Il gatto ha paura dei fuochi d’artificio

Il gatto ha paura dei fuochi d’artificio

Il gatto ha paura dei fuochi d’artificio: ecco qualche consiglio utile

I gatti hanno degli organi di senso straordinari: l'udito del gatto, per esempio, percepisce chiaramente suoni che per noi umani sono udibili a malapena.

Anche nell'oscurità riescono a vedere molto di più, se paragonati all'essere umano. Non c’è da meravigliarsi se i lampi di luce e il rumore assordante dei fuochi di Capodanno spaventino molti gatti. Qui ti spieghiamo cosa fare se il gatto ha paura dei fuochi d’artificio.

Ovviamente non tutti i gatti domestici reagiscono allo stesso modo ai rumori e alle luci di Capodanno, come di tutte le altre festività che prevedono i fuochi d'artificio. Mentre alcuni gatti quasi non battono ciglio di fronte a tutto quel frastuono, altri si fanno prendere dal panico vero e proprio.

Tremano, girano per casa senza pace, si leccano in modo eccessivo o all'improvviso smettono di curare la loro igiene quotidiana. I gatti che vivono all'esterno fuggono così lontano per la paura, da non trovar più la strada di casa, o in preda al panico potrebbero addirittura finire sotto un’automobile. La paura può avere conseguenze davvero drammatiche, ed è quindi ancora più importante sapere come comportarsi se il gatto ha paura dei fuochi d’artificio e ridurre lo stress del gatto.

10 consigli per preparare al meglio il tuo gatto al periodo dei fuochi d'artificio

Il forte rumore dei primi fuochi d’artificio coglie di sorpresa la maggior parte dei gatti e, anche se i loro padroni hanno organizzato già da tempo la serata, i gatti non sanno che noi esseri umani festeggiamo l’arrivo del nuovo anno con i fuochi d’artificio.

Per fortuna esistono dei semplici metodi per aiutarti nei casi in cui il gatto ha paura dei fuochi d’artificio.

  • Abitua il tuo gatto al rumore dei fuochi d’artificio

I gatti sono animali abitudinari. Sono estremamente sensibili a rumori nuovi e che non conoscono, e reagiscono a questi rumori come farebbero davanti ad un cambiamento improvviso nella loro routine giornaliera. Può essere senz'altro utile procedere con la desensibilizzazione ai fuochi d’artificio, utilizzando CD o file audio che riproducono il rumore dei fuochi. Il gatto non può abituarsi ai nuovi rumori dall'oggi al domani, ed è quindi importante cominciare l’addestramento col giusto anticipo. Fagli ascoltare i rumori durante la sua normale routine, ad esempio quando viene in casa a mangiare o quando la sera si accoccola nella sua nicchia per gatti. Imposta inizialmente un volume moderato, e se il tuo gatto resterà calmo, potrai aumentare a poco a poco il volume nei giorni successivi. È altrettanto importante che tu rimanga il più possibile calmo e rilassato durante l’addestramento. Comportati come al solito e non far caso ai rumori. In questo modo farai vedere al tuo gatto che quei rumori di sottofondo sono assolutamente normali e per nulla motivo di agitazione.

  • Mantieni la calma

Anche se non sempre lo dimostrano, i gatti sono molto sensibili all'umore dei propri padroni. Se ti mostrerai calmo e rilassato, questa sensazione si rifletterà anche sul tuo amico a quattro zampe. Se invece sei nervoso e ti fai prendere dalla frenesia tra le decorazioni di casa e il menù di capodanno che cuoce in forno, questa tensione verrà trasmessa anche al gatto. Si tratta di un disagio che con il rumore inaspettato dei fuochi d’artificio è destinato ad accrescere lo stress già presente. Si tratta di un clima di festa che in molte case resta anche nei giorni tra Natale e Capodanno, ma è importante che chi ha un gatto cerchi di non sconvolgere la normale routine del suo micio. È importante non cambiare gli orari in cui mangia, gioca o viene lasciato libero.

  • Se il gatto ha paura dei fuochi d'artificio, non andrebbe lasciato da solo

Non farti prendere dal panico durante i preparativi necessari per la notte di Capodanno, e farai un piacere a te e al tuo gatto.

In alcuni casi, sarebbe da evitare anche di festeggiare fuori, lasciando il gatto in casa da solo. Il gatto non ha bisogno soltanto di calma, ma anche di un senso di sicurezza per sopportare il forte rumore dei fuochi, e questa sicurezza puoi dargliela soltanto tu.

