Le infezioni batteriche nei cani: da dove derivano e come curarle?

cane dal veterinario

Già durante una visita generica, il veterinario è in grado di individuare i primi segnali di un’infezione batterica nel tuo peloso.

Sono piccoli e soprattutto si nascondono ovunque: difficile scampare ai batteri! Questi microscopici organismi stanno in agguato tra boschi, campi e naturalmente anche nelle aree cani.

Fortunatamente la gran parte di loro è assolutamente innocua per i nostri fedeli amici di zampa, ma guai ad abbassare la guardia: alcune specie in particolare possono infatti provocare malattie anche piuttosto gravi.

Leggendo questo articolo scoprirai cinque tra le più frequenti infezioni batteriche nei cani. Riconoscerle è il primo passo per combatterle!

Borelliosi

La borrelliosi, conosciuta anche come malattia di Lyme, è una patologia batterica trasmessa dalle zecche.

Nonostante il rischio di essere morsi da una zecca vari sensibilmente da zona e zona, l’attenzione verso questo sgradevole parassita deve rimanere sempre alta: in alcune regioni, la malattia di Lyme è una delle più comuni infezioni batteriche nei cani.

Se trovi una zecca sulle pelle del tuo pelosetto, non entrare subito nel panico: non è detto che il tuo cane svilupperà automaticamente l’infezione. È anche vero, però, che i sintomi della malattia di Lyme si manifestano spesso molto dopo l’infezione, talvolta troppo tardi.

Per saperne di più su questa infezione batterica, consulta il nostro articolo sulla borrelliosi nel cane.

Colibacillosi

Il batterio Escherichia coli, insieme al gruppo dei batteri coliformi, è un componente importante della flora intestinale, sia negli uomini che nei cani, motivo per cui, di base, non provoca alcun problema.

Ci sono però alcune situazioni particolari, ad esempio nei cani con un sistema immunitario già di per sé debilitato, in cui questi batteri possono rivelarsi pericolosi responsabili di patologie anche piuttosto serie.

Inoltre, non tutti i batteri coliformi sono “buoni”: esistono anche ceppi di Escherichia coli con proprietà patogene.

Sintomi

Tra i principali segnali indicativi di una colibacillosi ci sono naturalmente diarrea e vomito, ma l’Escherichia coli può provocare anche infezioni urinarie.

Negli esemplari femmine si manifestano spesso anche infiammazioni alle mammelle e al collo dell’utero.

Terapia

Se il veterinario ha diagnosticato un'infezione da batteri coliformi, ti prescriverà innanzitutto un antibiotico mirato.

A seconda della gravità dei sintomi, inoltre, potrebbero rivelarsi utili anche alcune terapie di supporto come farmaci antidolorifici o infusioni.

Leptospirosi

La leptospirosi del cane (conosciuta anche come malattia di Stoccarda o tifo canino) è causata da batteri del genere Leptospira.

Questi agenti patogeni attendono le proprie “vittime” su oggetti contaminati o all’interno dell’acqua, ma è possibile contrarre l’infezione anche tramite contatto con l’urina di animali selvatici o roditori infetti.

Si tratta di una malattia altamente contagiosa che, soprattutto nei cani giovani o più deboli, può causare gravi danni a diversi organi, rivelandosi talvolta persino mortale.

È bene ricordare che la leptospirosi non è un pericolo solo per il tuo peloso: questa patologia rientra infatti tra le forme dette “zoonosi”, vale a dire quelle in cui il contagio può avvenire anche con l’uomo.

Per saperne di più su questa infezione batterica, consulta il nostro articolo sulla leptospirosi nel cane.

Salmonellosi

Partiamo dalle buone notizie: un cane in salute, con un sistema immunitario forte e ben funzionante, è relativamente protetto dai casi gravi di salmonellosi.

Tuttavia, queste infezioni batteriche, nei cani indeboliti o affetti da altre patologie, possono svilupparsi anche in forma piuttosto grave.

I batteri della Salmonella si trovano solitamente nella carne bianca cruda oppure negli escrementi di pollame.

Sintomi

I sintomi della Salmonellosi variano molto in base al numero di batteri con cui il cane è entrato in contatto e alla salute del suo sistema immunitario.

Tra i più comuni ricordiamo diarrea, sia leggera che con tracce di sangue, vomito, febbre e apatia.

Le forme più gravi possono comportare ascessi degli organi interni e problemi al sistema nervoso.

Terapia

Proprio come altre infezioni batteriche nei cani, anche la Salmonellosi viene curata tramite la somministrazione di antibiotici.

