Il cibo giusto per il cane sovrappeso

Cane obeso

“Chi potrebbe mai resistere a quell’espressione pietosa? Un paio di snack in più o qualche avanzo dal tavolo non saranno mica la fine del mondo, giusto?”. Nonostante molti proprietari di cani sappiano perfettamente che essere in sovrappeso è una condizione dannosa per i loro amici a quattro zampe, tendono ad agire quando è troppo tardi. Forse perché non sono infastiditi da un po’ di pancetta o semplicemente perché non riconoscono le fasi iniziali dell'obesità.

Tuttavia l'obesità nei cani costituisce un grave problema di salute che dovresti prendere molto sul serio e contrastare con una dieta ragionevole e bilanciata, oltre che con un programma di esercizi adeguati. Ma quali misure aiutano davvero nella lotta ai depositi di grasso in eccesso e come si configura correttamente un cambiamento nella dieta, in funzione della perdita di peso?

Quali conseguenze ha il sovrappeso per il cane?

Purtroppo i cani obesi hanno una maggiore probabilità di soffrire di diverse malattie, rispetto ai loro conspecifici normopeso. Infatti sono molte le patologie che i cani in forte sovrappeso sviluppano con una frequenza superiore alla media: malattie articolari come l'artrosi e l’osteoartrite, il diabete mellito, le malattie cardiovascolari e le malattie respiratorie. Questi cani sono anche più a rischio nel caso in cui debbano essere sottoposti ad una anestesia e nel caso di interventi chirurgici. L'obesità non solo riduce la gioia di vivere dei cani, perché gli esemplari in forte sovrappeso sono meno agili e sviluppano più frequentemente "disturbi" di vario genere, ma riduce non da ultimo la loro aspettativa di vita. In media, infatti, i cani obesi muoiono due anni prima di quelli magri.

Quali sono le cause del sovrappeso?

Prima di iniziare la lotta contro i depositi di grasso del tuo amico di zampa, dovresti conoscere le cause del suo eccessivo accumulo di peso, perché anche la dieta migliore si rivela inutile se prima non si risolvono le cause del sovrappeso. Siccome i fattori che portano all'insorgenza dell'obesità sono molteplici, per prima cosa dovresti far esaminare il tuo cane da un medico veterinario. Egli sarà in grado di dirti se il sovrappeso del tuo animale è semplicemente dovuto a una dieta non equilibrata o se invece è riconducibile ad una patologia differente, che richiede un trattamento specifico.

I potenziali fattori scatenanti sono molteplici: da una predisposizione genetica della razza alla vecchiaia, che ha un effetto negativo sul metabolismo; dalla castrazione a patologie ormonali come l’ipotiroidismo sino a danni a livello della funzionalità renale. Altre possibili conseguenze di un eccessivo aumento di peso da parte del cane sono le patologie da cui deriva un minore movimento come la displasia dell'anca, l’artrosi, le malattie cardiovascolari e quelle respiratorie.

Accanto a questi fattori di natura organica, propri dell’animale, esiste tutta una serie di influenze esterne che purtroppo contribuiscono a promuovere il sovrappeso nel cane. In questo caso, di solito il problema risiede essenzialmente nel comportamento del proprietario. Prendersi cura in maniera sbagliata del proprio animale, ad esempio dedicandogli troppo poco tempo e non offrendogli sufficiente esercizio fisico; abitudini alimentari scorrette, ma anche un malinteso “amore per il cane” che porta a "premiare" l’animale con ricompense ipercaloriche, ancora e ancora… sono tutti comportamenti che possono portare il cane all’obesità.

