficienza renale nel cane

Ti sembra che ultimamente il tuo cane beva più del solito, oppure ha vomitato più di frequente o spesso o ha conati? Non vogliamo allarmarti inutilmente, ma questi disturbi potrebbero ricondurre a problemi ai reni. Leggendo questo articolo scoprirai come riconoscere l’insufficienza renale nel cane e come comportarti in presenza di questa patologia, oltre alle soluzioni che il tuo veterinario può attuare per aiutare il tuo amico di zampa.
10 min

Lezioni per cuccioli: imparare giocando

Verso la terza settimana di vita, il cucciolo apre gli occhi e inizia a percepire gli stimoli provenienti dal mondo che lo circonda. D’ora in poi sarà tutto una scoperta e le giornate voleranno all’insegna della sua irrefrenabile curiosità. A questa età, il cervello del tuo pelosetto inizia ad essere pronto a raccogliere e interpretare più sensazioni e informazioni possibili, per farsi un’idea via via sempre più chiara del contesto in cui crescerà e passerà la sua vita. È importante fare il possibile perché questo periodo, detto di socializzazione sia denso di esperienze, naturalmente positive. Verso i 4 mesi di età, infatti, inizierà una nuova fase di vita per il cucciolo, e tutti gli stimoli che avrà perso in precedenza non saranno recuperabili. Se, ad esempio, non avrà contatti con altri cani al di fuori della mamma e dei fratelli, è probabile che in futuro si mostrerà piuttosto diffidente nei confronti dei suoi simili. Va ricordato che il cervello del cane, purtroppo, è in grado di memorizzare a lungo termine anche le esperienze negative, che potrebbero quindi lasciare dei segni altrettanto indelebili nel carattere del tuo amico di zampa. Trovarsi a dover scappare inseguito da un cane molto più grosso e aggressivo di lui, ad esempio, potrebbe influire sull’ansia con cui in futuro affronterà le vostre passeggiate. Purtroppo anche una sola brutta esperienza, se particolarmente forte, è in grado di vanificare tutto il lavoro fatto per crescere un cucciolo equilibrato e sicuro. Ecco perché è importante che in questa delicata fase il cane impari a conoscere i suoi simili, annusandoli, innanzitutto, e successivamente osservandone l’aspetto e il comportamento. Le lezioni per cuccioli, in questo senso, sono un ambiente ottimale: qui infatti i contatti tra cani avvengono sotto la stretta sorveglianza di un addestratore assolutamente esperto e competente, che ti darà anche preziosi consigli per rapportarti al tuo peloso nel modo migliore e crescere così un cane sano e sicuro di sé.

Esercizi e giochi: come sono organizzate le lezioni per cuccioli?

6 min

Quando il cane ringhia

Quando il cane ringhia, durante le sue passeggiate, ma il resto del tempo si mostra amichevole e felice con tutti, si parla di "aggressività al guinzaglio". In pratica, il cane diventa ostile e “rabbioso” solo quando esce e cammina al guinzaglio: non appena vede un altro cane anche da lontano inizia ad innervosirsi e a ringhiare, spesso abbaiando come un pazzo.

Il cane ringhia: perché e quando è un problema

12 min

Museruola per il cane: quando è obbligatoria?

Ci sono situazioni, soprattutto in viaggio, in cui i cani devono indossare la museruola. Nonostante quello che potresti pensare, questo accessorio non serve solo a difendersi dai "cani pericolosi". In molte situazioni la museruola protegge il nostro amico di zampa dai pericoli e gli permette di avere più libertà. Scopri quando una museruola è obbligatoria e dove ha senso utilizzarla.

Diciamo la verità: la museruola è un accessorio con una brutta reputazione. Basta vederla al muso di un cane qualsiasi per provare un misto di pena e di paura. Molti di noi la associano immediatamente ai cani aggressivi. Altri pensano al fastidio che devono provare i nostri amici di zampa indossandola. Con questo articolo ci piacerebbe sfatare qualche pregiudizio e chiarire alcuni punti. Perché a volte l'uso della museruola non è solo un obbligo di legge, ma anche una dimostrazione di senso civico da parte delle persone che, in certe circostanze, scelgono di farla indossare al proprio cane.
14 min

