Il cane soffre la macchina: come rimediare

Il mal d'auto nei cani

cane in viaggio

Alcune persone viaggiano malvolentieri in auto, pullman, nave o aereo, perché si sentono poco bene. Il loro organismo sembra riuscire a tollerare solo mezzi di trasporto più soft come la bicicletta o, in alternativa, l’andare a piedi. Lo stesso vale per alcuni amici pelosi: a volte il cane soffre la macchina. In questi casi si dice che ha la cinetosi.

Cause della cinetosi nel cane

Il cane soffre la macchina quando si trova all’interno di un mezzo di trasporto in movimento. Chiaramente è l’auto a muoversi, non il cane, ma il suo cervello non sempre riesce ad inquadrare la situazione gestendola al meglio. In questi casi purtroppo il risultato è la nausea.

Se messo in un trasportino, il cane che soffre la macchina può avere sintomi anche peggiori. In pratica, l’organo dell’equilibrio, che si trova nell’orecchio dell’animale, segnala al suo cervello che l’auto è in movimento, eppure la realtà che lui vede intorno a sé è ferma.

Si tratta di un malessere che si sviluppa in maniera del tutto analoga anche nell’uomo.

È chiaro che in questi casi viaggiare con il cane può diventare difficile, perché ai fastidi fisici del tuo pet si aggiunge la sua paura, che scatta al ricordo di altri spostamenti spiacevoli avvenuti in passato.

Una somma di disagi, insomma. Il tuo cane può avere paura, essere intimorito da aspetti che non riconosce e che sono quindi fonte di ansia, come ad esempio i rumori tipici di quando si viaggia in auto. Spesso quando il cane soffre la macchina, all’origine c’è questa combinazione dei due fattori: un disturbo fisico da un lato e l’agitazione dall’altra.

I sintomi della cinetosi

Come capisco se il cane soffre la macchina?

Se il tuo cane soffre di cinetosi, di solito presenta anche alcuni di questi sintomi:

  • Abbaia e/o mugola
  • È indolente, sembra pigro
  • È irrequieto
  • Ha una salivazione accentuata, sbava
  • Vomita

Tieni presente che anche i cani abituati a viaggiare, che di solito non manifestano i sintomi della cinetosi, possono avere episodi di vomito, quando si spostano in auto, ad esempio se hanno assunto qualche alimento poco prima di partire.

In fondo anche noi umani ci regoliamo allo stesso modo: meglio non mettersi in viaggio a stomaco pieno. Tieni d’occhio il tuo peloso, quando viaggi insieme a lui. Appena ti accorgi di qualche sintomo di malessere, la cosa migliore è fare una sosta.

La prevenzione

Il primo viaggio in auto con un cucciolo

Il modo migliore per evitare che il tuo cane soffra la macchina è abituarlo a viaggiare sin da quando è ancora un cucciolo. Idealmente lo ha già fatto l’allevatore e il tuo piccolo amico è già abituato all’abitacolo e ai rumori tipici dell’auto in movimento.

In caso contrario, il primo viaggio avverrà nel momento in cui, sbrigate tutte le formalità con l’allevatore o il canile, potrai finalmente portare a casa il tuo cucciolo. Se non è mai stato in auto, il suo primo viaggio può rivelarsi molto complicato.

Tieni presente che la separazione dalla madre e dal resto della cucciolata è già di per sé un passaggio difficile, per il tuo pet, fonte di comprensibile ansia. Se poi ha già alle spalle altre esperienze di viaggio poco piacevoli, la situazione non è sicuramente facile.

Ma niente paura! Ecco qualche trucchetto che puoi adottare per aiutare il tuo piccolo amico di zampa a sentirsi più rilassato durante il suo primo viaggio in auto:

  • Cerca di guidare in maniera prudente e rilassata
  • Per quanto possibile, evita il rombo del motore e altri rumori improvvisi come ad es. sbattere le portiere
  • Tieni a portata di mano qualche gioco per cani o peluche, così da poter distrarre il tuo cucciolo
  • Accarezzalo di tanto in tanto, per farlo sentire al sicuro
  • Fai qualche sosta, durante il viaggio

Come posso abituare il mio cane a viaggiare in auto?

Il modo migliore per abituare il tuo cane a viaggiare in auto senza problemi è procedere con gradualità. Magari puoi fare prima un breve viaggio di prova, giusto per abituarlo un po’ alla volta, senza dimenticare di accarezzarlo di tanto in tanto per farlo sentire al sicuro.

A fine viaggio, premialo con una bella passeggiata o con una sessione di gioco insieme, tu e lui. È importante anche che il tuo cane riceva una ricompensa, quando scende dall’auto. Così associa l’auto a qualcosa di positivo.