Da cosa puoi riconoscere il sovrappeso

Sfortunatamente, non esiste un indice di massa corporea, analogo a quello usato per le persone, con cui calcolare facilmente il peso ideale di un cane. Il gran numero di razze canine esistenti, il cui fisico è spesso molto diverso proprio per elementi connessi con la razza stessa, rende impossibile l’identificazione di una formula uniforme per la valutazione del sovrappeso. Tuttavia, esiste una sorta di regola empirica approssimativa che può aiutarti a riconoscere il sovrappeso del tuo cane in tempo utile ad intervenire:

devi sentire al tatto le costole del tuo cane. In pratica se, quando appoggi dolcemente la mano sulla parete addominale del tuo cane, senti facilmente sotto le tue dita le sue costole, di solito questo significa che l’animale è normopeso. Se invece le costole non si sentono, nemmeno tastandolo sul petto, il tuo cane deve perdere peso. Per inciso, se le sue costole sono visibili ad occhio nudo significa che il tuo cane è sottopeso, e anche in questo caso dovresti chiedere consiglio al tuo medico veterinario di riferimento.

Dimagrire in maniera sana, ma come?

Se ti sei reso conto che il tuo cane è in sovrappeso, hai già fatto il primo passo nella lotta contro i suoi chili di troppo. Il secondo passaggio, fondamentale, è quello di confrontarti con il tuo medico veterinario di fiducia, non solo per identificare le cause dell'obesità del tuo cane, ma anche per elaborare con lui un piano per la perdita di peso del tuo animale. Sebbene il mercato di oggi offra molti prodotti alimentari per cani classificati come “light”, che è facile acquistare, non necessariamente questi alimenti si rivelano utili per far perdere peso al tuo amico di zampa.

Gli alimenti light per cani

Siccome il termine "light" non è definito in termini di legge, la valutazione di cosa sia "light" o meno spetta al solo produttore. Quindi non si può escludere che ciò che un produttore chiama "light" contenga tante calorie quanto un qualsiasi alimento per cani di un altro produttore. Per valutare se un cibo per cani è adatto al tuo animale, è sufficiente che tu legga con attenzione quanto riportato sulla confezione. È essenziale in questo senso avere un minimo di conoscenza di base rispetto a quali ingredienti fanno bene al cane in questa situazione, in che quantità, e in quale modo questi componenti possono supportarlo nella perdita di peso.

Gli alimenti dietetici

In molti casi è più sicuro seguire una dieta speciale prescritta dal medico veterinario di riferimento. Contrariamente al termine "light", il termine "alimento dietetico" è legalmente protetto, il che significa che esiste una direttiva UE che dettaglia con chiarezza quali indicazioni sono consentite e quali informazioni devono essere riportate sulla confezione. Ad esempio, in virtù della normativa europea è obbligatorio riportare la quantità di alimento contenuto nella confezione e il suo valore energetico. Quest'ultimo è significativamente più basso negli alimenti dietetici rispetto a quello del comune cibo per cani. Nonostante il ridotto apporto energetico di questi prodotti, tuttavia, dando al tuo cane un alimento dietetico puoi essere certo che la sua dieta contempli tutte le importanti vitamine, i minerali e gli oligoelementi necessari, vale a dire che il tuo cane assuma tutto ciò di cui ha effettivamente bisogno.

Gli acidi grassi Omega 3 con funzione antinfiammatoria, presenti negli alimenti dietetici, fanno in modo che il livello di zucchero nel sangue del cane resti stabile. Inoltre, le diete di elevata qualità orientate alla gestione dei problemi di peso si distinguono per un alto contenuto proteico. Questa caratteristica non solo rende particolarmente appetibile il cibo al cane, che è essenzialmente carnivoro, ma promuove anche una perdita di grasso mirata, che non intacchi i muscoli. Inoltre, la giusta quantità di fibre aiuta il cane a raggiungere una sensazione di sazietà, così al termine del pasto il tuo amico peloso è soddisfatto e non chiede costantemente altro cibo. Si tratta di un aspetto importante, che rende molto più facile seguire una dieta per un certo periodo di tempo.

