Il Mudi

mudi cane

Questo pelosetto ancora poco conosciuto al di fuori del suo paese d'origine, l’Ungheria, è davvero un tuttofare: un cane da lavoro che sa prendersi cura del bestiame e tenere casa e cortile al sicuro dai topi, ma anche un cane per famiglie e un compagno instancabile per chi ama fare molta attività. Scopriamo insieme qualcosa di più sul Mudi.

Di mezza taglia ma con l’occhio vigile del cane da guardia

Il cane da pastore ungherese è un pelosetto di taglia media con un'altezza al garrese di massimo 47 cm. Le femmine pesano tra gli 8 e gli 11 kg mentre i maschi non superano i 13 kg. La testa del Mudi ha una forma a cuneo e si assottiglia verso il naso, un aspetto questo che, abbinato alle orecchie portate ben diritte, sottolinea l'espressione vigile della razza. Alcuni Mudi hanno una naturale coda corta, o bobtail.

Il mantello di solito è corto e liscio sul testa, muso e sulla parte frontale, mentre nel resto del corpo è lungo, fitto e ondulato o riccio. A livello di colori, i Mudi sono spesso neri ma ne esistono anche di fulvi, bianchi, grigi e blu-merle. Visto che la selezione di questa razza è relativamente giovane, non si può escludere che vi siano anche esemplari di altri colori.

Un aiutante di campagna sempre più popolare

I primi riferimenti scritti al Mudi risalgono ad un testo del 1815 dove si vede raffigurato un cane da pastore di taglia media e dalle orecchie appuntite che assomiglia all’odierno Mudi. La razza è il risultato di diversi incroci di cani da pastore ungheresi e di piccoli cani da pastore tedeschi, tra cui il cosiddetto Schäferspitz o Pomerania.

Il nostro Mudi è comunque un parente stretto degli ungheresi Pumi e Puli e del cane da pastore croato. Bisogna arrivare sino al 1936 per trovare la prima descrizione ufficiale di questa razza, che deve il suo nome ad un esemplare maschio nero dell’epoca, il quale ne racchiudeva tutte le caratteristiche e si chiamava appunto Mudi.

Ai giorni nostri i Mudi sono cani da lavoro molto popolari in Ungheria, dove sono messi a guardia di ogni tipo di bestiame, dai bovini alle pecore e ai cavalli. Questi instancabili e indipendenti aiutanti delle fattorie sono in grado di guidare da soli al mattino gruppi di maiali o di oche, custodirli nei campi per ore e poi riportarli indietro la sera. Controllano gli animali da cortile utilizzando principalmente lo sguardo e la loro voce.

Per il momento è ancora raro incontrare uno di questi intelligenti cani da pastore fuori dall’Ungheria. In Germania, ad esempio, se ne registra una dozzina di cuccioli all’anno. Eppure la popolarità di questi cani intelligenti e originali sta progressivamente aumentando – soprattutto nei paesi scandinavi – e un numero sempre crescente di allevatori si sta dedicando proprio a questa razza.

Il libro genealogico del Mudi è ancora aperto, il che significa che eventuali esemplari che soddisfano lo standard ma che mancano di certificati genealogici possono ancora essere accettati e riconosciuti come Mudi.

mudi in prato

Temperamento: un osso duro dal cuore tenero

Come abbiamo detto, i Mudi sono cani da pastore intelligenti, curiosi e molto docili. Si sottomettono senza problemi agli umani che esercitano una leadership coerente, anche se tendono a conservare un fondo di indipendenza, una caratteristica che gli appartiene da sempre che gli è assolutamente necessaria per assolvere i compiti che da sempre gli si assegnano.

La razza è considerata coraggiosa e senza paura: grazie al suo aspetto fiero e dominante è in grado di incutere il necessario rispetto ed ottenere che anche mandrie difficili vadano nella direzione desiderata. A differenza di altri cani da pastore, tra l’altro, il Mudi non pizzica le bestie che gli vengono affidate, ma si limita a comandarle usando il suo sguardo severo e i latrati

Sempre pronti a lanciarsi in nuove avventure, i pastori ungheresi sono al tempo stesso molto fedeli alle loro famiglie e a tutti i loro amici di zampa. Al Mudi piace trascorrere il tempo con i suoi umani: sono compagni sensibili nonostante il fatto che sul lavoro siano instancabili.

