Sphynx: un fascino tutto da scoprire

Sphynx

Lo Sphynx è un gatto dall’aspetto misterioso e la sua bellezza è ancora oggi molto dibattuta.

Lo Sphynx è quasi completamente privo di pelo ed è forse la razza che più divide l’opinione degli amanti dei gatti: c’è infatti chi guarda con sospetto all’allevamento di questi gatti di provenienza canadese, sostenendo che si tratti di una razza geneticamente modificata in laboratorio, ma allo stesso tempo molti sono affascinati dallo straordinario aspetto di questo felino. Scopriamo assieme questa affascinante razza!

Il mondo del gatto nudo

Si tratta di un micio particolarmente muscoloso, di media grandezza, che può arrivare a pesare circa sette kg. Ha orecchie piuttosto grandi e aperte e una testa dalla forma spigolosa. Gli occhi, che lo standard di razza descrive come “a forma di limone”, sono posti leggermente in obliquo sopra i prominenti zigomi.

La caratteristica più tipica della razza è la quasi totale assenza di pelo: il corpo dello Sphynx è infatti coperto solo da una sottilissima peluria, praticamente invisibile. Un altro tratto peculiare è la pelle molle e leggermente rugosa: lo standard di razza prescrive la presenza di rughe almeno sul capo.

Il colore della pelle dello Sphynx è vario tanto quanto il colore del mantello dei suoi simili pelosi, pertanto si possono tranquillamente trovare gatti di questa razza che presentano disegni o macchie e ovviamente con colorazioni che includono il bianco.

Il gatto Sphynx: un inguaribile coccolone

I gatti della razza Sphynx sono intelligenti, giocherelloni, vivaci e fedeli. Non è raro che amino farsi coccolare dai propri compagni di vita, siano questi umani o altri amici di zampa. Si affezionano molto al proprio umano e si mostrano spesso molto socievoli anche con altri animali domestici, come ad esempio i cani.

Se stai pensando di adottare uno Sphynx devi sapere che questo felino può rivelarsi leggermente “rumoroso”: il vasto repertorio di versi di cui dispone lo rende quasi un gatto parlante. Non temere, non si tratta mai di miagolii particolarmente fastidiosi, quanto più di una sorta di gemito.

Come ci si prende cura di uno Sphynx?

I gatti Sphynx hanno esattamente gli stessi bisogni degli altri gatti, ma volendo essere precisi ci sono un paio di particolarità da tenere a mente.

I gatti di razza Sphynx con una buona socializzazione alle spalle apprezzeranno molto la compagnia di un loro simile: l’ideale sarebbe un altro esemplare della stessa razza o in ogni caso un micio con lo stesso carattere fedele.

Ricorda di non lasciare il tuo Sphynx libero di girovagare da solo in zone non sicure: il suo aspetto particolare, in aggiunta alla socievolezza che lo contraddistingue, lo rende un’ottima vittima di facili furti. Come alternativa ai giretti in solitaria all’aria aperta, puoi creare per il tuo amato micio un balcone in sicurezza, in cui possa scatenarsi a piacimento.

Come tutti i pet, anche i gatti nudi hanno bisogno di essere regolarmente impegnati: puoi stimolarlo mentalmente proponendogli, ad esempio, un gioco di intelligenza. I soggetti più attivi possono perfino imparare i giochi da riporto.

In questo articolo potrai trovare diversi consigli su come stimolare il tuo gatto da appartamento.

Il pelo non è un semplice accessorio di bellezza, ma svolge una serie di funzioni molto importanti nella quotidianità dei nostri amici di zampa. Se vivi con uno o più Sphynx devi tenere a mente che possono essere molto più sensibili: può capitare che si feriscano molto più facilmente, anche solo giocando con i propri amici a quattro zampe.

Contrariamente a quanto si possa pensare, sembra che gli Sphynx non abbiamo bisogno di una temperatura ambiente più alta rispetto ai loro amici pelosi.