Niente „Dieta della metà“

Per perdere peso in maniera efficace, nella maggior parte dei casi gli alimenti dietetici sono più adatti allo scopo ed efficaci rispetto alla versione "light" proposta dai tradizionali produttori di alimenti. Un consiglio valido è anche quello di evitare la "Dieta della metà", ossia il classico “mangia metà di tutto”. Ridurre le dimensioni delle porzioni non riduce solo le calorie, ma sfortunatamente incide in maniera negativa anche sull’apporto di importanti vitamine e minerali che possono dar luogo, se mancano, a sintomi da carenza (vitaminica e/o di sali minerali). Inoltre, solo perché dimezzi le sue razioni, non per questo il tuo amico di zampa avvertirà improvvisamente meno fame, il che significa che inizierà a chiedere altro cibo con espressione supplice e, con il suo sguardo pietoso, ti renderà difficile rimanere irremovibile mantenendoti lontano da ricompense e snack.

Il movimento, un alleato prezioso nella battaglia contro il sovrappeso

Per aiutare il tuo cane a perdere un po’ di peso in eccesso, dovresti assolutamente accantonare il suo cibo abituale e farlo passare gradualmente ad un alimento dietetico specifico. Tieni presente però che il semplice cambiare dieta da solo non è sufficiente per raggiungere l’obiettivo desiderato. È fondamentale che tu garantisca al tuo amico a quattro zampe la giusta dose di movimento. Tanto allenamento, sport e giochi non solo aiutano il tuo cane a non avvertire la sensazione di fame, ma garantiscono anche un incremento del suo consumo energetico quotidiano. In questo modo si riducono i depositi di grasso superfluo del tuo animale e al tempo stesso la relazione tra voi si rafforza proprio grazie alle attività che svolgete insieme.

Così facendo perdere peso può avere un effetto positivo non solo sulla salute del tuo cane, ma anche sulla sua gioia di vivere e sulla vostra relazione reciproca. Ecco perché ti auguriamo successo, nel percorso di dimagrimento del tuo cane!

I nostri articoli più utili

Alimenti che il cane non può mangiare

Esistono alimenti che i cani non possono effettivamente mangiare. Nonostante il fatto che, oggi come in passato, i cani vengano spesso utilizzati per “eliminare gli avanzi” della nostra cucina, è chiaro che bisognerebbe riservare alla loro ciotola soltanto alimenti di elevata qualità e specifici per cani. Un bocconcino goloso ogni tanto è ammesso, purché risulti salutare per la salute del cane. È innegabile che esistano prodotti alimentari comunemente consumati dagli esseri umani che risultano invece nocivi per i cani, quando non addirittura tossici o velenosi.  Per questo motivo, è importante che le persone che vivono con un cane conoscano molto bene quali alimenti e sostanze possono provocare danni anche seri al loro amico a quattro zampe. Nel caso in cui, nonostante queste accortezze, il tuo cane mangiasse qualcosa che non avrebbe dovuto, ti consigliamo di recarti prontamente, insieme al cane, dal tuo medico veterinario di fiducia. Quest’ultimo ti domanderà a quando risale l’assunzione dell’alimento nocivo e in che quantità è stato assunto. Sulla base di questi elementi, il medico prescriverà la terapia più opportuna. Purtroppo ci sono casi in cui qualsiasi tipo di aiuto giunge troppo tardi o non è sufficiente per salvare il cane: per questo motivo, bisogna sempre fare attenzione ed evitare che il nostro amico di zampa assuma alimenti che non sono adatti ad un cane.

Biscotti per cani fatti in casa

Ovviamente acquistando gli snack già pronti nello Shop cani di zooplus si fa prima. Ma dopo un po’ non è così divertente. E poi ci sono tanti ottimi motivi per cui puoi decidere di preparare da solo i biscotti per il tuo cane. Con questo articolo te ne spieghiamo le ragioni e ti sveliamo come vengono cotti e conservati gli snack per cani, oltre a presentarti alcune deliziose e facili ricette che il tuo cane adorerà.

Alimenti pressati a freddo per cani: pro e contro

La maggior parte di noi ha familiarità con l’espressione “spremitura a freddo” riferita all’olio extravergine d’oliva, ma viene da chiedersi cosa si intenda esattamente con “pressato a freddo” quando si parla di alimenti secchi per cani. Con questo articolo vogliamo informarti circa la differenza tra questo tipo di crocchette e quelle tradizionali, oltre ad offrirti utili suggerimenti per aiutarti ad individuare la migliore alimentazione per il tuo cane.