22 maggio 2019

Gatto Munchkin

Il gatto Munchkin

Il gatto dalle zampe corte

Originaria degli Stati Uniti, questa razza felina dall'aspetto molto peculiare rappresenta ancora una rarità nelle altre parti del mondo.

Il gatto Munchkin si distingue per le sue zampe corte, frutto di una naturale mutazione genetica. Assieme al suo carattere inconfondibile, è proprio questa caratteristica a rendere il gatto Munchkin così speciale agli occhi di allevatori e appassionati.

Storia del gatto Munchkin

La scoperta del gatto Munchkin risale agli inizi del XX secolo. Cadde nell'oblio durante la Seconda Guerra Mondiale, per riapparire in seguito a Stalingrado, nel New England e infine negli anni Ottanta in Louisiana, dove Sandra Hochenedel scoprì una piccola gatta nera dalle zampe corte. La gattina venne chiamata Blackberry e nell'arco della sua vita diede alla luce diversi cuccioli. La metà dei gattini di ogni cucciolata aveva le zampe corte. Da una delle cucciolate di Blackberry nacque Toulouse, un esemplare maschio che venne affidato a un'amica di Sandra Hochenedel. Con Toulouse e Blackberry vennero poste le basi per l'allevamento del gatto Munchkin.

La razza fu esposta per la prima volta nel 1991 al Madison Square Garden di New York, e nel 1994 fu accolta nel programma di allevamento dell'associazione felinofila TICA (The International Cat Association). Il gatto Munchkin ha ottenuto lo status di razza da campionato nel 2003, ma un gran numero di rinomate associazioni di allevatori, come ad esempio la FIFe (Fédération Internationale Féline), non riconosce la razza. Si ritiene che il gatto Munchkin sia il risultato di una malattia ereditaria e che soffra di problemi di salute legati proprio alla deformità delle sue zampe. Tuttavia, molti allevatori di Munchkin e un gran numero di veterinari sono dell'opinione che le caratteristiche del gatto non rappresentino alcun limite e non lo rendano maggiormente soggetto a problemi di salute rispetto ad altre razze feline.

Il nome "Munchkin" deriva dal popolo omonimo di gnomi che vive nel mondo fantastico di Oz, rappresentato nel film "Il Mago di Oz" diretto nel 1939 da Victor Fleming.

Aspetto

Ciò che colpisce in un gatto Munchkin è la dimensione delle sue zampe che, in rapporto al resto del corpo, sono estremamente corte, sebbene abbiano una conformazione forte e muscolosa. Proprio le zampe rappresentano il tratto distintivo della razza.

Le orecchie sono particolarmente grandi, sono posizionate erette sulla testa e hanno le punte leggermente arrotondate. La testa ha la forma triangolare e presenta una fronte piatta. Gli occhi hanno una forma a mandorla, sono ben distanziati, leggermente obliqui e si presentano in diversi colori.

Le zampe del gatto Munchkin dovrebbero avere la stessa lunghezza, anche se quelle posteriori possono essere leggermente più lunghe. La parte terminale della zampa non deve essere rivolta né all’interno né all’esterno, ma dritta in avanti, e deve avere una forma arrotondata. La coda è lunga quanto il corpo ed è leggermente arrotondata sulla punta.

Il gatto Munchkin ha una taglia che può variare da media a grande, e presenta una corporatura muscolosa. Le femmine possono pesare tra i 2 e i 3,5 kg, mentre i maschi dai 3 ai 4 kg.

Il pelo del gatto Munchkin può avere due diverse lunghezze e aderisce a un corpo dalla struttura muscolosa: può essere corto e molto soffice (Munchkin Shorthair) o medio e setoso (Munchkin Longhair). Il colore del pelo può essere dei più disparati, dal bianco al nero, passando per il grigio e il rosso, e si presenta con molti disegni diversi.

Anche il colore degli occhi può variare molto. Nel frattempo si sono affermate anche delle sottovarianti di gatto Munchkin: una di queste è il Mei Toi, una variante di taglia nana del Munchkin, oppure delle varianti dalle zampe ancora più corte definite "super short".