Quando lo si addestra, il Mudi rivela tutta la sua sensibilità: l'aggressività, quando proviene dal suo branco umano, lo turba profondamente. Un po’ diffidenti per natura, i Mudi preferiscono mantenere una certa distanza con gli estranei: sono considerati vigili e anche relativamente inclini ad abbaiare.

Robusto e in salute

Il Mudi è una razza ancora piuttosto giovane e originale, caratterizzata da una grande robustezza fisica. Se ben tenuto, questo cane da pastore può vivere sino a 15 anni. Tuttavia, essere in salute per un cane così energico e vivace come il Mudi significa poter fare adeguata attività, fisica e mentale, senza la quale questo cane non sta bene e tende ad avere disturbi comportamentali anche patologicamente rilevanti, come aggressività e apatia.

Detto ciò, anche se vivacissimo e desideroso di muoversi, il cucciolo di Mudi non va sottoposto ad alcun genere di sforzo fisico né si può coinvolgerlo in alcuna forma di attività prima che abbia compiuto i 12-15 mesi. Il rischio, infatti, è che una volta adulto si ritrovi con danni permanenti al sistema muscolo-scheletrico.

Lo stesso dicasi per le scale, che andrebbero assolutamente evitate per tutto il primo anno di vita. Una volta che il tuo amico di zampa sarà completamente cresciuto, potrai iniziare ad allenarti insieme a lui procedendo per gradi e con costanza, perché l'esercizio fa bene alla testa e al corpo del tuo Mudi.

Equilibrio anche nella ciotola

Una dieta sana è quella che si adatta in modo ottimale al cane e alle sue esigenze. Ecco perché, anche per il Mudi, la cosa più importante è che la carne risulti in cima alla lista degli ingredienti dei suoi alimenti.

In natura, i lupi sono cacciatori: si cibano ovviamente anche di quello che si trova nelle viscere delle loro prede e, se necessario, di frutta e di erbette spontanee, ma il componente principale della dieta del lupo e quindi del cane resta la carne.

La maggior parte degli alimenti pronti che si trovano in commercio sotto forma di crocchette o di umido offre un rapporto equilibrato dei nutrienti necessari al tuo amico di zampa. Scegli un prodotto di alta qualità che non contenga troppi cereali o sottoprodotti/derivati.

Un cane giovane va nutrito più spesso di uno adulto, per il quale saranno sufficienti i classici 2 pasti al giorno. La quantità, invece, dipende non solo dalla taglia ma anche dall'attività fisica svolta del tuo amico di zampa.

Le raccomandazioni del produttore possono essere una guida, ma ti conviene tenere comunque d'occhio il girovita del tuo peloso in modo da intervenire rapidamente se dovesse aumentare o diminuire troppo. Quando calcoli le razioni giornaliere, non dimenticare di conteggiare anche gli snack, che sono spesso molto calorici.

Se decidi di cambiare alimentazione al tuo cane, procedi lentamente mischiando gradualmente sempre più grammi del nuovo cibo e riducendo proporzionalmente quello precedente. Inizia sempre con una piccola quantità del nuovo alimento, per evitare reazioni di ipersensibilità come diarrea o vomito, e per ridurre il rischio che il tuo cane rifiuti la sua nuova pappa. Naturalmente, l’acqua fresca e pulita deve sempre essere messa a disposizione del tuo cane, tutto il giorno.

Curato dalla testa alle zampe

Il morbido mantello del Mudi è facile da mantenere curato perché non tende ad annodarsi. Tuttavia, è meglio usare una spazzola tutti i giorni soprattutto durante la muta del pelo per ridurre la quantità di pelo tra le mura di casa e per liberare il tuo amico di zampa dal pelo ormai morto.

Molte persone spazzolano regolarmente i denti dei loro amici di zampa con un dentifricio specifico e uno spazzolino da denti per cani, con lo scopo di prevenire la formazione del tartaro. Se si abituano i cuccioli a questa routine di cura sin da quando sono molto piccoli, anche da adulto il tuo Mudi si farà spazzolare i denti senza problemi.

Lo sforzo di inserire questa buona pratica igienica viene ricompensato con cani dai denti puliti e sani sino alla vecchiaia. Ovviamente esistono anche validi snack per l’igiene dentale dei cani.

Controlla quotidianamente le orecchie del tuo Mudi e, se necessario, utilizza uno specifico detergente per l’igiene delle orecchie del cane. Lo stesso vale la pena di fare con le unghie del tuo cane: tieni presente che un’unghia che preme sul letto ungueale può essere molto doloroso, per il tuo amico di zampa. Soprattutto i cani più anziani tendono ad avere problemi con le unghie più lunghe. Accorciale periodicamente con le forbici giuste oppure chiedi al tuo veterinario di tagliare le unghie al tuo pelosetto, di tanto in tanto.

