Il cibo giusto per il cane senior

Cane mangiando

Spuntano i primi peli bianchi e i suoi movimenti si fanno più lenti: il tuo cane sta diventando anziano! Si tratta di un processo naturale che fa parte tanto della vita dei cani quanto di quella delle persone. Ma c’è qualcosa che puoi fare per rendere più leggera la vecchiaia del tuo cane. Un’alimentazione finalizzata alle esigenze nutrizionali dei cani senior garantisce, anche in età avanzata, salute e vitalità.

Più soggetto ai disturbi di salute

Il mercato odierno offre svariati alimenti pronti per cani anziani. Ma viene da chiedersi: “Il mio cane ha davvero bisogno di un cibo specifico per cani senior?”. La risposta è sì, perché l’età porta con sé alcuni cambiamenti e qualche acciacco.  Si stenta a scorgere ancora qualche traccia del temperamento scatenato del cucciolo. I cani, con il passare degli anni, diventano tranquilli e si muovono meno. La digestione diventa più faticosa e la funzionalità intestinale è ridotta. Problemi intestinali come stitichezza , flatulenza o diarrea ne sono la naturale conseguenza. Capita spesso anche che i denti dolgano durante la masticazione e il senso del gusto si affievolisca. A ciò spesso si aggiungono le patologie correlate all’età come artrosi o altri problemi articolari.

L’invecchiamento non porta con sé vantaggi, si sa, ma non preoccuparti: con la dieta giusta, tutti questi disturbi possono essere tenuti sotto controllo. In questo modo il tuo cane senior rimane in forma e in salute per lungo tempo, anche in età avanzata!

Cane che corre

Tanti nutrienti, poche calorie

Da anziano, il cane si muove molto meno e di conseguenza il suo fabbisogno energetico può arrivare a diminuire del 20%. La minore attività fisica da parte dell’animale incide anche sul suo metabolismo: il cibo ingerito non viene più convertito in muscoli bensì in grasso. La conseguenza di ciò può essere il sovrappeso: per questo motivo, il menù di un cane senior dovrebbe comprendere meno calorie di quello di un cane adulto. Ma come si fa a ridurre le calorie del cibo?  Ovviamente non si tratta tanto di ridurre semplicemente la quantità, ossia dare al cane porzioni ridotte. Sarebbe un errore! Perché così facendo non si tagliano solo le calorie ma anche alcuni preziosi nutrienti. E i nutrienti come le vitamine e i minerali rivestono un’importanza vitale per il cane anziano.

  • Vitamine C, E e B

La L-carnitina e gli antiossidanti come le vitamine C ed E rinforzano il sistema immunitario del tuo cane. Contrastano, inoltre, l’aggressione dei radicali liberi, considerati corresponsabili del processo di invecchiamento. La vitamina E è contenuta nell’olio di semi di girasole e nell’olio di mais. Se prepari personalmente i pasti per il tuo cane puoi semplicemente aggiungere questi componenti mischiandoli alla carne o alle verdure. Gli alimenti per cani senior dovrebbero contenere anche altre vitamine idrosolubili come la vitamina B. Allo stesso tempo, è opportuno usare cautela con la vitamina liposolubile A, di cui un eventuale apporto eccessivo potrebbe mettere a dura prova il fegato. Poiché molti cani amano mangiare il fegato o addirittura assumere olio di fegato di merluzzo, è più comune riscontrare nei cani un cronico approvvigionamento eccessivo di vitamina A, piuttosto che una sua carenza.

  • Acidi grassi Omega 3 e 6

In età avanzata, non è raro che il cane presenti un mantello secco, soffra di e infezioni ricorrenti.  Un maggiore apporto di acidi grassi Omega 3 e 6 rinforza la pelle e il pelo, rendendolo sano e lucido. L‘Omega 6 si trova nell’olio di lino. Ma ancora più prezioso per il tuo cane è l’Omega 3, contenuto nell'olio di pesce come l'olio di salmone. Gli acidi grassi Omega 3 non solo hanno un effetto migliorativo a livello di pelo del cane, ma aiutano anche a supportare le sue articolazioni. Studi clinici hanno dimostrato che un'alta percentuale di Omega 3 negli alimenti riduce l’utilizzo di antidolorifici nei cani con problemi articolari.

Estratto di cozza verde, glucosammina e solfato di condoitrina

Anche la condoitrina e la glucosammina dell’estratto di cozza verde hanno effetti benefici su ossa e articolazioni dei nostri amici di zampa. Queste preziose sostanze possono aiutare ad alleviare i sintomi di patologie quali artrosi e displasia delle anche se già conclamate.

