Crescere assieme cani di razze diverse

crescere assieme cani di razze diverse

Ci sono alcune cose a cui prestare particolare attenzione per addestrare con successo più cani diversi in contemporanea.

È davvero possibile crescere assieme cani di razze diverse?

Bassotto, Dalmata, Pastore Tedesco ... si sa che ogni razza ha le sue caratteristiche e peculiarità, non solo estetiche. È proprio questo a rendere la convivenza con ogni peloso un’esperienza unica e sempre differente, ma d’altro canto impone anche la necessità di tarare la metodologia educativa sulla base del temperamento del singolo cane.

Leggendo questo articolo capirai quando un addestramento congiunto può rivelarsi perfino più produttivo e quando invece è meglio concentrarsi su un solo cagnolone alla volta.

Cani diversi, addestramenti diversi?

La risposta a questa domanda non può essere categorica. Se il processo di apprendimento, infatti, è lo stesso in ogni cane, vale comunque la pena di adattare la propria linea educativa sulla base del singolo peloso.

Il motivo è molto semplice: quello che cambia da cane a cane sono i requisiti di partenza.

L’appartenenza all’una o all’altra razza non è l’unico aspetto da considerare per capire come rapportarsi al proprio amico di zampa. Ogni cane è diverso e spesso anche all’interno della stessa razza, se non addirittura della stessa cucciolata, si riscontrano un bel po’ di differenze tra un peloso e un altro.

Non conta che si tratti di un esemplare di razza o di un meticcio: alcuni cani imparano molto velocemente e talvolta dimenticano i comandi altrettanto rapidamente, mentre altri ancora hanno bisogno di un po’ di tempo ma poi tengono per sempre memoria di ciò che hanno imparato.

Crescere assieme cani di razze diverse può essere complicato, ad esempio, con gli esemplari che si fanno distrarre facilmente dai propri simili, o in caso di cani con uno spiccato istinto predatorio, che naturalmente hanno bisogno di un’educazione specificatamente tarata su questa loro caratteristica.

I pelosi più testardi e indipendenti capiscono al volo il loro umano, ma hanno sempre bisogno di un valido motivo per decidere di obbedire!

Un consiglio: un addestramento coerente e basato sul metodo del rinforzo positivo, di norma, funziona bene con ogni tipo di cane.

È sempre meglio addestrare un cane alla volta?

Sono molte le situazioni in cui è meglio seguire un cane alla volta, quando si tratta di addestramento, ma alcuni esercizi in particolare si prestano bene ad essere proposti anche a cani diversi nello stesso momento.

Nella quotidianità, crescere assieme cani di razze diverse non dovrebbe creare problemi e anzi, con il giusto approccio potrebbe rivelarsi molto divertente.

Quando è meglio concentrarsi su un solo cane?

Se desideri educare cani diversi contemporaneamente, sarà meglio organizzarti bene e definire con precisione il vostro programma di addestramento.

Ad esempio, può avere senso dedicare ogni giorno qualche minuto ad un solo cane, mentre l’altro si riposa in un’altra stanza: svolgere alcuni semplici esercizi a tu per tu rinforzerà il vostro legame e l’autostima del tuo amico di zampa.

Questo ti permetterà inoltre di focalizzarti sulle particolari esigenze del singolo cane e di eliminare possibili fonti di distrazione durante le vostre lezioni.

Se scegli di provare ad utilizzare il clicker come metodologia di addestramento, è tassativo procedere sempre con un solo cane alla volta, quanto meno all’inizio.

L’addestramento di più cani insieme: quando funziona meglio?

Anche l’addestramento congiunto di cani diversi è una strada percorribile, e talvolta addirittura sensata per imparare ad affrontare poi insieme la vita di tutti i giorni.

Alcuni esercizi riescono particolarmente bene perfino in tre, ad esempio quando si tratta di fissare alcuni comandi già imparati durante un addestramento a due.

Vedere il proprio compagno peloso svolgere correttamente un esercizio può anche avere un effetto motivante per il cane! Questo è uno dei casi in cui crescere assieme cani di razze diverse dà maggiormente i suoi frutti.

Se hai già un bel po’ di esperienza nell’addestramento con il clicker puoi sicuramente lavorare in parallelo con entrambi i tuoi cani: il divertimento sarà assicurato.

L’educazione all’ordine del giorno

In contesti di convivenza tra più cani è importante proporre ai propri amici di zampa delle brevi sessioni di addestramento tutti i giorni, sia singole che insieme al loro coinquilino peloso.

