Coniglio Turingia

Scritto da Jana Schubert
coniglio turingia

Il coniglio Turingia, facile da accudire, ama fare molto esercizio fisico.

Il coniglio Turingia è una razza originaria dell’omonimo Stato federato tedesco ed ha più di 100 anni. Questo pelosetto ha bisogno di maggiore spazio rispetto agli altri conigli, ma è particolarmente equilibrato e mansueto. Leggi questo articolo e scopri tutto quello che c’è da sapere su questa razza.

Aspetto: da cosa si riconosce un coniglio Turingia?

Il tratto distintivo del coniglio Turingia è la colorazione del suo folto mantello: la tonalità dal giallo-bruno al giallo-rossiccio, con marcature scure e color fuliggine sul viso e sulle orecchie, viene addirittura indicata come “colorazione Turingia” quando è presente nelle altre razze.

Corporatura ben proporzionata

Idealmente, la corporatura del Turingia è compatta e forte. La testa corta e dalla forma particolare poggia direttamente sul corpo, mentre il collo scompare quasi completamente. Le orecchie, erette e ben ricoperte di pelo, sono lunghe tra i 10 e i 12 cm e sono posizionate lateralmente sulla parte posteriore della testa.

Il corpo, uniformemente largo, è sostenuto da zampe posteriori forti e di media lunghezza, che permettono a questo animaletto di saltare con una buona elevazione. Il corpo ha una linea dorsale armoniosa e termina con una coda arrotondata.

Quanto pesa un coniglio Turingia?

Questo soffice batuffolo di pelo pesa dai 3 ai 4,5 kg.

Sole o pioggia?

Il colore del mantello può cambiare a seconda delle condizioni atmosferiche e generalmente si scurisce con l’età.

Prima di decidere se adottare dei conigli Turingia, è bene considerare alcuni punti. Come tutti i conigli, questo amico di zampa non può essere allevato da solo. Dovresti adottare almeno una coppia, altrimenti questo animaletto socievole soffrirà la solitudine.

Allevare i conigli in un recinto all’aperto

Questi pelosetti hanno bisogno di molto spazio. L’ideale sarebbe tenerli all’aperto in una gabbia o conigliera spaziosa con diversi livelli, con diverse possibilità di gioco e molti altri accessori.

I conigli Turingia amano stare all’aria aperta, ma hanno bisogno di una protezione adatta alle condizioni atmosferiche. Un tetto robusto protegge dai raggi del sole e dalle precipitazioni, mentre un’accogliente grotta o una casetta per piccoli animali è un rifugio ideale quando fa freddo.

Attenzione: le pareti della conigliera devono essere ben piantate in profondità nel terreno. Altrimenti questi abilissimi scavatori potrebbero rapidamente liberarsi e fuggire.

Allevare i conigli Turingia in appartamento

Non hai un giardino? Nessun problema, puoi allevare i tuoi pelosetti anche in appartamento. Tuttavia, una gabbia angusta a lungo andare li renderebbe infelici. Quindi sarebbe meglio allestire per loro un’intera stanza.

Molte persone hanno avuto buone esperienze lasciando la porta della conigliera aperta durante il giorno. In questo modo i coniglietti possono utilizzare l’intero appartamento per saltellare e giocare.

Con un po’ di addestramento, attività e giochi per conigli, questi intelligenti animaletti capiscono che non possono fare i loro bisogni sul tappeto e sono felici di tornare nel loro recinto per riposare e dormire. Questo tipo di allevamento richiede un ambiente “a prova di coniglio”, senza fonti di pericolo.

Pulizia del recinto

Che si tratti di una conigliera interna o esterna: mantienila pulita. I batteri, probabilmente i più grandi nemici dei conigli, proliferano nelle lettiere sporche di feci. Pulisci regolarmente anche ciotole e beverini.

Le diverse razze di coniglio possono avere un’ampia varietà di caratteri. Il Turingia è molto socievole, mansueto e affettuoso e ama fare amicizia. Una buona dose di giochi e carezze rafforza il tuo rapporto con questo pelosetto saltellante.

