Educare il gatto

Anche i gattini hanno bisogno di ricevere una corretta educazione durante i loro primi mesi di vita. In generale, sono la mamma o gli altri gatti adulti della colonia ad insegnare al gattino a comportarsi come si deve. Ma i gattini non imitano tutti i comportamenti che vedono negli esemplari che li circondano: infatti, molto di ciò che imparano lo fanno incorporando comportamenti suggeriti dal loro istinto. Lo sprito di osservazione e la destrezza sono di grande aiuto al gattino in questa fase di crescita e scoperta del mondo. Leggere

Educare il gatto

Il gatto marca il territorio

Marcare il territorio con l’urina è un modo naturale con il quale i gatti comunicano tra loro. Tuttavia, quando il gatto marca il territorio in casa e “profuma” con la sua fragranza muri, mobili e finestre, questo comportamento naturale si rivela alquanto sgradevole per il suo padrone. Come mai ci sono gatti che marcano il territorio all'interno delle quattro mura domestiche? Come si può evitare questo comportamento?

Insegnare dei comandi al gatto: 10 esercizi per tipi in gamba!

I gatti sono animali curiosi, hanno sempre voglia di scoprire cose nuove, e amano divertirsi in compagnia del loro padrone. Per far sì che non diventi un vero pigrone, è importante fornirgli qualche svago e fargli svolgere qualche esercizio che stimoli la sua intelligenza. Anche i gatti che solitamente vivono all'esterno saranno felici di imparare qualche semplice comando.

Il gatto ha paura dei fuochi d’artificio

I gatti hanno degli organi di senso straordinari: l'udito del gatto, per esempio, percepisce chiaramente suoni che per noi umani sono udibili a malapena. Anche nell'oscurità riescono a vedere molto di più, se paragonati all'essere umano. Non c’è da meravigliarsi se i lampi di luce e il rumore assordante dei fuochi di Capodanno spaventino molti gatti. Qui ti spieghiamo cosa fare se il gatto ha paura dei fuochi d’artificio.

Come abituare il gatto ad uscire all’esterno

Il sole invita a godersi delle belle scorribande all'aria aperta … e anche i nostri gatti lo sanno! Una volta che hanno provato l’ebbrezza di uscire, vorranno farlo di nuovo! Non sempre però è consigliabile far uscire liberamente il proprio gatto che dovrà abituarsi a stare all'aperto e rientrare in casa. Dovrai prestare attenzione ai seguenti aspetti.

L’istinto di caccia nel gatto

Stare in agguato, avvicinarsi di soppiatto, inseguire, uccidere e divorare. A questa sequenza di azioni si assiste solo se il gatto è davvero affamato. Il felino di casa generalmente preferisce far trovare al proprio padrone la sua preda mezza morta sul tappeto.

L’erba gatta

Il gatto è un animale carnivoro, eppure, di tanto in tanto, non disdegna qualche filo d’erba per incentivare la digestione e facilitare il naturale processo di eliminazione dei boli di pelo.

Educare il gatto alla lettiera

Come i cuccioli di ogni specie, anche per quanto riguarda i gattini è la mamma a prendersi cura dei propri piccoli durante i primi mesi di vita. La madre si occupa anche della loro igiene e fino all’età di dieci settimane è lei stessa a toilettarli. 

Sbagliando si impara!

I gattini apprendono osservando gli altri esemplari della cucciolata e i genitori. Quelli che non hanno la possibilità di avere contatti con i propri simili nei primi di giorni di vita, vedranno tutti gli altri animali come appartenenti alla loro specie. Innanzitutto quindi dovranno imparare a distinguere i compagni di gioco dalle prede. Affinchè l'sitinto predatorio si formi, il gattino avrà bisogno di una piccola preda che scappi e si nasconda: il felino allora dovrà avvicinarsi in modo cauto, aspettare di tendere l'agguato alla preda e ripetere molte volte questo esercizio, per diventare un provetto cacciatore.

Imparare in casa

Grazie alla loro spiccata capacità di orientarsi nello spazio e alla loro incredibile memoria, i gatti possono ritrovare facilmente il luogo in cui sono riusciti ad aggiudicarsi una gustosa preda. Il preponderante istinto alla caccia nei gatti non esclude che possano trovare divertenti anche le fasi di apprendimento che non includano una preda. Per alcuni gatti infatti risulta intuitivo saltare su una superficie rialzata e allungare la zampina per aprire facilmente una porta.

Altri gatti invece hanno capito come usare il bagno. La routine dei pasti è un altro chiaro esempio: basta prendere in mano la ciotola delle crocchette per far scendere dal divano persino il più pigro dei gatti domestici. Sebbene l'educazione del gatto sia un processo lungo, potrai comunque raggiungere degli obiettivi in breve tempo, come succede anche coi cani.