Il carattere del gatto Munchkin

Il gatto Munchkin è un gatto affezionato al suo padrone. Ha un carattere tranquillo, ma allo stesso tempo molto socievole, vivace e giocherellone. Proprio come gli altri gatti, ha un grande bisogno di fare movimento, che può essere classificato da medio a elevato. Il gatto Munchkin ama correre e giocare, e nonostante le sue zampe corte è in grado di saltare, anche se non così in alto come le altre razze. Le sue zampette corte non pongono alcun limite alla mobilità di un gatto che si distingue soprattutto per la sua velocità. I Munchkin amano inoltre arrampicarsi, e per questo motivo è indispensabile dotarsi di un tiragraffi.

Si tratta di una razza che di solito va molto d'accordo con i bambini, con gli altri gatti, e in generale con gli altri animali domestici.

Adora ricevere tanto affetto, cure e attenzioni da parte dei suoi padroni, e partecipare il più possibile e in diversi modi alla loro vita. Il Munchkin è un gatto molto attaccato alla vita familiare, e ama prendervi parte. È, infatti, un gatto molto curioso, attento a ciò che succede attorno a lui.

Lo vedrai spesso seduto sulle sue zampette posteriori per avere meglio l'ambiente sotto controllo.

Per questo motivo è importante che il Munchkin viva in una famiglia che non lo lasci solo tutto il giorno. L'ideale sarebbe una famiglia composta da persone anziane o da persone che hanno comunque molto tempo da dedicare al proprio amico felino. Molto adatte al suo carattere sono anche le famiglie con bambini, altri gatti o altri animali domestici, ovviamente a patto che i bambini sappiano comportarsi in modo rispettoso e responsabile nei confronti del gatto Munchkin.

cucciolo di gatto Munchkin

Come allevare e prendersi cura di un gatto Munchkin

Il Munchkin non è un gatto particolarmente adatto ad essere lasciato libero. Dopotutto avrebbe dei limiti nella vita all'aperto, a differenza invece di altri suoi simili amanti delle scorribande e dei salti. Un ambiente sicuro, come ad esempio quello di un giardino a misura di gatto, può invece rappresentare un ottimo compromesso.

In base alla sua lunghezza, è importante spazzolare regolarmente il pelo delle sue zampette corte: in questo modo riuscirai a evitare che si formino dei nodi. Prendendoti regolarmente cura del pelo del gatto con una spazzola, rafforzerai anche il vostro legame, senza dimenticare che riuscirai così a salvare il tuo divano preferito dai suoi peli. Ogni casa con un gatto ha il suo tiragraffi, su cui anche il gatto Munchkin ama affondare gli artigli per affilarli e prendersene cura.

L'igiene dentale dei gatti è legata alla loro alimentazione, ed è molto efficace somministrare al Munchkin dei croccantini per gatti.

Per quanto riguarda le visite dal veterinario, si consiglia di effettuarle con una frequenza di una o due volte all'anno. Il veterinario ha la panoramica esatta dei trattamenti per sverminare il gatto e delle vaccinazioni sostenute. Grazie alla prevenzione, a una sana alimentazione e ad altre accortezze, riuscirai a dare un importante contributo alla salute del gatto, evitando in futuro terapie lunghe, complicate e costose, e risparmiando al tuo amico felino molte sofferenze.

La salute del gatto Munchkin

A differenza di quanto sostenuto dai detrattori di questa razza, la TICA (The International Cat Association) ritiene che le zampe corte del Munchkin non limitino la sua mobilità e non rappresentino un problema per la sua schiena.

Dal momento che si tratta di una razza piuttosto giovane, non è ancora possibile esprimersi con sicurezza su eventuali patologie specifiche.

Tuttavia, in una razza originale come il Munchkin, non è raro diagnosticare casi di lordosi, una curvatura a convessità anteriore della colonna vertebrale. Gli esemplari che soffrono di lordosi muoiono spesso in giovane età. Non è chiaro se la manifestazione di questa patologia dipenda dalla presenza delle zampe corte: a differenza del Bassotto, razza canina famosa anch'essa per le zampe corte, probabilmente il gatto Munchkin non presenta sistematicamente patologie della colonna vertebrale.

Se allevati e nutriti in maniera idonea alla specie, i Munchkin possono raggiungere un'età di 18 anni.

