30 maggio 2019

American Foxhound

american foxhound

American Foxhound: cacciatore senza pari

Di taglia media, dallo sguardo tenero, con le orecchie pendenti e il mantello liscio e facile da curare: l'American Foxhound è considerato da molti neofiti il compagno ideale per tutti gli amanti dei cani, dai pensionati alle famiglie con bambini.

Tuttavia si tratta originariamente di un cane da caccia con un carattere indipendente e particolari esigenze, per cui sarebbe opportuno informarsi accuratamente prima di adottarlo. Con questa piccola guida avrai un ritratto generale di questa razza canina poco conosciuta in Europa.

Instancabile camminatore

L'American Foxhound è nato per lunghe battute di caccia. L'aspetto estetico per questa razza non gioca un ruolo fondamentale nella scelta degli esemplari da allevamento. La costituzione fisica di questo cane dice molto sulla sua resistenza e velocità: la sua muscolatura è tonica con petto profondo per dare spazio ai polmoni, particolarmente sollecitati durante le lunghe corse. Ha un pelo duro e fitto, di varia colorazione e le orecchie sono piegate in avanti. A differenza del suo parente più stretto, l'English Foxhound, è più alto e snello. Il suo peso corporeo può variare tra i 30 e i 34 chili per un'altezza al garrese di 53-63 cm. Tuttavia alcuni esemplari da esposizione possono essere più alti e pesanti: i maschi possono raggiungere un’altezza al garrese di 74 cm. A seconda dell’impiego, esistono diverse tipologie di questa razza, come ad esempio il “Walker“ e lo “July“ dal mantello monocolore.

Un'origine ricca di sfaccettature

Nelle vene del Foxhound americano scorre il sangue dei cani da caccia di numerosi paesi. Nel 1650 sbarcò nel Maryland un lord inglese, Robert Brooke, con la sua muta di cani da caccia.

Nel nuovo mondo la caccia era a quel tempo più un'esigenza quotidiana che un passatempo aristocratico. Si suppone che questi primi segugi inglesi, da cui derivano diverse razze da caccia, fossero in realtà dei Kerry Beagle irlandesi. La nobiltà terriera americana utilizzò presto questi cani nella caccia alla volpe. Le importazioni di volpi rosse dall'Europa risvegliarono in seguito il bisogno di Foxhound veloci e resistenti e ciò portò a diversi incroci.

L'American Foxhound è una delle razze canine più antiche del suo paese d’origine e alcuni esperti ritengono che rappresenti addirittura la razza più antica degli Stati Uniti d'America. George Washington, il primo presidente statunitense (1789-1797), amava la caccia alla volpe e, oltre che un amante di cani da caccia, era un allevatore vero e proprio. Fu proprio lui con i suoi cani, ai quali aveva dato nomi legati alle emozioni, come "Sweet Lips", "True Love" o "Vulcan", a dare un contributo essenziale alla nascita del Foxhound americano. Nel 1785 ricevette in regalo dal Generale La Fayette alcuni cani da caccia francesci, che incrociò con alcuni esemplari di Foxhound. Intorno al 1830 furono incrociati anche dei cani da caccia irlandesi, famosi per la loro velocità. Questi incroci tra cani da caccia inglesi, francesi e irlandesi, nonché cani da traccia tedeschi, portarono nel corso dei decenni all'attuale American Foxhound.

Nel 1886 il Kennel Club americano riconobbe la razza. Dal 1966 l’American Foxhound è ormai considerato il cane americano per eccellenza ed è uno dei simboli ufficiali dello stato della Virginia. Nel complesso sono undici gli stati federali americani ad avere come simbolo una razza canina, la cui origine è strettamente legata al territorio. La storia del Foxhound americano è ancora oggi piena di sfaccettature: esistono diverse varietà della razza, come il Trigg o il Walker. Sebbene sembrino diverse tra loro, queste fanno tutte parte della razza che conta circa 100.000 esemplari in tutto il mondo.

Utilizzo: nato per la caccia

Proprio come il suo omonimo inglese, l'American Foxhound è un instancabile camminatore e un eccellente cacciatore, ideale come cane da muta. Il suo compito durante le battute di caccia è inseguire e stancare la preda, soprattutto le volpi, senza però ucciderle. Originariamente negli Stati Uniti viveva la volpe grigia, più lenta, ma capace di arrampicarsi sugli alberi. L'allevamento della razza fu favorito quando i cacciatori importarono negli Stati Uniti la volpe rossa per la quale si aprirono ben presto avvincenti battute di caccia. I cani da caccia erano particolarmente richiesti all'epoca dei grandi latifondisti, quando i nobili convertirono ettari di terreni in riserve di caccia per dedicarsi alla caccia con muta di cani e cavalli.

Con il declino della nobiltà queste sfrenate battute di caccia conobbero la loro fine; tuttavia la caccia a inseguimento continuò a essere praticata in alcuni paesi, come ad esempio in Francia.