Proteine

Le proteine di origine animale restano la più importante fonte di energia per il tuo cane anche in età avanzata. La carne infatti è considerata una fonte di proteine di alta qualità e dovrebbe quindi costituire la componente fondamentale degli alimenti per cani. Quando il nostro amico di zampa non è più giovane, utilizzare carne di elevata qualità per la sua dieta si rivela particolarmente importante. Occorre tener presente che la carne fresca di buona qualità non solo ha un sapore migliore, ma può anche essere metabolizzata meglio dall'organismo del cane. Lo stesso vale per la carne di muscolo e le frattaglie come il cuore, più facili da digerire rispetto a pezzi di carne che contengono molti tendini e cartilagini.

Prova il complemento alimentare Cosequin Advance Cane, ideale per cani con problemi articolari e di mobilità! Contiene condroitina, glucosammina, acido ialuronico e fibre di collagene per aiutare il tuo cane senior a tenere sotto controllo i problemi alle articolazioni tipici dell’età avanzata.

Digeribilità

Rispetto a quella dei cani adulti attivi, la digestione dei cani anziani è più soggetta a disturbi. L'intestino pigro porta spesso a costipazione. Accade con una certa frequenza che gli alimenti non vengano più masticati bene a causa di problemi dentali, ragion per cui l’intestino ha difficoltà a gestire bocconi non debitamente sminuzzati. A causa del modificato equilibrio batterico intestinale, i cani più anziani soffrono spesso anche di una spiacevole flatulenza. Ecco perché, con i cani anziani, passare ad alimenti più facilmente digeribili non solo assicura una migliore digestione ai nostri amici di zampa, ma migliora anche la convivenza all’interno della casa. Muscolo, pollo (appena scottato), cuore, uova, ma anche un po’ di riso, latticini a basso contenuto di grassi e fiocchi di latte possono aiutare il tuo cane a riprendere il controllo delle sue funzioni gastrointestinali. Vanno invece evitati gli alimenti difficili da digerire, come troppi carboidrati, ossa e carne con un’alta concentrazione di cartilagine. È consigliabile anche non somministrare ai cani con difficoltà a livello gastrointestinale alimenti presi direttamente dal frigorifero, ma piuttosto conservare il cibo a temperatura ambiente. Per proteggere lo stomaco del tuo amico di zampa, va assolutamente evitato un cambio di alimentazione troppo repentino. Fallo invece abituare gradualmente al nuovo cibo e sostituisci poco per volta l’alimento conosciuto con quello nuovo. Metti in conto che, prima che il tuo cane passi completamente al suo nuovo alimento per cani senior, può volerci anche un’intera settimana.

Cane

L’importanza di bere molto

Durante la vecchiaia, molti cani si comportano come le persone: bevono troppo poco. E invece parte irrinunciabile di una dieta sana è un’adeguata assunzione di acqua. Per i nostri amici di zampa senior che bevono svogliatamente, quindi, gli alimenti umidi sono da preferire alle crocchette poiché tramite l’umido il cane riceve allo stesso tempo un notevole apporto di liquidi. Per restituire al tuo cane il piacere di bere, a volte può aiutare aggiungere alla sua acqua potabile un po’ di "sapore", come ad esempio un cucchiaio di brodo di pollo, brodo di salsiccia o brodo caldo, da mescolare appunto nella ciotola all'acqua del tuo fedele amico. In linea di principio, qualsiasi anomalia nelle abitudini del tuo cane relativamente al bere andrebbe sempre considerata con attenzione e portata all’attenzione del medico veterinario, perché una sete troppo ridotta o eccessiva possono essere indici di una grave patologia.

Alimenti pronti o preparati in casa?

