Lezioni per cuccioli: imparare giocando

Cuccioli Golden retriever corrono in prato

Il tuo cucciolo è ormai con te già da qualche tempo e ti sembra che si sia finalmente ambientato? Allora è giunto anche il momento di approcciarsi all’addestramento, frequentando con lui alcune lezioni per cuccioli.

Leggendo questo articolo scoprirai l’importanza del gioco nell’addestramento cinofilo e imparerai moltissimi esercizi per divertirti un mondo insieme al tuo peloso.

La socializzazione e le prime regole di base

Verso la terza settimana di vita, il cucciolo apre gli occhi e inizia a percepire gli stimoli provenienti dal mondo che lo circonda. D’ora in poi sarà tutto una scoperta e le giornate voleranno all’insegna della sua irrefrenabile curiosità.

A questa età, il cervello del tuo pelosetto inizia ad essere pronto a raccogliere e interpretare più sensazioni e informazioni possibili, per farsi un’idea via via sempre più chiara del contesto in cui crescerà e passerà la sua vita.

È importante fare il possibile perché questo periodo, detto di socializzazione sia denso di esperienze, naturalmente positive.

Verso i 4 mesi di età, infatti, inizierà una nuova fase di vita per il cucciolo, e tutti gli stimoli che avrà perso in precedenza non saranno recuperabili.

Se, ad esempio, non avrà contatti con altri cani al di fuori della mamma e dei fratelli, è probabile che in futuro si mostrerà piuttosto diffidente nei confronti dei suoi simili.

Va ricordato che il cervello del cane, purtroppo, è in grado di memorizzare a lungo termine anche le esperienze negative, che potrebbero quindi lasciare dei segni altrettanto indelebili nel carattere del tuo amico di zampa.

Trovarsi a dover scappare inseguito da un cane molto più grosso e aggressivo di lui, ad esempio, potrebbe influire sull’ansia con cui in futuro affronterà le vostre passeggiate.

Purtroppo anche una sola brutta esperienza, se particolarmente forte, è in grado di vanificare tutto il lavoro fatto per crescere un cucciolo equilibrato e sicuro. Ecco perché è importante che in questa delicata fase il cane impari a conoscere i suoi simili, annusandoli, innanzitutto, e successivamente osservandone l’aspetto e il comportamento.

Le lezioni per cuccioli, in questo senso, sono un ambiente ottimale: qui infatti i contatti tra cani avvengono sotto la stretta sorveglianza di un addestratore assolutamente esperto e competente, che ti darà anche preziosi consigli per rapportarti al tuo peloso nel modo migliore e crescere così un cane sano e sicuro di sé.

Esercizi e giochi: come sono organizzate le lezioni per cuccioli?

Il giorno tanto atteso è arrivato, inizia il corso di addestramento per il tuo pelosetto. Non crederai di liberarlo dal guinzaglio e lasciarlo correre per un’ora intera guardandolo da lontano? Tutt’altro!

Le lezioni per cuccioli sono molto di più di semplice gioco, bensì un ottimo modo per:

  • imparare a rapportarsi correttamente agli altri cani:i cuccioli, si sa, cono curiosissimi e corrono incontro con entusiasmo a chiunque gli passi vicino, compresi ovviamente i loro simili.

Durante le lezioni per cuccioli impareranno a controllarsi e a concentrarsi su di te, rispettando la tua figura come riferimento: in questa occasione, infatti, ad esempio durante le spiegazioni teoriche, i cuccioli sono a contatto con i loro compagni pelosi ma devono pur sempre rimanere al guinzaglio. Capiranno così come rimanere al tuo fianco senza lasciarsi distrarre da quello che accade intorno a voi.

  • riconoscere e rispettare le regole basilari dell’obbedienza ed eseguire semplici esercizi di addestramento: durante l’addestramento, il tuo amico di zampa non avrà il tempo di annoiarsi. Le lezioni per cuccioli sono appositamente costruite secondo un alternarsi di momenti di gioco, di calma e di esercizio guidato, e l’addestratore non mancherà di dispensare preziosi consigli anche per la vita di tutti i giorni tra le mura di casa.

Il cucciolo, ad esempio, imparerà in breve tempo il meccanismo della ricompensa, un ottimo metodo per portarlo a riconoscere e rispettare i tuoi comandi.

  • rinforzare il legame tra il cucciolo e il suo umano: condividere con altri cani esperienze emozionanti e fare insieme a te nuove scoperte non farà che rinforzare il fantastico rapporto che si sta creando con il tuo cucciolo e che vi legherà per la vita.

