01 agosto 2019

Alimenti pressati a freddo per cani: pro e contro

Alimenti pressati a freddo per cani

La maggior parte di noi ha familiarità con l’espressione “spremitura a freddo” riferita all’olio extravergine d’oliva, ma viene da chiedersi cosa si intenda esattamente con “pressato a freddo” quando si parla di alimenti secchi per cani. Con questo articolo vogliamo informarti circa la differenza tra questo tipo di crocchette e quelle tradizionali, oltre ad offrirti utili suggerimenti per aiutarti ad individuare la migliore alimentazione per il tuo cane.

Alimenti estrusi: una tipologia molto comune

Come avrai intuito, l’espressione “pressato a freddo” non ha a che vedere con i componenti in sé quanto piuttosto con la preparazione. Per capirci, consideriamo la preparazione degli alimenti secchi estrusi, che sono i più comuni: come per la spremitura a freddo, i componenti – carne, patate e molti altri – vengono per prima cosa essiccati e macinati. Nella cosiddetta estrusione, la poltiglia di alimento con i suoi componenti viene premuta all’esterno attraverso piccoli propulsori. Il vapore acqueo scalda la miscela sino a 120° C, dopodiché vengono estrusi dalle crocchette i componenti grassi, le vitamine e i conservanti. Per inciso: nonostante gli alimenti secchi estrusi siano al giorno d’oggi molto popolari, la prima versione commercializzata di alimenti sotto forma di crocchette (pellet) non era estrusa bensì cotta al forno.

Gli alimenti secchi pressati a freddo: preparazione delicata

Per realizzare crocchette spremute a freddo, il produttore mischia i componenti in forma di farina per poi, tramite una pressa, dare a questa poltiglia la forma di piccoli pellet (le crocchette) ideali per l’alimentazione del cane: tramite un rullo si esercita pressione sulla miscela che passa attraverso fori dello stesso diametro che avranno le future crocchette. Anche nella preparazione degli alimenti pressati a freddo la poltiglia si scalda per mezzo della pressione che viene esercitata in fase di preparazione, tuttavia la temperatura si setta tra i 45 e gli 80° C e non viene impiegato vapore acqueo. La differenza a livello di preparazione è evidente: le crocchette ricordano visivamente di più i componenti originari. Le persone che vogliono nutrire il proprio cane con un’alimentazione naturale, prediligono alimenti secchi pressati a freddo. Siccome queste crocchette contengono meno grassi, è necessario che abbiano una dimensione minima ben precisa così da evitare che si sbriciolino.

Alimenti pressati a freddo per cani

Pro e contro degli alimenti pressati a freddo per cani

Come accade spesso quanto si parla di alimentazione, le opinioni rispetto alle diverse preparazioni di alimenti secchi per cani divergono parecchio. Il procedimento alla base degli alimenti estrusi (non pressati a freddo) elimina efficacemente i batteri, il che giova a molti cani, a detta dei sostenitori di questa alimentazione.

Coloro che sono a favore del procedimento di pressatura a freddo, invece, citano come vantaggio la qualità dei componenti, in quanto attraverso questa preparazione delicata l’organismo del cane può ricevere la maggior parte dei composti fitochimici provenienti da erbe e bacche. In questo modo è possibile sfruttare maggiormente gli antiossidanti in essi contenuti, elementi questi che contrastano il processo di invecchiamento e possono prevenire danni a livello cellulare. Dal momento che i componenti vengono pressati più delicatamente, si riesce a preservare meglio il "carattere grezzo" dei componenti stessi – cosa che dovrebbe risultare gradita anche al cane! I sostenitori degli alimenti pressati a freddo per cani sostengono che in questo modo rimane intatto il gusto originale dei componenti. Non siamo in grado di verificare questa affermazione, ma resta il fatto che la spremitura a freddo comporta un risparmio di risorse, legato alla sua preparazione a bassa temperatura, e quindi ha in genere costi di produzione più contenuti.  Sebbene i produttori possano conservare gli alimenti secchi pressati a freddo tramite raffreddamento, in genere la durata di conservazione degli stessi può essere inferiore rispetto agli alimenti secchi estrusi.