In Gran Bretagna, Germania e Italia la caccia alla volpe tradizionale con muta di cani è vietata e i cani oggigiorno inseguono delle prede finte. Mentre il suo omonimo inglese è ancora impiegato nella caccia, soprattutto in quella alla volpe, l’American Foxhound è sempre più un cane da esposizione. Tuttavia, anche se adottato in famiglia come cane da compagnia, questa razza mantiene un forte istinto per la caccia ed è particolarmente bisognosa di movimento.

 

Carattere: ostinato e socievole

In quanto cane da caccia, l'American Foxhound ha un carattere indipendente: questi animali sono stati allevati per camminare lontano dal cacciatore, pur rimanendo sempre in contatto con il proprio padrone. Ciò determina un'indole distaccata dall'uomo, i cui comandi vengono rispettati ma senza troppo entusiasmo. L'American Foxhound ama stare con altri cani in grosse mute e va d'accordo con i cavalli. Nei confronti degli sconosciuti è spesso amichevole, sebbene alcuni esemplari potrebbero diventare protettivi nei confronti del proprio nucleo familiare.

Il suo abbaiare caratteristico, simile a un canto, gli permette di essere riconosciuto subito dal suo padrone e rintracciato a lunghe distanze. Il suo forte ululato è udibile a chilometri di distanza. Per questo motivo la razza non è indicata per ambienti (o vicini di casa) sensibili ai rumori. Prima di adottare un esemplare di questo segugio americano è importante tenere conto che come cane da caccia, selezionato per inseguire la preda, potrebbe aggredire, con conseguenze anche fatali, conigli e altri piccoli animali. Pertanto sarà difficile far socializzare un esemplare adulto con gatti o roditori.

Ottimo camminatore

Un eccesso di calorie accompagnato da poco movimento possono portare velocemente l'American Foxhound al sovrappeso. Accanto all'esercizio fisico è fondamentale scegliere alimenti per cani di qualità e somministrarli nelle giuste razioni. La razza è geneticamente predisposta a piastrinopenia, patologia caratterizzata da un'insufficienza di piastrine o trombociti circolanti nel sangue che può portare a forti emorragie anche in caso di piccole lesioni. Alcuni esemplari possono essere inclini alla displasia dell'anca. Al momento dell'acquisto di un cucciolo di Foxhound Americano informati assolutamente sullo stato di salute dei genitori. Questa razza ha un’aspettativa media di vita di 11/13 anni.

Un cane per cacciatori

L'American Foxhound è un eccellente cacciatore e un buon cane da compagnia, anche se con qualche riserva. Alcuni esperti sconsigliano di scegliere questa razza come cane da compagnia, a meno che non ci sia un cacciatore in famiglia che possa portarlo spesso con sé a una battuta di caccia. Ciò vale ugualmente per il suo omonimo inglese, che si contraddistingue anche lui per la sua estrema voglia di movimento e un forte istinto per la caccia, che solitamente possono essere controllati con un addestramento specifico per cani da caccia. Un Foxhound americano diventerà un piacevole compagno di zampa solo se si sarà in grado di soddisfare ogni giorno il suo spiccato bisogno di movimento.

Per gli amanti di questo cane è consigliabile informarsi presso gli allevatori sulle diverse varietà della razza, in quanto i cani da esposizione non potranno mai avere esigenze di movimento così accentuate come gli esemplari da lavoro. Tuttavia qualora l'idea di adottare un affascinante cane da caccia fosse ben ragionata, questa potrebbe risultare in ogni caso a posteriori abbastanza impegnativa. Nel mondo cinofilo esistono tantissime razze maggiormente indicate come cane da compagnia, tra le quali un non cacciatore potrà trovare valide alternative al Foxhound americano.

Questa razza infatti preferisce vivere con tanti altri cani o dovrebbe essere accompagnata perlomeno da un altro cane. L'American Foxhound è solitamente amichevole con i bambini, ma una tranquilla convivenza con gatti e piccoli animali è pressoché impossibile. Inoltre non è indicato per la vita in città: nonostante sia portato ogni giorno fuori a fare lunghe passeggiate nel bosco o in campagna, saprà apprezzare un ampio giardino messo in sicurezza in cui potersi scatenare con altri cani.

Anche per questa razza non bisogna sottovalutare che avere un cane è una responsabilità e comporta dei costi: la pensione o la dog sitter durante le vacanze, le spese periodiche (alimenti, snack, visite dal veterinario), gli accessori di base (guinzagli, cuccia, ciotole, coperte, spazzole ecc.) ed eventuali spese straordinarie in caso di malattia, nonché il tempo che dovrai dedicargli ogni giorno.

American Foxhound: un cane da caccia che ha bisogno di poche cure

L'American Foxhound non necessita di molte cure: sarà sufficiente spazzolarlo una volta la settimana. Per ridurre i peli che si depositano in casa o durante il periodo della muta si consiglia di spazzolarlo più spesso.

Educazione e addestramento per cani da caccia

Educare fin da cucciolo un esemplare di Foxhound americano è un compito che spetta a mani esperte, poiché la razza presenta varie peculiarità. Può risultare infatti difficile educare all'ubbidienza un cucciolo che ha trascorso più tempo con il suo branco che con gli esseri umani. Tutti i Foxhound americani hanno bisogno di attenzione costante, allenamento e tempo per poter diventare dei cani di famiglia. Hanno un carattere indipendente e presentano un forte istinto alla caccia.

