Quali sono i cani adatti ai bambini?

cani adatti ai bambini

La compagnia di un cane rende certamente felici, ma perché tutto fili liscio è meglio definire regole ben precise.

Il cane è un compagno fedele e un simpatico amico con cui condividere i giochi più divertenti. Grazie a lui, è più facile tornare a sorridere anche nei momenti più tristi.

I bambini stravedono per i cani, tutti ne vorrebbero uno. Ma l’amore non basta. Perché la convivenza tra bambini e pelosi funzioni alla perfezione è importante seguire alcune regole ben precise.

Scopri quali sono i cani adatti ai bambini e quali sono gli elementi essenziali per una buona convivenza con il vostro nuovo cagnolone.

I cani fanno bene a grandi e piccini

Arriverà quasi sicuramente anche per te il momento in cui tuo figlio, con sguardo implorante, ti dirà “Vorrei avere un cane tutto mio!”

Non c’è dubbio, avere un cane può essere davvero un arricchimento per tutta la famiglia e influenzare positivamente la crescita dei figli.

Numerosi studi hanno dimostrato che i bambini che crescono assieme a uno o più cani hanno un carattere più equilibrato e socievole e sono meno aggressivi.

Avere un cane significa avere un amico sempre vicino, pronto a giocare ma anche ad offrire conforto in ogni situazione, senza giudicare. Questo non può che dare sicurezza a un bambino, rinforzando l’autostima.

Chi ha un cane, inoltre, tende a passare molto più tempo all’aria aperta e a fare molta più attività sportiva, impara a rispettare i bisogni dell'altro, a non oltrepassare determinati limiti e ad assumersi le proprie responsabilità.

Mio figlio dovrebbe crescere con un cane?

Gli aspetti positivi dell’avere un cane sono senz’altro molti, ma questo non significa che tu debba correre al canile più vicino o metterti alla ricerca di un allevatore per adottarne uno quanto prima.

Quella di adottare un animale, in particolar modo un cane, non è una scelta da prendere alla leggera. Un cane non è un peluche da incartare per il compleanno o per Natale.

In quanto genitore, devi assolutamente parlare con i tuoi figli del significato di questa decisione, spiegando loro che l’arrivo di un cane porterà sicuramente un bel cambiamento nella vostra famiglia.

Il nuovo amico di zampa richiederà sicuramente molte attenzioni ogni giorno: ha bisogno di sfogarsi e correre all’aperto, deve essere educato con coerenza e nutrito con alimenti specifici per le sue esigenze. Estremamente importanti sono inoltre i controlli regolari dal veterinario e un luogo accogliente e riservato dove poter stare un po’ tranquillo quando ne sente la necessità, come un soffice letto o cuscino per cani.

Avere un cane è una gioia, certo, ma è anche una grande spesa, in termini sia di tempo che di denaro. Per questo è assolutamente importante che tutta la famiglia ne sia consapevole e sia convinta della scelta.

Non adottare un cane soltanto per far felici i tuoi bambini! È fondamentale che anche tu e il tuo partner siate convinti dei benefici che può portare l’arrivo di questo nuovo fratellino peloso!

Come preparare l’intera famiglia all’arrivo di un cane?

Per un bambino piccolo è difficile comprendere a pieno cosa significhi avere un animale ed è quindi inevitabile che la responsabilità del cane ricadrà principalmente sui genitori.

Tuttavia è possibile far capire anche a un bambino che frequenta ancora l'asilo che un cane porterà inevitabilmente dei cambiamenti nella vita familiare e che ci sono alcune regole da seguire perché tutti possano essere felici.

Ad esempio, pian piano l'entusiasmo per il suo arrivo calerà, ma il cane dovrà continuare a essere portato fuori ogni giorno, anche se fuori è freddo e piove e si preferirebbe di gran lunga rimanere a casa sul divano.

Anche le vacanze, con un amico di zampa, non potranno più essere organizzate all’ultimo minuto. È importante chiarire sin da subito chi, in famiglia, sia il responsabile principale del cane e sia quindi tenuto ad occuparsene in prima persona.

Chi lo porterà fuori? Chi si occuperà di dargli da mangiare all'ora a cui è abituato? Chi penserà alla cura del pelo? E chi penserà a lui in caso di malattia o quando sarete in vacanza?