In questo modo si evita che il cane si abitui anche a metodi educativi diversi.

Ad esempio un peloso dall’indole più timida e insicura che si trovi costretto ad entrare nella confusione di un ristorante o di un bar trarrà sicuramente vantaggio dalla compagnia di un compagno di zampa più abituato a questo tipo di ambiente, e riuscirà a rilassarsi con più facilità.

Solo in seguito potrai recarti nello stesso locale portando un solo cane alla volta: impareranno così entrambi ad essere a proprio agio in quell’ambiente anche da soli.

Che rischi comporta l’addestramento di più razze diverse?

Sappiamo bene quanto sia importante, nel metodo del rinforzo positivo, il tempismo di reazione tra il comportamento del cane e la ricompensa.

Addestrando due o più cani in contemporanea, si rischia di mancare questa fondamentale connessione. In questo senso, crescere assieme cani di razze diverse può essere davvero impegnativo e può mettere in seria difficoltà chiunque non abbia esperienza di addestramento.

Ad esempio, è importante scegliere una specifica esclamazione di incoraggiamento per ogni amico di zampa, per evitare disguidi e far sì che il peloso da premiare capisca che ti stai riferendo proprio a lui.

Non parliamo poi della situazione in cui si trovano a convivere due o più cani in pubertà. La fatica può essere davvero tanta!

Ad ogni modo, non disperare, con un po’ di pazienza tutto è possibile. Ad esempio, se uno dei cani conosce i comandi di base, ti dà già un bell’aiuto: potrà fare da esempio al peloso più giovane o addirittura a quello che hai appena adottato.

Durante le sessioni di addestramento, presta attenzione a non invertire la gerarchia che si è creata tra i cani: se il cane che si trova al livello gerarchico più basso dovesse dare il meglio di sé e ricevere molte ricompense davanti agli occhi del “capobranco”, quest’ultimo potrebbe non prenderla bene.

Una buona sensibilità nel capire queste dinamiche e una certa dose di empatia sono prerequisiti fondamentali quando ci si trova a crescere assieme cani di razze diverse.

 Consigli per l’addestramento di più cani contemporaneamente

Più simili sono i cani, sia per quanto riguarda il temperamento che la costituzione fisica, più facile sarà educarli ed addestrarli allo stesso tempo.

Ma se i tuoi pelosi sono tutti particolarmente indipendenti e determinati e non amano gli ordini impartiti dall’alto, dovrai armarti di pazienza e, come prima cosa, fare il possibile per farti accettare come punto di riferimento.

Trovarti di fronte un diligente scolaretto e un discolo di prim’ordine non ti porterà da nessuna parte.

Ad ogni modo, se vuoi crescere assieme cani di razze diverse puoi dare un’occhiata alla classificazione della FCI per orientarti magari su cani con caratteristiche comuni.

Si tratta ovviamente di informazioni indicative, ma la suddivisione in gruppi dà già un’idea sulle esigenze di base dei cani che ne fanno parte, ad esempio in merito all’educazione o all’attività motoria.

Di seguito una breve panoramica dei diversi gruppi:

Cani da pastore

I cani da pastore sono intelligenti, territoriali e obbedienti, naturalmente se educati nel modo giusto.

Nati come razza da lavoro, questi cani si sentono realizzati nello svolgere compiti precisi.

Razze: Pastore tedescoPastore belga

Bovari

I cani della categoria dei Bovari imparano molto velocemente e hanno bisogno di molti stimoli, sia dal punto di vista fisico che mentale.

Sono molto indipendenti e hanno quindi bisogno di un punto di riferimento umano molto autorevole.

Razze: Border collieMastino dei Pirenei

Molossoidi

I cani appartenenti al gruppo dei Molossoidi hanno un’indole molto territoriale e sono sempre pronti a difendere il proprio branco con le unghie e con i denti.

Hanno bisogno di un’educazione autorevole e coerente, ma altrettanto empatica.

Far andare d’accordo due cani adulti di questa specie può essere una bella sfida, che sicuramente complica anche un’eventuale progetto di addestramento congiunto.

A tuo favore gioca il fatto che i cani di taglia gigante sono considerati adulti relativamente tardi rispetto agli altri pelosi: ciò significa che hai un po’ di tempo in più per provare ad educarli.

Razze: BullmastiffAlano.

Cani da pastore per la protezione delle greggi

Questi cani riuniscono le caratteristiche di territorialità e indipendenza proprie dei loro cugini Bovari e Molossoidi.

