Metodi contraccettivi per cani This article is verified by a vet

Metodi contraccettivi per cani

Quando maschio e femmina vivono insieme, la contraccezione è fondamentale.

Al più tardi quando la tua cagnolina ha il suo primo calore o quando il tuo pelosetto inizia ad inseguire la cagnetta del tuo vicino, la contraccezione è un tema che va assolutamente affrontato. Ma quali sono gli strumenti che hai a disposizione per impedire al tuo cane femmina di avere una cucciolata? E d’altra parte esistono anche per i maschi? Cerchiamo di fare chiarezza su tutti i metodi contraccettivi per cani.

La contraccezione: evitare cuccioli indesiderati

Per quanto i cuccioli inteneriscano praticamente chiunque, la maggior parte delle persone che vivono insieme ad un cane desidera prevenire le cucciolate, e per ottime ragioni. Soprattutto chi ha una femmina sa quanto stress comporti il periodo del calore e quindi prima o poi si trova a voler approfondire il tema dei metodi contraccettivi per cani.

Si sta alla larga dai maschi e si tiene la cagnolina con il guinzaglio corto, durante le passeggiate. Le si fa indossare pannolini e mutandine apposite e si usano gli spray anti-profumo. Eppure non si è mai sicuri: il rischio di una gravidanza inaspettata è sempre dietro l’angolo.

Infatti, purtroppo capita spesso che, nonostante mille accorgimenti, la femmina riesca a sgattaiolare non vista dal suo umano per incontrare il pretendente che la rincorre da giorni. E a quel punto il danno è fatto.

Contraccezione naturale per cani

Per quanto il periodo del calore della femmina sia effettivamente fonte di parecchio stress per i suoi umani (oltre che per la cagnolina), vale la pena cercare di viverlo con la maggiore serenità possibile e con un po’ di organizzazione.

Ad esempio, è bene che tu prenda nota del giorno di inizio del calore, così da prevedere con buona approssimazione quali siano i giorni più “caldi”, quelli nei quali la tua cagnolina corre più il rischio di restare incinta.

In effetti, nella maggior parte dei casi, la fase in cui effettivamente la cagnetta è fertile e disponibile all’accoppiamento dura solitamente da 5 a 9 giorni e si verifica 1-2 volte l'anno. Questo significa che, mentre puoi portare al parco la tua pelosetta senza problemi anche in presenza di maschi al di fuori di questi pochi giorni dell’anno, quando lei è in questa fase devi prestare particolare attenzione.

Tienila sempre al guinzaglio e portala a spasso in luoghi un po’ appartati, dove ci sono poche possibilità di incontrare altri cani, soprattutto maschi. Durante quei giorni, distraila con tanta attività fisica e mentale e cerca di farla appassionare a qualche gioco, per distoglierla dal guaire di richiamo del cane del vicino.

Se vivi con più di un cane e hai anche un maschio, in quei giorni devi evitare di lasciarli insieme, soprattutto se non sei nella stessa stanza con loro. Tienili in stanze separate della casa, per quel breve periodo, oppure per sicurezza tienili al guinzaglio anche in casa, quando non puoi supervisionarli.

Con queste precauzioni e un po’ di impegno da parte tua, puoi evitare che la tua cagnetta rimanga incinta senza ricorrere a farmaci o ad interventi rischiosi e costosi. L’impegno però deve essere costante: basta un attimo per ritrovarsi con la cagnetta in gravidanza e, di lì a poco, con una cucciolata da gestire all’Interno di un appartamento.

Se la cagnetta è in calore, occhio al rischio fughe e alle intrusioni da parte dei pretendenti maschi.

La contraccezione per le femmine

Non c’è niente di male se tu, come umano della tua cagnolina, preferisci andare sul sicuro ed evitare alla radice il problema delle possibili cucciolate indesiderate. Esistono diversi modi per prevenire o per interrompere una gravidanza.

Ma prima di decidere cosa fare, ti suggeriamo di fare una ricerca approfondita sui diversi metodi contraccettivi per cani, evitando di agire in maniera affrettata basandoti solo sui costi delle diverse opzioni: il benessere del tuo cane deve sempre venire prima di tutto.

Per offrirti una panoramica delle diverse opzioni, ti presentiamo qui di seguito i principali metodi contraccettivi, illustrandone i pro e i contro. Premessa importante: questo articolo non può e non vuole sostituirsi ad una approfondita discussione tra te e il tuo veterinario di fiducia. È quella la sede nella quale maturare la tua decisione.

