Il cambio dei denti nel cane This article is verified by a vet

cambio denti cane

Il tuo cucciolo ha solo pochi mesi? Preparati ad affrontare con lui il cambio dei denti

I cuccioli sono un autentico concentrato di dolcezza, ma danno un bel da fare, specialmente quando mettono su i primi dentini da latte. Se anche il tuo peloso è un cucciolo di pochi mesi, informati subito sul cambio dei denti del cane e su come puoi rendergli questa fase dolorosa il più confortevole possibile.

Come si manifesta il cambio dei denti nel cane?

In periodo di dentizione, i cagnolini mostrano sintomi simili a quelli di noi umani. Durante questo processo infatti, molti cuccioli hanno dolore o provano una sensazione di pressione o prurito nella zona dei denti interessati.

Per alleviare questi fastidiosi disturbi, spesso masticano oggetti duri o freddi (per esempio barre di ferro, radici o rami). Non di rado,  finiscono persino con il distruggere mobili o i altri oggetti della casa.

Oltre ad aumentare la masticazione, dormono anche meno serenamente o hanno difficoltà a mangiare il cibo secco. E in più, se le gengive si infiammano, il loro comportamento generale può peggiorare ulteriormente. In casi più rari, possono anche presentare sintomi come la diarrea o addirittura complicazioni più gravi.

Come puoi aiutare il tuo cucciolo

Durante il cambio, i denti da latte possono letteralmente snervare il tuo pelosetto. In questa fase, cercherà di accelerarne la caduta, sollecitando a lungo l’area del dente ballerino attraverso la masticazione.

Potresti adottare alcuni  di questi trucchi utili sia per alleviarlo dal dolore che per preservare i mobili di casa.

Attenzione: non dargli rimedi ad uso umano, perché possono essere tossici o addirittura mortali se assunti in quantità eccessiva.

Una volta sostituiti i vecchi dentini, fai visitare il tuo peloso da un veterinario. È importante per escludere malocclusioni o disallineamenti della mascella che nelle razze di taglia piccola sono frequenti. Se però il problema viene riconosciuto in anticipo, il veterinario farà del suo meglio per porvi rimedio.

Ai cuccioli piace masticare bastoncini o radici durante il cambio dei denti.

Quando inizia il cambio dei denti nel cane?

I primi denti da latte cadono tra i quattro e i sei mesi di età. Fanno spazio a quelli permanenti che lo accompagneranno per tutta la vita, a meno che non cadano durante la vecchiaia. Dopo circa tre mesi e molta masticazione, il cambio dei denti è finalmente concluso.

Quando avviene l’eruzione dei vari denti?

Come noi umani, i cani sviluppano prima i denti da latte e, successivamente, la dentatura definitiva.

I denti da latte

Nei cuccioli, la dentizione è costituita da denti da latte provvisori, che cadono durante il cambio. I denti decidui si riconoscono dal loro tipico colore bianco-bluastro. Rispetto a quelli permanenti, sono anche più sottili, più appuntiti e hanno una corona a forma di giglio.

I denti da latte si sviluppano tra la terza settimana di vita e il sesto mese:

3-4 settimana di vita Eruzione degli incisivi da latte
1-2 mesi di vita Crescita degli incisivi da latte
2-3 mesi di vita Gli incisivi da latte continuano a crescere separatamente
3-4 mesi di vita I lobi degli incisivi da latte si consumano
4-5 mesi di vita Cambio degli incisivi da latte
5-6 mesi di vita Cambio dei canini da latte
I denti da latte sono piccoli, di colore bianco-bluastro e molto appuntiti.

La dentatura permanente

In media, i cani adulti contano in tutto 42 denti permanenti. Solo occasionalmente ne perdono qualcuno, per l’età avanzata o in seguito a incidenti.

Poco dopo il cambio dei denti nel cane, quelli permanenti vengono coperti dai cosiddetti lobi, che scompaiono nel corso del tempo per effetto dell’abrasione. I segni di usura consentono peraltro di stimare l’età del tuo amico di zampa.


Franziska G., Veterinaria
Profilbild von Tierärztin Franziska Gütgeman mit Hund

Mi sono laureata in Medicina Veterinaria all’Università Justus-Liebig di Gießen, in Germania, e ho maturato una vasta esperienza in diversi ambiti quali la medicina clinica per piccoli animali, la pratica veterinaria per animali di grossa taglia e per animali esotici, approfondendo le mie conoscenze in fatto di farmacologia, patologia e igiene alimentare. Da allora svolgo attività come autrice non solo di testi di argomento veterinario ma anche in quello che è l’ambito della mia dissertazione scientifica. Il mio obiettivo è quello di riuscire a proteggere meglio gli animali dagli agenti patogeni di tipo batterico. Oltre alle mie conoscenze mediche, mi piace condividere la mia felice esperienza di proprietaria di un cane: in questo modo posso comprendere da vicino e allo stesso tempo fare chiarezza sulle principali problematiche che riguardano la salute degli animali.


I nostri articoli più utili
9 min

I vaccini del cane: quali sono e a cosa servono

Fortunatamente al giorno d'oggi possiamo proteggere i nostri amici di zampa rafforzando le loro difese immunitarie contro alcune malattie. Sono molti infatti i vaccini del cane, alcuni raccomandati e altri solo consigliati. In questo articolo potrai conoscerli più da vicino e capire qanto è importante immunizzare il tuo pelosetto, a maggior ragione quando è ancora un cucciolo.
7 min

Il cane vomita: quali sono le cause e come curarlo?

È sicuramente successo a chiunque abbia la fortuna di condividere le giornate con un cagnolone meraviglioso. Così, all'improvviso, il nostro pelosetto vomita, senza apparente motivo. Niente panico, non sempre il vomito è sintomo di qualcosa di serio, anzi. Ma quando è il caso di preoccuparti se il tuo cane vomita? Questo articolo ti aiuterà a fare chiarezza e a riconoscere le situazioni più a rischio.
9 min

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.