L’aspetto più importante, quando si tratta di alimenti per cani senior, è la qualità. Se sei abituato ad occuparti personalmente di preparare i pasti per il tuo cane, probabilmente avrai già una buona conoscenza circa ciò che il tuo fedele amico trova appetitoso e mangia volentieri. Puoi incidere direttamente sulla qualità di quel che mangia, ad esempio, scegliendo alimenti freschi. La carne fresca ha un contenuto proteico molto elevato, così come le verdure fresche forniscono il necessario apporto vitaminico. Ma se anche preferisci utilizzare alimenti pronti, puoi fare in modo che il tuo cane abbia tutto quello di cui ha bisogno anche in età avanzata. Sul mercato esiste una grande varietà di alimenti per cani anziani, ma sfortunatamente ci sono altrettante differenze a livello di qualità. Gli alimenti di qualità non si distinguono dagli altri solo per via del prezzo ma anche per il fatto che sulla confezione vengono riportati nel dettaglio i principali componenti nutrizionali. Verifica che la "fonte di carne" riportata sia effettivamente presente in alto tra gli ingredienti, che sia di elevata qualità e che siano presenti i nutrienti che abbiamo menzionato prima. Lo zucchero, va detto, non dovrebbe mai essere presente negli alimenti per cani ed è estremamente dannoso, specialmente per i cani anziani che già tendono ad avere problemi dentali. Sfortunatamente, sugli scaffali si trovano ancora alimenti per cani che contengono zucchero. Anche se spesso sono più economici, è meglio tenere il cane lontano da quegli alimenti. Allo stesso modo, vanno evitati i troppi snack! Anche se il tuo amico di zampa ti guarda triste e ti implora con i suoi fedeli occhi castani… assumere troppo spesso snack e biscotti conduce i nostri amici pelosi all'obesità e può danneggiare la loro salute. Naturalmente, ciò non significa che devi eliminare le ricompense, ma che dovresti prestare attenzione alla quantità e sottrarne il valore energetico da quello quotidiano destinato ai pasti. Arrivati ad una certa età, i cani fanno fatica a gestire anche i grandi ossi da masticare, i quali vanno dati ai cani senior con moderazione in quanto di difficile gestione per i quattrozampe con l’intestino sensibile. Per il tuo cane ormai anziano è più adatto il cibo umido delle crocchette: l’alimentazione umida ideale, per il cane senior, deve essere di elevata qualità, ben digeribile, ricca di nutrienti, con un’elevata percentuale di umidità e povera di calorie. In questo modo il tuo amico di zampa resta a lungo in forma e vitale anche durante la vecchiaia, e può continuare a godersi appieno le sue passeggiate quotidiane all’aria aperta. Esiste inoltre un’ampia gamma di alimenti appositamente studiati per i cani che soffrono di determinate patologie, che sono in sovrappeso o anche sottopeso perché affetti da anoressia. Si tratta di alimenti dietetici pensati per tenere sotto controllo a livello nutrizionale i sintomi di questi disturbi. Per quanto riguarda le diete speciali, comunque, ti consigliamo di confrontarti sempre prima con il tuo medico veterinario di riferimento.

 

In tutti i casi, auguriamo al tuo cane senior… buon appetito!

I nostri articoli più utili

Biscotti per cani fatti in casa

Ovviamente acquistando gli snack già pronti nello Shop cani di zooplus si fa prima. Ma dopo un po’ non è così divertente. E poi ci sono tanti ottimi motivi per cui puoi decidere di preparare da solo i biscotti per il tuo cane. Con questo articolo te ne spieghiamo le ragioni e ti sveliamo come vengono cotti e conservati gli snack per cani, oltre a presentarti alcune deliziose e facili ricette che il tuo cane adorerà.

Alimenti che il cane non può mangiare

Esistono alimenti che i cani non possono effettivamente mangiare. Nonostante il fatto che, oggi come in passato, i cani vengano spesso utilizzati per “eliminare gli avanzi” della nostra cucina, è chiaro che bisognerebbe riservare alla loro ciotola soltanto alimenti di elevata qualità e specifici per cani. Un bocconcino goloso ogni tanto è ammesso, purché risulti salutare per la salute del cane. È innegabile che esistano prodotti alimentari comunemente consumati dagli esseri umani che risultano invece nocivi per i cani, quando non addirittura tossici o velenosi.  Per questo motivo, è importante che le persone che vivono con un cane conoscano molto bene quali alimenti e sostanze possono provocare danni anche seri al loro amico a quattro zampe. Nel caso in cui, nonostante queste accortezze, il tuo cane mangiasse qualcosa che non avrebbe dovuto, ti consigliamo di recarti prontamente, insieme al cane, dal tuo medico veterinario di fiducia. Quest’ultimo ti domanderà a quando risale l’assunzione dell’alimento nocivo e in che quantità è stato assunto. Sulla base di questi elementi, il medico prescriverà la terapia più opportuna. Purtroppo ci sono casi in cui qualsiasi tipo di aiuto giunge troppo tardi o non è sufficiente per salvare il cane: per questo motivo, bisogna sempre fare attenzione ed evitare che il nostro amico di zampa assuma alimenti che non sono adatti ad un cane.

Alimenti pressati a freddo per cani: pro e contro

La maggior parte di noi ha familiarità con l’espressione “spremitura a freddo” riferita all’olio extravergine d’oliva, ma viene da chiedersi cosa si intenda esattamente con “pressato a freddo” quando si parla di alimenti secchi per cani. Con questo articolo vogliamo informarti circa la differenza tra questo tipo di crocchette e quelle tradizionali, oltre ad offrirti utili suggerimenti per aiutarti ad individuare la migliore alimentazione per il tuo cane.