Cani in difficoltà: tutti noi possiamo aiutare

Cane

Non tutti i cani hanno la fortuna di vivere in un contesto amorevole. Migliaia di amici a quattro zampe si trovano in un canile e stanno aspettando che qualcuno li adotti. Molti altri vivono all’interno dei santuari per animali, oppure hanno bisogno di cure permanenti perché sono malati cronici o molto anziani. Proteggere gli animali, tuttavia, comporta spese e richiede tempo. Ecco perché molte di queste realtà fanno affidamento sul sostegno degli amici degli animali. Ti piacerebbe dare il tuo contributo e aiutare le organizzazioni per la protezione dei cani? In questo articolo abbiamo raccolto alcuni suggerimenti e un paio di idee per orientarti rispetto a quello che puoi fare concretamente per aiutare i cani in difficoltà.

Aiutare i cani in difficoltà sul territorio

Sei pieno di entusiasmo e voglia di fare, e vorresti dare una mano sul territorio? Allora l’impegno attivo è la scelta giusta per te: ti basta rivolgerti al rifugio per animali della tua zona o ad un’organizzazione per la protezione dei cani che ti ispiri fiducia. Lo staff sarà felice di indicarti come puoi dare il tuo contributo in modo significativo. Questo tipo di impegno attivo non deve necessariamente essere permanente: se non hai molto tempo a disposizione, puoi comunque riuscire a dare una mano in occasione delle varie iniziative speciali organizzate dall’associazione.

La cosa migliore da fare è iniziare con il valutare quali siano le tue abilità specifiche, da mettere a disposizione di questa nobile finalità. Magari, ad esempio, ti piace lavorare con i bambini oppure ti piace insegnare. In questo caso potresti essere coinvolto come insegnante nelle lezioni sul benessere degli animali rivolte ai più piccoli, oppure potresti essere la persona di riferimento per un gruppo di ragazzi. Se invece hai buone conoscenze informatiche, potresti ottimizzare il sito web di un’associazione per la protezione dei cani, e così via.

Ovviamente l’impegno attivo può declinarsi in moltissime altre iniziative, come ad esempio:

Volontario per le passeggiate con i cani di canile

Ami i cani, ma non hai spazio, tempo o denaro per avere un cane tutto tuo? Che ne dici allora di offrirti volontario per le passeggiate con i cani di canile? I cani in difficoltà, costretti a vivere nei box dei rifugi, non vedono l'ora di poter fare passeggiate per curiosare ed esplorare i dintorni insieme a te. Uscendo con loro per fare una passeggiata, inoltre, puoi goderti la natura con i tuoi amici a quattro zampe. Senza contare che questo tipo di volontariato ti aiuta anche mantenerti in forma: un doppio vantaggio, per le persone e per gli animali!

Le regole per le passeggiate con i cani variano da rifugio a rifugio. Tuttavia, è importante per entrambe le parti che si stipuli una copertura assicurativa nel caso in cui qualcosa vada storto mentre ci si trova all’aperto con i cani. Di solito, i volontari devono diventare membri dell’associazione per il benessere degli animali a cui i cani sono affidati, e sono tenuti a seguire un breve corso di addestramento o una “introduzione alla camminata” a cura dei responsabili del rifugio. Il canile ti assegnerà quindi uno o più cani che potrai portare a spasso nel migliore dei modi.

Cane

Fare il volontario per le passeggiate all’aperto con i cani ti permette di supportare attivamente l’impegno dei rifugi per animali e allo stesso tempo ti dà modo di mantenerti in forma.

Aiutare i cani con martello e cesoie

In quanto amico dei cani, ti piace trascorrere il tuo tempo con loro. Tuttavia, ci sono diversi ambiti nei quali puoi aiutare a migliorare la qualità di vita dei pelosi in difficoltà. Molte organizzazioni per la protezione dei cani hanno spesso necessità di fare piccoli e grandi lavori di ristrutturazione, alcuni dei quali vengono spesso rinviati per mancanza di tempo e denaro. Se sei abile nel bricolage, questa è la tua occasione per dare un contributo significativo.

Ecco quali sono le mansioni pratiche più spesso richieste dalle organizzazioni per la protezione dei cani:

  • Tagliare le siepi, eliminare le erbacce, potare gli alberi – in breve: attività di giardinaggio
  • Piccole riparazioni e interventi su recinzioni, box, cucce o altre parti dell'edificio
  • Ridipingere le pareti interne della struttura

Creatività al servizio dei cani

Se preferisci aiutare le organizzazioni da casa tua, hai a disposizione molte altre opzioni. Puoi supportare i cani bisognosi distribuendo materiale come volantini o postando annunci sui social media, ad esempio. In questo modo puoi coinvolgere molte persone e sensibilizzarle sul tema della tutela dei cani.

Molte associazioni per la protezione degli animali organizzano periodicamente festival o giornate informative aperte al pubblico. In queste occasioni, ogni forma di aiuto è la benvenuta. Ti piace cucinare? Ecco che puoi donare una torta, ad esempio. Se te la cavi con ago e filo, puoi far sì che i cani in difficoltà beneficino di questo tuo talento: puoi disegnare e realizzare guinzagli e collari colorati in cordino, ad esempio, oppure divertenti tappetini da fiuto per cani. A seconda della necessità, puoi donare questi tuoi manufatti al rifugio per animali o venderli in occasione delle feste di beneficenza in favore della protezione dei cani più bisognosi.