Se i tuoi figli sono già un po' più grandi, puoi sicuramente provare ad affidare loro qualche compito, magari possono organizzarsi tra fratelli facendo a turno per portare ogni giorno il cane a passeggiare.

Una suddivisione dei compiti e dei ruoli chiara e definita da subito semplificherà di gran lunga la convivenza con il vostro compagno peloso e potrete godervi la sua presenza senza stress.

Le regole per una buona convivenza

Il modo migliore per prepararsi ad accogliere un cane in famiglia è coinvolgere i bambini, spiegando bene il comportamento da tenere nei confronti del loro amico peloso e definendo delle regole precise da seguire nel quotidiano.

Il tuo bambino deve imparare che il cane non è un peluche da gettare in un angolo della stanza una volta terminato il gioco. Un cane è un essere vivente e in quanto tale ha dei bisogni che devono essere rispettati.

Sicuramente il tuo bimbo imparerà la maggior parte delle regole di convivenza “sul campo”, ossia una volta che il cucciolo è già parte della famiglia, ma sensibilizzarlo in anticipo rispetto a determinate tematiche darà comunque i suoi frutti.

Perché non scrivere tutti insieme le regole più importanti per poi appenderle in casa? Aggiungi alcuni disegni e piccoli simboli, saranno di grande aiuto per visualizzarle e interiorizzarle meglio, soprattutto per i più piccini.

L’ideale è stabilire poche regole precise, insieme al bambino. Le sentirà più sue e sarà più naturale per lui rispettarle.

Ecco alcune regole base per una buona convivenza tra cane e bambino. Naturalmente puoi integrare l’elenco con quelle stilate insieme i tuoi bimbi!

  • Prestare attenzione al linguaggio del corpo del cane

 Purtroppo il cane non può dirci come si sente e di che cosa ha bisogno in un determinato momento, ma osservando con attenzione come si muove e come si comporta potrai percepire molte delle sue sensazioni.

È ovvio che il tuo bambino non potrà diventare un esperto del linguaggio dei cani dall'oggi al domani, ma è importante prendersi il tempo per spiegargli ogni tanto ciò che il suo amico di zampa vuole comunicargli con un determinato comportamento.

Ad esempio, quando scodinzola leggermente fissando il bambino, sta cercando di richiamare la sua attenzione e sarà sicuramente felice di giocare con lui. Se invece si chiude su sé stesso mettendo la coda tra le zampe posteriori, significa che è insicuro e ha paura ... meglio lasciarlo in pace.

È importante fare attenzione anche quando il cane digrigna i denti o drizza la coda verso l'alto. In tal caso conviene cercare di distrarlo e ad ogni modo separarlo dal bambino.

  • Lasciare il cane in pace quando è nella sua cuccia

 Proprio come ognuno di noi ha bisogno della propria stanza da letto, anche il cane necessita di un posto tutto suo all'interno della casa, che sia la sua cuccia o un angolino tranquillo in cui ritirarsi e rilassarsi. Spiega a tuo figlio che si tratta del "regno del cagnolino” e che quando è lì nessuno lo può disturbare.

Quando il cane si ritira in disparte e si sistema nella sua cuccia o sulla sua coperta il messaggio è chiaro: vuole essere lasciato in pace, ed è importante che tutti lo comprendano.

  • Non disturbare il cane mentre mangia

 Il cane ha bisogno di pace e tranquillità anche durante i pasti. Fai capire al tuo bimbo che non deve cercare di spostare il cane intento a mangiare e che non deve mai togliergli la ciotola delle crocchette da sotto il muso.

Un cane che viene disturbato mentre mangia percepisce questo gesto come un attacco al suo diritto e bisogno di nutrirsi: un principio che difenderà ad ogni costo, ovviamente seguendo il suo temperamento.

Scopri la nostra selezione di alimenti per cani!

  • Non tirare il pelo, le orecchie o la coda del cane

 La lunga coda del cane sembra essere una vera e propria "calamita", soprattutto per i bambini piccoli. In effetti, chi non ha mai tentato di tirarla, almeno una volta?

Devi far capire al tuo bambino che il cane non è un animaletto di peluche, quindi qualsiasi cosa subirà potrebbe fargli male.

Il pelo, le orecchie e la coda non sono accessori di bellezza, il cane li usa per esprimersi. Se il tuo peloso sente che queste importanti parti del corpo sono in pericolo, può reagire in modo aggressivo.

