03 maggio 2018

Maine Coon

maine coon

Il Maine Coon è diventato una delle razze feline più amate al mondo, anche in Italia. Questo è dovuto soprattutto alla spontaneità riconducibile al suo carattere.

Provenienza

Il Maine Coon assomiglia molto al gatto Norvegese delle Foreste, ma in realtà proviene dagli Usa, in particolare dallo Stato del Maine. Esistono diverse leggende riguardanti la sua provenienza: una di queste vuole che il Maine Coon sia un incrocio tra un gatto e un orsetto lavatore (racoon in inglese), cosa tuttavia impossibile.

Carattere

Il Maine Coon è un animale particolarmente buono e socievole. È un gatto che necessita di tante attenzioni umane. Addirittura i Maine Coon parlano molto: il loro dolce miagolare accompagna ogni giorno. Sono inoltre gatti molto socievoli e vanno d’accordo con animali e bambini. I Maine Coon sono perfetti gatti domestici e adatti per chi lavora.

Corporatura

Il peso medio di un Maine Coon si aggira intorno ai 6-8 kg. Il suo corpo dà l’impressione di essere lungo e spigoloso. Ha una corporatura muscolosa, con un petto largo. Le sue zampe sono grandi, rotonde, forti, di media lunghezza, ben proporzionate e contengono ciuffi di pelo: in alcuni Maine Coon questi ciuffi sono talmente lunghi che sporgono di più di 2 cm dalle dita. La coda, invece, è lunga circa quanto il corpo.

Comportamento

Essendo stati gatti da lavoro in passato, i Maine Coon sono cacciatori provetti. Sono intelligenti, amano il gioco e l’acqua. Non sorprenderti quindi se lo vedi sguazzare in una pozzanghera o se si mette a giocare con la ciotola dell’acqua. Ad ogni modo, il Maine Coon dovrebbe avere a disposizione tiragraffi e nicchie da interno di dimensioni extra, data la sua taglia.

Anche le crocchette da somministrargli devono essere adatte alle sue dimensioni: Royal Canin Feline Breed e Concept for Life offrono del cibo secco per gatti pensato apposta per ogni razza.

Cura

Generalmente si pensa che la cura del pelo del Maine Coon sia molto impegnativa, avendo infatti un pelo di media lunghezza. In realtà non è così, dato che ha meno sottopelo e una lunghezza media. Inoltre non presenta molti nodi. È necessario, ad ogni modo, spazzolare con cura il pelo del Maine Coon almeno una volta alla settimana.

Lo sapevi che il Maine Coon è stato nominato come primo gatto da esposizione in America? Gli abitanti del Maine erano molto orgogliosi del loro gatto fuori dal comune ed erano convinti che fosse più intelligente, veloce, forte e in tutto e per tutto migliore degli altri gatti.

Articoli più letti

Gatto del Bengala

Il gatto del Bengala è una razza felina davvero unica. È un gatto domestico nel vero senso della parola, ma nelle sue vene scorre un pizzico di sangue selvatico. Le razze ibride come il Bengala o il Savannah rappresentano la nuova tendenza dell’allevamento felino. Ma cosa sono questi ibridi e a cosa bisogna prestare attenzione quando si decide di introdurre in casa un incrocio tra un gatto domestico e uno selvatico? Questo articolo ti fornirà le risposte a tanti dubbi.

Norvegese delle Foreste

Il gatto delle foreste norvegesi è il frutto di una lunga selezione naturale. Ha fatto la sua comparsa proprio in Norvegia, da dove ha iniziato a conquistare sempre più estimatori grazie al suo aspetto imponente e selvaggio e alla sua indole.

British Shorthair

La razza British Shorthair è ritenuta la più antica razza felina britannica. Si dice che sia stata portata dai Romani in Gran Bretagna, dove è rimasta per lungo tempo isolata. Da oltre 100 anni i British Shorthair vengono allevati in modo mirato. Nel 1871 i primi gatti British Shorthair vennero esposti al Crystal Palace.