Il loro addestramento richiede una certa esperienza cinofila: certo non sono cani sempre pronti a obbedire a qualsiasi ordine, ma è pur vero che un’educazione coerente da parte di un punto di riferimento autorevole può dare ottimi risultati.

Poco inclini a praticare sport per cani, hanno bisogno di molto spazio all’aperto in cui dare sfogo alla propria indole di pastori.

Meglio addestrarli senza la distrazione di altri esemplari, anche se per loro la socializzazione è molto importante.

RazzeKuvaszKomondor.

Terrier

I Terrier sono quelli che comunemente vengono definiti i “cani da caccia”.

Proprio a causa dello scopo per cui erano in origine allevati, accanto a virtù come coraggio e indipendenza questi cani possono mostrare anche un atteggiamento piuttosto aggressivo.

Nell’addestramento di un Terrier, quindi, è importante guardarsi bene dal rinforzare positivamente comportamenti di questo tipo.

Se, da un lato, sono cani molto autonomi, solitari e assolutamente poco pazienti, sono anche molto intelligenti: con un po’ di esperienza non sarà difficile ottenere un buon livello di educazione.

Un addestramento congiunto è pensabile solo con esemplari con una buona socializzazione di base.

Razze: Jack Russel TerrierLakeland Terrier.

 I Terrier di tipo Bull, frutto dell’incrocio tra bulldog e terrier, furono inizialmente allevati con lo scopo di aiutare i macellai nell’uccisione dei tori e successivamente impiegati anche in cruenti combattimenti tra cani.

Nonostante l’infausto passato, sono cani estremamente affettuosi e, se ben educati, mostrano un carattere forte e sicuro di sé.

Razze: American Pit Bull Terrier.

Bassotti

Sicuramente intelligenti e docili, caratteristiche che si rivelano delle ottime alleate durante l’addestramento, i Bassotti sanno essere anche dei simpatici testoni.

Di certo non accettano con rassegnazione qualsiasi ordine proveniente dall’alto, ma cercano sempre di dire la loro.

Sono cani molto coraggiosi e, come i Terrier, poco socievoli.

Una buona educazione, fatta di coerenza, dolcezza e pazienza, può fare del Bassotto un esempio di obbedienza.

Spitz

Gli Spitz sono cani molto indipendenti, con un forte istinto di protezione e un’indole da guardia ma assolutamente disinteressati a compiacere il proprio umano.

Gli Spitz asiatici sono più inclini alla caccia rispetto agli esemplari europei.

Questi cani stringono un legame indissolubile con il loro umano mentre sono particolarmente diffidenti nei confronti sia degli estranei che dei loro simili.

RazzeSpitz tedescoShiba Inu.

Tra le razze appartenenti a questo gruppo, lo Spitz giapponese è quella più facile da educare: caratterialmente si differenzia infatti moltissimo dai suoi parenti europei.

Altri cani da caccia

Il sesto gruppo ospita al suo interno molti cani da caccia dall’indole particolarmente viscerale.

La maggior parte delle razze appartenenti a questo gruppo è perfetta esclusivamente come accompagnamento durante la caccia, appunto, unica attività in cui questi cani si sentono pienamente realizzati.

Vivono volentieri in branco e sono abituati alla convivenza e alla collaborazione con altri cani.

Poco territoriali, sono molto obbedienti e accettano di buon grado qualsiasi ordine che provenga dal loro amatissimo umano.

Razze: BloodhoundAmerican Foxhound.

Cani da ferma

Anche i cani da ferma si sentono perfettamente a loro agio tra le mani di un cacciatore ed è particolarmente difficile trovare attività alternative alla caccia che li stimolino e li impegnino allo stesso modo.

Nonostante siano molto docili e obbedienti, nella vita di tutti i giorni il loro spiccato istinto predatorio può talvolta prendere il sopravvento.

Sono cani molto socievoli e per questo si prestano bene ad essere addestrati anche in compagnia di un amico peloso.

Razze: cani da ferma continentali come il Bracco italiano e il Grifone, così come gli eleganti Setter britannici.

Cani da riporto, cani da cerca e cani da acqua

Anche all’interno di questo gruppo non è difficile incontrare qualche cane da caccia: i cani da leva come lo Springer Spaniel inglese mostrano spesso un istinto predatorio molto marcato, al contrario ad esempio dei Retriever e dei cani da acqua.

