Grillo domestico (Acheta domesticus)

Scritto da Sabrina Quente
Grillo domestico (Acheta domesticus)

Pur avendo le ali, i grilli domestici volano raramente.

Gli abitanti del terrario li adorano! Gli insetti commestibili sono indispensabili se vuoi alimentare i tuoi rettili con una dieta adeguata alle specie. Tra questi, i grilli domestici sono particolarmente apprezzati. Sono facili da accudire, ricchi di sostanze nutritive e stimolano l’istinto di caccia dei tuoi amici striscianti. Desideri allevare o acquistare dei grilli? In questo articolo trovi i nostri consigli per la conservazione, l’allevamento e la somministrazione.

Aspetto: come si riconosce il grillo domestico?

Il grillo domestico (Acheta domesticus), noto anche come “grillo del focolare”, appartiene alla famiglia dei Grillidi. Possiede delle lunghe antenne e, come tutte le specie di grillo, ha una struttura corporea compatta, un addome arrotondato e delle zampe posteriori lunghe e forti.

Il corpo del grillo è di colore giallo-marrone, con alcune bande scure sul collo e sulla testa. La forma somiglia a quella di una cavalletta. Quest’ultima, però, si differenzia dal grillo per alcuni aspetti: generalmente è di colore verde ed ha delle zampe saltatorie più pronunciate.

Maschi e femmine si differenziano per una parte del corpo: la femmina ha un ovopositore nella parte posteriore del corpo, che usa per deporre le uova nel terreno. Questo la rende più lunga di circa 15 mm rispetto al maschio, che ha una lunghezza del corpo compresa tra 16 e 25 mm. Il maschio, a sua volta, rivela il proprio sesso acusticamente: il grillo adulto di sesso maschile, infatti, è noto per il suo “canto” e frinisce, ad “alto volume” soprattutto nelle ore serali e notturne.

I grilli possono volare?

Pur possedendo quattro ali, il grillo domestico vola raramente. Preferisce correre o saltellare. Grazie alle sue zampe saltatorie, infatti, può saltare 30 cm e più. Ciononostante, le ali hanno una funzione importante: il maschio sfrega le ali anteriori per attirare le femmine, con grande disappunto di molte persone che trovano il suo frinire fastidioso.

Habitat: dove vive il grillo in natura?

Questo insetto dalle lunghe antenne è presente in tutto il mondo e preferisce vivere vicino alle case. Per questo motivo è chiamato grillo domestico. Anche la denominazione scientifica in latino rivela la sua passione per le abitazioni: Acheta domesticus significa letteralmente “cantore domestico“.

Un acquario o un faunario, ovvero una scatola realizzata appositamente per l’allevamento di insetti, sono l’alloggio migliore per i grilli domestici. Utilizzando questo tipo di contenitore, estrarre i grilli è particolarmente facile.

Assicurati che il coperchio possa essere chiuso ermeticamente, altrimenti questi agili animaletti scapperanno. Per garantire un’adeguata circolazione dell’aria anche quando il coperchio è ben chiuso, il faunario dovrebbe avere un’apertura che puoi rendere a prova di fuga applicandovi una tela per zanzariere.

I grilli del focolare non hanno grandi esigenze in termini di luce, ma di clima: preferiscono temperature intorno ai 25 gradi e un’umidità non troppo elevata. Di notte, la temperatura ambiente è sufficiente per questi insetti.

Consigli per allevare dei grilli domestici senza fatica:

  • Non lasciare gli insetti nel contenitore utilizzato per il trasporto.
  • Per 500 esemplari adulti è necessario un faunario di almeno 50 x 30 x 30 cm.
  • Il faunario deve essere pulito settimanalmente. In questo modo eviti odori sgradevoli e garantisci un’elevata qualità del cibo per i tuoi rettili.
  • La sabbia o i trucioli di legno sono un substrato ideale per la casetta dei grilli.
  • Crea dei nascondigli utilizzando dei rotoli di cartone e della carta stopicciata e non dimenticare di collocare anche una ciotola per il cibo.
  • Importante per la riproduzione: lascia spazio sufficiente per una cassetta per la deposizione delle uova.

Alcuni grilli domestici sono scappati? Come trovare i “fuggitivi”

I grilli del focolare sono vivaci ed abili nel saltare. I maschi possono risultare particolarmente fastidiosi per via del loro forte frinire. Pertanto, fai attenzione quando pulisci il contenitore, riempi la ciotola del cibo o rimuovi i grilli da somministrare.

Se un insetto scappa, le trappole adesive, la carta biadesiva o un cuscinetto riscaldante sul quale collocare una fetta di mela sono le esche ideali. Questi insetti sono notturni: con un po’ di fortuna riuscirai a scovare i fuggitivi perlustrando il pavimento al buio con una torcia.

Cosa mangiano i grilli domestici?

