Imparare a fare un massaggio al cane: semplici tecniche e tanti benefici

Cane

Anche i cani adorano la sensazione di benessere di un bel massaggio

Non c’è niente di meglio di un massaggio rilassante, che sciolga le tensioni in profondità. Anche il tuo cane condividerà questo punto di vista! Non importa se il tuo amico di zampa è sano o ha qualche acciacco: con questo articolo ti spieghiamo come puoi coccolare al meglio il tuo animale e perché il massaggio canino fa bene alla sua salute.

Lo scopo del massaggio per cani

Da tempo ormai sono noti gli effetti positivi del massaggio canino sulla salute generale dei nostri amici a quattro zampe. Per questo motivo i massaggi vengono spesso utilizzati non solo negli studi medici veterinari ma anche a casa, dai proprietari che ne hanno appreso le semplici tecniche.

Facendo pressione in maniera mirata sui muscoli, infatti, si alleviano le tensioni dolorose e si possono ridurre i disturbi circolatori del proprio animale. Grazie al maggiore apporto di ossigeno di cui beneficia il corpo del cane con il massaggio si ottiene, ad esempio, un effetto antinfiammatorio.

Anche alcune patologie neurologiche possono essere alleviate attraverso il massaggio, in quanto opportuni movimenti sono in grado di stimolare positivamente i nervi. Allo stesso tempo questa pratica porta al rilassamento del corpo stimolando le cosiddette fibre nervose parasimpatiche.

Imparare a massaggiare il cane: come si procede

Con i questi semplici passaggi puoi imparare in pochissimo tempo ad eseguire un delicato massaggio a beneficio del tuo cane:

  1. Prima di iniziare il massaggio, è importante creare un'atmosfera rilassata e accogliente. Rivolgiti al tuo cane con dolcezza e intanto posiziona una coperta morbida su una superficie piana. Scegli un piano di lavoro (ad esempio un tavolo robusto) la cui altezza raggiunga all’incirca i tuoi fianchi, così da evitare di sollecitare troppo la tua schiena, durante il massaggio.
  2. Adesso posiziona dolcemente il tuo cane su un fianco e accarezzalo con i palmi delle mani, iniziando dalla testa. Poi procedi scendendo lungo il collo, la schiena e infine passa alle zampe.
  3. Massaggia la testa del tuo cane esercitando una leggera pressione sulla sua fronte e sulle guance, con movimenti circolari. Presta sempre attenzione al comportamento del tuo animale: se ti sembra irrequieto, riduci la pressione.
  4. Adesso passa alle orecchie: anche in questo caso procedi massaggiandole con movimenti circolari.
  5. Quando arrivi al collo e alla schiena del tuo amico peloso, puoi esercitare sui muscoli di queste zone una pressione maggiore. Il cane non è in grado di raggiungere da soli quei punti, per cui ogni volta che lo massaggi puoi dedicarti a schiena e collo con particolare intensità. Prova a trattare ciascuna fascia muscolare che incontri con le dita, evitando articolazioni sporgenti e punti delicati come la colonna vertebrale.
  6. Puoi alleviare la tensione agli arti inferiori del tuo cane accarezzando delicatamente i muscoli e i tendini di quella parte del suo corpo, procedendo dall'alto verso il basso. In questi punti è facile avvertire con le dita la presenza di numerose ossa: per questo motivo occorre sempre prestare molta attenzione quando si massaggiano gli arti inferiori di un cane.
  7. Poiché le zampe del cane sono particolarmente sensibili al tatto, è importante approcciarle con estrema delicatezza. Puoi provare a massaggiare dolcemente i suoi polpastrelli esercitando una pressione crescente e allungando delicatamente le sue articolazioni una ad una. Non dimenticare la zona tra le dita.
Cane

In quali circostanze il cane ha bisogno di un massaggio?

In linea di principio puoi massaggiare il tuo cane in qualsiasi momento, indipendentemente dall'età e dal suo stato di salute. Ci sono casi nei quali il massaggio si rivela particolarmente utile. Tra questi ricordiamo:

In caso di stress

Anche i cani possono soffrire a causa dello stress: quando capita, sono inclini ad accumulare tensione a livello muscolare. Per alleviare questa condizione dolorosa, è di aiuto massaggiare le fasce muscolari interessate e muovere in maniera controllata le articolazioni coinvolte. Il massaggio in sé svolge anche una funzione di riduzione dello stress, regalando al cane la possibilità di rilassarsi.

Nelle prestazioni sportive agonistiche

La muscolatura dei cani impegnati in attività sportive intense è sollecitata in maniera particolare. Per proteggerli dal rischio di dolorose tensioni e lesioni, si può ricorrere al massaggio praticato sia prima sia dopo le sessioni di .

In caso di patologie a carico delle articolazioni e dell’apparato muscolare

In medicina veterinaria si ricorre spesso ai massaggi per trattare diverse malattie articolari, tendinee e muscolari del cane. Le problematiche di salute per le quali si prescrive più comunemente un massaggio al cane sono:

  • accorciamento e deperimento muscolare
  • accorciamento, adesioni e/o infiammazioni a livello dei tendini
  • malattie reumatiche
  • paralisi
  • malattie articolari (ad es. osteoartrite) nei cani giovani e anziani, con o senza segni clinici

Dopo interventi chirurgici

Non è raro che, dopo un'operazione particolarmente invasiva, il cane resti limitato a livello di mobilità per diversi giorni se non addirittura per settimane. Ad esempio, a seguito di un'operazione dovuta alla rottura del legamento addominale o crociato. In tali frangenti il cane tende a scaricare il peso prevalentemente su un lato, con la conseguenza di acciacchi e tensione muscolare.

Per prevenire tali condizioni è molto utile ricorrere alla fisioterapia e continuare a sollecitare opportunamente la muscolatura del cane. Se il tuo animale si trova ricoverato in una clinica veterinaria, il trattamento viene solitamente eseguito in loco dal medico o da un assistente veterinario esperto. Affinché gli effetti della fisioterapia non perdano efficacia, una volta che il cane è stato dimesso, è consigliabile proseguire con la pratica del massaggio anche a casa.

 

I nostri articoli più utili
Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.
Ogni padrone si sarà di sicuro trovato di fronte a una situazione del genere...