Cani in sovrappeso: che fare?

cane accanto ad una ciotola

Il pericolo

Sia per l’uomo che per gli animali la conseguenza di un'alimentazione scorretta può essere soltanto una: il sovrappeso. Anche se in un primo momento si sorride dei chili messi su durante l’inverno, la salute dell'animale risente rapidamente dell’aumento di peso, che può danneggiare il cuore e la circolazione, sovraccaricare le articolazioni e, nel peggiore dei casi, essere causa di disturbi ormonali e di diabete canino.

Come accertare che il proprio cane è sovrappeso?

In linea generale quando le costole del cane non si sentono più al tatto o si individuano soltanto a fatica, quando sulla schiena, sulla pancia e sul petto è presente un evidente strato di grasso, questo significa che l’animale è sovrappeso. È il momento di intervenire, perché il sovrappeso limita moltissimo la libertà dell’animale che entra facilmente in un circolo vizioso: non si sente bene, gioca meno, fa meno movimento, perciò brucia una quantità inferiore di calorie e mangia di più, cosa che a sua volta favorisce l’obesità e così via.

Che cosa si può fare?

La dieta lampo è sconsigliata tanto per l’uomo quanto per gli animali. L’eliminazione troppo rapida dei depositi adiposi, infatti, può provocare danni organici. Perciò prima di tutto occorre controllare e ridurre l’assunzione di cibo. Inoltre è necessario attenersi ad orari prestabiliti per i pasti, e gli esperti nutrizionisti ne consigliano due al giorno. Assicurati che la dieta del tuo cane sia povera di grassi e fai anche in modo che si muova a sufficienza. Non trascurare l’importanza di rivolgerti al tuo veterinario, che sarà in grado di fornirti preziosi consigli per normalizzare il peso del tuo amico di zampa.

Nel nostro shop per animali trovi un’ampia selezione di alimenti ipocalorici per cani, tra i quali troverai certamente il cibo più adatto per il tuo cane in sovrappeso. Scegli subito!

I nostri articoli più utili

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?

Il cane vomita

Ogni padrone si sarà di sicuro trovato di fronte a una situazione del genere, spaventandosi nel vedere il propri cane vomitare improvvisamente. Tuttavia, non c’è bisogno di allarmarsi ogni volta che succede. Può capitare spesso che il cane vomiti e le cause dietro questo problema possono essere molteplici. Se dovesse trattarsi di un episodio isolato, il più delle volte il vomito non rappresenta alcun pericolo per il cane. Se invece il cane vomita spesso e il problema è associato a un peggioramento delle sue condizioni, è necessario rivolgersi a un medico veterinario.