I grilli del focolare mangiano quasi tutto e si nutrono di cibo vegetale ed animale. Anche se vengono utilizzati come alimento per i rettili, i grilli domestici hanno bisogno di una dieta equilibrata composta da cibo sia secco che umido. Maggiore è la qualità dell’alimentazione del grillo, maggiore sarà la qualità di questo cibo vivo per gli animali del tuo terrario.

Come cibo secco, puoi somministrare fiocchi d’avena o germogli di grano. In alternativa, è possibile trovare dei mangimi specifici per grilli nei negozi di animali. Frutta e verdura, come mele, cetrioli e carote, sono adatti come cibo umido e forniscono a questi insetti canterini vitamine e liquidi. I grilli apprezzano anche erbe o piante selvatiche, come il tarassaco.

Generalmente è sufficiente nutrire i tuoi grilli ogni due o tre giorni. Gli eventuali avanzi non vanno lasciati nel contenitore per troppo tempo: anche questi animaletti saltellanti amano un ambiente pulito.

Allevare dei grilli domestici è facile, anche per i principianti. Questi insetti si riproducono durante tutto l’anno. Una volta diventate adulte, le femmine vivono per circa 10 settimane e durante questo periodo depongono da 200 a 300 uova. Le uova di grillo sono bianche, strette e lunghe circa 2 mm.

Come avviene la riproduzione?

  • Dopo l’accoppiamento, la femmina depone le uova su un substrato di deposizione. Il substrato può essere composto da scarti vegetali umidi, segatura o terriccio di coltivazione e dovrai collocarlo in appositi contenitori per la deposizione delle uova, delle piccole scatole lunghe circa 10 cm e alte e larghe circa 5 – 6 cm.
  • Dopo circa una settimana, sposta le uova in un contenitore di allevamento. Questo dovrebbe avere le stesse dimensioni del faunario e disporre di un fondo di sabbia e di nascondigli. Il contenitore per la deposizione delle uova deve essere mantenuto umido.
  • A seconda della temperatura, le uova si schiudono dopo circa 10-54 giorni. Questo processo avviene più rapidamente ad una temperatura di 35 gradi e meno rapidamente a 16 gradi.
  • Nelle successive 10-35 settimane, le larve compiono una decina di mute. Il tempo di sviluppo dipende anche dalla temperatura, dalla cura e dall’alimentazione.
  • Concluse queste fasi, i grilli domestici raggiungono lo stadio adulto e sono sessualmente maturi.

I grilli domestici sono un alimento ricco di vitamine e minerali adatto a tutti gli insettivori. Anche i piccoli rettili amano catturare grilli vivi. Non somministrare i grilli quotidianamente, poiché i rettili hanno un fabbisogno energetico inferiore a quello dei mammiferi. È quindi opportuno rimuovere dal terrario il cibo vivo non consumato.

Suggerimento: per evitare che questo agile cibo vivo scappi, puoi raffreddare i grilli circa mezz’ora prima della somministrazione. In questo modo diventano più lenti e facili da maneggiare.

Per sapere come rendere felici i tuoi piccoli amici e come nutrirli in modo adeguato alla specie, consulta la sezione Piccoli animali del Magazine di zooplus.

Preferisci acquistare i grilli? In questo caso, puoi rivolgerti ai rivenditori di articoli per animali. A seconda delle esigenze e dell’appetito degli abitanti del tuo terrario, il cibo vivo è disponibile in confezioni di dimensioni e stadi di sviluppo diversi.

A cosa devo prestare attenzione nell’acquisto di grilli domestici?

Sebbene siano molto apprezzati come cibo, i grilli sono prima di tutto degli esseri viventi. Pertanto, è bene acquistare solo insetti provenienti da allevamenti rigorosamente controllati e adeguati alla specie. Se li ordini online, assicurati che anche la modalità di spedizione sia rispettosa del loro benessere.

I grilli acquistati online vengono solitamente spediti in una scatola di plastica. Tuttavia, questa scatola per il trasporto è troppo piccola a lungo termine e non rappresenta un’opzione di alloggio adeguata alla specie per questi animaletti da allevare come cibo vivo.

Lo sapevi? gli insetti sono anche un’ottima fonte di proteine per i cani con intolleranze alimentari. In questo caso non è necessario allevarli, basta acquistare del cibo per cani a base di proteine di insetti, come Concept for Life Insect Snack per cani. Puoi trovare questo ed altri prodotti sullo shop online di Zooplus.

Conclusione: insetti di alta qualità per gli abitanti del tuo terrario

I grilli sono molto apprezzati sia dagli abitanti del terrario che dai loro umani di riferimento. Se ben curati e di alta qualità, forniscono importanti sostanze nutritive e vitamine ai rettili e ad altri piccoli animali, ad esempio al Riccio Africano. La loro cura richiede un po’ di tempo. Nel complesso, tuttavia, l’allevamento dei grilli è semplice e ti permette di produrre autonomamente del cibo vivo sano e di somministrarlo fresco.

