Cane di razza o meticcio? Un peloso dilemma!

Cane di razza o meticcio?

Finalmente è deciso: arriverà un cane a rallegrare le giornate della tua famiglia. È una bellissima notizia che deve naturalmente lasciarti entusiasta, ma altrettanto consapevole che è il momento di rimboccarsi le maniche.

In fondo manca proprio poco all’arrivo del nuovo membro della famiglia ed è normale che tu voglia prepararti al meglio. Ma a chi è meglio rivolgersi per trovare il tanto desiderato amico di zampa, a un canile o a un allevamento?

Leggendo questo articolo scoprirai le diverse possibilità che hai per adottare un peloso e capirai se nel tuo caso è meglio scegliere un cane di razza o un meticcio.

La differenza più evidente: l’aspetto

I cani appartenenti a una razza ufficiale e riconosciuta possono essere distinti in modo chiaro sulla base di caratteristiche specifiche, elencate nello standard di razza stesso e certificate dal pedigree che ne attesta la provenienza.

I meticci nascono invece da un incrocio di diverse razze canine, non sempre facilmente identificabili.

Il tuo meticcio, ad esempio, potrebbe essere molto simile a un Labrador ma avere la corporatura leggera e scattante di un Setter.

La scelta tra cane di razza o meticcio è molto spesso una questione di gusto personale e sui gusti, si sa, non si discute.

Non solo estetica, parliamo di carattere

L’appartenenza ad una o all’altra razza non determina solo le caratteristiche estetiche del cane, ma anche i lati caratteriali principali.

A questo dato di partenza, si aggiungono le condizioni in cui l'animale trascorre i primi mesi di vita: i cani di razza crescono spesso a casa dell’allevatore e se hanno la fortuna di capitare tra le mani di un professionista serio e responsabile possono addirittura vivere all’interno dell’ambiente familiare.

Il loro stato di salute è costantemente monitorato, hanno a disposizione alimenti di ottima qualità e seguono già da cuccioli una determinata educazione dal punto di vista comportamentale.

Nel migliore dei casi, l’allevatore diventa una figura di riferimento anche per la nuova famiglia del cucciolo, assistendola nella fase di adozione.

Quindi chi, tra cane di razza o meticcio, sceglie la prima soluzione, ha spesso già in mente con precisione il tipo di compagno di zampa che desidera.

Il carattere di un San Bernardo è infatti molto diverso da quello di un Husky, e un Bassotto ha tutt’altre caratteristiche rispetto a un Australian Shepherd.

Questo discorso vale in modo particolare se hai la possibilità di conoscere direttamente l’allevatore che ti fornirà il tuo cucciolo, e magari perfino i suoi genitori e i compagni di cucciolata.

Se scegli di adottare un meticcio, non potrai fare affidamento sulla qualità dell’allevamento: molto spesso non è proprio possibile avere informazioni sui primi anni di vita del cane, ed è quindi difficile capire come sia cresciuto.

Raramente si conosce anche solo uno dei genitori, pertanto sia l’aspetto definitivo del cane che il suo carattere saranno una vera e propria sorpresa.

Ma non preoccuparti, se il peloso che ha conquistato il tuo cuore si trova in un canile, potrai certamente contare sull’esperienza del personale della struttura, che saprà darti qualche dritta su come andare d’amore a d’accordo con il tuo nuovo compagno di zampa.

La salute può fare la differenza?

I cani di razza sono il risultato di una selezione di esemplari con determinate caratteristiche.

Questo processo, da un lato, può essere una garanzia di buon carattere, ma dall’altro riduce il pool genetico dell’animale e può causare la comparsa di malattie ereditarie e altri disturbi tipici della razza.

Un esempio sono le patologie della spina dorsale nei Bassotti, la predisposizione al collasso della trachea nei cani di taglia piccola o ancora la displasia dell’anca nei cani da pastore.

I meticci invece spesso non hanno alcuna predisposizione evidente e riconosciuta per determinate patologie ereditarie.

Attenzione però, questo non significa automaticamente che un cane senza pedigree abbia una salute di ferro.

Trattandosi di un incrocio di varie razze, conviene analizzare quanto più possibile il suo albero genealogico per capire se è predisposto a qualche malattia.

Non va dimenticato, inoltre, che i cani di razza cresciuti in allevamento sono spesso seguiti da un veterinario fin dal momento della nascita e nella maggior parte dei casi sono stati sottoposti alle vaccinazioni più importanti, certificate all’interno del loro libretto vaccinale.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo molto importante nella salute: una dieta orientata ai bisogni specifici del cane è il primo passo per una vita lunga e sana.

Quando si ha a che fare con un meticcio, purtroppo, non conoscendone la storia non è possibile avere la certezza che sia stato nutrito correttamente sin da cucciolo.

Mano al portafoglio

Tra cane di razza o meticcio c’è una differenza abbastanza certa: il costo.

Chi vuole avere un cane con pedigree, deve spesso essere pronto a spendere: i cani di razza arrivano a costare anche diverse migliaia di euro.

Non pensare che si tratti di una truffa: l’allevamento e la crescita di un cucciolo sono attività costose.

Raramente infatti i canili riescono a coprire tutte le spese che hanno con le sole offerte di adozione o con l’aiuto economico dei volontari.

Considera poi che le spese effettive dell’avere un cane cresceranno insieme a lui e ti saranno quindi chiare solo dopo averlo adottato.

Percorsi di addestramento, veterinario e alimentazione sono solo alcune delle spese che dovrai sostenere per garantire al tuo peloso la vita che merita.

Cane di razza o meticcio? Una scelta difficile

Quindi, cane di razza o meticcio? In realtà, non è per nulla semplice rispondere a questa domanda.

Ogni scelta ha i suoi pro e i suoi contro, e quasi sempre è la prima impressione a rivelarsi decisiva.

Quella sensazione che ti fa dire: è proprio questo il cane che stava aspettando me e la mia famiglia!

Ti facciamo i nostri migliori auguri per la tua ricerca, sicuri che seguendo il tuo cuore troverai il compagno di vita perfetto e farai la felicità di tutti.

I nostri articoli più utili
7 min

Il mio cane mi vuole bene: 10 segnali per capirlo

Il mio cane mi vuole bene? Quando qualcuno ci sta a cuore, è naturale desiderare che i nostri sentimenti siano ricambiati. Questo vale con il partner, per le amicizie e ovviamente anche nei confronti dei nostri pelosi. Ma il cane, non potendo parlare, deve necessariamente trovare altri modi per dimostrare tutto il suo amore: il tuo peloso è intelligente ed escogiterà delle soluzioni davvero tenere per farti capire quanto ci tiene a te. E se non riesco a capire se il mio cane mi vuole bene? Impossibile. La capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi. In questo articolo abbiamo raccolto i dieci segnali più comuni che confermano che il tuo cane ti vuole bene e che scodinzola solo per te. Lasciati incantare da tutte le prove di affetto del tuo adorato compagno di zampa!
6 min

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.
5 min

Dormire con il cane nel letto: si o no?

Posso dormire con il cane nel letto? Se hai la fortuna di condividere il tuo appartamento con un peloso ti sarà certamente capitato di cercare risposta a questa domanda. Le opinioni sul tema sono da sempre le più disparate. In questo articolo abbiamo raccolto una panoramica dei vantaggi e degli svantaggi di questa decisione, per aiutarti a capire, senza farti influenzare dalle opinioni altrui, se vuoi permettere al tuo amico di zampa di dormire insieme a te.