Diarrea nel cane: cause, prevenzione e cura

diarrea nel cane

Sfortunatamente i problemi gastro-intestinali nel cane sono piuttosto frequenti.

Purtroppo capita spesso che il cane abbia un episodio di diarrea: sarà successo anche al tuo peloso di non stare bene a livello intestinale. In questo caso, oltre a cercare di capire cosa fare per risolvere il problema, le domande importanti sono due: perché succede e quando è il caso di preoccuparsi? Ecco tutto quel che c'è da sapere sulla diarrea nel cane!

Quanto è pericolosa la diarrea nel cane?

La risposta a questa domanda è piuttosto semplice: dipende dalla causa. Facciamo un esempio: se un cane adulto ha problemi intestinali perché ha bevuto acqua sporca da una pozzanghera, è molto probabile che si riprenda rapidamente e senza conseguenze.

Ma non sempre si può sottovalutare questo problema: in diversi casi una forma severa di dissenteria può avere gravi conseguenze. Ad esempio, nei cuccioli questo disturbo è molto pericoloso. La perdita di liquidi e i cambiamenti elettrolitici che derivano dalla diarrea rappresentano un pericolo anche serio, per l’organismo ancora delicato del cucciolo.

Le cause: perché il cane ha la diarrea?

Per prima cosa bisogna partire da un aspetto fondamentale: la diarrea non è una malattia ma il sintomo di un disturbo ed è particolarmente comune, nei cani. Ogni volta che si verifica, però, occorre orientarsi tra le possibili cause, che sfortunatamente sono molte e diverse.

Situazioni stressanti come un trasloco o l’arrivo di un neonato in famiglia, per fare due esempi abbastanza comuni, possono causare un brutto mal di pancia al tuo cane. Letteralmente.

Ma anche un brusco cambio nell’alimentazione del tuo peloso (ad es. se decidi di passare rapidamente dall’umido alle crocchette), così come un alimento troppo freddo o non più fresco (e quindi avariato), qualche avanzo “caduto” dalla tavola e non adatto ad un cane perché troppo elaborato o calorico, sono tutti possibili fattori scatenanti.

Possibili cause da non sottovalutare

Purtroppo la diarrea può avere anche cause non proprio innocue: si tratta di situazioni potenzialmente pericolose che vanno risolte da un medico e di cui la dissenteria è un sintomo:

  • La presenza di parassiti
  • Infezioni, batteriche o virali
  • Una allergia o intolleranza alimentare
  • Patologie ad organi interni come ad esempio il morbo di Addison o la pancreatite
  • Malattie autoimmuni come le patologie infiammatorie intestinali (IBD)
  • Avvelenamento da sostanze o da
  • Presenza di un corpo estraneo all’interno del corpo del cane

Qualunque sia la causa, la diarrea è un sintomo molto fastidioso e debilitante, tanto per noi umani quanto per i nostri amici pelosi. Oltretutto, spesso a questa condizione si associano altri sintomi poco piacevoli come i dolori addominali e la flatulenza.

LUPOSAN MoorLiquid stomaco e intestino

  • Supporta le funzionalità digestive ed intestinali, la formazione dei globuli rossi e la salute di pelle e pelo
  • Migliora la salute digestiva del tuo pet
  • 100% naturale

La diagnosi: quando è il caso di andare dal veterinario?

Se la diarrea dura più di 48 ore e sopraggiungono sintomi quali debolezza, presenza di sangue nelle feci o febbre, è bene recarsi dal proprio veterinario di fiducia per chiedere un parere.

Nel caso in cui il tuo cane sia ancora molto giovane o addirittura un cucciolo, ti consigliamo di farlo visitare da un medico già dopo 6 ore dal primo episodio di diarrea. I cuccioli, infatti, hanno poche riserve e si indeboliscono molto rapidamente.

Di solito, dopo averti fatto alcune importanti domande per avere un quadro più chiaro della situazione, il veterinario dispone approfondimenti ed esami, come ad esempio un prelievo di sangue e un esame delle feci, per verificare se all’origine della diarrea del tuo quattrozampe non vi sia un’infezione batterica o intestinale.