La cosa migliore che puoi fare è organizzarti da subito, se vuoi evitare situazioni difficili. In questo modo i viaggi successivi potranno essere a mano a mano sempre un po’ più lunghi. L’importante è non avere fretta e rispettare i tempi del tuo pet. Se non cerchi di bruciare le tappe, avrai presto un compagno di viaggio entusiasta e la sua cinetosi sarà solo un lontano ricordo.

Cosa posso fare se invece il mio cane non sta meglio?

Se il tuo peloso è particolarmente delicato e ti rendi conto che soffre molto il mal d’auto, vale la pena ricorrere ad un medicinale contro la cinetosi, da dargli prima di iniziare il training per “abituarlo al viaggio”.

Questo perché tutto il tuo impegno non darà i risultati sperati se ogni volta il tuo pet soffre la macchina. Chiedi consiglio al tuo veterinario di fiducia: lui potrà prescriverti il farmaco più idoneo, da somministrare al tuo cane ogni volta che si renderà necessario.

Rimedi omeopatici e fitoterapici contro la cinetosi

In commercio esistono anche rimedi fitoterapici e omeopatici utili ad alleviare i sintomi di una forma leggera di cinetosi. A seconda della costituzione omeopatica e del comportamento del cane, il veterinario può prescrivere:

  • Apomorphinum muriaticum
  • Borace
  • Cocculus
  • Giusquiamo nero
  • Nux vomica
  • Passiflora incarnata
  • Petroleum
  • Tabacum

Tra i rimedi fitoterapici è consigliato soprattutto lo zenzero, che di solito viene commercializzato in capsule.

Si tratta di rimedi che presentano il vantaggio di non stordire e di non dare sonnolenza. In ogni caso, il nostro consiglio è sempre quello di parlarne prima con il tuo veterinario di fiducia. Sarà lui a valutare il contesto e le condizioni del tuo cane, indicandoti il rimedio migliore.

A cosa devo prestare attenzione quando viaggio in auto?

Il cane soffre la macchina: purtroppo capita spesso. In questo caso, prima di un lungo viaggio, cerca di abituarlo all’auto e al posto nel quale dovrà restare durante lo spostamento.

Tieni presente che la posizione in cui viaggia il cane può ridurre o amplificare il suo malessere. Prova a metterlo in punti diversi dell’abitacolo per capire dove si sente più a suo agio. Presta comunque sempre molta attenzione affinché il tuo viaggio con il cane avvenga in tutta sicurezza.

È sempre meglio se il tuo peloso affronta il viaggio in auto a digiuno. Nelle 12 ore che precedono la partenza, quindi, non dargli nulla da mangiare, al massimo qualcosa di leggero. E prima di partire, ricordati di portarlo a spasso per permettergli di fare i suoi bisogni e di scaricare un po’ di tensione.

Le 7 regole d’oro per viaggiare tranquilli:

  • Prevedi di fare diverse soste, durante il viaggio
  • Fai in modo che ci sia sempre un buon ricambio d’aria nell’abitacolo
  • Fai attenzione affinché la temperatura interna non salga troppo
  • Guida con prudenza
  • Non LASCIARE MAI IL CANE IN AUTO, durante le soste
  • Fai in modo che il tuo peloso beva acqua a sufficienza
  • Eventualmente, fatti prescrivere un farmaco contro la cinetosi dal tuo veterinario di fiducia, nel caso servisse
I nostri articoli più utili
6 min

Il cane soffre la macchina: come rimediare

Alcune persone viaggiano malvolentieri in auto, pullman, nave o aereo, perché si sentono poco bene. Il loro organismo sembra riuscire a tollerare solo mezzi di trasporto più soft come la bicicletta o, in alternativa, l’andare a piedi. Lo stesso vale per alcuni amici pelosi: a volte il cane soffre la macchina. In questi casi si dice che ha la cinetosi.
9 min

Dove posso lasciare il cane quando vado in vacanza: dog sitter o pensione per cani?

Finalmente in vacanza! Ma sorge spesso una domanda: dove posso lasciare il cane quando vado in vacanza o mi assento per lavoro? Nei casi in cui, per qualche ragione non si possa viaggiare con il cane, vengono in aiuto dog sitter e pensioni per animali. Ma quale soluzione è la migliore per il tuo cane? E che spesa comporta? A cosa fare attenzione? Ti elencheremo i pro e i contro di ciascuna alternativa e ti daremo qualche consiglio per sistemare nel modo migliore il tuo cane mentre sei assente.
15 min

Andare in campeggio con il cane

Che si tratti di un camper, di una roulotte o di una tenda, il campeggio rappresenta un modo di concepire le vacanze in libertà che attira sempre più persone. Ma questo tipo di vacanza si adatta alla presenza di un amico a quattro zampe? E come fare per trovare per tempo i campeggi a misura di cane? Cosa si deve tenere presente se si porta il proprio animale con sé e ci si sposta in camper, e dove può dormire il nostro amico peloso se optiamo invece per il campeggio in tenda? Ecco tutto ciò che c'è da sapere per andare in campeggio con il cane.