La nostra conclusione: entrambe le procedure alimentari offrono vantaggi e svantaggi. Tuttavia la questione della carica batterica è più un rischio teorico: se il tuo amico a quattro zampe ama gli alimenti pressati a freddo per cani e li tollera senza problemi, non vi sono controindicazioni nel privilegiare questo tipo di alimentazione. La spremitura a freddo ha senso soprattutto se gli alimenti contengono oli e verdure spremute a freddo di alta qualità, erbe aromatiche o frutta che in fase di produzione conservano il loro valore in termini di vitamine. Dato che il processo di produzione non è fondamentale, i proprietari di cani possono concentrarsi su quel che è più importante: scegliere un alimento per il loro cane che contenga un elevato quantitativo di carne.

Scopri quali sono i principali nutrienti degli alimenti per cani!

Alimenti pressati a freddo: una selezione dei migliori

I produttori che offrono alimenti secchi pressati a freddo per cani danno molto valore al concetto di alimentazione vicina alla natura. Tuttavia quello della pressatura a freddo resta solo uno degli aspetti di cui tenere conto quando si sceglie l’alimento ideale per il proprio amico di zampa.  Ecco una breve carrellata dei principali alimenti secchi pressati a freddo per cani. Quello che li accomuna è l’elevato contenuto di carne, l’utilizzo di oli ottenuti da spremitura a freddo e gli extra salutari quali la presenza di erbe, frutta o alghe, che completano la composizione di queste crocchette. Cosa piace particolarmente al tuo cane?

Le crocchette Lukullus sono alimenti naturali ottenuti tramite pressatura a freddo con l’aggiunta di frutta e di oli di alta qualità, elementi questi ultimi che beneficiano del procedimento delicato della pressatura a freddo. Questi alimenti completi per cani di tutte le taglie e razze sono disponibili in diverse varianti tra cui ad esempio “Canard de Barbarie & Agnello” e “Pollo & Salmone del Mare del Nord”, e forniscono al tuo cane molte importanti proteine grazie ad un elevato contenuto di carne.

Uno dei classici tra gli alimenti pressati a freddo per cani è Markus Mühle: l’azienda familiare originaria di Westerwald afferma di “confezionare le prede naturali del cane” e pertanto si affida esclusivamente al processo di pressatura a freddo da ormai oltre 50 anni. Oltre al famoso alimento naturale Markus Mühle in due diversi formati di crocchette, sono disponibili anche altre varietà come il “Black Angus” e il “Cervo”.

Anche le crocchette per cani Lupo dello stesso produttore sono preparate con pressatura a freddo. Accanto alla variante per Lupo Natural adatta a cani di tutte le razze e taglie, esiste la linea di crocchette per cani sensibili. Esattamente come per Markus Mühle, non si tratta soltanto di garantire un’alimentazione vicina alla natura, ma anche la tutela degli animali in genere. La carne di pollo contenuta nelle crocchette, ad esempio, proviene da allevamenti svizzeri dove gli animai sono allevati con attenzione al loro benessere.

Articoli più letti

Il cane può mangiare il cibo per gatti?

Se in casa tua vivono sia cani che gatti, ti sarai probabilmente già chiesto se uno può spiluccare dalla ciotola dell'altro e con quali conseguenze. La risposta è molto chiara: cani e gatti hanno bisogno di un cibo specifico per le loro esigenze. Se tuttavia una volta ogni tanto il cane assaggia le crocchette del gatto, o viceversa, non c'è motivo di preoccuparsi. Sappi però che il 90% delle malattie, sia nei cani che nei gatti, è riconducibile ad una dieta sbagliata.

Cibo specifico per le razze canine

L'offerta di cibo per cani è così ampia che qualche volta il padrone del cane è disorientato e non sa quale prodotto sia il migliore da acquistare. In particolare, molti proprietari sono spesso incerti su quale possa essere il miglior cibo del proprio cane di razza e si chiedono: i cani hanno davvero bisogno di un cibo specifico per la loro razza? Leggi quindi per quali motivi un cibo che risponda alle esigenze specifiche della singola razza, possa essere senz'altro vantaggioso per la salute del cane.