18 ottobre 2018 - Aggiornato il 26 febbraio 2019

Natale al sicuro con il cane: i consigli per festeggiare in sicurezza

hund jul

Le schegge di una palla di Natale in frantumi, una decorazione natalizia che prende fuoco, l’albero di Natale che si ribalta e le grandi abbuffate delle feste sono solo alcuni dei pericoli che il Natale porta con sé. Sono pericoli che non coinvolgono soltanto noi esseri umani, ma soprattutto i nostri cani. In questo articolo ti illustreremo dove questi si nascondono, come evitarli e come reagire velocemente e nel modo giusto in caso di emergenza, per trascorrere un Natale al sicuro insieme al tuo cane.

I profumi del Natale riempiono la casa, in forno cuociono dolci e biscotti natalizi, le finestre sono tutte decorate, le candele sono accese e in soggiorno splende l’albero di Natale coi suoi addobbi colorati. Il Natale è un periodo straordinario, ma per il tuo cane può nascondere dei pericoli. Quando le giornate diventano frenetiche, si impacchettano gli ultimi regali, si prepara l’arrosto e i bambini non vedono l’ora di aprire una nuova finestrella del calendario dell'Avvento, il tuo cane può sentirsi trascurato nel suo ambiente domestico. La sua routine viene scombussolata e la casa nasconde alcuni pericoli che solitamente non si presentano.

Cinque cose che a Natale possono rappresentare un pericolo per il tuo cane

  1. Candele accese

Cosa sarebbe il periodo di Natale senza la luce delle candele? La loro luce calda illumina il buio delle serate invernali. Anche se la maggior parte dei cani si tiene a distanza di sicurezza dal loro bagliore, queste non devono mai essere poste alla loro portata. Il rischio che il cane le urti inavvertitamente mentre corre o scodinzola, dando così fuoco alla tenda o alla tovaglia, è troppo elevato.

Puoi ridurre i rischi in questo modo: chi a Natale non vuole rinunciare alla luce delle candele, dovrà posizionarle soltanto dove il cane non può arrivare. Per un Natale al sicuro con il cane sono vietate quindi le candele sul tavolino del salotto, su un davanzale basso della finestra e sui rami inferiori dell’albero di Natale. Le candele dovrebbero inoltre essere sempre spente nelle stanze dove sei solito lasciare il cane da solo. Se queste precauzioni non fossero già abbastanza per un Natale al sicuro con il cane, si possono sostituire le candele con delle luci a LED, che non fanno colare cera bollente e non rischiano di causare ustioni o incendi.

Se queste precauzioni non fossero sufficienti e il tuo cane si bruciasse lo stesso con una candela, devi raffreddare la parte interessata sotto l'acqua tiepida (non fredda!). Non usare pomate contro le ustioni e polveri antisettiche sul cane. Spesso nei cani l'entità delle ustioni si manifesta molto più tardi, quando ad esempio un'ampia parte di tessuto si necrotizza a causa dell’ustione. Per questo motivo è importante far visitare il cane da un veterinario anche in caso di piccole ustioni. Tieni a portata di mano il numero di telefono del tuo veterinario o del pronto soccorso veterinario già prima dei giorni di festa, così da non dover perdere tempo a cercarli in caso si presentasse un'emergenza.

  1. Pericoli sotto l'albero di Natale

Un albero di Natale colorato e ben decorato è uno spettacolo affascinante, ma per il tuo cane nasconde alcuni pericoli che non andrebbero sottovalutati. Soprattutto i cani più giovani e curiosi che vedono spuntare all'improvviso quello strano albero nel loro salotto, fanno spesso brutte esperienze con le luci, le palline di vetro e le ghirlande di fili laminati. Il rischio più grande è quello di farsi male con le palline di vetro che potrebbero facilmente cadere quando un cane si avvicina curioso e scodinzolante alla scoperta dell'albero. Ferite alle zampe o addirittura in bocca non sono soltanto dolorose, ma potrebbero anche infiammarsi.

Anche le luci elettriche comportano dei rischi. Può succedere che il cane le metta in bocca per curiosità o per noia, e prenda così una scossa elettrica che per alcuni può essere addirittura fatale. Per un Natale al sicuro con il cane, bisogna fare attenzione anche alla base dell’albero, che dovrà garantirne la stabilità.

