Mini-pig: un maialino nano come animale domestico

Scritto da Emmi Hauser
mini pig

Giocherellone, tenero e intelligente, il maialino nano si sta affermando come animale da compagnia.

Questa è la storia di una mutazione genetica inizialmente non desiderabile che a un certo punto inizia ad essere selezionata apposta dall’uomo, per dare origine ad una nuova tipologia di animale domestico: il Mini Pig. Scopriamo insieme caratteristiche ed esigenze di questo maialino dal carattere socievole e dall’intelligenza straordinariamente vivace.

Aspetto: quanto è grande e quanto cresce il Mini-pig?

Non tutti i maialini che a prima vista sembrano “mini” restano effettivamente di taglia ridotta anche da adulti: la maggior parte di loro finisce regolarmente con il superare il quintale! La prima cosa da chiarire, quindi, è cosa intendiamo quando parliamo di Mini-Pig.

Questa tipologia di maiali si differenzia sostanzialmente solo per la stazza molto ridotta, rispetto al classico suino che tutti conosciamo. Sono il frutto di una selezione specifica, operata dall’uomo partendo dalla razza neozelandese del Kune-Kune, un piccolo maiale domestico noto per la sua spiccata socialità e memoria.

Sono stati alcuni allevatori inglesi i primi a cercare di ottenere, partendo da questa razza di maiali domestici, un esemplare con il carattere ancora più docile e soprattutto dalle dimensioni straordinariamente ridotte, proprio allo scopo di farne un nuovo tipo di animale domestico per il continente europeo.

Alla nascita, il Mini-pig di solito pesa attorno ai 250 gr e inizia subito a crescere molto rapidamente. Tuttavia, da adulto non arriva a pesare 30 kg (di solito il suo peso finale oscilla tra i 18 kg e i 28 kg). In pratica, quando ha terminato la sua crescita, il maialino nano ha un peso analogo a quello di un cane di taglia media, più o meno come un Border Collie.

Per farti un’idea della differenza con la versione standard del maiale, in genere un esemplare adulto arriva a pesare tra i 150 e i 180 kg, quindi 5 o 6 volte più del nostro maialino nano.

Maialino nano, maialino vietnamita e mini-pig

Se dai un’occhiata in rete, vedrai che questi termini vengono spesso usati come fossero sinonimi, ossia come se identificassero la stessa tipologia di maiale domestico. In realtà, non è proprio così. Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Al mondo esistono diverse “miniature” di maiale, le principali delle quali sono:

  • Il Maialino nano Vietnamita: conosciuto anche con il nome di maialino pancia a tazza, è una varietà di maiale domestico originario del Vietnam, che arriva a pesare, una volta diventato adulto, tra i 40 e i 90 kg, a seconda del sesso e della stazza.
  • Il Kume-Kune: è una razza di maiale domestico originaria della Nuova Zelanda, nota per essere più piccolo del normale, docile e amichevole. Viene usato sovente negli incroci, per ottenere nuove varianti di maiali domestici. Da adulto un Kune-Kune pesa attorno ai 100 kg, ma può arrivare anche a 200 kg, a seconda del sesso e della stazza.
  • Il Minnesota Minipig o American mini pig: la linea americana di selezione del maialino domestico, partendo dagli esemplari vietnamiti e dalle selezioni tedesche di maialini-pancia a tazza, allevati per lo più a scopi di ricerca (uno su tutti, il maialino di Goettingen).
  • Il Maialino-Pancia a tazza o Tea cup: in questo caso si tratta effettivamente di un nome comunemente usato, anche in ambito scientifico (mini pot belly pig), come alternativa ai più noti “Maialino Vietnamita” e “Maialino Thailandese”. La selezione è sempre stata molto popolare negli Stati Uniti, dove questi maialini vengono allevati come animali domestici sin dagli anni ’80. Da adulti pesano 50-90 kg.
mini pig e cagnolino giocano
Non è raro vedere un maialino domestico giocare con un cane o un gatto, soprattutto da cucciolo.

Come tenere un maialino nano in casa

Fin qui, gli aspetti tecnici legati al peso. Ma è davvero possibile tenere un maialino nano in casa? Bisogna partire da una considerazione: questi adorabili, intelligentissimi e super-sensibili amici di zampa hanno esigenze specifiche, diverse da quelle tipiche dei pet più comuni. Sarebbe un errore pensare di poterli trattare come se fossero cani.

Di base, il maiale è un animale da cortile e questa definizione identifica una necessità: il maiale, di qualunque taglia sia, ha bisogno di spazio e del contatto con la natura. Un monolocale in città, quindi, difficilmente si rivelerà il luogo più idoneo per ospitarlo.

Ovviamente online trovi chi afferma il contrario, ma fondamentalmente si tratta di marketing: i Mini pig sono diventati molto popolari, specie qualche anno fa, e questo purtroppo di solito si sposa con una scarsa attenzione alle esigenze degli animali, messe in secondo piano rispetto alle logiche della moda e del profitto.