Fai capire a tuo figlio che un cane vuole essere trattato proprio come vorremmo essere trattai noi umani. Dopotutto neanche al bimbo farebbe di certo piacere se qualcuno gli tirasse i capelli o lo spingesse, no?

  • Non fissare il cane negli occhi

 Quando il cane incontra un suo simile e vuole dirgli "Non ho paura di te. Sono io il più forte!” non fa altro che guardarlo fisso negli occhi, senza muovere la testa di un millimetro.

Se anche il bambino dovesse assumere questo comportamento, è probabile che il gesto venga percepito come una sfida o addirittura una minaccia al suo ruolo all'interno della famiglia. Questo non significa che tuo figlio non può più guardare il suo adorato cagnolone, semplicemente dovrebbe evitare di mettersi di fronte a lui fissandolo a lungo e restando impassibile.

  • Non avvicinarsi ai denti del cane quando si gioca

È durante il gioco che accadono la maggior parte degli incidenti causati da morsi. Può capitare, ad esempio, che il bimbo abbia un bastone in mano con l’idea di lanciarlo, ma il cane per sbaglio gli morda la mano nel tentativo di acchiapparlo.

Anche il cane deve fare sua parte, imparando a riconoscere i suoi limiti d’azione sin da subito e rispondendo a comandi basilari come “No” e “Lascia”.

Educare il cane non spetta solo agli adulti! I bambini possono imparare a impartire i comandi nel modo giusto, ossia pronunciandoli chiaramente o anche solo facendo un cenno della mano, purché sia sempre lo stesso e il cane possa percepirlo come un segnale inequivocabile.

Un cucciolo o un cane ancora giovane ubbidirà molto meno facilmente ai comandi, quindi meglio assicurarsi che il tuo bimbo stia lontano dai denti del suo amico peloso, per lo meno nei primi tempi.

I giochi del cane dovrebbero essere vietati ai bambini, proprio come devono esserlo quelli del bambino per il cucciolo peloso.
  • Non sottrarre al cane i suoi giochi

A nessun cucciolo, peloso e non, piace vedersi portar via i propri giochi, ecco perché i giocattoli del cane dovrebbero essere off-limits per il tuo bambino, e naturalmente vale anche il contrario!

Ma attenzione, se il cane afferra il pupazzetto preferito di tuo figlio, guai a cercare di strapparglielo direttamente dalla bocca! In questo caso, il bimbo o il genitore devono utilizzare il comando “Lascia!” per far capire al pelosetto di mollare la preda. Può essere utile tenere ben in vista uno snack da dare al cane come ricompensa per avere obbedito al tuo comando.

Il tuo cucciolo peloso non sembra avere alcuna intenzione di mollare il giocattolo? Meglio allora cercare di calmare il bambino portandolo in un’altra stanza e non considerare per un po’ né il cane né l’oggetto del contendere.

Molto spesso ai cani non piace essere ignorati e lasciati in disparte, quindi con tutta probabilità restituirà il giocattolo in cambio dell’attenzione della sua adorata famiglia.

  • Giocare con il cane solo in presenza di un adulto

Quest'ultima regola vale soprattutto per i bimbi più piccoli. Per quanto dolce e paziente possa essere il vostro compagno di zampa, può sempre capitare che l’istinto prenda il sopravvento.

Il più delle volte le intenzioni del tuo cane sono tutt’altro che cattive, infatti spesso questi piccoli incidenti accadono proprio quando cuccioli pelosi e umani si lasciano prendere dall’euforia del gioco. Ecco perché è importante che ci sia sempre un adulto a supervisionare i loro giochi e a ricordare al cane che il suo amico umano è più delicato dei suoi fratellini pelosi!

Il cane vede il bambino più o meno alla sua altezza e lo considera quindi a un livello inferiore o quantomeno al suo stesso livello nella gerarchia familiare. Non è detto quindi che ascolti i suoi comandi!

Non lasciare mai solo con un cane nemmeno un neonato che dorme beatamente nella sua culla. È assolutamente necessario sorvegliare entrambi: anche i cani più adatti ai bambini restano pur sempre degli animali che quindi possono reagire a determinate situazioni in modo imprevedibile.

