Levriero arabo (Sloughi)

levriero arabo

Questo peloso elegante era un tempo compagno di caccia dei beduini.

Un tempo compagno di caccia preferito dei beduini, oggi lo Sloughi è anche un fantastico compagno di zampa per le famiglie sportive. Ma attenzione: il “Levriero Arabo” – altro nome con il quale è conosciuto – ha bisogno di fare molto esercizio fisico.

Aspetto dello Sloughi

Lo Sloughi è un levriero delicato con un’altezza al garrese che può raggiungere i 72 cm nei maschi e i 68 cm nelle femmine. La sua corporatura molto snella e affusolata emana una grazia sottolineata anche dalla testa elegante su un collo lungo. La coda è ricurva quando è a riposo.

Questo levriero dalle orecchie ricadenti esprime il suo stato d’animo in modo molto evidente attraverso la mimica facciale: chi ha già esperienza con questi pelosi riesce a leggere gli stati d’animo del suo amico di zampa nel suo volto. A prima vista, lo Sloughi appare spesso un po’ malinconico. Lo standard FCI lo descrive così: “l’espressione è gentile, un po’ triste, lo sguardo sembra nostalgico”.

Il mantello corto e fitto può variare dal colore sabbia chiaro al rosso sabbia (fulvo), con o senza maschera nera. Anche gli esemplari tigrati (brindle) soddisfano lo standard.

La storia: orgoglio dei beduini del Nord Africa

Gli Sloughis sono figli (e figlie) del deserto: la razza è nata nella regione del Maghreb, cioè in Marocco, Tunisia e Algeria. Come compagni dei beduini del Nord Africa, li hanno serviti fedelmente per secoli. Gli antenati degli attuali Sloughis sono raffigurati su rilievi murali risalenti a oltre 3.000 anni fa. Questi cani erano utilizzati in particolare per la caccia a cavallo con il falco. Cavaliere, cavallo (o dromedario), falco e cane formavano una squadra: il falco cacciava la selvaggina, il cane, trasportato sulla sella davanti al cavaliere, la catturava.

L’importanza dello Sloughi per la caccia e quindi per l’alimentazione dei beduini è stata a lungo tenuta in grande considerazione dalla popolazione, tanto da essere ritenuto uno dei beni più preziosi dei beduini insieme al dromedario e al cavallo da sella. Ancora oggi, lo Sloughi gode di una rilevanza speciale in Nord Africa e, a differenza di altri cani, è considerato “puro”. Il suo nome arabo è el hor, che significa il nobile. Tuttavia, questa forma di caccia si svolge solo in alcune zone rurali. Oggi, molti Sloughi vivono soprattutto in Marocco, che è anche indicato come Paese d’origine ed è responsabile dello standard.

Un carattere sensibile

Questo amico di zampa è un compagno sensibile che ha bisogno di uno stretto contatto con i suoi umani. Ama mostrare il suo lato dolce e coccoloso a chi lo accudisce. È quindi molto adatto come cane da compagnia e, se gli viene garantito un adeguato esercizio fisico, è molto calmo e facile da accudire in casa.

Lo Sloughi è vigile e pronto a difendere i suoi cari in caso di pericolo. Nonostante reagisca a qualsiasi cosa insolita, non tende ad abbaiare. Di solito è distaccato nei confronti degli estranei, ma si rilassa quando si rende conto di essere accolto in modo amichevole. Va d’accordo con i suoi simili e ama vivere insieme ad altri esemplari della stessa razza.

Se avvistano una possibile preda, non tutti gli Sloughi adulti rispondono al richiamo: in tal caso dovrebbero essere lasciati liberi di correre solo in aree prive di selvaggina, cosa assolutamente auspicabile per un cane con una così grande voglia di muoversi.

Addestramento del levriero arabo

Chi sceglie di adottare uno Sloughi, dovrebbe apprezzare il suo carattere indipendente: questo peloso non agisce per pura obbedienza, ma per affetto e sulla base di un profondo legame con i suoi umani.