Una volta conquistata la sua fiducia, il coniglio Turingia può stringere un legame molto forte con il suo umano di riferimento e comportarsi come un cane di taglia piccola. La sua natura affettuosa e orientata alle persone è particolarmente evidente quando lo lasci libero di circolare all’interno dell’appartamento: ti segue letteralmente ovunque tu vada e vuole essere partecipe di ogni tua attività.

Un’alimentazione equilibrata e ricca di fibre è estremamente importante per i conigli. Fieno fresco e paglia di alta qualità sono la base di una buona dieta. La maggior parte di questi lagomorfi mangia volentieri anche pellet e mangime per conigli ricco di fibre.

Con la frutta fresca, invece, è necessaria un po’ di cautela: la frutta contiene zucchero e può portare al diabete nel coniglio. È meglio somministrare verdure fresche. Queste forniscono anche dei liquidi che vanno così ad aggiungersi a quelli assunti con l’acqua.

Il cibo deve essere sempre disponibile in quantità sufficiente affinché la digestione del coniglio funzioni correttamente evitando la stitichezza. A questo scopo, i tuoi amici di zampa dovrebbero avere sempre a disposizione anche una ciotola o un beverino con acqua fresca.

Quanti anni può vivere un coniglio Turingia?

Questa razza gode di una buona aspettativa di vita. Può vivere fino a 15 anni. Durante questo periodo, questo piccolo animale ha bisogno solo di cure minime: è sufficiente pulire le orecchie e la zona posteriore se sono sporchi e tagliare regolarmente le unghie con delle forbicine per piccoli animali.

È inoltre necessario controllare regolarmente il tuo pelosetto per verificare la presenza di ferite e infezioni. Le ferite aperte possono essere molto pericolose: soprattutto in estate, le larve di mosca possono insediarvisi e causare gravi problemi.

Se il tuo coniglio mostra per lungo tempo problemi comportamentali di qualsiasi tipo, ad esempio è particolarmente iperattivo o letargico, portalo immediatamente dal veterinario.

Buono a sapersi: i conigli, soprattutto le razze precoci come il Turingia, si riproducono molto rapidamente. Fai sterilizzare per tempo i tuoi amici di zampa, altrimenti ti ritroverai la casa piena di pelosetti saltellanti.

La storia: quali sono le origini del coniglio Turingia?

L’allevamento di questa razza ebbe inizio in Turingia alla fine del XIX secolo incrociando coniglio russo, coniglio argentato e coniglio gigante.

A partire dagli anni ’30 vennero stabiliti gli attuali standard di allevamento e il coniglio Turingia è stato ufficialmente riconosciuto come razza.

Conclusione: simpatici coinquilini desiderosi di coccole

Il coniglio Turingia è un coinquilino particolarmente gradevole e orientato alle persone: è amichevole, mansueto e facile da accudire. Adora rosicchiare carote e farsi accarezzare il pelo morbido: cosa si può volere di più?

L’unica cosa su cui non ama scendere a compromessi è lo spazio. È quindi necessario disporre di un’area sufficientemente ampia in giardino o, se vivi in appartamento, mettergli a disposizione un’intera stanza e permettergli ogni tanto di gironzolare anche negli altri ambienti.

Scheda del coniglio Turingia

In breve: Il coniglio Turingia è una specie di coniglio domestico allevato nello Stato federato tedesco della Turingia dall’inizio dalla fine del XIX secolo
Carattere: docile, affettuoso, socievole e orientato alle persone
Dimensioni: 30 – 50 cm
Peso: 3 – 4,5 kg
Pelo: folto e soffice
Colore del mantello: dal giallo-bruno al giallo-rossiccio con marcature scure e color fuliggine
Condizioni di allevamento: Preferibilmente all’aperto, in una conigliera ampia e con protezione dal freddo
Adatto alla vita in appartamento: sì, purché abbia a disposizione molto spazio, possibilmente una stanza intera
Cura del pelo: minima
Possibili malattie: nessuna malattia tipica della razza, ma come tutti i conigli dovrebbe essere vaccinato contro la mixomatosi e la malattia emorragica virale del coniglio (MEV/RHD)
Bisogno di movimento: elevato
Va d’accordo con i bambini: sì, purché capiscano che non è un peluche
Va d’accordo con i conspecifici: sì, anzi, deve vivere in coppia o in gruppo
Alimentazione: Mangime completo, mangime secco in pellet, alimenti umidi come lattuga e altre verdure fresche. Anche frutta, ma con moderazione
Prezzo: a partire da 15 euro
Aspettativa di vita: fino a 15 anni
Paese d’origine: Germania

