Cibi tossici per cani: quali sono?

cibi tossici per cani

Non tutto quello che mangiamo noi umani può essere dato ai nostri amici di zampa. A volte anche piccole porzioni di certi alimenti sono potenziali cibi tossici per cani. In molti casi, invece, tutto dipende dalla quantità, dalla preparazione o dalla frequenza con cui ci lasciamo intenerire dal nostro pelosetto.

Quali sono i cibi tossici per cani?

Sappiamo tutti che, oggi come in passato, capita spesso che i cani vengano usati per “eliminare gli avanzi” della nostra cucina. Eppure è chiaramente un errore: nella ciotola dei nostri amici di zampa dovrebbero finire soltanto alimenti di elevata qualità e specifici per cani.

Ovviamente puoi prevedere uno strappo alla regola, ogni tanto, ma solo se il tuo pelosetto non corre rischi per la sua salute. Ecco perché è fondamentale sapere quali sono i cibi tossici per i nostri amici di zampa. Alcuni alimenti molto comuni sono addirittura velenosi e quindi molto pericolosi per il tuo pet.

In generale, è bene servire cotto tutto quello che anche tu mangi solo dopo averlo cucinato, e dare al tuo cane in forma cruda solo quello che anche tu mangi crudo.

Il tuo cane ha mangiato qualcosa di tossico? Portalo subito dal veterinario!

Se il tuo pelosetto ha ingoiato per sbaglio qualcosa che non avrebbe dovuto mangiare, portalo subito dal tuo veterinario di fiducia. Ti chiederanno quando è successo, cosa ha ingoiato e in quale quantità. In base alle tue risposte il medico avvierà le terapie del caso.

Purtroppo non sempre è possibile intervenire con farmaci o altro: a volte non esiste un antidoto al veleno ingerito oppure si arriva troppo tardi. Proprio per questo motivo, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è fondamentale conoscere quali sono i cibi tossici per cani.

Non cedere allo “sguardo da cane bastonato”

Come si fa a resistere quando ci fissano con quegli occhi languidi, magari guaiscono e ci toccano con la zampa come a voler supplicare “Dai, umano… Solo un assaggino, cosa ti costa?”. Eppure se vuoi bene al tuo cane e tieni alla sua salute devi imparare a resistere.

Quello che piace e fa bene a noi umani non rappresenta la dieta ideale dei nostri amici di zampa. Abbiamo organismi e metabolismi molto diversi, anche se i gusti a volte possono sembrare simili. Quindi non ci cascare: non concedere cibi proibiti al tuo piccoletto, solo perché mostra di gradirlo molto.

Tieni presente anche che ci sono cani che hanno sempre fame, e che mangerebbero davvero di tutto. Non è nemmeno vero che i cani conoscono per istinto cosa fa loro male oppure no. Il rischio che il tuo pelosetto mangi qualcosa di tossico esiste eccome.

Cibi tossici per i cani – l’elenco per categorie

Qui sotto trovi un elenco degli alimenti che i cani non dovrebbero mangiare mai, in nessun caso. Non è una lista completa e definitiva: potrebbero esserci altri cibi tossici per cani che magari non sono conosciuti, oppure a cui il tuo pelosetto è particolarmente sensibile.

 Non sei sicuro se il tuo cane abbia effettivamente mangiato qualcosa di velenoso oppure no? Mostra sintomi sospetti ma tu non ti sei accorto di nulla? Nel dubbio, portalo dal veterinario.

I sintomi più comuni di avvelenamento sono diarrea e vomito. Ma tieni presente che alcuni cibi tossici per cani creano danni non immediatamente visibili, che però, a seconda della quantità, possono anche essere fatali.

Frutta e verdura che il cane NON può assolutamente mangiare

I nostri amici di zampa non possono ingerire cipolle, aglio e simili (ad es. i porri). Si tratta di alimenti molto comuni che però sono pericolosi cibi tossici per cani perché contengono due sostanze, dette disolfuro di N-propile e allicina, che causano la distruzione dei globuli rossi dell’animale.