  • Porta a casa il tuo gatto

Come abbiamo già detto, è ovviamente importante rispettare le abitudini del gatto anche nei giorni di festa. I gatti lasciati liberi costituiscono però un'eccezione. Per la sua sicurezza è consigliabile portare il gatto in casa ben prima dell’inizio dei festeggiamenti.

È troppo elevato il rischio che il tuo micio resti ferito da un petardo. Se il tuo gatto non è abituato ad trascorrere molto tempo in casa e gli piace fare il giro del vicinato anche nel buio della notte, è importante abituarlo in anticipo a restare al chiuso di tanto in tanto. Con lo stimolo di un bel bocconcino, come uno snack all'erba gatta o una deliziosa pasta al malto contro i boli di pelo, anche al felino più nottambulo piacerà stare in casa.

È importante chiudere la gattaiola della porta almeno durante la notte di Capodanno, così da evitare che il gatto possa uscire nella distrazione generale dei festeggiamenti.

  • Crea un luogo di rifugio per il tuo gatto

I gatti sono animali che tendono a cercare i loro momenti di solitudine anche fuori casa, ma bisogna impedirgli di farlo durante la notte di Capodanno. Per riuscirci, hai bisogno di un posticino in casa dove il gatto potrà ritirarsi se percepisse un pericolo. Il luogo ideale è una stanza tranquilla e il più possibile lontana dal rumore dei fuochi d’artificio, in cui il gatto potrà decidere di sgattaiolarvi, se necessario. Per fare in modo che ci si senta a suo agio, è importante metterci la sua cesta in vimini per gatti.

Chi non ha spazio a sufficienza per mettere un’intera stanza a disposizione del proprio gatto, può sempre allestire un piccolo rifugio sotto al letto, dietro la poltrona o nell'armadio.

Può andar bene anche una scatola di cartone, al buio e dotata di coperte calde. La maggior parte dei gatti ama nascondersi sotto le coperte o nei buchi dei tiragraffi grandi, un'occasione che a Capodanno non si faranno di certo scappare. Se il tuo micio dovesse però decidersi per un altro nascondiglio, non restarci male e rispetta la sua scelta. Non costringere in alcun modo il tuo gatto a provare il rifugio che hai creato tu, perché questo comportamento lo renderebbe invece timoroso e insicuro nei confronti di quel luogo.

  • Chiudi fuori i rumori!

A prescindere dal luogo dove il tuo gatto deciderà di rifugiarsi, è importante che questo sia il più possibile tranquillo e silenzioso. Chiudi porte e finestre, e se possibile, tira giù le tapparelle e chiudi le tende. In questo modo non potrai eliminare del tutto il rumore dei fuochi d’artificio, ma potrai almeno attutirli. Anche le altre stanze andrebbero isolate, ma è plausibile che si possa non voler rinunciare allo spettacolo offerto dalle luci dei fuochi nella notte di Capodanno. Per accortezza nei suoi confronti, è importante che qualcuno resti sempre in compagnia se il gatto ha paura dei fuochi d'artificio, dandosi il cambio con partner o amici per godersi fuori lo spettacolo dei fuochi. Anche se il micio quasi non mostra segni di timore e si rintana semplicemente nel suo rifugio, avvertirà comunque la tua presenza e si sentirà così più sicuro.

katze ruhig
  • Musica e qualche boccincino come distrazione

Una buona alternativa per distrarre il tuo gatto dal rumore inusuale dei fuochi d’artificio in strada, è accentuare suoni e rumori a cui è abituato. Fai partire la tua musica preferita, o in alternativa accendi la radio o il televisore. Anche la musica classica può aiutare il gatto a rilassarsi.

Potrai distrarlo non soltanto con altri suoni, ma anche con uno snack o dei giochi al catnip, o una cannetta con le piume.

Può essere anche un’ottima distrazione un percorso fai-da-te, dove il tuo gatto potrà arrampicarsi, oppure i suoi snack preferiti sparsi in giro per la casa.

  • Ignora la paura

Allo scoppio dei primi fuochi d’artificio e con l’aumentare della tensione, è importante prendersi cura con naturalezza del proprio gatto, e quando lo permette, distrarlo con dei bocconcini o con uno dei giochini di cui ti abbiamo parlato. È tuttavia importante non esagerare e non essere invadenti. Troppe carezze e parole consolatorie come "niente paura, i rumori che senti fuori sono assolutamente normali e presto sarà tutto finito", non serviranno a niente. Al contrario, eccessive attenzioni nei confronti del gatto non faranno che aumentare la sua paura e la sua consapevolezza del fatto che qualcosa non vada come dovrebbe. Rivolgendoti a lui in quel modo, gli farai credere che ci sia davvero un pericolo. Anche se difficile, prova a ignorare la paura del tuo gatto e a comportarti nel modo più normale possibile. Questo comportamento gli dimostrerà che non c’è motivo di allarmarsi per i fuochi d’artificio, e lo aiuterà a tranquillizzarsi.

