Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Nonostante il nome lungo nome complesso, il Nova Scotia Duck Tolling Retriever, chiamato per brevità “Toller”, è un cane semplice e astuto. Questi cani pieni di energia sono i rappresentanti di una razza che si incontra raramente, ma che grazie all'intelligenza e all'eleganza che la contraddistinguono ha una grande cerchia di fan.

Come una volpe

Questa razza è di media grandezza: un esemplare pesa in media dai 17 ai 23 kg, arriva a 51 cm di altezza al garrese e solitamente i maschi sono più grandi e pesanti delle femmine. Dei sei membri della famiglia dei Retriever, che comprende anche i più diffusi Labrador Retriever e Golden Retriever, questa è la razza più piccola e spesso i suoi esemplari vengono confusi con i Golden. Con un’attenta osservazione però si nota che il Toller è più lesto e agile del cugino più grande. Il suo manto doppio è adatto all'acqua: il pelo è soffice e di media lunghezza e il sottopelo, ancora più morbido e fitto, è impermeabile e quindi perfetto anche per nuotare nell'acqua fredda. In corrispondenza di gola, orecchie, coda e parte posteriore delle zampe il pelo è più lungo e forma una sorta di decorazione sul manto del Nova Scotia Duck Tolling Retriever. Il colore del pelo varia dal rosso aranciato a un rosso più intenso e spesso è intervallato da macchie bianche su zampe, petto, fronte e sulla punta della coda. Il Toller è in genere molto vivace e, come scoprirai proseguendo la lettura, non ha solo il colore del pelo in comune con la volpe.

Abile cacciatore

Il nome di questa razza lascia intendere l’origine e l’impiego che se ne faceva anticamente. La traduzione di Nova Scotia Duck Tolling Retriever infatti potrebbe essere “cane da riporto adescatore di anatre della Nuova Scozia”. La Nuova Scozia è una penisola a Est del Canada in cui il Toller è stato riconosciuto come cane ufficiale del Paese. È qui che venne utilizzato per le prime volte per la caccia alle anatre. In questo tipo di caccia il cane ha un compito specifico: il cacciatore dal suo nascondiglio lancia dei bastoncini sulla riva del fiume, il suo compagno a quattro zampe li cattura e li riporta, attirando con i suoi movimenti giocosi e i colori vivaci gli uccelli acquatici verso la riva, a tiro del cacciatore. A quel punto l’uomo fischia per richiamare il proprio cane e spara alle anatre. Infine, da buon Retriever, il Toller porta le anatre al cacciatore. Questo tipo di caccia viene  chiamato anche "Tolling".

Dal Canada alla Svezia

Nel XIX secolo questa razza dalle origini canadesi era in voga soprattutto in Canada e negli Stati Uniti. Non è chiaro come abbia avuto origine, ma probabilmente è il frutto di vari tentativi di allevare cani in grado di giocare e attirare le anatre vicino alla riva come le volpi. Già gli abitanti nativi della Nuova Scozia cacciavano in questo modo le anatre selvatiche facendosi aiutare da dei cani rossi. Prendendo spunto dagli indigeni, i coloni probabilmente incrociarono i cani rossi indiani con Collie, Spaniel e Setter. Solo verso la fine del XIX secolo la razza è sbarcata in Europa, nel 1880 in Danimarca e nel 1884 in Svezia. Tuttavia i cani all'epoca erano ancora chiamati con altri nomi, come ad esempio “Little River Duck Dog”. Il Nova Scotia Duck Tolling Retriever è stato registrato come razza ufficiale dal Canadian Kennel Club (ente cinofilo canadese) relativamente di recente, nel 1946. Il primo riconoscimento internazionale invece lo ha ricevuto nei primi anni Ottanta da parte della FCI (Fédération Cynologique Internationale), la più grande associazione del mondo di allevatori canini. Questo giocoso amico a quattro zampe ha molti fan soprattutto in Svezia, dove vivono più rappresentanti di questa razza che in Canada.

Un carattere giocherellone

Il Nova Scotia Duck Tolling Retriever giocherebbe tutto il giorno. È un cane allegro e molto attento, sempre pronto a svolgere il prossimo compito che gli viene affidato. Il riporto, in acqua o a terra, è una sua grande passione. Questa razza è anche molto intelligente, docile e con le sue persone di riferimento è fedele e affettuoso. Nei confronti degli estranei il suo comportamento può variare da disinteressato a chiuso. Non è aggressivo, ma difende il suo territorio abbaiando. Questo affascinante giocherellone non tende al vagabondaggio.