Educazione e socializzazione

Per fare in modo che il tuo Mudi sia aperto nei confronti delle altre persone e delle nuove esperienze, è molto importante avviare una socializzazione precoce, sia con le persone sia con gli altri animali. La socializzazione è un processo che dovrebbe iniziare già con l’allevatore e proseguire poi nella sua nuova casa, insieme a te.

Una fase particolarmente importante nello sviluppo del cane è il periodo tra la 12a e la 16a settimana di vita: è questo il momento in cui puoi incidere positivamente sull’educazione del tuo Mudi. Con coerenza e costanza non è difficile addestrare questa razza, purché ci si faccia riconoscere come leader.

Questo pelosetto sveglio e vivace, infatti, ha bisogno di un umano che gli somigli in termini di intelligenza e di energia, altrimenti si considera lui il capobranco. Nonostante sia docile di carattere, al Mudi manca il classico desiderio di compiacere, tipico di altri cani da pastore come ad esempio il Border Terrier. Ciò significa che, se non capisce il senso di fare quello che gli chiedi, molto probabilmente ad un certo punto smetterà di farlo.

Questo atteggiamento è presente anche nelle attività sportive: il Mudi tende a mostrare un approccio (fin troppo) pragmatico. Ecco perché è utile e importante partecipare alle puppy class, per fare in modo che il tuo pelosetto conosca altri cani e si abitui a comprendere il suo ruolo. Ovviamente in una fase successiva puoi frequentare una vera e propria scuola per cani, se i metodi di addestramento che propongono vi si addicono.

Un cane che ha bisogno di essere tenuto occupato in tanti modi diversi

Anche il cane da lavoro originale ha bisogno di molto esercizio come cane da compagnia. Quindi, se non hai una fattoria con bestiame da accudire, riserva un sacco di tempo per tenere occupato il tuo compagno sportivo.

Se tieni d’occhio la sua spiccata indipendenza, il Mudi può rivelarsi il compagno ideale per praticare gli sport per cani come l'Agility, la Dogdance, l'Obedience o le discipline competitive. Questa razza è adatta anche per l'addestramento come cane da salvataggio.

Il tuo Mudi sarà ben felice di venire con te a fare jogging o – se lo addestri adeguatamente – a correrti al fianco disciplinato mentre fai un giro in bicicletta per una piacevole passeggiata fuori città. Un vantaggio di questo cane da pastore è che non ha quasi alcun istinto di caccia, quindi di solito non è un problema lasciarlo correre libero nei boschi.

Anche i giochi di intelligenza sono un passatempo prediletto dai Mudi: perché non dedicarsi allora all’addestramento con il clicker o a ritrovare gli oggetti nascosti? Ricordati che offrirgli tante attività stimolanti a livello sia fisico sia mentale non sarà mai un problema, casomai il contrario: se non fa abbastanza attività, il Mudi può avere problemi comportamentali come aggressività e apatia.

Ovviamente non devi esagerare, dimenticando che anche il Mudi ha i suoi limiti e ha bisogno di frequenti pause, per ricaricare le energie e per non ritrovarsi costantemente sovraeccitato.

mudi nero con cucciolo

Il Mudi è il cane che fa per me?

Le persone calme e tranquille, per lo più sedentarie, che non amano muoversi né fare lunghe passeggiate, soprattutto quando il tempo fuori non è dei migliori, non dovrebbero farsi tentare dal Mudi. Al contrario, questa razza è perfetta per gli sportivi che amano trascorrere molto tempo all'aria aperta con il loro cane e possono offrirgli almeno lo sfogo di un giardino (ma non solo quello!).

Quanto agli altri possibili pet di casa, da buon pastore qual è potrebbe voleri "radunare", creando un po’ di disagio, ma un Mudi equilibrato sarà sempre amichevole con tutti i membri della famiglia, a due e a quattro zampe. Questa razza è considerata molto legata al proprio umano e non tollera bene la separazione dal suo branco: tienilo presente quando pianifichi le tue vacanze.

Ma forse non è necessario fare granché perché molti hotel oggigiorno offrono ora la possibilità di portare con sé un amico di zampa ben educato. Un Mudi è, ad esempio, un buon compagno animale per fare delle piacevoli escursioni nella natura.