Questo dolce levriero ha bisogno di un addestramento gentile. Un’eccessiva durezza distruggerebbe definitivamente il vostro rapporto di fiducia e porterebbe questo cagnolone cane sensibile a chiudersi in sé stesso. Apprezza una persona di riferimento tranquillizzante che lo guidi con coerenza. L’addestramento dovrebbe incentrarsi fin dalla più tenera età sulla risposta al tuo richiamo, perché questo potrebbe permetterti il grande vantaggio, in seguito, di lasciare che il tuo Sloughi sportivo corra senza guinzaglio.

Le lezioni per cuccioli e la scuola per cani sono un buon punto di partenza per l’educazione del cane: qui il tuo Sloughi incontrerà altri giovani cani con i quali potrà stringere amicizia. Cerca per tempo una scuola che valorizzi un addestramento gentile; l’ideale sarebbe che nella tua zona ci fosse anche un’associazione di corse per cani. Dopo tutto, solo uno Sloughi che fa abbastanza esercizio fisico può essere un cane ben educato.

sloughi © liliya kulianionak / stock.adobe.com
Solo uno Sloughi ben addestrato a rispondere al richiamo può essere lasciato libero di correre senza guinzaglio.

Lo sport: lo Sloughi si diverte correndo

Uno Sloughi ha bisogno di un esercizio fisico adeguato alla specie e questo significa tanto movimento! Ama correre veloce, cosa che dovresti permettergli di fare regolarmente. Il modo migliore è quello di farlo esercitare nelle corse dei levrieri o nel lure coursing.

Ma uno Sloughi ben addestrato può anche correre liberamente in aree selvagge se è stato addestrato di conseguenza, almeno nella maggior parte dei casi. Alcuni esemplari, infatti, non rispondono al richiamo. È opportuno affrontare questo problema con l’allevatore, perché esistono linee con un maggiore o minore istinto predatorio.

Inoltre, lo Sloughi – una volta cresciuto e adeguatamente addestrato – è un ottimo compagno per andare a correre o in bici e ama fare lunghe passeggiate, anche di diverse ore. Suggerimento: informati sulle pettorine speciali per levrieri, perché molti amici di zampa di questa razza si liberano rapidamente dalle normali pettorine o dai collari. Dopo l’esercizio fisico, lo Sloughi ama le ore di relax in casa, dove può godersi le coccole della sua famiglia umana.

Salute: sensibile al freddo, ma robusto

Essendo un cane primitivo, lo Sloughi ha generalmente una salute stabile. Ciononostante, esiste una predisposizione all’atrofia progressiva della retina, una malattia oculareche può essere esclusa con un semplice esame del sangue. Parla con l’allevatore del suo programma di prevenzione sanitaria. Come è tipico dei levrieri, questa razza può essere sensibile agli anestetici e ad alcuni farmaci: parlane con il tuo veterinario.

Se si mantiene in movimento, questo peloso proveniente dal caldo continente africano può sentirsi a proprio agio anche all’esterno in inverno, ma non dovrebbe mai rimanervi in presenza di neve e ghiaccio, altrimenti si raffredda rapidamente. Un cappottino per cani può essere utile nella stagione fredda, soprattutto per gli animali più anziani. Uno Sloughi ben allevato può rimanere in forma e agile fino all’età di 14 anni.

L’alimentazione dello Sloughi

Una buona alimentazione è uno dei requisiti fondamentali per garantire al tuo peloso una vita lunga e attiva. Assicurati, quindi, di calcolare la quantità giusta: soprattutto se lo Sloughi è il tuo primo levriero, pesalo regolarmente e controlla che prenda peso in modo adeguato da cucciolo e che mantenga il suo peso da adulto.

Al tuo giovane Sloughi puoi somministrare un alimento per cuccioli di taglia medio-grande, i cui nutrienti sono appositamente studiati per lo sviluppo degli amici di zampa di grosse dimensioni. I cani ancora giovani, infatti, non devono crescere troppo rapidamente, per permettere allo scheletro e ai muscoli di svilupparsi ad un ritmo sano. I cuccioli hanno bisogno di non più di quattro pasti al giorno, mentre per gli Sloughi adulti bastano due razioni.