Scegliere un buon allevamento per avere un cane in salute

Un Nova Scotia Duck Tolling Retriever può arrivare a vivere circa 15 anni, spesso mantenendo un temperamento molto attivo anche in tarda età. La razza è generalmente di costituzione robusta, ma possono presentarsi patologie agli occhi così come displasie alle anche e ai gomiti. Al momento dell’acquisto di un Toller controllate che i suoi genitori siano stati sottoposti ad adeguati test preventivi, che costituiscono la migliore prevenzione per le malattie ereditarie. Anche le malattie della vista, per le quali i Toller sono predisposti, si possono evitare con dei test genetici moderni. Un’altra patologia che si presenta spesso in questi cani è la SRMA (Meningite-Artrite). Anche in questo caso sembra che si tratti di una malattia ereditaria. I sintomi sono febbre improvvisa, irrigidimento del corpo e impossibilità di movimento. Una terapia di cortisone può portare a un rapido sollievo, ma va proseguita per mesi per sconfiggere questa malattia che può diventare cronica. Alcuni critici degli allevamenti di Toller purosangue rilevano la causa di questa predisposizione alle malattie ereditarie nel ristretto pool genetico della razza, argomento che approfondiremo in seguito.

Di razza o incroci?

Chi è appassionato di Toller si è già imbattuto sicuramente nell'acceso dibattito su “razza vs. incroci”, nato in seguito ad alcuni studi che hanno dimostrato che nella razza Retriever su scala mondiale c’è un’alta percentuale di riproduzione tra consanguinei (26 per cento), maggiore della percentuale di fratelli con gli stessi genitori. Alcuni allevatori e la maggior parte delle associazioni, anche in Canada, insistono sull'allevamento di cani di razza pura, ma alcuni considerano una pratica da “allevamento tortura” quella di far accoppiare animali che hanno un bagaglio genetico molto simile e che potrebbe mettere a rischio le generazioni successive. Alcuni allevatori cercano di ridurre questo rischio creando incroci con altre razze. I sostenitori dei cani di razza pura dovrebbero almeno effettuare un calcolo del coefficiente di consanguineità negli animali destinati all'accoppiamento e conoscere la loro genealogia per far sì che i futuri genitori di una cucciolata di Nova Scotia Duck Tolling Retriever siano il più possibile distanti geneticamente e che venga mantenuto un basso grado di parentela. Il coefficiente di consanguineità potrebbe essere presto sostituito da metodi di genetica molecolare per conoscere la trasmissione della parentela. In questa razza conoscere il patrimonio genetico è molto importante per gli allevatori, indipendentemente dal loro schieramento in questo dibattito.

La cura del pelo del Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Il pelo liscio e idrorepellente del Toller non ha bisogno di grandi cure, bastano poche spazzolate alla settimana e ogni tanto districare o pettinare i lunghi peli che ricoprono zampe e orecchie. In linea di massima il Toller non è un cane per i fanatici della pulizia, anche a causa del suo amore per l’acqua: le pozze di fango sono una passione per  questi folletti rossi che non sanno resistervi. Il Toller perde molti peli soprattutto durante la muta, è quindi una buona abitudine pettinarlo spesso durante questo periodo per arginare la caduta di peli in casa.

Educazione: uno studente modello

Chi ha scelto di convivere con un Nova Scotia Duck Tolling Retriever, in genere ha al proprio fianco un cane con una grande “Will to please”, ossia il desiderio di compiacere il padrone. È un grande vantaggio per l’educazione del cane, che si diverte a eseguire gli ordini. Anche chi non ha molta esperienza con i cani può insegnare a un Toller ad essere ubbidiente, basta conoscere il vocabolario di base della lingua dei cani e avere perseveranza. Questo cane astuto si diverte anche ad imparare i tricks. Con coerenza e senza bisogno di essere severi, il Toller quindi è facile da educare. L’ideale sarebbe portarlo in un centro per l’addestramento già da cucciolo.

Gioco, divertimento e relax

Anche se non viene più impiegato per la caccia alle anatre, il Toller ama nuotare, i giochi da riporto e naturalmente la combinazione delle due cose. Inoltre lo diverte tutto ciò che necessita perseveranza e intelligenza: questa razza è adatta agli sport cinofili come Agility, Dog Dancing e Flyball, ma anche come cane da ricerca persone. Un Toller adulto ti accompagnerà volentieri in bicicletta, a fare jogging o in camminate impegnative nel bosco. Bisogna tuttavia fare attenzione a non crescere un cane adrenalina-dipendente, che ha sempre bisogno di muoversi e non riesce a stare tranquillo. Dai importanza sin dall'inizio alle ore di riposo. Un Toller equilibrato ogni tanto può godersi un pomeriggio di ozio nella sua cuccia. Questo asso dello sport dalla spiccata intelligenza dà il meglio di sé nell'allenamento di testa e, soprattutto, naso. Può diventare il perfetto compagno per persone attive e amanti della natura, che non necessariamente vogliono praticare sport insieme al loro cane ogni giorno.

Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Il Toller è il cane che fa per me?