Questa razza è indicata per la convivenza con altri cani a patto che frequenti una scuola di addestramento per cani da caccia. L’educazione del Foxhound americano ha bisogno di pazienza poiché questo cane è indipendente e tenace, soprattutto quando insegue le tracce della sua preda.

Come occupare questo socievole "cacciatore"

L'American Foxhound è un cane segugio da caccia. È un instancabile camminatore che ha bisogno di più ore al giorno di passeggiata. Durante le battute di caccia può infatti camminare senza problemi fino a sei ore, mantenendo un'andatura regolare. È il cane perfetto per accompagnarti anche durante la corsa.

Tuttavia questa attività non può bastare per soddisfarne la necessità di movimento. Un problema tipico di questa razza è l'impossibilità di lasciarla senza guinzaglio per via del suo spiccato istinto alla caccia che lo porterebbe a rincorrere altri animali.

Un Foxhound americano che non ha scaricato tutta la sua energia può diventare irrequieto e nervoso. Per questo motivo si consiglia vivamente un adeguato addestramento all'obbedienza.

Dove posso trovare un esemplare di Foxhound americano?

L'American Foxhound non è molto diffuso in Europa, essendo una razza fondamentalmente adatta a cacciatori professionisti. Pochi sono infatti i proprietari di questi cani che sono in grado di soddisfare le particolari esigenze di questo instancabile camminatore. Trovare un allevatore di questa razza è abbastanza difficile dato che non ce ne sono molti in Europa. È consigliabile rivolgersi alle associazioni di allevatori canini presenti sul territorio che ti sapranno aiutare nella ricerca di un allevatore di Foxhound americani. Eventualmente puoi compiere un viaggio oltreoceano nella terra d'origine di questa razza e pensare ad adottare un cane dall'estero.

Un'altra possibilità è cercare un allevatore su internet, facendo attenzione a individuare allevatori che siano membri di associazioni di allevatori ed effettuino una selezione mirata dei genitori delle loro cucciolate. Un allevatore professionista non ha nulla da nascondere: ti farà conoscere non solo le sue cucciolate ma anche i genitori dei cuccioli e sarà pronto a rispondere a tutte le tue domande. Anche lui ti porrà delle domande per accertarsi che i suoi piccoli esemplari trovino non solo una casa accogliente ma anche dei padroni che possano soddisfare le loro particolari esigenze. Di regola un Foxhound americano viene affidato ragionevolmente a persone che possono impiegarlo anche nella caccia. L'allevatore ti consegnerà il libretto delle vaccinazioni, un certificato di buona salute e altri documenti.

Qualora cercassi un esemplare adulto, potresti provare a cercare su internet. Ci sono ad esempio associazioni per la protezione animale che ti potranno segnalare dei cani da caccia, magari anche un Foxhound americano o una razza strettamente imparentata.

Spesso si tratta di cani i cui proprietari erano sopraffatti dalle esigenze di questo cane da caccia o che hanno avuto problemi con la sua educazione: con questa razza c'è bisogno infatti di avere già esperienza con il mondo canino. Se non sei un cacciatore di professione, ma l'American Foxhound ti piace esteticamente e sei affascinato dal suo carattere indipendente, ti consigliamo di fare però prima una visita al canile, dove spesso si trovano dei meticci che ricordano questa razza e che saranno più che felici di diventare un perfetto cane da compagnia.

Articoli più letti

Barbone nano

Il Barbone nano è una varietà della razza del Barbone di cui conserva tutti i pregi. Questo concentrato di 6 kg di energia gode di grande popolarità e questo non sorprende, visto che questo furbo cagnolino non solo è intelligente, ma anche felice di seguire la sua famiglia ovunque.

Cane Corso

Il Cane Corso ha un carattere sicuro e tranquillo. Questa razza originaria dell’Italia meridionale è conosciuta anche come "alano italiano" o "molosso italiano". Sta diventando sempre più popolare al di là dell’Italia ed è adatto soprattutto per padroni sportivi, con molto spazio a disposizione e con esperienza nel mondo cinofilo.

Pastore Tedesco

Il Pastore Tedesco veniva riconosciuto ufficialmente in Svizzera già nel 1891. Una bisnonna del progenitore di questa razza canina derivava da un incrocio tra un pastore tedesco e un lupo. Tra il 1870 e il 1900 vennero registrati sempre più incroci tra lupi e pastori tedeschi e nel corso del XX secolo questa razza sopravvisse a 2 guerre mondiali, che tuttavia comportarono una grave perdita di potenziale canino perché questi cani vennero utilizzati in diversi modi da molti settori delle forze armate tedesche. Persino Hitler possedeva una femmina di Pastore Tedesco di nome Blondie.  E fu un ufficiale americano che dopo la guerra portò a Hollywood un Pastore Tedesco che ispirò i film dedicati a “Rin Tin Tin”, che diedero popolarità mondiale al Pastore Tedesco.