Importante: dopo aver mangiato è assolutamente necessario che il tuo fedele amico faccia una siesta, perché il riposo previene il rischio di torsione dello stomaco. Somministra al tuo peloso delle crocchette per cani o del cibo umido per cani di alta qualità, con un elevato contenuto di carne e senza cereali o zucchero. Anche nella scelta degli snack per cani dovresti privilegiare la qualità: carne essiccata, snack per l’igiene dentale, ossi da masticare o orecchie di manzo essiccate sono delle ricompense sane e gradite al tuo compagno di zampa. Naturalmente, dovresti sempre fornire acqua fresca al tuo cane.

Scopri la nostra selezione di cibo per cani nel negozio online cane di zooplus!

La toelettatura

Prendersi cura del pelo di uno Sloughi è molto semplice: basta spazzolare regolarmente il suo mantello corto con un guanto per la cura del pelo. Questo rituale, simile ad un piacevole massaggio, serve sia a rimuovere i peli morti, che a rafforzare il legame con il tuo amico di zampa. Lo Sloughi è un cane molto pulito e alcuni esemplari addirittura si puliscono come i gatti. Di solito è sufficiente eliminare la sporcizia dal mantello con un panno umido. Solo quando è particolarmente sporco dovresti fare il bagno al tuo cane e, anche in questo caso, solo con uno shampoo delicato per cani.

A causa delle orecchie ricadenti, possono facilmente svilupparsi delle infiammazioni auricolari: per evitare che ciò accada, controlla regolarmente le orecchie del tuo peloso e, se necessario, puliscile con un detergente auricolare per cani.

Dovresti controllare periodicamente anche le unghie del tuo cagnolone: se diventano troppo lunghe, c’è il rischio che rimangano impigliate in modo doloroso. Per questo motivo, è bene tenere a portata di mano delle forbicine per unghie, oltre ad una pinzetta per zecche e uno shampoo delicato per cani.

Sloughi ama correre © hemlep / stock.adobe.com

Lo Sloughi è il peloso che fa per me?

Prima di decidere se adottare un cane di questa razza, analizza le tue motivazioni: se ti affascina solo per il suo aspetto nobile e vivace, non gli renderai giustizia. Questo cane richiede empatia e persone sicure di sé che sappiano apprezzare il suo spirito libero. Uno Sloughi è adatto a famiglie che amano mantenersi attive e che trascorrono molto tempo con loro all’aria aperta. L’ideale sarebbe mettergli a disposizione anche un giardino ben recintato dove possa scorrazzare liberamente. Un appartamento di città non è adatto a un cane i cui antenati avevano un immenso deserto come giardino di casa.

Se stai pensando di convivere con uno Sloughi, avere già esperienza con i cani è un grande vantaggio, poiché l’addestramento richiede non solo empatia ma anche competenza. Ciononostante, anche un appassionato di cani alle prime armi può allevare correttamente uno Sloughi dopo essersi documentato sull’argomento, aver frequentato una scuola per cani e aver parlato con altre persone di riferimento di levrieri.

Ha bisogno di creare un legame speciale con i suoi umani e, oltre alla corsa, ama anche le coccole. Quindi, se decidi di adottare uno Sloughi, dovrai dedicargli molto tempo: una passeggiata intorno all’isolato non basterà a soddisfare il suo bisogno di movimento. Va d’accordo con gli altri cani e ama vivere con altri Sloughi.

È un cane adatto ai bambini, ma dovresti assicurarti che il tuo compagno di zampa abbia sempre un posto dove rifugiarsi: il rumore e il trambusto potrebbero mettere rapidamente sotto stress questo peloso sensibile. Non dovresti mai lasciarlo incustodito insieme a piccoli animali, come i conigli. I gatti possono convivere con uno Sloughi solo se questo vi è già stato abituato da cucciolo e li accetta come membri del branco.

Valuta in anticipo la grande responsabilità che allevare un cane di questo tipo comporterà per gli anni a venire: è necessario pensare a dove puoi lasciare il cane quando vai in vacanza o in caso di malattia. Oltre al tempo da dedicargli, anche i costi di mantenimento di un cane sono significativi. Solo per fare alcuni esempi: il prezzo di adozione ed eventuale viaggio, gli accessori per il cane, le spese regolari per il cibo di alta qualità, le spese veterinarie e l’eventuale assicurazione per la responsabilità civile.

Dove posso trovare il mio Sloughi?