Quali sono i cani più adatti ai bambini?

Esistono razze più adatte di altre per la vita in famiglia? Le femmine vanno più d’accordo con i bambini, rispetto ai cani maschi?

È difficile rispondere a queste domande in termini generali.

Dopo tutto, ogni cane ogni cane è diverso dall'altro, a prescindere dalla razza e dal sesso, anche perché sono moltissime le esperienze che fa nella sua vita e che ovviamente influenzano il suo carattere.

In ogni caso nella scelta del vostro nuovo compagno di zampa puoi sicuramente fare riferimento a determinati criteri e tratti caratteriali che rendono i cani più o meno adatti ai bambini e alla vita in famiglia.

I cani adatti ai bambini devono avere un carattere equilibrato

Lo sai bene, l’allegria che regna in una famiglia con bambini è strettamente legata a una buona dose di trambusto.

È importante che il cane sappia rimanere tranquillo e mantenere la sua calma interiore anche nelle giornate più caotiche e rumorose. Un peloso che condivide i suoi spazi con dei bambini, inoltre, deve saper accettare di non ricevere sempre il massimo delle attenzioni. Tra compiti, pappe, pannolini e i mille impegni sportivi non sempre si riesce a trovare il tempo per una coccola in più!

I cani adatti ai bambini hanno tanta pazienza

Per andare d’accordo con dei bambini, un cane non deve assolutamente essere pauroso né tanto meno aggressivo. Una famiglia con bambini è uno stimolo continuo per un peloso, tra inviti di amichetti, chiasso e giochi a non finire.

Il cane non deve lasciarsi sopraffare da tutta questa frenesia, ma reagire con calma e tranquillità, sapendosi isolare, se necessario.

I cani adatti ai bambini non devono avere troppo bisogno di muoversi

La routine quotidiana, con dei bambini, è spesso già bella densa di impegni. Tra scuola, asilo, lezioni di sport o di musica, a volte non rimane molto tempo da dedicare a lunghe passeggiate, gite nel bosco o per frequentare un corso di addestramento con il proprio peloso.

È naturale però che si debba fare di tutto per conciliare gli impegni familiari con il bisogno di movimento del cane.

Perché non fare un po’ di jogging con lui mentre tuo figlio è al corso di calcio? Oppure puoi farti accompagnare anche dal vostro pelosetto quando porti il bimbo a scuola, all'asilo o alla lezione di musica!

E quando finalmente arriva il weekend, programma una bella gita in famiglia per permettere al vostro compagno di zampa di scatenarsi il più possibile all’aria aperta.

Alcune razze, come i Siberian Husky o i Levrieri hanno un gran bisogno di correre, e per questo motivo possiamo considerarli cani poco adatti ai bambini.

I cani adatti ai bambini non devono aver bisogno di troppe cure

Spazzolare il pelo ogni giorno, eliminare i nodi con un pettine o addirittura con le forbici, fargli il bagno o pulirlo dai residui di pappa attorno al muso sono attività che richiedono molto tempo, ma che sono imprescindibili con alcune razze, come ad esempio il San Bernardo o il Collie a pelo lungo.

E il tempo, di solito, scarseggia nelle famiglie con bambini.

Il nostro consiglio è quindi quello di scegliere un cane a pelo corto che avrà quindi sicuramente meno esigenze di cura.

  • Bovaro del Bernese

Anche il Bovaro del Bernese trasmette una calma invidiabile. Nemmeno il chiasso di un’intera classe di bambini potrà impressionare questo gigante buono. È un cane solitamente poco giocherellone, ma proprio per questo motivo si rivela molto adatto alle famiglie numerose. Richiede infatti poche attenzioni: per essere felice gli basterà starsene tranquillo in giardino ad osservare il trambusto familiare.

  • Setter irlandese rosso

Il Setter irlandese rosso accoglie chiunque con grande entusiasmo: se stai cercando un cane da guardia, quindi, meglio cambiare strada! Ma parlando di cani adatti ai bambini, questa caratteristica diventa una garanzia di tranquillità. È inoltre un cane molto fedele e particolarmente incline all’apprendimento. Va ricordato che il Setter irlandese rosso nasce come cane da caccia, per questo è importante assicurargli un bel po’ di movimento all’aria aperta. In sostanza è il cane perfetto per famiglie sportive in grado di stimolarlo sia fisicamente che mentalmente.