Scheda del Grillo domestico (Acheta domesticum)

Nome: Grillo domestico (Acheta domesticus), conosciuto anche come “grillo del focolare”
Origine/distribuzione: tutto il mondo. Preferisce le aree abitate
Lunghezza: 16 – 25 cm. Le femmine sono in media 15 cm più lunghe dei maschi per la presenza di un ovopositore nella parte posteriore del corpo
Aspettativa di vita: 3 – 4 mesi
Dimensioni del faunario: Per 500 esemplari adulti è necessario un faunario di almeno 50 x 30 x 30 cm
Temperature: 25 °C
Umidità dell’aria: non troppo elevata
Substrato del faunario: sabbia o trucioli di legno
Substrato di deposizione: composto da scarti vegetali umidi, segatura o terriccio di coltivazione
Equipaggiamento del faunario: nascondigli creati con rotoli di cartone o carata stropicciata, ciotola del cibo, scatola per la deposizione delle uova
Alimentazione: fiocchi d’avena, germogli di grano, frutta, verdura, erbe e piante selvatiche
Abitudini: i maschi friniscono durante le ore serali e notturne
Difficoltà nell’allevamento: trattandosi di insetti molto agili, bisogna fare molta attenzione a non farli scappare

Proposte d’acquisto dalla redazione di zooplus

I prodotti selezionati nel box sono proposte effettuate dalla redazione, alimenti e accessori che puoi trovare nel negozio online per animali di zooplus e non costituiscono advertising da parte dei brand citati.


Sabrina Quente
Profilbild von zooplus Magazin Autorin Sabrina Quente

Da che ho memoria, gli animali sono sempre stati i miei compagni di vita: praticamente non c'è una mia foto da bambina in cui io non abbia un pappagallino sulla testa o un gatto acciambellato sulle gambe. Da più di dieci anni scrivo come editore su vari argomenti che spaziano dall'assicurazione sanitaria alla vita insieme ai gatti. Al mio fianco ho sempre lei, la mia micia Mimì: è la migliore fonte di ispirazione possibile e soprattutto sa quando è il momento di prendersi una pausa dalla scrittura.


I nostri articoli più utili
11 min

Criceto

Criceto dorato, criceto d'angora, criceto nano ecc. Esistono molti tipi di criceti diversi per colori e taglia: in virtù del loro tenero aspetto e delle loro piccole dimensioni, sono particolarmente amati dai bambini. Tuttavia, i criceti non sono caratterialmente così teneri come sembrano, sono molto delicati, presentano esigenze ben specifiche e richiedono attenzione e dedizione da parte di chi li adotta.
7 min

Degu

I degu sono roditori originari del Cile, dove vivono in spazi aperti e creano delle reti di piccoli passaggi sotterranei che collegano le tane. Il loro aspetto ricorda un incrocio tra il ratto e il cincillà. Come il cincillà e i topi utilizzano abilmente anche le zampe anteriori come se fossero delle manine. I loro artigli consentono loro di salire su rocce e rami. Il degu è attivo di giorno e vive fino a quattro anni circa. Gli piace essere partecipe di quello che succede attorno e avere contatti con gli umani, ragion per cui la sua gabbia va posizionata in un posto tranquillo, ma di passaggio. I degu però hanno una caratteristica poco piacevole: sono roditori non solo per collocazione biologica, ma nel vero senso della parola, quindi attenzione alla loro voglia di rosicchiare!
7 min

Criceto nano

Occhi neri, orecchie piccole, zampette corte e corpo arrotondato: queste sono le principali caratteristiche comuni a tutte le specie di Criceto nano. Quanto alle dimensioni e ai colori, invece, le diverse specie appartenenti a questa razza di piccoli animali mostrano una certa varietà.

Quali sono le diverse specie di Criceto nano?

Esistono in totale 20 specie diverse. Quelle seguenti vengono allevate come animali domestici:
  • Criceto siberiano
  • Criceto nano di Campbell
  • ibridi di siberiano e Campbell
  • Criceto Roborowskijj
  • Criceto cinese
La specie più nota e diffusa come piccolo animale domestico è il Criceto siberiano. Il Criceto cinese, meno diffuso come animale domestico, si distingue per la sua coda lunga, mentre tutte le altre specie hanno la coda corta.

Differenze di dimensioni

Le quattro specie si differenziano principalmente per le dimensioni. Il Criceto siberiano e il Criceto nano di Campbell crescono fino a circa 8-10 cm. Il Roborowskijj, che non supera i 7 cm, è la specie più piccola. Il più grande è il Criceto cinese, che cresce fino a circa 12 cm di lunghezza e ha una coda più lunga dei suoi conspecifici.