  • Crea un’atmosfera rilassata

Chi vuole fare qualcosa di più per aiutare il gatto a rilassarsi, può utilizzare anche dei particolari diffusori di feromoni da attaccare alla presa elettrica. Si tratta di feromoni sintetici, ossia semiochimici prodotti dal corpo del gatto, che stimolano il suo benessere. Il feromone emesso da una madre che allatta il suo cucciolo, gli trasmette ad esempio un segnale involontario che lo rassicura e lo invita a rilassarsi. In questo modo si riduce spesso sensibilmente il livello di stress innalzato dai fuochi d’artificio.

  • Un'ultima spiaggia: i tranquillanti naturali

Se nessuno dei metodi illustrati finora sortisce alcun effetto e la paura del gatto aumenta sempre di più ad ogni Capodanno, può essere utile fare ricorso a dei tranquillanti. La paura dei fuochi d’artificio può in ultima istanza trasformarsi in una seria fobia dei rumori. In questo caso è importante rivolgersi sempre e innanzitutto al proprio veterinario e chiedergli se e quali medicine possono essere d’aiuto al gatto. Alcuni tranquillanti alleviano soltanto i sintomi dello stress, rendendo il gatto sonnolento. La paura dei fuochi d’artificio resta invece lì. Questo effetto può addirittura aumentare il senso di paura, perché il gatto non riesce a reagire prontamente ai rumori. La migliore alternativa è spesso offerta dai tranquillanti naturali per gatti, che alleviano la tensione del nostro amico a quattro zampe in modo naturale, senza imbattersi in effetti indesiderati come sonnolenza o apatia. Rimedi come i fiori di Bach richiedono tuttavia un po’ di tempo prima di sortire il loro effetto. Se possibile, è quindi meglio iniziare il trattamento già alcuni giorni prima della notte di Capodanno.

Un buon anno all’insegna del relax!

Sulla base di quanto il gatto ha paura dei fuochi d’artificio, avrai bisogno di più o meno tentativi per rendere efficaci i metodi descritti finora.

Ogni gatto è diverso da un altro e non è detto che tutte i metodi sortiscano sempre lo stesso effetto. Se seguirai questi 10 consigli, siamo sicuri che troverai quello che fa più al caso tuo e ridurrai di molto lo stress causato dalle feste e dai fuochi d'artificio. In questo modo potrai accogliere il nuovo anno assieme al tuo gatto in tranquillità e relax.

I gatti fanno bene alla nostra salute: scopri come ricambiare queste sensazioni positive e rendi le feste un momento magico anche per il tuo amato felino!

Articoli più letti

Sverminare il gatto

I vermi possono colpire i gattini piccoli relativamente spesso, e se non eliminati possono portare all'insorgere di gravi malattie. Per fortuna questi parassiti del gatto possono essere debellati in modo semplice una volta individuato il problema. La nostra “tigre da accarezzare”, come la definiva con affetto Victor Hugo, va sverminata per la prima volta dopo tre settimane dalla nascita del gatto, per poi ripetere il trattamento ogni tre o quattro settimane. Si tratta tuttavia di linee guida generali. Soltanto un veterinario può stabilire il ciclo di sverminazione del tuo gatto. I medicinali vermifughi vengono spesso somministrati anche nei rifugi per animali, dal momento che alcuni gattini vi giungono in condizioni molto gravi.

30 nomi di gatti per il 2018

Hai deciso di adottare un gatto come animale domestico? Non possiamo non farti i nostri migliori auguri per questa splendida decisione. I gatti sono delle creature meravigliose e piacevolissimi animali da compagnia. Se non sai ancora come chiamarlo e hai bisogno di un po' di ispirazione ecco alcune idee e consigli preziosi.

La prima visita dal veterinario

Normalmente nelle prime sei settimane di vita il gattino è accudito esclusivamente dalla mamma, che lo protegge dalle infezioni trasmettendogli col suo latte gli anticorpi necessari. 

Tuttavia, se il cucciolo dovesse comunque ammalarsi, è necessario portarlo con urgenza dal veterinario, perché proprio i gatti in tenera età sono più vulnerabili, e le funzioni vitali calano rapidamente in caso di malattia.