  • Terranova

Tra i cani adattai ai bambini, il Terranova non è certo tra quelli che richiedono poche cure. Ma sotto ogni altro aspetto, questo morbido gigante è un cane perfetto per le famiglie, a patto che possa avere molto spazio a disposizione. Non farebbe male a una mosca e adora giocare e farsi coccolare dai suoi compagni umani. Questa razza è conosciuta per la sua passione per l’acqua e il nuoto. Il legame che il Terranova stringerà con i bambini della famiglia sarà davvero sorprendente.

  • Basset Hound

Il Basset Hound ama starsene tranquillo, ma non per questo il trambusto creato dal vociare dei bimbi gli dà fastidio, anzi. Ama molto la compagnia dei bambini e si adatta perfettamente ad ogni tipo di routine quotidiana. L’importante è non restare da solo!

  • Border Terrier

Le famiglie sportive che trascorrono molto tempo all'aperto a contatto con la natura troveranno nel Border Terrier il loro compagno ideale. Questo cane pieno di entusiasmo, equilibrato ma con un’inesauribile voglia di giocare sa far felici grandi e piccini. Non dimenticare che si tratta pur sempre di un Terrier, quindi a volte può essere un vero testone!

  • Barboni e barboncini

Affascinanti, intelligenti, giocherelloni e facili da addestrare: il Barbone e il suo cuginetto Barboncino sono cani ideali per la famiglia. Il loro carattere aperto e amichevole li rende cani adatti ai bambini, per i quali diventano dei veri e propri compagni di giochi. Un unico neo: il mantello di questi dolci pelosetti richiede un bel po’ di attenzione.

  • Bobtail

Se il pensiero di occuparti quotidianamente del pelo del tuo cane non ti spaventa, considera anche il Bobtail tra i cani adatti ai bambini. La bellezza di questo cane dal pelo lungo e folto va di pari passo con un carattere coccolone, perfetto per la vita in famiglia. Ricorda però che questo batuffolone ha bisogno tanto di coccole quanto di movimento.

Le razze di cani più adatte a famiglie e bambini

Quali sono le razze che soddisfano i criteri appena elencati e che sono quindi adatte alle famiglie con bambini? Qui di seguito ti presentiamo le 15 razze di cani adatti ai bambini.

  • Labrador Retriever

Il Labrador Retriever è amichevole, docile e socievole. È un cane davvero paziente e ci tiene a compiacere il suo compagno umano, non è assolutamente aggressivo o nervoso. In quanto razza da riporto, si diverte molto a giocare al lancio del bastone e a scatenarsi con i bambini.

  • Golden Retriever

Proprio come il Labrador, anche il Golden Retriever è un cane perfetto per la vita in famiglia. Non c'è da meravigliarsi, si tratta infatti di una razza intelligente, tranquilla e paziente. Ha un istinto di guardia e difesa molto ridotto, ama la compagnia e resta un giocherellone anche con qualche anno in più sulle spalle. Non è assolutamente a disagio nel trambusto, anzi! Questo docile amico di zampa è tra i cani più adatti ai bambini.

  • Dalmata

Questi simpatici cani dal pelo maculato sono pazienti, giocherelloni e facili di addestrare. Il pelo corto, inoltre, li rende particolarmente adatti alle famiglie con bambini per la poca cura che necessita. Si tratta di una vera e propria "star" che non ha conquistato soltanto gli amanti del celebre cartone animato, ma anche molte famiglie con bambini.

Leggi il nostro articolo dedicato al Dalmata per scoprire molte altre curiosità su questa fantastica razza!

  • Boxer tedesco

Ci vuole davvero molto impegno per far perdere la pazienza a un Boxer tedesco! Contrariamente a quanto potrebbe suggerire il suo nome, si tratta di un cane estremamente buono e tranquillo. Ama giocare ma, grazie al suo carattere semplice e di poche pretese, non avrà problemi se qualche volta i suoi compagni umani non avranno tempo da dedicargli.

  • Beagle

Sia la stazza che il carattere fanno del Beagle uno dei cani più adatti ai bambini. Ama la compagnia della sua famiglia, ma va d'accordo anche con gli estranei o con altri cani. Si sente particolarmente a suo agio nelle famiglie sempre in movimento!