Detto questo, non è impossibile tenere un maialino nano in casa, anche perché la paura più grande, che di solito si ha, è quella che sia sporco: niente di più sbagliato! Al contrario, un po’ come i gatti, i maialini tengono molto ad avere cuccia, toilette e ciotole sempre pulite.

Tuttavia, ci sono alcuni aspetti da considerare, se decidi di adottare un Mini-pig, e qui di seguito abbiamo evidenziato i più importanti.

Visto che, come abbiamo visto, si tratta di animaletti molto puliti, devi dedicare tempo e attenzione agli aspetti di igiene e pulizia. La zona dove mangiano va mantenuta pulita e lo stesso vale per la toilette, che idealmente va lavata a giorni alterni.

I Mini pig hanno bisogno di un box con tanta paglia fresca e di una vasca dove poter fare il bagno: è più facile se disponi di un giardino o di una terrazza, quindi, dove puoi riporre una bacinella in plastica delle dimensioni adeguate. Anche gli zoccoli vanno puliti regolarmente.

Se decidi di tenere in casa il tuo maialino nano, cerca almeno di offrirgli numerose uscite all’aria aperta. L’ideale è disporre di un giardino o di un cortile, offrendogli la possibilità di ripararsi in un capanno o in una casetta quando le condizioni meteorologiche lo richiedono (soffrono sia il freddo sia il caldo eccessivi).

Tieni presente anche che, quale che siano le loro dimensioni, ai maiali piace scavare e fare buche: quindi, se decidi di far stare prevalentemente all’aria aperta il tuo amico di zampa, fai pace con il fatto che, con ogni probabilità, il tuo bel prato all’inglese sarà solo un ricordo.

Le foto di maialini nani al guinzaglio o dentro una cuccia da esterno per cani collocata in giardino sono soltanto immagini di cattivo gusto pubblicate a fini commerciali: non corrispondono ad un allevamento idoneo e rispettoso di questo adorabile e intelligentissimo animale, che merita di poter condurre un’esistenza felice e in linea con le sue esigenze.

Puoi nutrire il tuo maialino nano due volte al giorno, come faresti con un cane. In genere, bisogna acquistare un mangime specifico e dargli da mangiare quotidianamente l’equivalente del 2% del suo peso corporeo. Cerca di non esagerare, perché questi animaletti sono parecchio golosi.

I classici mangimi per maiali che si trovano in commercio non sono adatti per i Mini-pig, e questo perché, di solito, sono formulati con l’intento di far ingrassare spropositatamente il povero suino (“ingrasso”), cosa che, chi alleva i maialini come animali domestici, non ha alcun interesse a fare.

Procurati un mangime per Mini-pig: di solito sono ricchi di cereali e vanno mescolati con l’acqua, in modo da ottenere un pastone, a cui devi poi aggiungere i minerali specifici, anch’essi facilmente reperibili nei negozi specializzati.

Preferiresti offrire al tuo maialino nano un’alimentazione casalinga? Niente di più facile, ovviamente facendoti aiutare da un veterinario competente e controllando con attenzione i dosaggi. Gli alimenti che possono mangiare i maialini nani sono: pane secco, frutta secca e verdura fresca, come ad esempio lattuga, pomodori, zucca, zucchine, ravanelli, cetrioli,  legumi in genere e farinacei.

Come abbiamo detto, i Mini pig sono animaletti molto puliti: per gestire i loro bisogni puoi quindi utilizzare una toilette, sulla falsariga di quelle che si usano comunemente per i gatti (ovviamente compatibilmente con il peso del tuo maialino).

Oppure scegliere di farlo uscire, approfittando di un cortile o del giardino. Una cosa che forse non sai è che i maialini nani, come i cani, tendono a fare i loro bisogni sempre nello stesso posto. Quindi, se abitui il tuo pet ad uscire in giardino o in cortile, vedrai che tenderà ad usare quasi sempre gli stessi angoli, come fossero una sorta di toilette.

Ebbene sì: una o due volte all’anno il nostro amico suino fa la muta e adatta le sue setole alla stagione che deve affrontare. Se il tuo Mini pig vive prevalentemente in casa, farà una muta rapida e non particolarmente importante.

Viceversa, i maialini che vivono all’aperto hanno bisogno di più tempo e di un aiuto da parte nostra: una spazzolata ogni 2-3 giorni evita che la muta si protragga troppo a lungo e che si grattino la schiena su quello che hanno a disposizione.

Quando fai il bagnetto al tuo Mini-pig usa soltanto uno shampoo neutro specifico per animali. Se hai dubbi sui prodotti più idonei, chiedi consiglio al tuo veterinario di fiducia.

Intelligentissimi, affettuosi e molto socievoli, i maialini imparano subito ad integrarsi nella loro famiglia, soprattutto se non li fai vivere in gruppo e in stalla, ma ne allevi uno a stretto contatto con te e con gli altri componenti della tua cerchia familiare.