Sport per cani: tante discipline tra cui scegliere

Fare movimento è importante per la salute nostra e dei nostri amici di zampa. Ma lo sport per cani è molto di più, ovvero un mix di divertimento, moto, sfida mentale, competizione, addestramento e socializzazione. Come scegliere tra le tante discipline, allora? In questo articolo ti presentiamo le più importanti, così potrai decidere con quale iniziare e lanciarti in una nuova avventura insieme al tuo peloso.
11 min

Trekking con il cane: come prepararsi

Ti piacerebbe avventurarti in una sessione di trekking con il cane? È un’ottima idea! Che si tratti di una settimana di autentico trekking in montagna o di un semplice pomeriggio fuori porta, le gite all’aperto con il tuo peloso sono un ottimo modo per tenere in forma entrambi e rafforzare la vostra speciale amicizia.
8 min

Nuoto per cani: in forma divertendosi

I benefici del nuoto per cani: quando pensi al tuo cane che nuota, probabilmente ti viene in mente l’estate, la sua voglia di rinfrescarsi e di giocare in acqua. Ma c’è di più: nuotare mantiene il tuo peloso in forma tutto l’anno, con importanti benefici per le sue articolazioni. Grazie al nuoto, soprattutto i cani anziani e quelli in sovrappeso possono migliorare le loro condizioni fisiche facendo un’attività super divertente!
10 min

L’alimentazione del Beagle

Il Beagle è un cane attivo, vivace, affettuoso ma soprattutto molto affamato! Ecco perché è importante studiare al meglio l'alimentazione del Beagle e offrire al tuo pelosetto gli alimenti più idonei in base alla sua età e alla sua attività fisica. Con il passare degli anni  infatti questo peloso tende al sovrappeso, perciò è molto importante tenere sempre sotto controllo la bilancia.
8 min

Quanto deve mangiare un cucciolo?

È arrivato un cagnolino a casa? Che emozione! Ricorda che una delle cose più importanti perché il tuo pelosetto cresca sano e forte è un’alimentazione adeguata. Ma quanto deve mangiare un cucciolo? Ecco i nostri consigli sulle giuste dosi per cuccioli e cani giovani.
7 min

Torte per cani: 3 ricette facili e golose

È il compleanno del tuo amico di zampa? Sicuramente hai già pensato di regalargli un nuovo giochino. Ma per festeggiare questa giornata speciale, potresti preparargli una deliziosa torta fatta in casa. Pensi che sia complicato? E invece puoi sorprendere il tuo pelosetto con una di queste ricette, facili e veloci, di torte per cani.
6 min

Viaggiare con il cane in auto: cosa devi sapere

Negli ultimi anni sono cambiate molte cose, in fatto di sicurezza, anche per quel che riguarda il viaggiare in auto. Gli airbag sono solo una delle tante novità a cui ci siamo ormai abituati. La regola generale è che, per limitare al massimo i rischi in caso di incidente, sia i cani sia i loro umani devono sempre essere assicurati. Vediamo insieme tutto quello che devi sapere per viaggiare con il cane in auto senza pensieri.
11 min

Trekking con il cane: come prepararsi

Ti piacerebbe avventurarti in una sessione di trekking con il cane? È un’ottima idea! Che si tratti di una settimana di autentico trekking in montagna o di un semplice pomeriggio fuori porta, le gite all’aperto con il tuo peloso sono un ottimo modo per tenere in forma entrambi e rafforzare la vostra speciale amicizia.
16 min

Andare in campeggio con il cane

Che si tratti di un camper, di una roulotte o di una tenda, il campeggio rappresenta un modo di concepire le vacanze in libertà che attira sempre più persone. Ma questo tipo di vacanza si adatta alla presenza di un amico a quattro zampe? E come fare per trovare per tempo i campeggi a misura di cane? Cosa si deve tenere presente se si porta il proprio animale con sé e ci si sposta in camper, e dove può dormire il nostro amico peloso se optiamo invece per il campeggio in tenda? Ecco tutto ciò che c'è da sapere per andare in campeggio con il cane.
10 min