Ricorda: gli Sphynx non hanno una temperatura corporea più alta rispetto agli altri gatti, anzi, essendo privi proprio del pelo isolante sembrano solo più caldi.

Questa razza condivide inoltre con l’essere umano il problema relativo al sole: una pelle molto chiara sarà estremamente sensibile ai raggi UV e rischierà di scottarsi molto velocemente. I gatti nudi particolarmente chiari possono perfino abbronzarsi! Secondo la maggior parte degli esperti di questa razza non è in ogni caso necessario utilizzare una crema solare. In caso di dubbi, rivolgiti al tuo veterinario.

La mancanza di pelo fa sì che sulla pelle di questi particolari micioni si depositi, con il tempo, un leggero strato di sebo. C’è chi sceglie di fare il bagno regolarmente al proprio Sphynx, ma in alternativa sarà sufficiente passare un panno umido sulla pelle ogni due-tre giorni.

Si sente spesso dire che i gatti Sphynx siano adatti alle persone che soffrono di allergie al pelo felino: talvolta può anche essere vero, ma in linea generale non è possibile garantirlo.

Spesso la reazione allergica non è causata solo dal pelo in sé, quanto da una proteina prodotta dalle ghiandole sebacee, che si può quindi ritrovare sia sulla pelle che sulla saliva. Ecco perché un soggetto allergico ai gatti può essere allergico anche ai gatti di razza Sphynx.

Se sospetti di soffrire di un’allergia di questo tipo, chiedi un consulto ad un allergologo. Anche passare qualche ora in un allevamento potrà aiutarti a fare luce su questo tuo dubbio.

Quella dello Sphynx è una razza sana?

I gatti appartenenti alla razza Sphynx sono abbastanza rari, cosa che rende il pool genetico a disposizione particolarmente ridotto e comporta una maggiore predisposizione a determinate patologie.

Come abbiamo già accennato poco sopra, un ulteriore rischio nell’allevamento dei gatti di razza Sphynx è rappresentato dal ridotto pool genetico, spesso causa di incesto e quindi della trasmissione sempre più frequente di patologie ereditarie.

Ma c’è un modo per evitare o quantomeno ridurre al minimo questa problematica ed è selezionando accuratamente gli accoppiamenti, per evitare appunto gli incesti. Ecco perché è importantissimo rivolgersi a un allevatore responsabile, che con tutta probabilità prima dell’accoppiamento sottoporrà gli esemplari riproduttori allo screening per la cardiomiopatia ipertrofica o per la sindrome del rene policistico (PKD), due patologie verso cui i gatti di questa razza sono particolarmente predisposti.

È stato calcolato che i gatti Sphynx, proprio a causa dell’assenza di pelo, necessitano di mangiare circa il 20% in più rispetto ai loro cugini pelosi: la termoregolazione dei gatti nudi è infatti più complessa, l’assenza di pelo fa sì che il gatto disperda calore molto più velocemente e necessiti quindi di compensare questo processo con più energia.

Consiglio: Scegli un’alimentazione di qualità per il tuo gatto Sphynx.

Il problema della provenienza dei gatti Sphynx

I gatti Sphynx sono molto rari e ancora oggi oggetto di un intenso dibattito: infatti il loro aspetto così fuori dal comune, in origine, non era altro che un difetto accidentale, che l’uomo ha poi deciso di moltiplicare, facendone una razza vera e propria.

Le origini dello Sphynx

I gatti Sphynx non sono originari del Messico dell’era azteca, come spesso si legge, bensì del Canada.  Il primo esemplare risale al 1966, quando una gatta domestica diede alla luce, per puro caso, un gattino completamente privo di pelo. Ecco come è iniziato l’allevamento della razza Sphynx: a questo primo gattino, battezzato con il nome di “Prune” sono poi seguite altre cucciolate, alcune con micetti pelosi e altre invece di esemplari glabri.

Ma questi poveri gattini presentavano seri problemi di salute: il loro sistema immunitario non era in grado si svilupparsi correttamente, pertanto si decise di porre fine al loro allevamento.