Bisogna infine assicurarsi che l’albero non si ribalti, se il cane lo annusa o se per caso lo colpisce con la coda mentre scodinzola. Infine è anche importante che il cane non abbia accesso all'acqua presente alla base di un albero di Natale vero, perché può contenere sostanze prodotte dall'albero che possono essere pericolose per il tuo amico a quattro zampe. Non sono poi da sottovalutare i rischi rappresentati dalle tradizionali ghirlande di fili laminati dell’albero di Natale, che contengono piombo e, se ingoiate dal cane, possono causargli una pericolosa occlusione intestinale.

Natale al sicuro con il cane

Devo rinunciare all’albero per un Natale al sicuro con il cane?

Naturalmente anche chi ha un cane può avere un bell'albero di Natale in casa. Se si prendono le seguenti misure di sicurezza, l’albero non rappresenterà alcun pericolo per il tuo cane:

  • Posiziona l'albero nel posto più sicuro del tuo salotto, dove il cane non lo urti in continuazione ad esempio se vuole andare a bere dalla sua fontanella automatica.
  • Assicurati che l'albero sia in una posizione stabile e sicura. La base dovrebbe essere in acciaio di ottima qualità e dotata inoltre di un sistema di sicurezza a prova di bambini. Puoi eventualmente assicurare con una corda l’albero alla parete per impedire che si ribalti.
  • Posiziona candele, luci elettriche e decorazioni soltanto sulla parte superiore dell’albero di Natale, dove il tuo cane non potrà arrivare. Sui rami bassi dell’albero appendi soltanto addobbi non pericolosi, fatti di carta, plastica dura o legno. A seconda della sua grandezza o di quella del salotto , puoi sistemare l'albero in posizione rialzata su un piccolo tavolo, ma questo dovrà essere sempre ben solido e stabile.
  • Procurati delle decorazioni natalizie "a prova di cane". Esistono delle belle alternative alle fragili palline di vetro e alle ghirlande di fili laminati.
  • Accendi le candele solo quando sei nella stessa stanza e sei sicuro che il tuo cane ti ascolti quando gli dici di allontanarsi dall'albero. Per essere sicuro, evita di utilizzare candele in cera e usa solo luci a LED. Ce ne sono anche senza fili, per ridurre al minimo il rischio di prendere una scossa elettrica nel caso in cui il cane dovesse mordere i cavi.
  • Qualora l’acqua alla base dell’albero di Natale dovesse essere raggiungibile, assicurati di coprirla in modo da impedire al tuo cane di berla.

Se il cane dovesse ferirsi: il rumore di una palla di Natale che va in frantumi o magari la caduta dell'albero stesso possono farti prendere un bello spavento, ma è importante mantenere la calma e mettere il tuo cane al sicuro prima di raccogliere le schegge di vetro dal pavimento e di risollevare l’albero. Se il tuo cane dovesse essersi già fatto male, devi innanzitutto tranquillizzarlo, proteggendolo da reazioni incontrollate con una museruola o immobilizzandolo, per poi occuparti della ferita. Ferma il sanguinamento con una fasciatura, pulisci la ferita con acqua limpida e pulita e, se necessario, taglia con cautela il pelo. Utilizza uno spray specifico per disinfettare la ferita dell'animale. Se dovesse esserci ancora qualche scheggia nella zampa, cerca di toglierla attentamente utilizzando una pinzetta.

Quando portare il cane dal veterinario? Fascia la parte ferita e, se possibile, portalo in fretta da un veterinario. perfino nel caso di piccole ferite, il rischio di infezione alle zampe è molto alto e il cane dovrebbe essere pertanto visitato il prima possibile dal veterinario. Se la ferita è aperta, sanguina molto o se dovesse esserci ancora un corpo estraneo nella zampa, è bene agire in fretta. Anche in caso di altri incidenti con l’albero di Natale, ad esempio se il cane dovesse ingoiare qualche ghirlanda di fili laminati, prendere una scossa o bere l’acqua nella base dell’albero, dovrai sempre consultare un veterinario. Dal momento che nei giorni di festa la maggior parte degli ambulatori veterinari è chiusa, è importante avere sempre a portata di mano il numero del più vicino pronto soccorso veterinario.