È possibile trovare un cucciolo di Sloughi presso un allevatore specializzato in questa razza canina. Ciò che a parole sembra semplice, nella pratica può essere un po’ più complicato, poiché si tratta di una razza piuttosto rara. Ad esempio, nel 2024 è stata registrata solo una cucciolata di Sloughi in Italia. Tuttavia, è bene stare alla larga da sedicenti allevatori che non appartengono a nessuna associazione e che propongono esemplari privi di documenti: si tratta di offerte poco serie che non vanno sostenute, nemmeno per compassione verso gli animali, perché la domanda regola l’offerta.

Ogni appassionato di Sloughi che abbia a cuore la salute, il carattere e il rispetto degli standard di razza adotterà un cucciolo solo da un allevatore responsabile, che investe molto tempo, denaro e competenze nei suoi pet, a vantaggio della razza nel suo complesso. Per questo vale la pena di viaggiare un po’ di più. Se desideri adottare un cucciolo da un Paese estero, osserva le norme di legge in materia di attraversamento dei confini nazionali. I club di levrieri possono metterti in contatto con gli allevamenti di altri Paesi. Queste organizzazioni possono anche fornirti informazioni su razze canine simili e, se preferisci adottare un cane adulto, aiutarti a trovarlo.

Anche le organizzazioni per la protezione degli animali e le associazioni di volontariato specializzate in levrieri sono un buon modo per trovare un nuovo compagno. Prenditi tutto il tempo necessario per dare un’occhiata su internet, visita anche diversi rifugi e sii aperto all’idea di adottare un altro tipo di levriero o un meticcio, perché proprio tra questi potrebbe esserci il peloso capace di conquistare il tuo cuore.

Ti auguriamo buon divertimento con il tuo nobile compagno di zampa!

Scheda dello Sloughi

In breve: Lo Sloughi, conosciuto anche come “Levriero Arabo” era il cane da caccia preferito dai beduini. Si distingue per la sua corporatura elegante e affusolata, per il suo carattere indipendente e per la sua passione per la corsa
Carattere: dolce, indipendente, resistente, affezionato ai suoi umani, con un marcato istinto predatorio
Altezza al garrese: 66 – 72 (maschi) 61 – 68 (femmine)
Peso: 22 – 28 kg (maschi) 18 – 23 kg (femmine)
Pelo: molto corto, fitto, fine
Colore del mantello: dal sabbia chiaro al rosso sabbia, con o senza maschera nera o tigrature
Colore degli occhi: scuro
Cura del pelo: minima
Perde molto pelo nella media
Adatto ai principianti: solo se disposti ad informarsi bene sulla razza e a trascorrere molto tempo con il loro cane
Tende ad abbaiare: no
Tendenza ad ingrassare: media
Adatto come cane da appartamento: no
Va d’accordo con i bambini:
Va d’accordo con i gatti: solo se abituato a convivere con loro fin da cucciolo
Aspettativa di vita: fino a 14 anni
Possibili malattie: Soggetto a atrofia progressiva della retina e torsione gastrica, può essere sensibile agli anestetici e ad alcuni farmaci
Prezzo: circa 1.000 euro
Classificazione FCI: Gruppo 10 “Levrieri” Sezione 3 “Levrieri a pelo corto”
Bisogno di movimento: elevato
Difficoltà di addestramento: media
Origine: Marocco

Proposte d’acquisto dalla redazione di zooplus

I prodotti selezionati nel box sono proposte effettuate dalla redazione, alimenti e accessori che puoi trovare nel negozio online per animali di zooplus e non costituiscono advertising da parte dei brand citati.

I nostri articoli più utili
16 min

Lagotto Romagnolo: scopriamo la razza

In origine il Lagotto romagnolo era conosciuto come un cane d'acqua, ma oggi è diventato uno dei più noti cani da tartufo. A prescindere da questa sua caratteristica, è una razza canina sportiva e amichevole, che sempre più padroni scelgono di allevare come cane da compagnia.

16 min

Barboncino media mole: oltre le apparenze

Non più di 10 kg di peso, distribuiti su un'altezza al garrese che raggiunge al massimo i 45 cm: per moltissime persone il Barbone media mole ha proprio la conformazione fisica ideale, e d’altra parte sa diventare il più fedele e affettuoso dei compagni di zampa.