Le procedure ormonali: iniezioni e pillole

Prevenire o interrompere una possibile gravidanza con l'aiuto degli ormoni è un metodo che inizialmente presenta il vantaggio di evitare l’intervento chirurgico. Inoltre, se si cambia idea, la cagnolina può restare incinta poco dopo, una volta interrotta la terapia ormonale.

Quindi, se desideri che prima o poi la tua pelosetta abbia una cucciolata, la somministrazione di ormoni è l’opzione più interessante e sicuramente la più indicata, specie rispetto alla castrazione che rimane un intervento invasivo e irreversibile.

  • Iniezioni di ormoni: la contraccezione canina tramite iniezioni ormonali equivale un po’ alla pillola contraccettiva per gli esseri umani. Alla cagnetta viene somministrata un'iniezione durante la fase di riposo successiva al calore, che si ripete ogni 5 mesi. Di solito i costi sono abbastanza limitati e, se si salta un'iniezione, la cagna può rimanere immediatamente incinta. Tuttavia, la somministrazione di ormoni su base regolare ha conseguenze di grande rilievo su tutto l’organismo della cagnetta. Alcune femmine perdono energia, diventano stanche e pigre e di conseguenza rischiano di sviluppare obesità.
  • Aglepristone: la somministrazione dei cosiddetti anti-steroidi sintetici corrisponde un po’ alla nostra “pillola del giorno dopo”. Se la fecondazione è già avvenuta, queste sostanze dovrebbero impedire all'ovulo di impiantarsi nell'utero. Il farmaco è efficace fino al 45° giorno dopo l'accoppiamento e nel 90% dei casi interrompe la gravidanza entro 1 settimana. Tuttavia, esiste un rischio residuo dal 5 al 10% che i feti sopravvivano nell'utero, alcuni dei quali gravemente danneggiati. Il prezzo si aggira attorno ai di 55 euro, quindi è anche piuttosto costoso. Si tratta di un metodo da usare solo in caso di effettiva emergenza.
  • Altre procedure ormonali: un'alternativa alle iniezioni di ormoni è rappresentata dal trattamento con estrogeni. Si tratta di un metodo altrettanto sicuro ed economico ma che in alcuni casi può portare alla suppurazione dell'utero. Inoltre, la somministrazione di ormoni tissutali (prostaglandine), che hanno lo scopo di respingere specificamente i feti dal 35° giorno dopo l'accoppiamento, comporta anche il rischio di svariate malattie.

Gli interventi chirurgici: sterilizzazione e castrazione

Se sei sicuro di volere categoricamente escludere la possibilità che la tua cagnolina abbia un giorno dei cuccioli, la sterilizzazione e la castrazione sono le due opzioni di contraccezione permanente del cane che hai a disposizione.

Va detto che un'operazione in anestesia generale non è cosa da poco: si tratta di una scelta che va ponderata con molta attenzione, soppesando bene i pro e i contro. Parlane a fondo con il tuo veterinario di fiducia e valutate insieme se un'operazione chirurgica sia effettivamente la scelta migliore per la tua cagnolina.

Lukullus spirale da masticare 2 x 10 cm (75 g)

  • Snack a forma di spirale a base di pelle di manzo
  • Essiccati all’aria & senza cereali

La contraccezione per i maschi

Ovviamente una gravidanza indesiderata non è un problema che preoccupa i proprietari dei cani maschi quanto quelli delle femmine, ma dovresti affrontare il tema della contraccezione canina anche se il tuo pelosetto è di sesso maschile.

Anche se può sembrarti strano, la contraccezione è particolarmente utile anche per i cani maschi, perché è noto che vadano spesso in giro da soli agendo in maniera impulsiva e, quando c’è una cagnetta in calore nelle vicinanze, del tutto incontrollata.

Castrazione ormonale mediante chip

Un po’ come detto per la contraccezione ormonale canina femminile, esiste una analoga possibilità anche per i cani maschi. In pratica, l’obiettivo di queste metodiche è ottenere l'infertilità tramite la somministrazione controllata di ormoni.

In questa specie di "castrazione chimica", il veterinario inserisce un chip sotto la pelle del cane maschio. Questo secerne ormoni e interrompe la produzione di testosterone e di sperma per un determinato periodo di tempo.