Lezioni per cuccioli: imparare giocando

Verso la terza settimana di vita, il cucciolo apre gli occhi e inizia a percepire gli stimoli provenienti dal mondo che lo circonda. D’ora in poi sarà tutto una scoperta e le giornate voleranno all’insegna della sua irrefrenabile curiosità. A questa età, il cervello del tuo pelosetto inizia ad essere pronto a raccogliere e interpretare più sensazioni e informazioni possibili, per farsi un’idea via via sempre più chiara del contesto in cui crescerà e passerà la sua vita. È importante fare il possibile perché questo periodo, detto di socializzazione sia denso di esperienze, naturalmente positive. Verso i 4 mesi di età, infatti, inizierà una nuova fase di vita per il cucciolo, e tutti gli stimoli che avrà perso in precedenza non saranno recuperabili. Se, ad esempio, non avrà contatti con altri cani al di fuori della mamma e dei fratelli, è probabile che in futuro si mostrerà piuttosto diffidente nei confronti dei suoi simili. Va ricordato che il cervello del cane, purtroppo, è in grado di memorizzare a lungo termine anche le esperienze negative, che potrebbero quindi lasciare dei segni altrettanto indelebili nel carattere del tuo amico di zampa. Trovarsi a dover scappare inseguito da un cane molto più grosso e aggressivo di lui, ad esempio, potrebbe influire sull’ansia con cui in futuro affronterà le vostre passeggiate. Purtroppo anche una sola brutta esperienza, se particolarmente forte, è in grado di vanificare tutto il lavoro fatto per crescere un cucciolo equilibrato e sicuro. Ecco perché è importante che in questa delicata fase il cane impari a conoscere i suoi simili, annusandoli, innanzitutto, e successivamente osservandone l’aspetto e il comportamento. Le lezioni per cuccioli, in questo senso, sono un ambiente ottimale: qui infatti i contatti tra cani avvengono sotto la stretta sorveglianza di un addestratore assolutamente esperto e competente, che ti darà anche preziosi consigli per rapportarti al tuo peloso nel modo migliore e crescere così un cane sano e sicuro di sé.

Esercizi e giochi: come sono organizzate le lezioni per cuccioli?

9 min

Come insegnare al cane a fare i bisogni fuori

Fare i propri bisogni fuori, per il tuo cane, significa imparare a trattenersi e soprattutto ad avvisarti quando sente la necessità di uscire. Si tratta di una competenza non certo immediata; in alcune circostanze può perfino capitare che un peloso fino a quel momento impeccabile nella gestione dei propri bisogni torni a sporcare in casa. Abbiamo raccolto alcune informazioni per aiutarti a capire come insegnare al cane a fare i bisogni fuori e quale può essere la ragione per cui il tuo peloso ha ricominciato a sporcare in casa.
8 min

Adottare un cucciolo, come scegliere quello giusto

L’idea di adottare un cucciolo ti fa battere forte il cuore? È naturale. Come si fa a resistere alla dolcezza che suscitano quelle zampotte e quegli occhioni pieni di fiducia? Un cucciolo è un condensato di tenerezza e adottarne uno è una decisione importante. Scopriamo insieme quali aspetti devi tenere presente per essere pronto ad accogliere al meglio un amico di zampa in versione puppy.
I nostri articoli più utili
Cane Adottare un cane

Il mio cane mi vuole bene: 10 segnali per capirlo

Il mio cane mi vuole bene? Quando qualcuno ci sta a cuore, è naturale desiderare che i nostri sentimenti siano ricambiati. Questo vale con il partner, per le amicizie e ovviamente anche nei confronti dei nostri pelosi. Ma il cane, non potendo parlare, deve necessariamente trovare altri modi per dimostrare tutto il suo amore: il tuo peloso è intelligente ed escogiterà delle soluzioni davvero tenere per farti capire quanto ci tiene a te. E se non riesco a capire se il mio cane mi vuole bene? Impossibile. La capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi. In questo articolo abbiamo raccolto i dieci segnali più comuni che confermano che il tuo cane ti vuole bene e che scodinzola solo per te. Lasciati incantare da tutte le prove di affetto del tuo adorato compagno di zampa!
Cane Alimentazione del cane

Cibi tossici per cani: quali sono?

Non tutto quello che mangiamo noi umani può essere dato ai nostri amici di zampa. A volte anche piccole porzioni di certi alimenti sono potenziali cibi tossici per cani. In molti casi, invece, tutto dipende dalla quantità, dalla preparazione o dalla frequenza con cui ci lasciamo intenerire dal nostro pelosetto.
Cane Adottare un cane

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.
Articoli più recenti
Cane Salute e cura del cane

La dermatite atopica nel cane

Il primo e più importante segno della dermatite atopica nel cane è il prurito. Non tutti i nostri amici di zampa mostrano anche, allo stesso tempo, un arrossamento della pelle (detto “eritema”), nell'area cutanea interessata dalla dermatite. Altro fattore da sottolineare: i sintomi di questo disturbo possono manifestarsi durante tutto l'anno o essere stagionali.