Molte scuole per cani propongono, ad esempio, dei piccoli tour esplorativi in cui il tuo cane sperimenterà diverse tipologie di terreno, potrà annusare moltissime piante, fiori ed elementi naturali vari e nascondersi all’interno di buchi e gallerie. Ovviamente in tua compagnia!

  • giocare e divertirsi: come ogni bambino, anche il tuo cucciolo ha un grandissimo bisogno di giocare. E nessuno glielo vieterà!

Molto probabilmente l’addestratore formerà dei piccoli gruppi di due cani ciascuno, scegliendo esemplari con un temperamento simile e lasciando loro la possibilità di giocare liberamente per qualche minuto.

Grazie al contatto con i suoi simili, il tuo cucciolo imparerà diversi modi di giocare e saprà gestire meglio i futuri incontri con gli altri cani.

Australian Shepherd corre in giardino

Il troppo stroppia: perché giocare a lungo può essere controproducente per il cucciolo

Lo sappiamo da quando siamo bambini, ci sono momenti per giocare e momenti in cui è necessario essere più seri. Questo vale naturalmente anche per il tuo piccolo pelosetto.

Ma perché il cane non dovrebbe essere lasciato libero di giocare tutte le volte che gli va, durante le lezioni per cuccioli così come quando è con te al parco o a casa?

I motivi sono diversi:

  • Innanzitutto, per stare bene è importante che il tuo cucciolo si senta sempre al sicuro. Il gioco incontrollato potrebbe farlo uscire dai ranghi, provocandogli una sensazione di smarrimento.
  • I cuccioli poi, proprio come i bambini, non hanno assolutamente la percezione della propria forza e talvolta può capitare che, giocando, un cane sovrasti sull’altro, facendolo sentire minacciato. Una sensazione di questo tipo, per quanto possa sembrare innocua o passeggera, rischia invece di influenzare l’intera vita del cane, minando il modo in cui si rapporterà in futuro ai suoi simili.

Immagina l’effetto che potrebbe avere l’esuberanza del Pastore belga su un cucciolo di Bassotto! Ecco perché è importante che i primi approcci tra cani avvengano sempre sotto la stretta sorveglianza dell’addestratore o della figura umana di riferimento.

Talvolta, magari dopo una passeggiata in un nuovo ambiente, il tuo piccolo potrebbe iniziare a scatenarsi più del solito, correndo all’impazzata, apparentemente senza un perché.

In questa occasione ha infatti vissuto talmente tante nuove emozioni e fatica a rielaborarle.

Un cane alle prese con i famosi cinque minuti di follia può essere difficile da gestire: un eccitamento esagerato potrebbe anche tradursi in un comportamento aggressivo, con morsi e attacchi di vario tipo.

Giocare in questo modo è quindi assolutamente controproducente: non insegna nulla e anzi, sicuramente ostacola la relazione con gli altri cani.

Le lezioni per cuccioli spesso terminano con un momento in cui si ha la possibilità di fare qualche domanda all’addestratore. È un’ottima occasione per far riposare il tuo piccolo compagno di zampa: di sua iniziativa, lo sai bene, non si fermerebbe mai, ma lasciarlo libero di seguire il suo istinto lo stancherebbe davvero troppo, innescando appunto i famosi “cinque minuti”.

Sfoglia il nostro magazine per trovare moltissimi altri consigli su come addestrare un cucciolo!

rodhesian ridgeback cuccioli giocano insieme

Consigli per scegliere il giusto corso di addestramento

Un corso di addestramento serio apprezzerà e asseconderà senza dubbio la tua richiesta di assistere ad un’ora di lezione senza il tuo amico di zampa. Si tratta di un primo approccio importante, perché se tu ti senti a tuo agio è probabile che anche il tuo peloso lo sarà.

In ogni caso, di seguito riportiamo un breve elenco delle caratteristiche che dovrebbe avere un buon corso di addestramento:

  • Una lezione dovrebbe accogliere al massimo cinque cuccioli
  • Durante l’ora si alternano momenti di gioco, di esercizio guidato e di pausa
  • L’addestratore seleziona i cani da far giocare insieme in base alle dimensioni e al temperamento
  • L’addestratore dà anche informazioni teoriche per aiutarti a decifrare il linguaggio corporeo del cane e alcuni atteggiamenti in particolare
  • Quando il cucciolo esegue correttamente un comando o obbedisce, viene premiato per rinforzare positivamente il suo comportamento
  • In caso contrario, il cane non viene punito, bensì ignorato
  • I cani non subiscono intimidazioni e aggressioni dai partecipanti più attaccabrighe
  • Le lezioni per cuccioli non ammettono cani da caccia (sopra le 17 settimane)
  • L’addestratore cinofilo suggerisce alcuni esercizi da fare come compito durante la settimana e lascia spazio per qualsiasi domanda, anche relativa alla quotidianità con il cucciolo

Un consiglio: cerca un buon corso di addestramento ancora prima dell’arrivo a casa del tuo pelosetto e prenotalo per tempo. Il momento migliore per frequentare delle lezioni per cuccioli è infatti entro i due mesi di età, pertanto se il corso prescelto fosse pieno potresti rischiare di arrivare troppo tardi.