Quando la malattia colpisce anche organi interni come la milza, il fegato o i reni, il veterinario prescriverà sicuramente anche altre terapie.

Prevenzione

Se hai scelto di includere anche la carne cruda nella dieta del tuo amico di zampa, è importantissimo che tu ti informi sempre sull’origine delle materie prime che acquisti: meglio evitare, innanzitutto, il pollame crudo di provenienza sconosciuta.

Assicurati inoltre che il tuo pelosetto non entri in contatto con escrementi di volatili, come ad esempio piccioni o anatre, più frequenti nelle nostre città.

Stafilococchi

Gli stafilococchi si trovano naturalmente sulla pelle di uomini e cani.

Tuttavia, alcune sottospecie di questo agente patogeno possono causare infezioni batteriche nei cani, localizzate sulla pelle e denominate piodermiti.

Se non trattate, queste infiammazioni possono estendersi al cuore, alle ossa e alle articolazioni.

Sintomi

Le zone in cui si verificano maggiormente infezioni cutanee da stafilococchi sono il tronco, i gomiti e l'area compresa tra le dita delle zampe.

Nei cuccioli la maggior parte delle infezioni coinvolge invece l’addome.

Oltre a lesioni visibili come ulcere o bolle, il cane può manifestare altri sintomi quali prurito, pelle arrossata e talvolta purulenta e perdita di pelo.

Terapia

Anche nelle infezioni da stafilococchi il rimedio più efficace e utilizzato è l’antibiotico.

Nei casi in cui l'infezione si verifica in concomitanza e in relazione ad altre cause, come ad esempio allergie, infestazione da parassiti o disturbi ormonali, sarà ovviamente necessario trattare anche queste condizioni di base.

Senza la giusta terapia delle cause a monte, infatti, l'infezione tornerebbe continuamente a colpire il tuo povero peloso.

Esistono altri batteri pericolosi per il mio cane?

Sarebbe troppo bello se i batteri pericolosi per il cane fossero solo i cinque presentati fin qui.

Purtroppo esistono diverse altre malattie che possono svilupparsi come conseguenza di infezioni batteriche nei cani:

  • tubercolosi
  • listeriosi
  • ehrlichiosi
  • anaplasmosi
  • Tetano

Come posso prendermi cura al meglio della salute del mio cane?

Come abbiamo visto le infezioni batteriche nei cani e i sintomi che presentano possano essere vari e molto diversi, ma le modalità di protezione da questi agenti patogeni restano sempre le stesse: un’igiene di base attenta e scrupolosa e un organismo sano e robusto lasceranno poco spazio ai batteri.

Come puoi rafforzare il sistema immunitario del tuo peloso e tenere lontani quanti più batteri possibile?

  • Prevedi sempre un’alimentazione sana ed equilibrata
  • Elimina gli avanzi di cibo dopo ogni pasto, senza lasciarli troppo tempo nella ciotola, che va sempre lavata accuratamente
  • Cambia l'acqua del cane almeno due volte al giorno
  • Se possibile, non far bere il cane da pozzanghere o da stagni e laghetti di acqua stagnante
  • Fai attenzione al contatto con gli escrementi di altri animali
  • Cura sempre adeguatamente l’igiene e lo stile di vita del tuo peloso

Desideri avere maggiori informazioni su quale sia la dieta più adatta al tuo cane o vuoi approfondire qualche argomento relativo alla sua salute? Sfoglia il magazine zooplus, troverai moltissimi articoli interessanti!

Questo articolo di zooplus Magazine è puramente informativo. Se il tuo animale presenta malessere e fastidi, contatta il tuo veterinario per diagnosi e cure.

I nostri articoli più utili
11 min

I vaccini del cane: quali sono e a cosa servono

Fortunatamente al giorno d'oggi possiamo proteggere i nostri amici di zampa rafforzando le loro difese immunitarie contro alcune malattie. Sono molti infatti i vaccini del cane, alcuni raccomandati e altri solo consigliati. In questo articolo potrai conoscerli più da vicino e capire qanto è importante immunizzare il tuo pelosetto, a maggior ragione quando è ancora un cucciolo.
8 min

Il cane vomita: quali sono le cause e come curarlo?

È sicuramente successo a chiunque abbia la fortuna di condividere le giornate con un cagnolone meraviglioso. Così, all'improvviso, il nostro pelosetto vomita, senza apparente motivo. Niente panico, non sempre il vomito è sintomo di qualcosa di serio, anzi. Ma quando è il caso di preoccuparti se il tuo cane vomita? Questo articolo ti aiuterà a fare chiarezza e a riconoscere le situazioni più a rischio.
10 min

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.