Il gerbillo della Mongolia

Gerbillo

Il nome latino del gerbillo della Mongolia è Meriones unguiculatus, il cui significato letterale è "guerriero con gli artigli". Questi ultimi sono infatti un'arma che il gerbillo della Mongolia usa piuttosto frequentemente, quando si trova a combattere con esemplari rivali, per stabilire l'ordine gerarchico o per difendere il territorio: durante questi scontri può arrivare a ferirsi anche molto seriamente.

Origine

Come il nome stesso suggerisce, l'habitat naturale del gerbillo della Mongolia corrisponde alla steppa della Mongolia a nord della Cina e si estende fino alla Russia meridionale. Si tratta quindi di un animale abituato ad inverni rigidi ed estati calde, il quale vive sotto terra all’interno di un complesso sistema di gallerie, dove per altro conserva le sue provviste.

Aspetto e comportamento

I gerbilli della Mongolia sono lunghi circa 10 cm e hanno una coda coperta di pelo all’incirca di pari lunghezza. Il peso di un esemplare di questa specie varia dagli 80 ai 100 g, con differenze legate principalmente al genere e alla corporatura. Hanno un pelo piuttosto fitto, che in natura è di colore marrone e bianco, laddove i gerbilli di allevamento possono presentare una maggiore varietà di colori.

Si tratta di animali socievoli che vivono in gruppo. Quando si trovano nel loro habitat naturale, essi danno vita a colonie nelle quali si prendono vicendevolmente cura del loro pelo e dormono insieme. Ecco perché è consigliabile adottarli sempre in gruppo. Rispetto alla vita in cattività, non si può affermare che il gerbillo della Mongolia sia un animale facilmente addomesticabile: per alcuni esemplari è così, mentre altri non diventano mai “domestici”. In generale si tratta di animali molto attivi (di giorno e di notte), che amano arrampicarsi e saltare. Una delle loro attività preferite, che praticano con regolarità, è il bagno di sabbia.

Adottare un gerbillo della Mongolia

Come detto, questi piccoli roditori vivono in gruppo, il che significa che dovrebbero sempre essere adottati almeno in coppia, dal momento che hanno assoluto bisogno di vivere a contatto con altri esemplari della loro specie. Ti consigliamo tuttavia di scegliere una coppia dello stesso sesso, onde evitare di ritrovarti molto velocemente a fare in conti con diverse figliate. Tuttavia, maggiore è il numero dei componenti del gruppo e più elevata è la possibilità che gli animali litighino tra loro, con esiti non di rado violenti. Se è la prima volta che adotti un gerbillo della Mongolia, quindi, ti consigliamo di iniziare con una coppia. Tieni presente che in nessun caso potrai tenere nella stessa gabbia esemplari di gerbillo della Mongolia insieme a piccoli animali di altre specie, poiché questi roditori si comportano in maniera completamente diversa tanto a livello sociale quanto di comunicazione.

Alimentazione

L’alimentazione naturale del gerbillo si compone prevalentemente di erba, semi e talvolta insetti. L’ideale quindi è offrirgli un mix di mangime secco ricco di nutrienti, a cui puoi alternare piccole quantità di cibo fresco, purché povero di zucchero. Per coprire il suo fabbisogno di proteine di origine animale, ogni tanto bisognerebbe offrirgli qualche larva di insetto. Ricorda inoltre che il tuo gerbillo deve avere sempre a disposizione acqua fresca e fieno.

Gerbillo

Cura

Visto che questi roditori hanno l'abitudine di prendersi vicendevolmente cura del loro pelo, di norma chi li alleva non deve avere altre particolari attenzioni, tranne quella di mettere a disposizione alcune bacinelle per consentire loro di fare regolarmente i bagni di sabbia. È importante tenere sotto controllo denti e artigli, che devono sempre essere sufficientemente consumati. Con l'aiuto di apposite pietre o di piastrelle capovolte, i gerbilli dovrebbero essere in grado di occuparsi autonomamente di questo aspetto legato ai loro artigli. Se non dovesse accadere, la cosa migliore è rivolgersi al proprio medico veterinario di fiducia per ricevere consigli al riguardo. Come tutti i roditori, infatti, anche il gerbillo della Mongolia ha denti ed artigli che crescono senza sosta e che, se dovessero diventare troppo lunghi, possono causare all’animale molto dolore.

La gabbia giusta per il gerbillo della Mongolia

Le vasche da acquario o i terrari sono perfetti per questi roditori, perché sono in grado di proteggerli dalle correnti d’aria a cui i gerbilli sono particolarmente sensibili. Inoltre, queste strutture possono contenere molta lettiera (si suggerisce uno spessore di almeno 20 cm), fondamentale per consentire a questi roditori di scavare. È opportuno scegliere un coperchio con griglia, che lasci circolare l’aria impedendo al contempo ai gerbilli di uscire dalla gabbia.