Questi ultimi, infatti, amano compiacere il proprio umano, vanno molto d’accordo con gli altri cani e sono molto affettuosi e amichevoli nei confronti delle persone. Tutti ottimi requisiti di partenza per un addestramento di successo insieme ad altri pelosi.

Razze: Golden RetrieverBarbetCocker Spaniel Inglese.

Cani da compagnia

Come già la definizione suggerisce, i cani da compagnia si caratterizzano per la fedeltà e l’affetto che li lega al proprio punto di riferimento umano, con cui adorano passare più tempo possibile.

Proprio in virtù di questo legame, sono molto motivati nell’apprendimento.

Per questa caratteristica spicca ad esempio il Barbone, una razza strettamente imparentata con i cani da acqua.

Un cane da compagnia con una buona socializzazione alle spalle apprezzerà senza dubbio qualche sessione di addestramento affiancato da altri amici di zampa.

Altre razze: Bichons e affiniChihuahuaKing Charles Spaniel.

Da non dimenticare anche i Molossoidi di piccola taglia, come il Bulldog francese, sicuramente meno intenzionati ad obbedire dei loro amici da compagnia.

Levrieri

I Levrieri sono cani molto autonomi e amano fare di testa propria. Una bella corsa li soddisfa certamente più di esercizietti e stimoli mentali.

Soprattutto i Levrieri a pelo corto sviluppano una relazione di grande affetto con il proprio umano.

Hanno uno spiccato istinto predatorio: attenzione quindi a lasciarli liberi di correre in spazi ampi e non recintati.

In questo, fa eccezione il Levriero Irlandese, poco incline alla caccia ma molto collaborativo con il proprio umano.

Proprio a causa di questo temperamento ostinato è meglio riservare ai Levrieri delle sessioni di addestramento a tu per tu.

Altre razze: WhippetLevriero Afgano.

Diversi, ma simili

Per forza di cose, questa nostra breve panoramica non riporta tutte le razze ufficialmente riconosciute e non può pertanto ritenersi completa. Mancano, solo a titolo di esempio, i vari esemplari cosiddetti “di tipo primitivo” oppure ancora i cani nordici da caccia e da slitta.

Crescere assieme cani di razze diverse, nella prospettiva dell’educazione, può dare risultati migliori se gli esemplari fanno parte di uno stesso gruppo o comunque di gruppi dalle caratteristiche simili.

Va sempre tenuto a mente, ad ogni modo, che le caratteristiche di cui si parla non possono assolutamente essere valide per tutti i cani e devono quindi essere interpretate con elasticità.

Non importa che tu abbia al tuo fianco un peloso di razza o un meticcio, quel che conta è imparare a conoscerlo a fondo per tarare la metodologia educativa sulle sue caratteristiche specifiche.

Non esagerare con l’addestramento e ricorda che per gli esemplari poco abituati alla convivenza con altri simili, già solo il fatto di condividere qualche esercizio con un altro amico di zampa è una grandissima lezione di vita.

I nostri articoli più utili
21 min

Trucchi da insegnare al cane: i migliori 10

Vuoi insegnargli esercizi come „Zampa!“, „Fai l’orsetto!“ o a prendere al volo gli snack ? Con questi 10 trick tu e il tuo cane diventerete due autentiche star! E la cosa migliore è che questi esercizi non solo entusiasmano il pubblico, ma sono anche in grado di mettere alla prova il tuo cane mentalmente e fisicamente. Allo stesso tempo, cimentarsi insieme con i trucchi da insegnare al cane rafforza la relazione uomo-cane.
7 min

Abituare il cucciolo a restare solo in casa

I cani amano stare in compagnia del loro branco, perché sono animali con una componente sociale molto spiccata. Tuttavia, ogni cane dovrebbe essere in grado di rimanere da solo per alcune ore. Per questo è opportuno abituarlo sin da cucciolo alla nostra assenza. Per farlo correttamente, però, c’è bisogno di tempo e pazienza, procedendo con gradualità. Ecco come puoi abituare il tuo cucciolo a restare da solo in casa per un po’ senza sentirsi solo o abbandonato.
11 min

Cane “aggressivo”: suggerimenti utili

Un cane che ringhia e abbaia spesso, che mostra i denti o addirittura morde, un cane aggressivo insomma, può mettere a dura prova la convivenza con l’essere umano. Ma perché alcuni cani hanno atteggiamenti aggressivi e altri no? E cosa si può fare per prevenire questo genere di comportamenti indesiderati?