Pulire le orecchie del cane: i suggerimenti per farlo a casa nel modo giusto

Cane

Se noti un accumulo di cerume nelle orecchie del tuo cane dovresti pulirle: con un po’ di pratica puoi farlo tranquillamente anche a casa.

A volte, come proprietario di un cane, non puoi esimerti dal pulire le orecchie del tuo peloso. Una pulizia regolare delle orecchie è importante soprattutto per quei cani che sono soggetti ad infezioni ed otiti. Questo articolo ti insegna a farlo correttamente e ti spiega quando questa pratica è effettivamente necessaria.

Pulire le orecchie del cane: perché è così importante?

Partiamo dal presupposto che è perfettamente normale che il cerume si accumuli all'interno dell'orecchio di un cane. Questa secrezione dell'orecchio, infatti, ha una sua importante funzione di pulizia.

Compito del cerume è quello di catturare i depositi di sporcizia come le cellule morte della pelle, i peli e le particelle di sporco in genere per trasportarli fuori dall’orecchio, attraverso il condotto uditivo esterno. Il sebo e le ghiandole sudoripare del canale uditivo esterno producono quindi costantemente questa massa cerosa di colore giallo-bruno.

In alcuni casi, tuttavia, si verifica un eccessivo accumulo di cerume o il passaggio ad un fenomeno infiammatorio. I cani con un'infezione di questo tipo si grattano spesso le orecchie, che tenderanno a gonfiarsi e a diventare rosse. Gli animali che soffrono di tale disturbo tendono anche ad inclinare la testa di lato o a scuoterla più spesso del normale.

Quando e con che frequenza bisogna pulire le orecchie del proprio cane?

Il tuo peloso ha giocato rotolando nel fango e adesso le sue orecchie sono tutte sporche all'esterno? In questo caso puoi rimuovere facilmente lo sporco superficiale dal padiglione auricolare del tuo cane utilizzando un panno morbido.

In altri casi, invece, lo sporco è localizzato più in profondità, ragione per cui le orecchie devono essere pulite più a fondo.

Nel caso di un’infestazione da acari dell’orecchio

Gli acari dell’orecchio (Otodectes cynotis) non sono rari nei cani, purtroppo, e causano ciò che è comunemente noto come la rogna dell'orecchio. Questi parassiti vivono nel condotto uditivo esterno e si nutrono del fluido dei tessuti e delle cellule della pelle. L'infestazione da parassiti in genere fa sì che il cerume assuma una colorazione da marrone scuro a nero. La massa cerosa inizia anche ad essere maleodorante e ad irritare la pelle dentro l’orecchio, il che può dare luogo ad ulteriori infiammazioni.

Prima di effettuare un esame dell’orecchio

 

Se il tuo medico veterinario di fiducia desidera esaminare più da vicino l'orecchio del tuo peloso utilizzando un otoscopio, per prima cosa deve pulire le orecchie del tuo animale. L'otoscopio consente una visione del canale uditivo esterno e del timpano del cane. I veterinari lo usano, ad esempio, se sospettano un’otite media oppure nel caso in cui vogliano localizzare un corpo estraneo incastrato all’interno dell'orecchio del cane, ad esempio una piccola spiga.

Il caso dei cani soggetti ad infiammazioni

Di solito non è necessario pulire regolarmente le orecchie dei cani sani. Tuttavia, se ti accorgi che il tuo peloso tende ad avere spesso orecchie sporche o peggio infiammate, il consiglio è quello di pulirle regolarmente.

A proposito, è piuttosto comune che il cane sviluppi un'infezione all'orecchio dopo aver fatto il bagno in un lago, in uno stagno o in un ruscello.

Qual è il modo corretto di pulire le orecchie del cane?

Di norma puoi pulire le orecchie del tuo cane a casa senza aver bisogno dell'aiuto di un medico veterinario. Puoi utilizzare queste semplici istruzioni, per procedere seguendo i vari passaggi:

  1. Ispezionare l‘orecchio

Prima di procedere alla pulizia delle orecchie del cane, è importante ispezionarle dall'esterno e dall'interno. Presta attenzione a possibili lesioni o ad eventuali irritazioni a livello del padiglione auricolare. Se il tuo cane non si lascia toccare le orecchie potrebbe significare che prova dolore: in questo caso puoi fargli pulire le orecchie da un medico veterinario.

  1. Introdurre una soluzione detergente

Per la successiva rimozione di sporco e cerume, è bene utilizzare una soluzione detergente delicata. I saponi e le soluzioni a base alcolica che si trovano in commercio non vanno utilizzati poiché danneggiano la pelle sensibile delle orecchie del cane e possono causare infiammazioni dolorose. Il consiglio è quello di utilizzare invece detergenti specifici che rispettino la delicata pelle delle orecchie del cane.

Nel nostro shop online zooplus.it trovi una selezione di prodotti per l’igiene del cane studiati appositamente per pulire le orecchie.

Cane
  1. Massaggiare la soluzione detergente all’interno dell’orecchio

Per sciogliere tutte le particelle di sporco presenti nella parte più profonda dell'orecchio del tuo cane, è necessario massaggiare la soluzione dopo averla applicata. Per farlo, devi posizionare le tue dita alla base dell'orecchio del tuo pet, quindi massaggiare accuratamente di modo che il liquido agisca.

  1. Rimuovere lo sporco con una salviettina

Lo sporco, sciolto grazie al detergente, può quindi essere rimosso dall'orecchio del cane con l'aiuto di un po’ di cotone idrofilo o di un panno morbido. In nessun caso bisogna utilizzare i cottonfioc, poiché possono danneggiare alcune parti dell'orecchio interno come il timpano, oltre a correre il rischio – usando un bastoncino di ovatta – di spingere le secrezioni dell'orecchio in profondità, nei canali uditivi. Il più delle volte, comunque, il cane tende a scuotere la testa, dopo questa operazione, in pratica rimuovendo autonomamente il detergente e lo sporco dal suo orecchio.

A cosa devo fare attenzione quando pulisco le orecchie del mio cane?

In generale, le orecchie del cane sono molto delicate. Per evitare lesioni e infezioni, quindi, è importante essere sempre scrupolosi e prudenti, durante la pulizia. Il nostro consiglio è quello di assicurarsi di utilizzare solo soluzioni delicate e strumenti privi di parti acuminate potenzialmente pericolose.

Se il tuo cane reagisce mostrando dolore, occorre interrompere temporaneamente la pulizia delle orecchie e provare a calmarlo. Se non dovesse calmarsi e si rifiutasse del tutto di farsi pulire le orecchie, è una buona idea rivolgersi ad un medico veterinario.

I nostri articoli più utili

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?

Il cane vomita

Ogni padrone si sarà di sicuro trovato di fronte a una situazione del genere, spaventandosi nel vedere il propri cane vomitare improvvisamente. Tuttavia, non c’è bisogno di allarmarsi ogni volta che succede. Può capitare spesso che il cane vomiti e le cause dietro questo problema possono essere molteplici. Se dovesse trattarsi di un episodio isolato, il più delle volte il vomito non rappresenta alcun pericolo per il cane. Se invece il cane vomita spesso e il problema è associato a un peggioramento delle sue condizioni, è necessario rivolgersi a un medico veterinario.