L’artrosi nel cane: tutto quello che bisogna sapere

artrosi nel cane

Per diagnosticare l’artrosi il medico valuta anche l’andatura del cane e il tipo di zoppia.

Quando si alza dalla cuccia, il tuo pelosetto sembra un po’ irrigidito o addirittura zoppica? Hai l’impressione che non si muova volentieri e che anzi il movimento gli procuri dolore? Sono i segni tipici dell’artrosi nel cane. Scopriamo insieme di che si tratta e cosa puoi fare per aiutare il tuo amico di zampa che fa i conti con questo problema.

Quanto è pericolosa l’artrosi nel cane?

L'artrosi in sé non è pericolosa. Tuttavia, provoca dolore costante e intenso e limita molto la mobilità del tuo pelosetto. Ecco perché non va presa alla leggera.

A cosa devo fare attenzione?

L'artrosi è un processo degenerativo e quindi sostanzialmente graduale. Magari all’inizio hai notato una certa rigidità nel tuo cagnolone, una tendenza ad impigrirsi o a camminare più lentamente.

In generale non è affatto facile cogliere i primi segni dell’artrosi nel cane perché di solito sono piuttosto nascosti. Alcuni pelosetti all’improvviso si rifiutano di saltare in auto come hanno sempre fatto in passato, ad esempio, altri iniziano a leccarsi spesso un arto.

Visto che questa patologia provoca dolore, il cane per reazione cerca di evitare il più possibile gli sforzi. Così facendo, però, si innesca un problema secondario: la massa muscolare nell'arto interessato dall’artrosi di solito si riduce, creando ancora più stress a carico degli altri arti.

Inoltre, l'indebolimento muscolare crea disturbi via via peggiori, perché genera un affaticamento maggiore a carico delle articolazioni. La conseguenza ultima, infatti, è un inspessimento proprio delle articolazioni.

Come faccio a capire se il mio cane ha l‘artrosi?

Di solito si pensa che possa trattarsi di artrosi sulla base dei sintomi clinici, della storia dell’animale, dell'età e della razza. Per prima cosa il veterinario effettua un esame della zoppia e valuta, tra le altre cose, la deambulazione del cane. In questo modo di solito si riesce a capire quale articolazione sia interessata nello specifico.

Per escludere altre cause di dolore articolare nel cane e per valutare la gravità dell'artrosi si usano diverse tecniche di imaging. Ad esempio:

  • radiografia
  • ecografia
  • tomografia computerizzata
  • risonanza magnetica
  • esame endoscopico delle articolazioni

Nel caso degli ultimi tre metodi, occorre anestetizzare il cane. Se però il tuo veterinario lo suggerisce, conviene che tu sottoponga comunque il tuo pelosetto a questo tipo di indagine perché conoscere la causa e l’entità del problema è indispensabile per poter aiutare il tuo amico di zampa.

Molti cani affetti da artrosi traggono beneficio dalla fisioterapia.

Cosa si può fare per trattare l‘artrosi?

All’inizio l'obiettivo fondamentale è quello di alleviare il dolore nel cane e rallentare la progressione della malattia. Se possibile, il veterinario troverà la causa e cercherà di eliminarla. Ad esempio, è possibile trattare chirurgicamente le posture scorrette, le lesioni articolari come pure le fratture.

Inoltre, il veterinario può decidere di adottare le seguenti misure terapeutiche:

  • Farmaci: esistono diversi farmaci per trattare il dolore e l'infiammazione delle articolazioni. A seconda della gravità della malattia, il veterinario deciderà quali farmaci prescrivere al tuo cane.
  • Fisioterapia: grazie a movimenti e ad allenamenti mirati, si riduce la tensione e si aiuta il cane a rafforzare la propria massa muscolare.
  • Pianificazione di esercizio fisico mirato: un regolare esercizio fisico leggero, come il nuoto per cani, mantiene la mobilità dell'articolazione e favorisce lo sviluppo muscolare.
  • Alimenti e complementi alimentari dietetici: sul mercato esistono diversi complementi alimentari in grado di supportare la salute delle articolazioni del tuo pelosetto. Componenti specifici come condroitina, glucosamina e acidi grassi Omega 3 hanno un effetto positivo sul metabolismo articolare del cane.
  • Perdita di peso: essere in sovrappeso mette a dura prova le articolazioni del tuo cane perché il sovrappeso danneggia e compromette le articolazioni del tuo peloso.
  • A seconda della gravità dell'artrosi, il cane può trarre giovamento anche da altre misure terapeutiche come la radioterapia o dalla terapia con onde d'urto. In certi casi potrebbero rendersi necessarie misure chirurgiche, ad esempio per l'irrigidimento dell'articolazione o per la sostituzione l'articolazione danneggiata con una artificiale.

