01 agosto 2018

Viaggiare in treno con il gatto

gatto in una borsa

I gatti e i lunghi viaggi: in treno insieme

Quasi nessun gatto ama lasciare il proprio ambiente quotidiano. Tuttavia un trasloco o un lungo viaggio potrebbero costringerti a doverlo portare con te…e se poi non hai a disposizione un’auto sei costretto a raggiungere il veterinario solo con i mezzi pubblici. Tutto questo è possibile? Naturalmente! Con un paio di consigli, tu e il tuo gatto potrete viaggiare senza stress.

La preparazione

Una cosa è particolarmente importante: la sicurezza viene prima di tutto, per te, per il gatto e per le persone intorno. Sui mezzi pubblici il gatto deve essere portato in un trasportino o in una borsa di tessuto.

Più il gatto è abituato al trasportino, minore sarà lo stress il giorno del viaggio: è necessario quindi preparalo per tempo al suo utilizzo. Invece di tirarlo fuori solo per viaggi scomodi in auto o per le visite dal veterinario, andrebbe inserito nella zona dove il gatto vive abitualmente qualche giorno o qualche settimana prima. È necessario far sì che la borsa attiri la sua attenzione, magari con della valeriana o dell'erba gatta in grado di rilassare i gatti più nervosi e di invitare alla scoperta. Puoi anche utilizzare Feliway e Felifriend, spray ai feromoni contenenti il cosiddetto "ormone del benessere" che il gatto rilascia strusciandosi sulle superfici per marcare il suo territorio. Puoi inoltre mettere nel trasportino i suoi giochi preferiti e, quando la paura del trasportino sarà sparita, potrai provare a farvi entrare l’animale aiutandoti con una cannetta o un piccolo snack. Potrai poi somministrare un pasto direttamente nel trasportino. Importante: va chiusa la porticina ma assicurati che il gatto non si senta mai in trappola! Deve infatti avere la possibilità di lasciare il box non appena ne ha necessità. Ricompensalo poi con un piccolo snack per gatti.

gatto nella valigia

Il grande viaggio

Finalmente si parte! Idealmente avrai già abituato il gatto al trasportino e l’entrata è stata semplice e rilassata. Quando salirai sul treno forse sarai l’unica persona a portare un gatto con sé. Potranno esserci diversi odori e rumori a seconda dell’ora di viaggio, forse è anche troppo caldo o troppo freddo…lascia quindi al gatto il diritto di essere un po' nervoso! Come può essere tranquillizzato?

Ricorda che non a tutte le persone piacciono i gatti e che alcune potrebbero essere allergiche. Il tuo gatto dovrebbe quindi rimanere sempre nel trasportino durante il viaggio. A seconda del suo carattere, probabilmente durante il viaggio si annoierà o si lamenterà a voce alta. Evita però in ogni modo la tentazione di aprire la porticina del trasportino o di prenderlo in braccio nel tentativo di calmarlo. I gatti sono animali agili e in un secondo potrebbero fuggire, diventando un pericolo per sé stessi e per gli altri. Per i minuti o le ore successive cerca di accarezzare il gatto attraverso la griglia e di calmarlo a voce tranquilla il meno possibile.

A seconda della durata del viaggio potrai offrire al gatto un pochino d’acqua o uno snack. Il viaggio è per loro stressante e non tutti vogliono bere in treno o in tram. Nonostante la sete infatti molti gatti si rifiutano si assumere liquidi, per questo puoi provare a somministrargli dell’acqua in bocca ricorrendo a una siringa usa e getta senza ago. Per fare ciò apri leggermente il trasportino e raggiungi il gatto con la mano: può essere però che il gatto indietreggi o soffi infastidito. Come sempre, la sicurezza viene prima di tutto, evita sempre che scappi!

A seconda della stagione può succedere che sui mezzi pubblici faccia freddo: potete quindi optare per un asciugamano sul trasportino che protegga il gatto dall'aria condizionata. Tuttavia non tutti i felini amano viaggiare al buio…Molte borse per gatti hanno però diverse finestre che si possono chiudere con una zip e, a seconda della necessità, possono essere riaperte.

gatto nel trasportino

Dopo il viaggio

Finalmente arrivati! Dopo il viaggio probabilmente sarete entrambi stanchi. Godetevi un attimo di pausa e cerca di tranquillizzare il gatto. Lascia poi il trasportino ancora un paio di giorni in casa se possibile, dando al gatto la possibilità di collegare nuove esperienze positive prima di un altro viaggio.

Articoli più letti

Viaggiare in aereo con il gatto

Viaggiare in aereo per il tuo gatto è molto più difficile che viaggiare in auto. Odori sconosciuti, rumori forti e il cambiamento di pressione rendono il volo un'esperienza non molto piacevole. Tuttavia non sempre si può evitare di portare il gatto con sé in aereo. Poco importa se si tratta di un trasferimento o di un soggiorno lungo all’estero: con un pochino di preparazione renderai il viaggio in aereo il più piacevole possibile per il tuo amico felino.

Viaggiare in treno con il gatto

Quasi nessun gatto ama lasciare il proprio ambiente quotidiano. Tuttavia un trasloco o un lungo viaggio potrebbero costringerti a doverlo portare con te…e se poi non hai a disposizione un’auto sei costretto a raggiungere il veterinario solo con i mezzi pubblici. Tutto questo è possibile? Naturalmente! Con un paio di consigli, tu e il tuo gatto potrete viaggiare senza stress.

In barca con il gatto

Crociera con il gatto? Suona folle, ma è possibile. Anche i vacanzieri, infatti, sono costretti talvolta a portare con sé il proprio gatto. Di seguito vi diamo alcuni consigli per affrontare la navigazione in modo piacevole per voi stessi, per il vostro animale e per gli altri viaggiatori!