Come capire se il mio cucciolo dovrebbe seguire un corso di addestramento?

Non importa se il tuo piccolo peloso ti sembra bravissimo o se ti senti ormai un esperto in materia di educazione cinofila: se un corso di addestramento è fatto bene, varrà sempre la pena frequentarlo, perché regalerà sia a te che al tuo amico di zampa un bagaglio di esperienze preziosissime.

Se poi è la prima volta che prendi con te un cagnolino le lezioni per cuccioli sono semplicemente irrinunciabili. In fondo non è solo il tuo nuovo compagno peloso a dover imparare molte cose, anche per te è tutto una novità.

Pensi di non riuscire a garantire al tuo cane un regolare contatto con i suoi simili? Un corso di addestramento è allora l’ideale per sopperire a questa mancanza. Molte scuole per cani offrono anche di proseguire il percorso con un addestramento per cani junior.

Qualche gioco da fare insieme, a casa

Non pensare che un’ora di lezione alla settimana basterà per sfogare il tuo instancabile amico di zampa: giocare a casa con te è importante quasi quanto il corso di addestramento, non solo per tenerlo fisicamente attivo.

I giochi insieme a te sono fondamentali per un corretto sviluppo del suo comportamento sociale e per una buona educazione in generale.

Ad esempio, le sessioni di gioco a tu per tu sono perfette per insegnargli a non mordere: non appena senti che sta stringendo i denti con troppa forza puoi alzare leggermente la voce con un comando chiaro e preciso, allontanando contemporaneamente il suo musetto.

Smetti poi di giocare per qualche secondo: il cane capirà perfettamente di aver superato un limite.

Ricorda di concedere al tuo tesoruccio peloso qualche pausa durante i vostri giochi: è sempre importante non esagerare e non agitarlo.

Quali sono i giochi più facili da attuare tra le mura di casa?

  • Tira e molla con la corda
  • Riporto
  • Giochi di intelligenza
  • Lotta
  • Fargli fiutare e trovare qualcosa

Buon divertimento insieme al tuo cucciolo!

I nostri articoli più utili
11 min

I vaccini del cane: quali sono e a cosa servono

Fortunatamente al giorno d'oggi possiamo proteggere i nostri amici di zampa rafforzando le loro difese immunitarie contro alcune malattie. Sono molti infatti i vaccini del cane, alcuni raccomandati e altri solo consigliati. In questo articolo potrai conoscerli più da vicino e capire qanto è importante immunizzare il tuo pelosetto, a maggior ragione quando è ancora un cucciolo.
6 min

Abituare il cucciolo a restare solo in casa

I cani amano stare in compagnia del loro branco, perché sono animali con una componente sociale molto spiccata. Tuttavia, ogni cane dovrebbe essere in grado di rimanere da solo per alcune ore. Per questo è opportuno abituarlo sin da cucciolo alla nostra assenza. Per farlo correttamente, però, c’è bisogno di tempo e pazienza, procedendo con gradualità. Ecco come puoi abituare il tuo cucciolo a restare da solo in casa per un po’ senza sentirsi solo o abbandonato.
5 min

Il mio cucciolo morde – che fare?

Cosa posso fare se il mio cucciolo morde continuamente? Va detto che già intorno alle sei settimane di vita anche il cucciolo più carino dispone di 28 denti che può usare efficacemente. Per fortuna con queste sue piccole armi affilate può solo pungere e non provocare ferite. Tuttavia ogni proprietario di cani dovrebbe dedicare molte energie ad insegnare al proprio cucciolo a desistere dal mordere, nonostante si tratti di un istinto. Cosa si può fare, dunque, per impedire al cucciolo di mordere? La maggior parte dei cani quando viene adottata ha già fatto esperienze fondamentali con i fratelli.  Di tanto in tanto si sente dire che l'inibizione del morso è innata e che non è necessario fare alcunché. Tuttavia si tratta di un errore che può avere gravi conseguenze, perché questa capacità del cane è di grande importanza ai fini di una convivenza tranquilla con l’essere umano: aver insegnato al proprio cane a desistere dal mordere previene lesioni pericolose nel caso in cui si verifichi una situazione che dal punto di vista animale possa essere percepita come eccezionale e quindi in qualche modo “a rischio morso”.