Ricorda che, se decidi di adottare un cane, sei responsabile del suo benessere per molti anni a venire. Prima di adottarlo, quindi, considera che un Mudi ha bisogno di un impegno quotidiano da parte tua e che anche quando piove non è il tipo di cagnolino a cui basta “fare il giro dell'isolato” per poi tornare a sdraiarsi sul divano.

Prima di adottare un Mudi, calcola i costi che prevedi di sostenere: oltre al prezzo di acquisto, se decidi di rivolgerti ad un allevatore, metti in conto le spese per gli accessori di base (cuccia, coperta, guinzaglio, collare o pettorina, trasportino per i viaggi in auto, utensili per la cura del pelo come spazzole, pinzette per le zecche, forbici, qualche gioco per cani, le ciotole, i tappetini igienici, etc.).

Oltre alle spese iniziali ci sono quelle regolari per gli alimenti di alta qualità, per il veterinario e i costi opzionali per l'assicurazione RC. Insomma, metti in conto tutto prima di fare il grande passo dell’adozione.

Dove posso trovare il Mudi dei miei sogni?

Se hai deciso di adottare un Mudi, per prima cosa ti facciamo le nostre congratulazioni! Non è detto che sia una cosa veloce, però: è possibile che tu debba essere paziente perché i Mudi si trovano raramente al di fuori dell'Ungheria. A seconda della regione in cui vivi, l'allevatore più vicino può trovarsi a centinaia di chilometri di distanza.

Può essere utile cercare club di appassionati dei cani da pastore ungheresi: queste persone d solito conoscono gli allevatori europei più seri e possono darti le migliori informazioni di prima mano su questa splendida razza canina.

Anche se gli animali che soddisfano lo standard ma sono privi di pedigree vengono ancora inseriti nel libro genealogico di questa razza appena nata, ha senso contattare un allevatore serio che abbia come obiettivo del suo allevamento la salute e il carattere dei cani da pastore ungheresi. In ogni caso ha senso affrontare un viaggio anche lungo o aspettare qualche settimana in più per adottare un cucciolo sano e conforme allo standard di razza.

Visitando di persona l'allevatore, puoi farti un'idea delle condizioni di vita e dei genitori del tuo cucciolo, un altro aspetto da non sottovalutare. Un Mudi non dovrebbe mai essere tenuto in un canile e dovrebbe dare subito un'impressione sana ed equilibrata. Il tuo cucciolo potrà venire a vivere con te non prima di aver compiuto 8 settimane e, oltre al microchip per l'identificazione, dovrà avere il certificato delle vaccinazioni e un attestato genealogico (pedigree).

Spesso sui siti internet dei club per cani da pastore ungheresi c’è una sezione dedicata agli esemplari in difficoltà, in cerca di adozione, sparsi per l’Europa. Se stai considerando la possibilità di adottare un cane adulto, dai un'occhiata anche in questi siti, perché molti Mudi di razza stanno aspettando una nuova casa e si trovano presso rifugi in Ungheria o presso famiglie in stallo.

Anche se nella maggior parte dei casi questi animali non hanno un pedigree, considerando l'origine di questa giovane razza, che proviene dalle fattorie ungheresi, non dovrebbe essere un problema. Quello che conta, invece, è confrontarsi in anticipo con i volontari dell'organizzazione che ha in custodia questi cani per capire se il carattere e il temperamento di un determinato esemplare sono adatti a te e alla vita che puoi offrirgli.

A noi non resta che augurare a te e al tuo Mudi tanti anni felici insieme!

I nostri articoli più utili
12 min

Lagotto Romagnolo: scopriamo la razza

In origine il Lagotto romagnolo era conosciuto come un cane d'acqua, ma oggi è diventato uno dei più noti cani da tartufo. A prescindere da questa sua caratteristica, è una razza canina sportiva e amichevole, che sempre più padroni scelgono di allevare come cane da compagnia.
11 min

Barboncino: oltre le apparenze

Il Barboncino nano è una varietà della razza del Barboncino di cui conserva tutti i pregi. Questo concentrato di 6 kg di energia gode di grande popolarità e questo non sorprende, visto che questo furbo cagnolino non solo è intelligente, ma anche felice di seguire la sua famiglia ovunque.
13 min

Australian Shepherd: origini e curiosità

Originariamente allevato per condurre le greggi, il pastore australiano è un bel cane di medie dimensioni che ha bisogno di essere impegnato in attività strutturate e versatili, in grado di stimolarlo sia fisicamente sia mentalmente. Scopriamo assieme tutto quello che c'è da sapere sull'Australian Shepherd!