Una radiografia e un'ecografia saranno utili per evidenziare eventuali corpi estranei presenti all’interno del corpo del tuo pet, o modificazioni di natura infiammatoria a carico del rivestimento intestinale o di altri organi interni.

In casi particolarmente difficili da trattare si rende necessaria una biopsia. In questo caso il veterinario, con l’aiuto di un endoscopio, preleva alcuni campioni dalla mucosa intestinale del tuo cane per poterli esaminare al microscopio. È in questo modo che vengono diagnosticate malattie come l'IBD (Infiammatory Bowel Disease).

La terapia: cosa fare quando il cane ha la diarrea?

Per precauzione, ai primi segni di dissenteria, dovresti sospendere l’alimentazione del tuo quattrozampe per un giorno. Ciò consente alla mucosa intestinale di “calmarsi”. In compenso, è importante controllare che il tuo peloso nel frattempo beva abbastanza. In questi casi la semplice acqua bollita, con un po’ di finocchio o di camomilla solubile è l’ideale.

Dopo 24 ore puoi offrirgli qualcosa di leggero (ad esempio un po’ di pollo bollito o del riso), purché in piccole porzioni. In alternativa, puoi dargli un alimento dietetico specifico. Per fortuna, nella maggior parte dei casi, la diarrea nel cane scompare da sola dopo un paio di giorni.

Se invece la dissenteria non passa, la terapia si basa sulla diagnosi del veterinario. A seconda della causa che il medico individua come origine del sintomo, vengono adottate le necessarie misure a livello di dieta e di medicinali.

Si va dai farmaci antiparassitari in caso di vermi o di giardia al passaggio graduale ad un alimento dietetico per cani allergici, sino ad arrivare alla possibilità di operare il cane per rimuovere l’eventuale corpo estraneo.

Nel caso in cui il veterinario dovesse decidere di fare una flebo al tuo cane, non devi preoccuparti. Si tratta di un modo rapido di fornire liquidi al tuo amico peloso. Ovviamente la flebo rappresenta una terapia sintomatica, non interviene sulla causa e quindi non risolve il problema, ma serve a far sentire subito meglio il tuo amico peloso.

© Chalabala / stock.adobe.com

La prognosi: il cane può guarire dalla diarrea?

Nella maggior parte dei casi, la prognosi è molto buona. Di solito basta modificare un po’ la dieta del cane, passando ad alimenti leggeri per qualche giorno e lasciandolo un pochino più a riposo, per ottenere una piena guarigione, senza nemmeno bisogno di interpellare il veterinario.

È chiaro che se, al contrario, la diarrea del tuo quattrozampe è il sintomo di una patologia sottostante, la prognosi sarà ben più complessa. Ad esempio, un cane con il morbo di Addison potrà sperare in un miglioramento del sintomo della dissenteria, ma avrà comunque bisogno di cure per tutta la vita.

La profilassi: come evitare che al cane venga la diarrea?

La diarrea acuta nel cane di solito deriva da un errore a livello di alimentazione. Ecco perché abbiamo pensato di concludere ricordandoti le 5 regole da seguire per prevenire la diarrea nel cane:

  • Mai esagerare con le porzioni.
  • Il cane deve assumere pochi o zero carboidrati.
  • Evita un cambio di alimentazione troppo rapido.
  • Tutti gli alimenti troppo calorici o elaborati sono difficili da digerire, per il cane.
  • Occhio alla data di scadenza degli alimenti confezionati. Mai dare al cane un alimento scaduto!
I nostri articoli più utili
9 min

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?
6 min

Cosa fare quando il cane vomita

Capita abbastanza spesso di ritrovarsi a dover gestire questa spiacevole situazione: il cane inizia a vomitare senza apparente motivo. A dire la verità, non è sempre il caso di allarmarsi. Tutto sta a capire la causa di questo malessere fisico, che nella maggior parte dei casi per fortuna è temporaneo e scompare così come è arrivato. Se invece al tuo amico peloso capita spesso di vomitare, è importante non sottovalutarlo e consultare un veterinario. Vediamo insieme perché.
9 min

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.