Questa razza cerca il legame con il branco ed è assolutamente adatta alla vita in famiglia, a patto che tra i suoi membri vi siano persone attive. Se sei un pantofolaio, questo folletto rosso troverà da solo un modo per tenersi occupato, con risvolti poco piacevoli. In linea di massima anche chi è alle prime armi con i cani può cavarsela con un Nova Scotia Duck Tolling Retriever. In ogni caso, ti suggeriamo di informarti sulle attività per lui e sul suo addestramento, per incanalare nel modo giusto l’incredibile energia del Toller già da cucciolo. In casa possono vivere anche altri animali, perché è una razza che in genere socializza facilmente: con un Toller, la convivenza cane gatto può funzionare.

Prima del suo arrivo, scopri se ci sono membri della famiglia allergici e come organizzare la sua assistenza durante le vacanze o in caso di malattia. Un consiglio: gli amanti degli animali che amano viaggiare con il proprio cane hanno numerose possibilità e un Toller che ha ricevuto un buon addestramento è un ospite gradito in molti hotel.

La razza in genere mantiene la sua vitalità e la voglia di giocare anche in età avanzata, fattore che va preso in considerazione prima dell’arrivo in casa del vostro amico a quattro zampe. Naturalmente, come tutti i cani, avrà bisogno degli accessori di base come guinzagli, spazzole per cani, coperte, accessori di sicurezza per l’auto, ciotole e giochi. Tra le varie spese vanno calcolate e pianificate anche quelle per un’alimentazione di qualità e le visite dal veterinario, nonché alcune spese extra per eventuali cure mediche in caso di malattie improvvise.

Dove trovare il Nova Scotia Duck Tolling Retriever dei miei sogni

La decisione è presa: presto accoglierai in famiglia un Toller. Ora è il momento di andare alla ricerca di quello giusto per te! Prima di iniziare a cercare un buon allevatore informati sul coefficiente di consanguineità della razza, così conoscerai le diverse teorie e potrai farti un’opinione personale sull'argomento. Recati presso l’allevatore per conoscere i genitori della cucciolata e fare domande sul carattere e la salute della razza di cane in generale oltre che sul cucciolo che adotterai. Probabilmente anche l’allevatore ti porrà alcune domande: è un buon segno, significa che vuole assicurarsi che uno dei suoi cuccioli verrà adottato da una persona idonea. Al momento della consegna il piccolo Toller deve avere con sé il certificato di salute, quello genealogico e quello delle vaccinazioni del cane e in genere anche il microchip.

È probabile che l’attesa per il Toller dei tuoi sogni sia lunga: infatti in alcuni paesi l’allevamento di questa razza è consentito solo se l’allevatore fa parte di associazioni di razza specializzate. Inoltre, prima di poter essere impiegati per l’allevamento, i cani devono superare test di diverso genere: il test sul comportamento, gli esami di anche e gomiti, la visita oculistica e prove per valutare le capacità di accompagnamento, di caccia o con il dummy. Gli allevatori seri provvedono anche alla socializzazione e alla prevenzione sanitaria e scelgono gli acquirenti con un’attenta selezione, per assicurare agli animali una vita felice.

 

Stando al parere degli esperti, per un allevamento sano e idoneo alla razza, chi non fa parte di un’associazione non sarebbe idoneo alla vendita di cuccioli, perché per allevare i Toller sono necessarie le conoscenze di professionisti e più amore per gli animali che per il portafogli. Gli allevatori che svolgono l’attività senza questi requisiti lo fanno principalmente per il profitto, a discapito del benessere dei cuccioli, nonché della salute dei loro genitori. Non bisogna lasciarsi prendere dalla compassione: ogni volta che si acquista da questi presunti allevatori non si fa altro che aumentare la domanda che, si sa, regola l’offerta.

Se desideri un esemplare di Toller già adulto consulta Internet: esistono organizzazioni per Retriever in difficoltà che si occupano di trovare una famiglia a cani rimasti soli, tra i quali ogni tanto c’è proprio un Toller. Essendo una razza non molto diffusa però è piuttosto raro, così come trovare un Toller meticcio o addirittura un purosangue in canile.

Non ci resta che augurarti buon divertimento insieme al tuo intraprendente Nova Scotia Duck Tolling Retriever!

I nostri articoli più utili

Barbone nano

Il Barbone nano è una varietà della razza del Barbone di cui conserva tutti i pregi. Questo concentrato di 6 kg di energia gode di grande popolarità e questo non sorprende, visto che questo furbo cagnolino non solo è intelligente, ma anche felice di seguire la sua famiglia ovunque.

Akita Inu

L'Akita Inu è un cane fiero, testardo, dalla corporatura grande e forte: uno spettacolo della natura proveniente dal Giappone. Allevato in origine come cane da caccia, l’Akita Inu è oggi un cane da compagnia (ma con qualche riserva!).

Lagotto Romagnolo

In origine il Lagotto romagnolo era conosciuto come un cane d'acqua, ma oggi è diventato uno dei più noti cani da tartufo. A prescindere da questa sua caratteristica, è una razza canina sportiva e amichevole, che sempre più padroni scelgono di allevare come cane da compagnia.