A seconda del decorso, il trattamento dell'artrosi nel cane richiede sempre degli aggiustamenti. Ecco perché un rapporto di fiducia e di collaborazione tra te e il veterinario è fondamentale.

Esistono rimedi casalinghi validi, contro l’artrosi nel cane?

Ovviamente puoi anche decidere di supportare il trattamento dell'artrosi del tuo cane con alcuni rimedi casalinghi. Il nostro consiglio però è quello di farlo con il consenso del tuo veterinario di riferimento. Solo in questo modo puoi evitare di interferire con la terapia del medico.

Ecco quali componenti possono aiutare il tuo cane:

 Leggi anche l’articolo del nostro magazine sul tema Alimentare un cane con problemi articolari

© LIGHTFIELD STUDIOS / stock.adobe.com

Il mio cane può guarire dall’artrosi?

Purtroppo l'artrosi nel cane non può essere curata ma solo trattata. Per fortuna però, con la giusta combinazione di farmaci, complementi alimentari ed esercizio fisico, puoi rallentare la progressione della malattia.

La cosa importante è iniziare il trattamento prima possibile. L'obiettivo è mantenere la qualità di vita del tuo pelosetto e alleviargli il dolore nel miglior modo possibile.

Come succede che un cane si ammali di artrosi?

L'artrosi può verificarsi in una o più articolazioni, degli arti o della colonna vertebrale. Questo di solito interessa punti sui quali vi sono carichi particolarmente elevati come le articolazioni del ginocchio, del gomito, dell'anca e della spalla.

Di base questa patologia può colpire i cani di tutte le età ma quelli più anziani sono decisamente i più colpiti.

Sono particolarmente soggette all’artrosi le razze con malattie articolari genetiche come la displasia del gomito o dell'anca. Purtroppo però questo disturbo non risparmia nemmeno le razze di taglia piccola.

Ecco le principali cause dell’artrosi nel cane:

  • Sovraccarico o carico errato dovuto a sport, lavoro o sovrappeso
  • Traumi come stiramenti, distorsioni o rottura di ossa
  • Infiammazione articolare causata da infezioni come la malattia di Lyme o l'ehrlichiosi
  • Malformazioni o posizioni scorrette degli arti come nella displasia dell’anca

Come posso evitare che il mio cane si ammali di artrosi?

Vuoi fare in modo che il tuo pelosetto non si ammali di artrosi: allora concentrati sulla sua alimentazione e fai in modo che eviti il sovrappeso.

La corretta dieta per il tuo cane si imposta già dalle prime settimane: il tuo cucciolo deve ricevere alimenti che soddisfino i suoi bisogni di vitamine, minerali, oligoelementi e aminoacidi. Questo e non altro garantisce una crescita ottimale.

Un altro aspetto fondamentale è la genetica: se decidi di adottare un cane di razza, pretendi il pedigree e fatti mostrare dall’allevatore tutti i test effettuati sui genitori per escludere la familiarità, ad esempio, con la displasia dell’anca.

Per fare in modo che le articolazioni del tuo cucciolotto si sviluppino in maniera ottimale, durante la crescita, è meglio che gli eviti gli sforzi eccessivi. Salire e scendere costantemente le scale, saltare dentro o fuori dall'auto e fare lunghe passeggiate sono gesti da evitare, finché il tuo cucciolotto è in fase di crescita. Vanno molto bene, invece, le passeggiate brevi ma frequenti, una buona regola che va benissimo anche per i cani anziani.

Questo articolo di zooplus Magazine è puramente informativo. Se il tuo animale presenta malessere e fastidi, contatta il tuo veterinario per diagnosi e cure.

I nostri articoli più utili
11 min

I vaccini del cane: quali sono e a cosa servono

Fortunatamente al giorno d'oggi possiamo proteggere i nostri amici di zampa rafforzando le loro difese immunitarie contro alcune malattie. Sono molti infatti i vaccini del cane, alcuni raccomandati e altri solo consigliati. In questo articolo potrai conoscerli più da vicino e capire qanto è importante immunizzare il tuo pelosetto, a maggior ragione quando è ancora un cucciolo.
8 min

Il cane vomita: quali sono le cause e come curarlo?

È sicuramente successo a chiunque abbia la fortuna di condividere le giornate con un cagnolone meraviglioso. Così, all'improvviso, il nostro pelosetto vomita, senza apparente motivo. Niente panico, non sempre il vomito è sintomo di qualcosa di serio, anzi. Ma quando è il caso di preoccuparti se il tuo cane vomita? Questo articolo ti aiuterà a fare chiarezza e a riconoscere le situazioni più a rischio.
10 min

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.