Dotati di una memoria stupefacente, i Mini pig sono capaci di imparare tantissimi trick e apprendono anche dalla semplice osservazione del loro branco. Tieni presente che i maiali hanno dimostrato scientificamente di essere più intelligenti dei cani: imparano velocemente e sono creature molto sensibili, che si affezionano ai membri del loro branco.

Anche per questo, hanno bisogno di un ambiente sereno, dove vivano figure stabili che facciano da punto di riferimento. Un altro pregio di questi animaletti è che, di solito, vanno d’accordo con tutti, cani e gatti compresi.

In Italia, non essendoci un registro ufficiale degli allevatori riconosciuti, occorre affidarsi ai privati. Per questo motivo, conviene prestare particolare attenzione e andare sul posto a controllare le condizioni di vita dei maialini, prima di acquistarne un esemplare.

Mediamente, il costo di un mini pig si aggira attorno ai 100 euro. Nello scegliere l’allevatore giusto, tieni presente che un maialino domestico è adottabile solo se è nato in casa e ha sempre vissuto a stretto contatto con le persone. Diversamente, risulta sempre difficile farlo adattare successivamente alla vita in appartamento.

mini pig fa il bagno
Contrariamente a quanto si è soliti pensare, i maialini sono animali molto puliti.

In conclusione, il maialino domestico è una buona idea?

In linea di principio, i Mini-pig non sono soltanto teneri e affettuosi, ma anche estremamente intelligenti e socievoli. Si integrano bene in famiglia e vanno d’accordo con la maggior parte dei pet. Quindi, sulla carta, sono animali domestici perfetti.

Tuttavia, è fondamentale non dimenticare le esigenze specifiche di questo animale, il quale necessità di spazio e di un contesto di vita vicino alla natura, ma anche di affetto e di tempo di qualità, trattandosi di un amico molto sensibile.

E’ sempre una forzatura, quando si cerca di piegare ai desideri degli esseri umani le esigenze dei nostri amici animali: dopotutto, adottare un animale significa decidere di prendersene cura, nel rispetto delle sue peculiarità e dei suoi reali bisogni.


Emmi Hauser

Sono una traduttrice con un passato da insegnante e una grande passione per gli animali, soprattutto per gli aspetti di relazione tra noi e i nostri pet. Negli anni ho adottato cani, gatti, pesci, conigli e persino pulcini: in tutte le fasi più importanti della mia vita c'è sempre stato anche un compagno di zampa, vicino a me, e ho cercato di trasmettere questo amore per gli animali a chiunque mi incontrasse. Qualche anno fa ho adottato due trovatelle: una cagnolina di nome Marge e una gatta di nome Ki. Sono diventate inseparabili, anche se si contendono ancora le cucce di casa, che pure sono moltissime. Con i miei articoli cerco di approfondire gli argomenti più utili e interessanti per chi ha la fortuna di vivere insieme a questi meravigliosi compagni di vita.


I nostri articoli più utili
11 min

Criceto

Criceto dorato, criceto d'angora, criceto nano ecc. Esistono molti tipi di criceti diversi per colori e taglia: in virtù del loro tenero aspetto e delle loro piccole dimensioni, sono particolarmente amati dai bambini. Tuttavia, i criceti non sono caratterialmente così teneri come sembrano, sono molto delicati, presentano esigenze ben specifiche e richiedono attenzione e dedizione da parte di chi li adotta.
10 min

Il gerbillo della Mongolia

In natura, questo simpatico roditore ha il pelo sul dorso di un colore rossiccio, che va dal sabbia al marrone, mentre l’addome è bianco o crema. Detto ciò, negli allevamenti è possibile trovarne anche nei colori nero, oro e argento, così come esistono persino varianti maculate. Quando è sano e nutrito correttamente, il Gerbillo ha un mantello fitto, lucente e setoso. I suoi artigli sono sempre scuri.

Le dimensioni: quanto grande diventa un Gerbillo della Mongolia?

I Gerbilli crescono fino ad arrivare a circa 10 cm. Le loro lunghe code pelose hanno più o meno la stessa lunghezza del corpo, mentre il peso di questi roditori è compreso tra gli 80 e 100 gr., con una variazione significativa a seconda del sesso e del tipo di corporatura del singolo esemplare. Nel complesso, i Gerbilli della Mongolia hanno una corporatura snella con una testa rotonda e un muso appuntito.
4 min

I cincillà

Con il loro pelo morbido, le lunghe orecchie e la coda folta i cincillà sono molto carini e conquistano immediatamente il cuore di chi li vede! Tuttavia prima di adottare un cincillà, bisogna informarsi sul cibo, il comportamento e le abitudini di questi animali per accertarsi che le loro speciali esigenze e il loro modus vivendi corrispondano alle proprie aspettative. A questo proposito è importante sapere da dove vengono e come vivono in natura.