Il rischio è serio: anche una piccolissima quantità di aglio o di cipolla (5 gr per kg di peso corporeo) può avere un effetto altamente tossico. E questo indipendentemente dal fatto che siano freschi, fritti, bolliti o essiccati. Una cipolla di media grandezza o un bulbo d'aglio possono arrivare ad uccidere un cane di 20 kg.

Per alcuni cani, uva e uvetta sono mortali. Non è chiaro ancora perché e quali razze o soggetti siano più a rischio di altri.

Fondamentalmente, però, i sintomi di avvelenamento possono manifestarsi anche con un'assunzione minima di questi due alimenti: 10 gr di uva per kg di peso corporeo possono essere già fatali, per il tuo pelosetto. Meno di 3 gr di uvetta per kg di peso corporeo possono ucciderlo.

I sintomi principali, che si manifestano già dopo poche ore, sono vomito, letargia e crampi allo stomaco. Entro 24-72 ore, invece, compare il sintomo più grave, l'insufficienza renale, sino alla morte dell’animale.

Le noci, sia quelle comuni sia quelle di macadamia, non andrebbero mai date ai cani. Soprattutto queste due varietà così comuni sulle nostre tavole possono causare ai nostri amici di zampa danni gravi a livello nervoso e muscolare.

Per darti un’idea del pericolo: 4 noci di macadamia sono sufficienti per avvelenare un cane di 30 kg. Altri tipi di frutta a guscio, come ad esempio le nocciole, a seconda della loro dimensione possono provocare un'ostruzione intestinale, nel caso in cui vengano ingeriti.

Altri cibi tossici per cani

Il tuo pelosetto non dovrebbe MAI mangiare carne di maiale cruda, compresi quindi il prosciutto crudo e il salame. I maiali, infatti, possono avere la malattia di Aujeszky, senza che l’infezione sia nota. Ma questa patologia virale è sempre fatale per i nostri amici cani.

Le ossa di pollame e le ossa cotte non devono mai finire nella ciotola del nostro amico di zampa. Facendo bollire le ossa, infatti, le si rende porose e facilmente riducibili in schegge. A quel punto il rischio altissimo è che una scheggia possa ferire lo stomaco o le pareti intestinali del cane, causando un’emorragia interna e quindi la morte.

Caffè, tè e tutto quello che contiene caffeina (cola, bevande energetiche, etc.) possono avere conseguenze fatali sul sistema nervoso dei nostri amici cani. Nel giro di poche ore, un cane che ha assunto caffeina o teina soffre di palpitazioni, vomito e irrequietezza.

Successivamente i sintomi peggiorano e diventano analoghi a quelli dell'avvelenamento da cioccolata: problemi ai reni e danni al sistema nervoso. La dose minima letale del caffè è di circa 7 chicchi per kg di peso corporeo.

Dolcificanti in genere e xilitolo portano il cane all'ipoglicemia nel giro di 30-60 minuti. Si tratta di una condizione seria che, se non trattata, può provocare convulsioni, coma e persino la morte.

 A seconda della dose assunta dal cane, può verificarsi anche un’insufficienza epatica acuta. Per capire meglio la gravità: 1-3 gomme da masticare possono essere addirittura fatali per un cane di 10 kg.

Il cioccolato e il cacao contengono la teobromina, una sostanza tossica per i cani. Più scuro è il cioccolato, maggiore è il contenuto di teobromina e quindi più grave è il rischio. I primi sintomi compaiono dopo poche ore: vomito, irrequietezza e tremori.

Successivamente subentrano convulsioni, difficoltà respiratorie e palpitazioni. Alla fine, il cane accusa una grave insufficienza cardiaca e quindi muore.

Se il tuo cane dovesse mangiare della cioccolata, cerca di stabilire la quantità ingoiata e contatta immediatamente il tuo veterinario di fiducia o una clinica veterinaria. Anche solo 50 gr di cioccolato fondente possono risultare tossici per un cane di 20 kg.