  • Collie

Non è un caso che il famosissimo “Lassie” fosse proprio un Collie. Questi cani fedeli e intelligenti sono da sempre tra i migliori amici dei bambini. Tutte le razze di Collie sono facili da educare e si affezionano molto alla propria famiglia.

Non bisogna dimenticare, però, che essendo cani da pastore hanno un gran bisogno di muoversi e un istinto di difesa abbastanza marcato. Le famiglie disposte ad accettare queste sue caratteristiche troveranno in questo peloso un compagno buono e fedele, che resterà al loro fianco in qualsiasi situazione.

  • Cavalier King Charles Spaniel

Tra i cani adatti ai bambini più apprezzati, conquista con il suo sguardo fedele e le sue soffici orecchie pendenti. E a ragione: si tratta di un amico di zampa dal carattere giocherellone e amichevole, perfetto per la famiglia. Ama stare in compagnia ed è perfettamente a suo agio in una casa con molti bambini.

  • Bulldog inglese

Forse può sembrare strano, ma il bulldog è davvero straordinario per la vita in famiglia. Le sue rughe profonde gli conferiscono talvolta un’espressione un po’ cupa, ma il bulldog è in realtà estremamente docile e amichevole. Neanche le grida e i giochi dei bambini più scatenati potranno scalfire la sua flemma!

È davvero difficile far arrabbiare un Bovaro del Bernese. Provare per credere!

A cos’altro devo fare attenzione?

Non devi per forza scegliere un cane di razza, anche se un cucciolo proveniente da un allevamento affidabile ha sicuramente alla spalle una buona socializzazione e con tutta probabilità non avrà alcun problema ad integrarsi nella vostra famiglia.

Adottare un cane più anziano e toglierlo da un canile è sicuramente una scelta lodevole, ma bisogna sempre tenere conto dell’ “effetto sorpresa”. Se possibile, informati bene sulla provenienza e sul passato del cane. Dove è nato? In che ambiente ha passato le prime settimane o i primi anni di vita? Ha avuto esperienze negative con dei bambini? Perché è stato portato al canile?

Purtroppo non sempre è possibile avere una risposta certa a tutte queste domande.

Se si tratta del primo cane che entra nella vostra famiglia e non siete quindi ancora pratici dell’educazione cinofila, dovreste riflettere bene prima di fare una scelta di questo tipo.

Con dei bambini, è probabile che tu non abbia tempo sufficiente da dedicare alla rieducazione di un peloso che potrebbe aver subito dei traumi.

La tua responsabilità, ora, non è più solo nei confronti dei tuoi bambini, ma anche del cane. Ecco perché è necessario essere praticamente sicuri che il cane che scegli vada d’accordo con i tuoi figli, e viceversa.

Esistono moltissimi cani adatti ai bambini. Quando avrai trovato quello giusto sarete una bellissima squadra e vi divertirete un mondo insieme.

I nostri articoli più utili
7 min

Il mio cane mi vuole bene: 10 segnali per capirlo

Il mio cane mi vuole bene? Quando qualcuno ci sta a cuore, è naturale desiderare che i nostri sentimenti siano ricambiati. Questo vale con il partner, per le amicizie e ovviamente anche nei confronti dei nostri pelosi. Ma il cane, non potendo parlare, deve necessariamente trovare altri modi per dimostrare tutto il suo amore: il tuo peloso è intelligente ed escogiterà delle soluzioni davvero tenere per farti capire quanto ci tiene a te. E se non riesco a capire se il mio cane mi vuole bene? Impossibile. La capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi. In questo articolo abbiamo raccolto i dieci segnali più comuni che confermano che il tuo cane ti vuole bene e che scodinzola solo per te. Lasciati incantare da tutte le prove di affetto del tuo adorato compagno di zampa!
6 min

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.
5 min

Dormire con il cane nel letto: si o no?

Posso dormire con il cane nel letto? Se hai la fortuna di condividere il tuo appartamento con un peloso ti sarà certamente capitato di cercare risposta a questa domanda. Le opinioni sul tema sono da sempre le più disparate. In questo articolo abbiamo raccolto una panoramica dei vantaggi e degli svantaggi di questa decisione, per aiutarti a capire, senza farti influenzare dalle opinioni altrui, se vuoi permettere al tuo amico di zampa di dormire insieme a te.