  1. Via le zampe dalla cioccolata!

Così come gli esseri umani, molti cani hanno un debole per quei vassoi natalizi colorati e pieni di cioccolata, biscotti e frutta secca. Al contrario degli esseri umani però, che nella maggior parte dei casi se la cavano con una carie o qualche chilo di troppo, il consumo di cioccolata nel cane può essere letale.

La teobromina contenuta nel cioccolato al latte e nel cioccolato fondente è velenosa per gli animali e può avere delle conseguenze disastrose per l’organismo del cane. Può causare crampi, pressione alta o problemi cardiaci. In base alla quantità ingerita e al contenuto di cacao della cioccolata, i sintomi di avvelenamento possono essere diarrea del cane, vomito, crampi dolorosi, tremore, perdita di coscienza o addirittura la morte.

Puoi ridurre il rischio di avvelenamento in questo modo: non lasciare mai in giro confezioni di cioccolata aperte. Conserva i Babbo Natale di cioccolata, biscotti e altri dolci all'interno di contenitori e scatole ben richiudibili, ed evita di lasciare vassoi di dolci da lasciare in soggiorno o in sala da pranzo. Se hai ospiti o vuoi coccolarti con un piatto pieno di cioccolata e altri dolci, assicurati che il tuo cane non ne prenda neanche un pezzo, anche se ti guarda con occhi supplichevoli. Non lasciare mai il tuo cane da solo in una stanza con della cioccolata aperta o posta su tavolini bassi, e riponi questi dolci in luoghi non accessibili al tuo cane. Anche la cioccolata del calendario dell’Avvento non dovrebbe mai essere alla sua portata: non devi sottovalutare l’abilità del tuo animale quando è spinto dalla fame! La cioccolata bianca invece, con il suo contenuto estremamente ridotto di teobromina, non è velenosa per i cani, ma l’alto contenuto di grassi e zuccheri può causare crampi dolorosi.

Cosa fare se il cane ha mangiato della cioccolata: la pericolosità della cioccolata per il tuo cane dipende dalla quantità ingerita e dal contenuto di cacao della cioccolata stessa. Di base la cioccolata è tanto più velenosa quanto più è scura, e le conseguenze sono tanto più pericolose quanto più piccola è la taglia del cane. Se ti accorgi che il tuo cane ha improvvisamente ingerito un'ingente quantità di cioccolata, devi recarti tempestivamente dal veterinario. Solo il veterinario può fermare l’avvelenamento con i rimedi necessari, lasciandolo vomitare, facendogli una lavanda gastrica o utilizzando il carbone attivo. Nonostante la grande tensione del momento, non farti mai prendere dal panico e mantieni la calma per il bene del tuo cane. Una piccola pralina o un singolo dolcetto al cioccolato non sarà di certo salutare per un cane di taglia media o grande, ma di norma non dovrebbe causare grandi problemi. La situazione cambia e diventa pericolosa, se il cane mangia invece un’intera tavoletta o diversi Babbo Natale di cioccolata.

Natale al sicuro con il cane
  1. Piante velenose e profumi periclosi

Una stella di Natale sul tavolo, un rametto di vischio sulla porta o una composizione floreale natalizia con delle stelle di Natale: queste piante sono tipiche del periodo delle feste, ma per un Natale al sicuro con il cane devi fare attenzione quando decori la casa.

Purtroppo, infatti, le piante più amate del periodo natalizio sono velenose per i cani. Se il tuo cane ingoia un rametto di vischio caduto o un pezzo di stella di Natale, rischia di avvelenarsi manifestando sintomi come diarrea e forti crampi. Anche il solo contatto con le foglie della stella di Natale può comportare delle spiacevoli irritazioni per i nostri animali domestici. Problemi allo stomaco e all'intestino possono essere causati anche dagli oli essenziali, che nei giorni di festa vengono utilizzati per diffondere i loro aromi natalizi. Se un cane troppo curioso dovesse bere uno di questi oli essenziali, oltre a diarrea e vomito, rischia un’irritazione delle mucose o addirittura l’avvelenamento.

Per un Natale al sicuro con il cane devo rinunciare a stelle di Natale e rametti di Vischio?