Alimenti che cuccioli e cani adulti possono mangiare solo in piccole quantità

Nel caso di molti alimenti, è la quantità a fare la differenza. Ma va anche detto che spesso non è possibile prevedere con certezza quanto dannosa risulterà una determinata sostanza per il singolo cane. Ecco perché conviene evitare determinati alimenti “rischiosi”.

Infine ricorda che esistono cibi tossici per cani nella loro versione cruda, che però se cotti non sono più pericolosi e possono anche finire nella ciotola dei nostri amici pelosi, di tanto in tanto.

Verdure che i cani possono mangiare solo in piccola quantità

La famiglia delle Solanacee comprende pomodori, melanzane, peperoni e patate: questo genere di verdura dovrebbe essere tenuta lontano dai cani, o per lo meno sotto attenta supervisione. In particolare, le parti verdi di questi frutti e i germogli delle patate contengono una grande quantità di solanina, molto pericolosa per i nostri amici pelosi.

Patate e peperoni rossi o gialli possono quindi essere dati al cane solo se cotti. Anche con i pomodori crudi conviene usare cautela. Soprattutto, ricorda che è necessario rimuovere sempre con cura le parti verdi del pomodoro, prima di darlo al cane. I sintomi di avvelenamento da Solanacee sono irritazione delle mucose, diarrea e vomito.

Nessuno può stabilire con certezza se e in che misura i componenti di un fungo possano avere effetti particolari sull'organismo del cane. Potrebbero danneggiare i suoi organi interni, dare luogo ad un avvelenamento del sangue o addirittura essere cancerogeni. Mai dare funghi ad un cane, quindi.

I cavoli provocano un forte gonfiore addominale nei cani e dovrebbero quindi essere dati solo raramente e in piccole quantità. Mai crudi.

Mai dare da mangiare al cane fagioli e altri legumi crudi. In forma grezza, infatti, contengono una sostanza detta fasina, che è dannosa sia per l'uomo sia per i cani. Porta vomito, crampi addominali e diarrea con presenza di sangue nelle feci

Frutta e altri alimenti che i cani possono mangiare solo in piccole quantità

Gli avocado contengono la persina, una sostanza che si trova in quantità particolarmente elevate nella buccia e nel nocciolo del frutto. Ma anche la polpa può contenere molta persina, a seconda della varietà del frutto. L’avocado provoca al cane diarrea e vomito. Ovviamente, se il tuo pelosetto ingerisce il nocciolo questo può causargli anche un'ostruzione intestinale (ileo).

Frutti come albicocche, prugne, ciliegie e pesche appartengono a questo gruppo di cibi tossici per cani. Quando il cane morde i noccioli di questi frutti, infatti, essi sprigionano una sostanza tossica, l'acido cianidrico, che può portare a gravi disturbi neurologici. Ovviamente se ingeriti interi i noccioli possono anche portare ad un'ostruzione intestinale (ileo).

Le mandorle contengono acido cianidrico, proprio come i noccioli della frutta, una sostanza che può causare gravi disturbi neurologici. Le mandorle ingerite intere, invece, possono portare ad un'ostruzione intestinale (ileo).

I cani hanno una soglia di tolleranza all'alcol significativamente più bassa della nostra, proporzionalmente al loro peso. In piccole quantità, i sintomi sono simili a quelli che si presentano nell’uomo: vomito e disturbi della coordinazione. In dosi appena più alte i cani soffrono di respiratorie mentre successivamente sopraggiungono il coma e la morte. La somministrazione a lungo termine di piccole quantità di alcol porta a gravi danni al fegato.

Le uova crude inibiscono l'assorbimento della biotina, una sostanza fondamentale per il metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi. Inoltre, come noi umani, anche i cani corrono il rischio di avvelenamento da salmonella, mangiando uova crude. Ecco perché puoi dare al tuo pelosetto un uovo ogni tanto, ma solo rigorosamente sodo.

Altri cibi tossici per cani

Il cane non riesce a digerire tutto ciò che è troppo grasso o piccante. Il suo metabolismo è diverso dal nostro. Per questo motivo i nostri amici pelosi possono sviluppare diarrea o vomitare, se mangiano cibi grassi e piccanti.