Le tipiche zone colpite dalla dermatite atopica

Di solito, le classiche reazioni cutanee della dermatite atopica si manifestano su muso, orecchie, zampe, all’altezza delle ascelle e alla base del collo dei nostri amici di zampa. Inoltre, i cani che soffrono di dermatite atopica soffrono spesso di infezioni alle orecchie (otite ricorrente). Come se non bastasse, la loro barriera cutanea è più debole, a causa della malattia, il che consente a funghi e batteri di penetrare con più facilità nella pelle del cane causandogli infezioni secondarie. Anche l’atto di graffiarsi e di leccare spesso la pelle che prude, tipico dei pelosetti che ne sono affetti, contribuisce a peggiorare le cose. Sfortunatamente, tali infezioni di solito rendono il prurito ancora più insopportabile.

Sintomi ulteriori e correlati

Con il tempo possono verificarsi anche i seguenti sintomi:
  • diradamento o perdita del pelo (alopecia)
  • desquamazione della pelle
  • presenza di pustole o croste
  • hot spot
  • ispessimento della pelle (lichenificazione)
  • modificazioni della pelle dovute al leccamento delle articolazioni delle zampe (granuloma acrale)
  • modificazioni del colore della pelle (iperpigmentazione)
Ovviamente non tutti i cani mostrano tutti i possibili sintomi della dermatite atopica. Un'indicazione importante resta, in ogni caso, il modello di distribuzione delle lesioni.
Cane Cuccioli

Lezioni per cuccioli: imparare giocando

Verso la terza settimana di vita, il cucciolo apre gli occhi e inizia a percepire gli stimoli provenienti dal mondo che lo circonda. D’ora in poi sarà tutto una scoperta e le giornate voleranno all’insegna della sua irrefrenabile curiosità. A questa età, il cervello del tuo pelosetto inizia ad essere pronto a raccogliere e interpretare più sensazioni e informazioni possibili, per farsi un’idea via via sempre più chiara del contesto in cui crescerà e passerà la sua vita. È importante fare il possibile perché questo periodo, detto di socializzazione sia denso di esperienze, naturalmente positive. Verso i 4 mesi di età, infatti, inizierà una nuova fase di vita per il cucciolo, e tutti gli stimoli che avrà perso in precedenza non saranno recuperabili. Se, ad esempio, non avrà contatti con altri cani al di fuori della mamma e dei fratelli, è probabile che in futuro si mostrerà piuttosto diffidente nei confronti dei suoi simili. Va ricordato che il cervello del cane, purtroppo, è in grado di memorizzare a lungo termine anche le esperienze negative, che potrebbero quindi lasciare dei segni altrettanto indelebili nel carattere del tuo amico di zampa. Trovarsi a dover scappare inseguito da un cane molto più grosso e aggressivo di lui, ad esempio, potrebbe influire sull’ansia con cui in futuro affronterà le vostre passeggiate. Purtroppo anche una sola brutta esperienza, se particolarmente forte, è in grado di vanificare tutto il lavoro fatto per crescere un cucciolo equilibrato e sicuro. Ecco perché è importante che in questa delicata fase il cane impari a conoscere i suoi simili, annusandoli, innanzitutto, e successivamente osservandone l’aspetto e il comportamento. Le lezioni per cuccioli, in questo senso, sono un ambiente ottimale: qui infatti i contatti tra cani avvengono sotto la stretta sorveglianza di un addestratore assolutamente esperto e competente, che ti darà anche preziosi consigli per rapportarti al tuo peloso nel modo migliore e crescere così un cane sano e sicuro di sé.

Esercizi e giochi: come sono organizzate le lezioni per cuccioli?

Cane Razze canine

Mastino Tibetano: il colosso dell’Himalaya

Già Aristotele era rimasto colpito da questo gigante proveniente dalle lontane montagne dell'Himalaya e l’aveva descritto come un cane "dalle ossa colossali, muscoloso, pesante, con la testa grossa e il muso largo [...]", ipotizzando perfino che fosse frutto dell’unione tra cani e tigri. Naturalmente anche Marco Polo, durante il suo viaggio attraverso l’Asia nel XIII secolo, si imbatté nel Mastino Tibetano e nel suo diario di viaggio lo definì "alto come un asino e potente come un leone nelle fattezze e nella voce".