Non va trascurata la necessità, da parte di questi piccoli roditori, di intrattenersi in sufficienti attività. Oltre agli accessori indispensabili come abbeveratoi e ciotole per il mangime, infatti, non dovrebbero mancarne altri, dedicati al loro bisogno di muoversi e di essere impegnati in attività: tra questi ricordiamo le casette, i tunnel, la sabbia per il bagno e in generale i giochi, che puoi anche creare tu stesso senza difficoltà utilizzando alcuni rotoli di carta. Un accessorio davvero essenziale per i gerbilli della Mongolia è rappresentato dalle ruote specifiche per roditori, dotate di pareti chiuse e di dimensioni sufficienti da garantire l'incolumità del gerbillo.

Gerbilli

Igiene e pulizia

È importante lavare con cura ogni giorno le ciotole e gli abbeveratoi dei gerbilli e offrire loro acqua fresca, cambiandola quotidianamente. Lo stesso dicasi per la vaschetta della sabbia, che andrebbe lavata ogni giorno. La lettiera invece va sostituita completamente una volta al mese. Quotidianamente vanno poi rimossi dalla gabbia la verdura e gli altri alimenti freschi non consumati.

Malattie

Non si conoscono patologie specifiche del gerbillo della Mongolia per le quali siano necessarie misure preventive (come ad esempio una vaccinazione). Malgrado ciò, questi animali possono soffrire di forme tumorali e di diarrea, nel qual caso è opportuno portare velocemente il gerbillo dal proprio medico veterinario di riferimento perché possa visitarlo. Infine, non sono infrequenti i casi di ictus e le lesioni dovute al morso di altri conspecifici.

Quanto vive un gerbillo della Mongolia?

Se allevati nel rispetto delle loro esigenze, i gerbilli della Mongolia possono vivere dai 3 ai 5 anni.

Cosa tenere presente prima dell’acquisto

  • I gerbilli della Mongolia vanno necessariamente adottati in coppia. Visto e considerato il loro notevole bisogno di muoversi, questi animali necessitano di una sistemazione spaziosa. Di conseguenza, per prima cosa verifica di avere abbastanza spazio per ospitarli adeguatamente.
  • Rifletti con calma rispetto al tempo e alle attenzioni che potrai effettivamente dedicare a questi animali socievoli ed attivi.
  • Chiediti se sei in grado di sostenere le spese mensili necessarie per il loro mantenimento.
  • Hai già individuato chi si prenderà cura di loro quando tu sarai in vacanza? Prima di procedere all’acquisto di un animale, è fondamentale trovare la persona che si prenderà cura degli animali nei momenti in cui non potremo essere presenti.

I nostri articoli più utili

Criceto

Criceto dorato, criceto d'angora, criceto nano ecc. Esistono molti tipi di criceti diversi per colori e taglia: in virtù del loro tenero aspetto e delle loro piccole dimensioni, sono particolarmente amati dai bambini. Tuttavia, i criceti non sono caratterialmente così teneri come sembrano, sono molto delicati, presentano esigenze ben specifiche e richiedono attenzione e dedizione da parte di chi li adotta.

Degu

I degu sono roditori originari del Cile, dove vivono in spazi aperti e creano delle reti di piccoli passaggi sotterranei che collegano le tane. Il loro aspetto ricorda un incrocio tra il ratto e il cincillà. Come il cincillà e i topi utilizzano abilmente anche le zampe anteriori come se fossero delle manine. I loro artigli consentono loro di salire su rocce e rami. Il degu è attivo di giorno e vive fino a quattro anni circa. Gli piace essere partecipe di quello che succede attorno e avere contatti con gli umani, ragion per cui la sua gabbia va posizionata in un posto tranquillo, ma di passaggio. I degu però hanno una caratteristica poco piacevole: sono roditori non solo per collocazione biologica, ma nel vero senso della parola, quindi attenzione alla loro voglia di rosicchiare!

Il gerbillo della Mongolia

Il nome latino del gerbillo della Mongolia è Meriones unguiculatus, il cui significato letterale è "guerriero con gli artigli". Questi ultimi sono infatti un'arma che il gerbillo della Mongolia usa piuttosto frequentemente, quando si trova a combattere con esemplari rivali, per stabilire l'ordine gerarchico o per difendere il territorio: durante questi scontri può arrivare a ferirsi anche molto seriamente.