Chi, nonostante la presenza del cane, desidera mantenere vive le tradizioni natalizie, dovrà semplicemente assicurarsi che queste piante rimangano fuori dalla sua portata. Lo stesso vale per gli oli essenziali, che devono essere conservati in contenitori posti ad un’altezza di sicurezza. Devi fare attenzione anche ad altre decorazioni natalizie: la tanto amata neve finta in spray per decorazioni alle finestre può essere causa di insufficienza respiratoria nei cani, anche in piccole quantità. Per fortuna i proprietari di cani hanno alcune alternative per decorare la casa a Natale, senza mettere in pericolo il proprio animale: sticker natalizi da applicare alle finestre o piante artificiali che sembrano vere e non devono essere annaffiate nemmeno una volta!

Cosa fare se il mio cane ha mangiato una pianta velenosa? Se ti sei accorto che ha appena mangiato la pianta, puoi somministrargli una compressa al carbone vegetale, che non deve mai mancare nel set di pronto soccorso per cani di qualsiasi padrone. Tanto prima il carbone attivo entra in contatto con il veleno della pianta nello stomaco, tanto più efficace sarà il suo effetto. Se è passato del tempo dall'ingerimento della pianta e si manifestano i primi sintomi di avvelenamento come crampi, collasso cardiaco o insufficienza respiratoria, dovrai portare il cane immediatamente dal veterinario o al pronto soccorso veterinario.

  1. Niente arrosto di Natale per il cane

Un gustoso menù delle feste è un elemento imprescindibile del Natale, come l’albero e i suoi regali. Mentre siamo seduti a tavola a gustare tante prelibatezze, Fido sarà al nostro fianco a guardarci con i suoi occhioni supplichevoli. Bisogna ammettere che è difficile rimanere impassibili. Nel clima di festa facciamo l’errore di farci muovere a compassione e lasciamo cadere qualche pezzo d’arrosto per il nostro amico a quattro zampe. Con questa “piccola eccezione” , però, non facciamo un favore né a noi stessi né al nostro cane, e infatti spesso alla fine ci si deve recare in una clinica veterinaria. La maggior parte del cibo di noi esseri umani, come il succoso arrosto di Natale, è troppo grasso e speziato per i cani, e può causare seri problemi allo stomaco o all'intestino del nostro fedele amico. Nella ciotola del cane non devono finire nemmeno le ossa del pollame, come quelle dell’arrosto d’oca o di tacchino. Specialmente se cotte, queste possono frantumarsi facilmente e causare serie lesioni interne alla bocca o all'esofago.

Se vogliamo far felice il nostro cane, possiamo prendere invece un gustoso snack o un osso per cani, che il nostro amico rosicchierà con gusto mentre noi ci godiamo il menù natalizio.

In questo modo passerai un Natale sereno e tranquillo

Il periodo natalizio può rivelarsi una vera e propria sfida per chi ha un cane, specialmente se questo è ancora molto giovane, curioso e vuole scoprire tutte quelle cose strane che spuntano in casa in questo periodo. Ma niente paura: se seguirai le semplici precauzioni descritte sopra, andrà tutto bene e potrai goderti appieno il Natale e la sua magia assieme al tuo amico a quattro zampe.

Articoli più letti

Il cane può dormire nel letto?

È difficile trovare una risposta univoca a questa domanda. La questione è parecchio dibattuta e i pareri sono contrastanti. Probabilmente le argomentazioni a sfavore di quest'abitudine pesano abbastanza. Ti mostriamo alcuni pro e contro per aiutarti a decidere se lasciar dormire il tuo cane con te oppure no, certi che il rapporto con il tuo cane rimarrà splendido in ogni caso!

I segnali che dimostrano che il mio cane mi vuole bene

Il mio cane mi vuole bene? Quando amiamo qualcuno, naturalmente desideriamo che quel qualcuno nutra per noi gli stessi sentimenti che proviamo per lui. Quindi anche nei nostri animali vogliamo leggere quei segnali, che ci permettono di capire che ci hanno a cuore tanto quanto noi abbiamo a cuore loro. Tuttavia i cani hanno modi diversi di mostrare il loro amore e non potendo usare le parole per dire "ti voglio bene", trovano altri modi molto teneri per mostrarci il loro affetto. Riconoscere questi segnali è più facile di quanto sembri poiché la capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi.

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.