Inoltre, a lungo termine determinati alimenti possono causare al cane una grave infiammazione del pancreas (pancreatite).

La frutta in genere contiene una grande quantità di zucchero (fruttosio). Per questo motivo dovresti darla al tuo amico di zampa solo in piccole quantità.

Di base il sale non è tossico per i cani, ma anche in questo caso la quantità fa un’enorme differenza, specialmente con i cani anziani, deboli o malati. Tanto sale può danneggiare il loro cuore e i reni.

Puoi dare del pesce da mangiare al tuo pelosetto ma solo piccole porzioni e mai crudo. L'alto contenuto di proteine ​​e di grassi di questo alimento, infatti, può causare in alcuni cani sintomi quali vomito o diarrea. E non dimenticare di fare attenzione alle spine!

I latticini possono causare problemi gastrointestinali nei cani che soffrono di intolleranza al lattosio (lo zucchero del latte). Questo disturbo porta spesso a forme acute di diarrea. Quindi, ti conviene non dare mai latte puro al tuo pet e concedere i latticini in genere (compresi lo yogurt e il formaggio fresco tipo quark) solo con moderazione.

Quali alimenti non posso dare da mangiare al mio cane?

Chiudiamo con questa panoramica dei principali alimenti che il tuo pelosetto non può mangiare. Trovi elencati non solo i cibi tossici per cani ma anche alcuni alimenti molto comuni che, invece, non creano problemi al tuo pet.

A - G

Alimento Posso darlo da mangiare al mio cane?
Albicocche Sì, ma senza nocciolo
Anacardi
Ananas
Anguria Sì, ma senza semi
Arachidi No
Arance
Asparagi
Avena
Avocado No
Banane
Cannella No
Carne di maiale Sì, ma solo cotta
Carote
Champignon e funghi in genere No
Ciliege Sì, ma senza nocciolo
Cioccolata No
Cipolla No
Cocco
Fagioli Sì, ma solo cotti
Fichi
Formaggio
Formaggio tipo quark
Fragole

G - O

Alimento Posso darlo da mangiare al mio cane?
Gelato No
Kiwi
Lamponi
Limone No
Mandorle No
Mango Sì, ma senza nocciolo
Mele Sì, ma senza semi
Melagrana
Melone
Miele
Mirtilli
More
Noci No
Olio d’oliva

P - Z

Alimento Posso darlo da mangiare al mio cane?
Pasta
Patatine fritte No
Peperoni No
Pere
Pesce
Pesche Sì, ma senza nocciolo
Pesche noci
Piselli Sì, ma solo cotti
Pistacchio No
Pomodori Sì, ma solo maturi e in piccole quantità
Prugne
Ravanelli No
Ribes
Riso
Salame No
Salamini essiccati No
Sedano
Spinacio
Tonno
Uova Sì, ma solo cotte
Uva No
Uvetta No
Yogurt Sì ma poco e solo bianco
Zucca
I nostri articoli più utili
11 min

Cibi tossici per cani: quali sono?

Non tutto quello che mangiamo noi umani può essere dato ai nostri amici di zampa. A volte anche piccole porzioni di certi alimenti sono potenziali cibi tossici per cani. In molti casi, invece, tutto dipende dalla quantità, dalla preparazione o dalla frequenza con cui ci lasciamo intenerire dal nostro pelosetto.
11 min

Biscotti per cani fatti in casa

Ovviamente acquistando gli snack già pronti nello Shop cani di zooplus si fa prima. Ma dopo un po’ non è così divertente. E poi ci sono tanti ottimi motivi per cui puoi decidere di preparare biscotti per cani fatti in casa. Con questo articolo te ne spieghiamo le ragioni e ti sveliamo come vengono cotti e conservati gli snack per cani, oltre a presentarti alcune deliziose e facili ricette che il tuo cane adorerà.
6 min

Alimentare un cane diabetico

Scoprire che il proprio cane soffre di diabete mellito è sempre uno shock. Fortunatamente però alimentare un cane diabetico nel modo giusto e sottoporlo a cure adeguate possono portarlo ad avere una vita lunga e felice.