Verso la metà degli anni ‘70 vennero però scovati altri esemplari glabri, una scoperta che diede nuovo avvio all’allevamento. Dal 1971 lo Sphynx è una razza riconosciuta. Il rappresentante per eccellenza di questi simpatici micioni è “Mr. Bigglesworth”, del film Austin Powers. Ricordi?

Rifletti attentamente sulla tua scelta

I Canadian Sphynx sono gatti molto rari, quindi se sei alla ricerca di un gatto di questa razza devi armarti di pazienza. Con tutta probabilità dovrai aspettare un bel po’ prima di incontrare il tuo amico di zampa. È importante trovare l'allevatore giusto, che lavori con assoluta responsabilità: esistono infatti moltissimi soggetti poco seri che offrono gatti nudi senza un vero e proprio pedigree o comunque senza presentare alcun certificato di provenienza.

Non fidarti di un allevatore che ti offra il gattino prima della dodicesima settimana di vita, e scegli chi ti assicuri di aver sottoposto i gatti riproduttori allo screening per le malattie ereditarie come la cardiomiopatia ipertrofica e la sindrome del rene policistico.

Leggi questo articolo per un riassunto delle cose più importanti da considerare durante una visita a un allevamento:  10 domande per l’allevatore di gatti.

Razze simili

Lo Sphynx non è l’unica razza di gatto nudo, per esempio troviamo il Don Sphynx, una razza di origine russa che presenta cinque varianti di pelo, di cui una è appunto la versione “nuda”.

Inoltre da un incrocio tra la variante glabra del Don Sphynx e un gatto siamese, è stata creata un’ulteriore razza di gatto nudo, il Peterbald.

Nonostante non sia completamente glabro, il Devon Rex è molto simile allo Sphynx, anche dal punto di vista del carattere, molto affettuoso. Il suo pelo arricciato si basa sulla stessa mutazione che ha portato alle modifiche al pelo del Canadian Sphynx.

Sphynx: una razza estremamente controversa

“I gatti Sphynx sono uno scherzo della natura, che ora noi umani abbiamo deciso di moltiplicare”. La scelta di allevare questi gatti è dovuta in gran parte al loro aspetto esotico, così diverso da tutte le altre razze, ma è una motivazione assolutamente superficiale e criticabile.

È indubbio che ci siano molti “gatti nudi” affascinanti e simpatici, pertanto prima di scegliere il gattino che ci farà compagnia per i prossimi anni dobbiamo chiederci: perché scegliere uno Sphynx? La risposta non deve assolutamente basarsi sul suo aspetto, spesso definito “alieno”, quanto sulla volontà di accudire un amico di zampa che in fondo vorrebbe solo essere un gatto come tutti gli altri.

I nostri articoli più utili
13 min

Il gatto Bengala: la meraviglia dell’Oriente

Quella del Bengala non è una vera e propria razza. È piuttosto un ibrido nato dall’incrocio tra un gatto domestico ed un felino selvatico asiatico. Gatti come il Bengala e il Serval appassionano sempre più persone. Ma quali caratteristiche ha e cosa bisogna sapere se si sceglie di adottare un Bengala?
9 min

Come riconoscere il Gatto Europeo

Sembra strano ma è così: il gatto Europeo, conosciuto anche come European Shorthair o “celtico dal pelo corto”, è a tutti gli effetti una razza felina. Questo non significa che tutti i gatti di campagna o i randagi che vivono in città siano necessariamente degli Europei. Si tratta infatti di una razza felina con standard specifici ben definiti, che l’allevatore deve conoscere e soddisfare perché si possa effettivamente parlare di “gatto Europeo”.
9 min

Maine Coon: carattere, aspetto, alimentazione

Quella del Main Coon è una delle razze feline più amate al mondo e anche in Italia sta riscuotendo sempre più successo, per il bel carattere socievole e il fisico robusto. Scopriamo insieme cosa rende tanto speciale questo gatto così popolare.