Dimensioni e peso del Mastino Tibetano

In effetti, con un'altezza al garrese di almeno 66 cm per i maschi, il Mastino Tibetano rientra a pieno diritto nelle razze di taglia grande. Ma Marco Polo esagerava: per quanto sia imponente, il Mastino Tibetano non raggiunge certo le dimensioni di un asino. Le femmine sono solitamente un po’ più piccole dei maschi, ma arrivano comunque ad un’altezza di almeno 61 cm. Questo possente cane è chiamato anche Cane Tibetano, Tibetan Mastiff e Do Khyi. A seconda del sesso, della taglia e della corporatura, il peso di questi colossali e affascinanti pelosi oscilla tra 36 a 72 kg. Non è solo la profondità della voce a ricordare un leone, ma anche il folto mantello, che attorno a collo e spalle forma addirittura una specie di criniera.

Il mantello del Mastino Tibetano: un caldo cappotto anche nelle giornate più fredde

Come collo e spalle, la coda e le cosce del Mastino Tibetano presentano un pelo molto abbondante. Anche il resto del corpo, tuttavia, è ricoperto da un fitto strato di pelo, fine ma duro e dritto. L’aggiunta di un sottopelo piuttosto lanoso durante la stagione fredda garantisce a questo guardiano di montagna un’affidabile protezione dal freddo, dal vento e dalle intemperie. La sua pelliccia si è adattata perfettamente alle rigide condizioni climatiche della sua terra: in primavera infatti, quando anche nelle valli dell'Himalaya tornano finalmente temperature più miti, il pelo del Mastino Tibetano si fa via via più rado, cambiando l’aspetto del cane, che risulta visivamente più snello.

Colorazione del pelo

Per resistere al freddo dell’Himalaya, il mantello del Mastino Tibetano è molto “spesso” e robusto, ma mai serico, arricciato o ondulato. Quanto al colore, lo standard di razza ammette le seguenti varietà:
  • nero intenso
  • nero con focature
  • grigio/blu
  • grigio/blu con focature
  • oro in diverse sfumature, da un fulvo intenso a un rosso profondo
In tutte le varianti di colore è permessa una stella bianca sul petto, così come minime macchie bianche sui piedi.

Carattere: nato per fare la guardia

Nel nostro Magazine per Cani, troverai tante descrizioni delle razze canine per imparare a distinguerle e capire quale è la più adatta al tuo stile di vita. Ma è il cane a scegliere il padrone o il padrone a scegliere il proprio cane? Come ci si prepara all'arrivo del cane? Quali sono gli accessori indispensabili per i primi giorni?

Tra i nostri articoli ne troverai alcuni con preziose indicazioni in merito all'educazione del cane, affinchè sia efficace e ti porti a saper reagire in caso di comportamenti indesiderati.

Se vuoi saperne di più sulla salute e sulle cure necessarie per il tuo cane, qui troverai tanti spunti utili e articoli sulle patologie maggiormente diffuse. In questo modo potrai riconoscere immediatamente i sintomi di punture di parassiti o intolleranze. Saprai anche come affrontare eventi della vita del cane, come la gravidanza.

La sezione "Alimentazione del cane" invece può esserti d'aiuto se sei alle prese con la scelta delle crocchette giuste da somministrargli, soprattutto in caso di esigenze specifiche o patologie particolari.

Senza dimenticare le dritte per chi è solito viaggiare con il proprio cane! Fino a quale taglia e quale peso è consentito portare il proprio cane in aereo? È permesso viaggiare col cane in barca? Come posso viaggiare in auto col cane in completa sicurezza? La sezione "Viaggiare con il cane" risponde a queste e a tante altre domande sull'argomento.

 

Infine, il Magazine per cani vuol dare tante altre risposte in merito alla quotidianità della vita con un cane, come il gioco e lo sport, come l'agility.

Ogni consiglio fornito dal Magazine lo è a mero titolo informativo: per dei consigli specifici e pareri medici sullo stato di salute del tuo cane dovrai rivolgerti al tuo veterinario di fiducia.