L’alimentazione del gatto Munchkin

Di quali alimenti ha bisogno questa razza?

Un alimento secco comporta vantaggi soprattutto per il padrone: ha un odore meno forte e il gatto potrà servirsene dalla ciotola ogni volta che ne avrà bisogno, ad esempio quando il padrone è al lavoro. Tuttavia, per il nostro amico a quattro zampe deve rappresentare soltanto un complemento agli alimenti umidi per gatto o un'alternativa occasionale per portare un po' di varietà nella sua dieta.

Solo in questo modo si potrà garantire un'alimentazione equilibrata. Il problema degli alimenti secchi è il loro basso contenuto di acqua, che ammonta soltanto a circa l'8%. Quella a base di croccantini è un'alimentazione che non rispecchia le naturali abitudini del gatto, che in natura regola l'assunzione di liquidi attraverso le prede.

Se il tuo Munchkin dovesse assumere soltanto alimenti secchi, potrebbe sviluppare delle patologie alla vescica e ai reni. Inoltre, gli alimenti secchi hanno un'elevata densità energetica, e possono quindi essere anche causa di sovrappeso. Tuttavia, alcuni veterinari consigliano un'alimentazione a base di alimenti secchi di alta qualità.

Probabilmente un gatto, se potesse, acquisterebbe alimenti umidi, dal momento che questi rispecchiano le sue naturali abitudini alimentari. Fai molta attenzione alla giusta composizione dell'alimento, che deve essere preparato con le giuste proporzioni di carne e verdura. Un alimento di buona qualità si riconosce inoltre dalla chiarezza dell'elenco dei derivati animali presenti. La fiducia nasce dalla trasparenza dell'etichetta. Tra i componenti ad alto valore nutrizionale ricordiamo interiora come fegato, cuore e stomaco. Il limite massimo di componenti di origine vegetale deve oscillare soltanto tra il 2 e il 5%.

Scopri il nostro assortimento di paste al malto e latte per gatti!

Come posso trovare il giusto allevatore di Munchkin?

Il Munchkin è un gatto allevato soprattutto negli Stati Uniti, e per questo motivo non è così semplice trovarne un esemplare sul nostro territorio. È possibile trovare qualche allevatore affidabile, ma si tratta di casi isolati per cui bisogna essere disposti a spostarsi di qualche chilometro. Il prezzo di un gatto Munchkin oscilla tra i 300 e i 1500 dollari.

Accertati che si tratti di un allevatore serio che alleva i suoi animali in modo responsabile. I gattini devono rimanere con la mamma almeno fino alla dodicesima settimana di vita, così da porre solide basi alla loro vita felina. Tieniti alla larga da quegli allevatori che offrono gatti di razza a prezzi stracciati e senza alcun documento.

È piuttosto raro trovare un Munchkin al gattile, ma chissà, magari il gatto dei tuoi sogni ti aspetta proprio lì. Farci una visita vale sicuramente la pena!

Articoli più letti

Gatto del Bengala

Il gatto del Bengala è una razza felina davvero unica. È un gatto domestico nel vero senso della parola, ma nelle sue vene scorre un pizzico di sangue selvatico. Le razze ibride come il Bengala o il Savannah rappresentano la nuova tendenza dell’allevamento felino. Ma cosa sono questi ibridi e a cosa bisogna prestare attenzione quando si decide di introdurre in casa un incrocio tra un gatto domestico e uno selvatico? Questo articolo ti fornirà le risposte a tanti dubbi.

Norvegese delle Foreste

Il gatto delle foreste norvegesi è il frutto di una lunga selezione naturale. Ha fatto la sua comparsa proprio in Norvegia, da dove ha iniziato a conquistare sempre più estimatori grazie al suo aspetto imponente e selvaggio e alla sua indole.

British Shorthair

La razza British Shorthair è ritenuta la più antica razza felina britannica. Si dice che sia stata portata dai Romani in Gran Bretagna, dove è rimasta per lungo tempo isolata. Da oltre 100 anni i British Shorthair vengono allevati in modo mirato. Nel 1871 i primi gatti British Shorthair vennero esposti al Crystal Palace.