Proposte d’acquisto dalla redazione di zooplus

I prodotti selezionati nel box sono proposte effettuate dalla redazione, alimenti e accessori che puoi trovare nel negozio online per animali di zooplus e non costituiscono advertising da parte dei brand citati.


Jana Schubert
Profilbild von zooplus Magazin Autorin Jana Schubert

Già da piccola, preferivo coccolare il nostro gatto Persiano piuttosto che il mio orsacchiotto di pezza. Quando sono cresciuta, ho fatto impazzire i miei genitori fino a quando non mi hanno permesso di adottare un cavallo. Tutta la mia vita è costellata di meravigliose esperienze insieme ai miei pet. E, anche se vivere con gli animali non è sempre facile, non potrei nemmeno immaginare di farne a meno perché mi toccano l'anima come nient'altro. Ogni volta che scrivo di loro sento questa magia, che spero tocchi un po' tocchi anche te.


I nostri articoli più utili
11 min

Criceto

Criceto dorato, criceto d'angora, criceto nano ecc. Esistono molti tipi di criceti diversi per colori e taglia: in virtù del loro tenero aspetto e delle loro piccole dimensioni, sono particolarmente amati dai bambini. Tuttavia, i criceti non sono caratterialmente così teneri come sembrano, sono molto delicati, presentano esigenze ben specifiche e richiedono attenzione e dedizione da parte di chi li adotta.
7 min

Degu

I degu sono roditori originari del Cile, dove vivono in spazi aperti e creano delle reti di piccoli passaggi sotterranei che collegano le tane. Il loro aspetto ricorda un incrocio tra il ratto e il cincillà. Come il cincillà e i topi utilizzano abilmente anche le zampe anteriori come se fossero delle manine. I loro artigli consentono loro di salire su rocce e rami. Il degu è attivo di giorno e vive fino a quattro anni circa. Gli piace essere partecipe di quello che succede attorno e avere contatti con gli umani, ragion per cui la sua gabbia va posizionata in un posto tranquillo, ma di passaggio. I degu però hanno una caratteristica poco piacevole: sono roditori non solo per collocazione biologica, ma nel vero senso della parola, quindi attenzione alla loro voglia di rosicchiare!
7 min

Criceto nano

Occhi neri, orecchie piccole, zampette corte e corpo arrotondato: queste sono le principali caratteristiche comuni a tutte le specie di Criceto nano. Quanto alle dimensioni e ai colori, invece, le diverse specie appartenenti a questa razza di piccoli animali mostrano una certa varietà.

Quali sono le diverse specie di Criceto nano?

Esistono in totale 20 specie diverse. Quelle seguenti vengono allevate come animali domestici:
  • Criceto siberiano
  • Criceto nano di Campbell
  • ibridi di siberiano e Campbell
  • Criceto Roborowskijj
  • Criceto cinese
La specie più nota e diffusa come piccolo animale domestico è il Criceto siberiano. Il Criceto cinese, meno diffuso come animale domestico, si distingue per la sua coda lunga, mentre tutte le altre specie hanno la coda corta.

Differenze di dimensioni

Le quattro specie si differenziano principalmente per le dimensioni. Il Criceto siberiano e il Criceto nano di Campbell crescono fino a circa 8-10 cm. Il Roborowskijj, che non supera i 7 cm, è la specie più piccola. Il più grande è il Criceto cinese, che cresce fino a circa 12 cm di lunghezza e ha una coda più lunga dei suoi conspecifici.