Il chip va sostituito dopo 6-12 mesi. Non appena si esaurisce il principio attivo, il maschio è di nuovo fertile. Questa contraccezione ormonale per cani è particolarmente utile per i pelosetti anziani che è rischioso anestetizzare. È adatto anche per i cani che mostrano un comportamento aggressivo.

Questa sorta di falsa castrazione viene a volte utilizzata per verificare se il comportamento del cane maschio migliora con la soppressione del suo desiderio sessuale.

I costi vanno dai 100 ai 200 euro, a seconda del chip che si inserisce e dalla durata del trattamento. Tra gli effetti collaterali da segnalare, vengono riportati un aumento dell'appetito e un peggioramento nella qualità del pelo del cane sotto ormoni.

La castrazione del cane maschio

Diversamente dal trattamento ormonale temporaneo, la castrazione chirurgica è, tra i metodi contraccettivi per cani, il più radicale. Come per le femmine, anche per gli esemplari di sesso maschile si tratta di un passaggio definitivo, che come tale va considerato attentamente, informandosi preventivamente e poi parlandone a lungo con il proprio veterinario di fiducia. In linea di principio, tuttavia, l’impatto dell'intervento chirurgico nei maschi è minore rispetto a quello subìto dalle femmine.

Qual è il metodo contraccettivo giusto per il mio cane?

Se sei giunto alla conclusione che i metodi contraccettivi per cani di tipo naturale non siano la soluzione migliore per il tuo pelosetto, puoi prendere in considerazione sia le metodiche di tipo farmacologico (e quindi temporanee) sia quelle chirurgiche (e quindi definitive).

È chiaro che la castrazione porta con sé diversi vantaggi, ma non va mai presa alla leggera: nessun cane dovrebbe subìre interventi chirurgici inutili. Ecco perché ti consigliamo di informarti a fondo prima di parlarne con il tuo veterinario di fiducia e decidere insieme con lui se gli ormoni o piuttosto la chirurgia siano la soluzione ideale per il tuo amico di zampa.

Valuta attentamente i pro e i contro dei diversi metodi contraccettivi e considera anche importanti fattori individuali come l'età, lo stato di salute e il temperamento del tuo cane, elementi determinanti quando si tratta di compiere questo genere di scelte. La decisione su quale forma di contraccezione sia da preferire deve essere presa individualmente, sulla base delle caratteristiche specifiche di ciascun cane.


Franziska G., Veterinaria
Profilbild von Tierärztin Franziska Gütgeman mit Hund

Mi sono laureata in Medicina Veterinaria all’Università Justus-Liebig di Gießen, in Germania, e ho maturato una vasta esperienza in diversi ambiti quali la medicina clinica per piccoli animali, la pratica veterinaria per animali di grossa taglia e per animali esotici, approfondendo le mie conoscenze in fatto di farmacologia, patologia e igiene alimentare. Da allora svolgo attività come autrice non solo di testi di argomento veterinario ma anche in quello che è l’ambito della mia dissertazione scientifica. Il mio obiettivo è quello di riuscire a proteggere meglio gli animali dagli agenti patogeni di tipo batterico. Oltre alle mie conoscenze mediche, mi piace condividere la mia felice esperienza di proprietaria di un cane: in questo modo posso comprendere da vicino e allo stesso tempo fare chiarezza sulle principali problematiche che riguardano la salute degli animali.


I nostri articoli più utili
11 min

I vaccini del cane: quali sono e a cosa servono

Fortunatamente al giorno d'oggi possiamo proteggere i nostri amici di zampa rafforzando le loro difese immunitarie contro alcune malattie. Sono molti infatti i vaccini del cane, alcuni raccomandati e altri solo consigliati. In questo articolo potrai conoscerli più da vicino e capire qanto è importante immunizzare il tuo pelosetto, a maggior ragione quando è ancora un cucciolo.
8 min

Il cane vomita: quali sono le cause e come curarlo?

È sicuramente successo a chiunque abbia la fortuna di condividere le giornate con un cagnolone meraviglioso. Così, all'improvviso, il nostro pelosetto vomita, senza apparente motivo. Niente panico, non sempre il vomito è sintomo di qualcosa di serio, anzi. Ma quando è il caso di preoccuparti se il tuo cane vomita? Questo articolo ti aiuterà a fare chiarezza e a riconoscere le situazioni più a rischio.
10 min

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.