Come diventare un punto di appoggio per cani in difficoltà

Hai molta esperienza con i cani – nonché spazio e tempo da dedicare loro – e vuoi aiutare i pelosi in difficoltà? Spesso le organizzazioni per la protezione del cane cercano famiglie affidatarie che fungano da punto di appoggio per animali bisognosi di aiuto. Come famiglia affidataria puoi prenderti cura di un cane in difficoltà a casa tua. Si tratta di condividere per un po’ la vita quotidiana insieme con un determinato animale, recarti alle visite dal veterinario e ricevere potenziali famiglie adottive.

Di norma, si tratta di un impegno limitato nel tempo. L'obiettivo è quello di affidare rapidamente il cane alla sua famiglia definitiva. A volte, tuttavia, si cercano punti di appoggio permanenti per cani malati cronici o molto vecchi, un compito assai impegnativo ma davvero onorevole. In questo modo puoi offrire ad un cane bisognoso sicurezza e cure che non potrebbero essergli fornite altrimenti, su base regolare.

Molte organizzazioni internazionali per la protezione dei cani sono alla ricerca di famiglie affidatarie che si prendano temporaneamente cura degli animali da adottare in tutta Europa. La maggior parte di queste organizzazioni copre anche i costi per le cure veterinarie e per gli alimenti di ciascun animale in affido.

Come si possono fare donazioni per la protezione del cane?

Quello che vale per la protezione degli animali in generale, vale anche per la difesa del cane: qualunque organizzazione è ben felice di ricevere donazioni in natura e in denaro. In questa sede vogliamo offrirti suggerimenti su come puoi fare donazioni in denaro a favore di questa nobile causa nonché altre possibilità di aiuto per le quali il denaro non è necessario.

Donare oggetti in beneficenza

Al tuo cane non piace la sua nuova cuccia o il letto per cani che gli hai comprato? O magari è cresciuto e la sua pettorina per cuccioli non gli va più? La maggior parte delle organizzazioni per la protezione del cane apprezza le donazioni di oggetti e accessori, se sono ben conservati. Una nota importante riguardo al cibo per cani: se vuoi donare alimenti, tieni presente che questi devono essere donati nella loro confezione originale e avere una data di scadenza in corso di validità, altrimenti i rifugi per animali non possono accettarli.

Ma non c’è bisogno solo di accessori per animali, nelle associazioni per la difesa del cane: a volte servono oggetti di uso quotidiano come lavatrici, asciugamani o utensili vari. Alcune organizzazioni pubblicano sul loro sito internet le dotazioni di cui necessitano e che possono diventare utili donazioni.

Ovviamente puoi anche fare ordini di cibo e accessori per cani nel negozio online zooplus e farle consegnare direttamente presso il rifugio per animali di tua scelta. Anche noi di zooplus supportiamo attivamente il benessere degli animali in difficoltà attraverso i nostri programmi charity.

Donazioni in denaro

Chiaramente ogni organizzazione per la difesa del cane può acquistare da sé ciò di cui ha più bisogno, se ha a disposizione il denaro necessario. Ecco perché le donazioni in denaro sono sempre di grande aiuto. Quando versi del denaro per beneficenza, però, assicurati che l’organizzazione scelta abbia un background serio, ad esempio che abbia ottenuto il riconoscimento di associazione senza fini di lucro. Questo non solo ti tutela in termini di sicurezza, ma ti offre anche un altro vantaggio: le associazioni senza fini di lucro possono emettere una ricevuta di donazione che puoi scaricare fiscalmente.

Anche donare importi piccoli ma in maniera regolare può fare una grande differenza: è il caso ad esempio delle quote associative o dei programmi di adozione per quei cani che difficilmente troveranno una famiglia disposta ad adottarli. Inoltre, una costante entrata di denaro sotto forma di piccole donazioni offre all’associazione in questione una maggiore sicurezza in termini di pianificazione.

Lasciare una parte di eredità ai cani dei canili

Molti amanti degli animali intendono prendersi a cuore la causa della protezione dei cani anche dopo la loro morte, e per questo designano come erede un'organizzazione per la difesa degli animali. È possibile lasciare in eredità una somma o tutti i propri beni. Quest’ultima opzione è indicata soprattutto per le persone che non hanno parenti stretti: infatti, coloro i quali muoiono senza aver lasciato le loro volontà scritte (testamento) e che non hanno familiari prossimi lasciano automaticamente tutti i loro beni allo stato.

A tal proposito va detto che le eredità lasciate alle organizzazioni senza fini di lucro sono esenti da imposte. Quindi l’intera somma lasciata va a beneficio della buona causa scelta, ossia i cani bisognosi. Se desideri consigli su questo tema, ti suggeriamo di consultare un notaio. In ogni caso, è sempre consigliabile che il proprio testamento sia facile da trovare, scritto a mano e firmato.

Donare punti ai cani in difficoltà: il Programma Fedeltà zooplus

Con il Programma Fedeltà zooplus, puoi aiutare gli animali bisognosi semplicemente facendo acquisti: comprando nel nostro negozio online, ad ogni acquisto collezioni zooPunti. Puoi scegliere di trasformarli in premi (scegliendo dal nostro catalogo) oppure donarli alla protezione degli animali in difficoltà. Se scegli la seconda opzione, zooplus convertirà la tua donazione di zooPunti in una donazione di alimenti.

I destinatari di queste donazioni cambiano mensilmente. Si tratta in gran parte di associazioni per la protezione degli animali che si occupano di diverse specie, dai criceti ai cani. In ogni caso, con una donazione di zooPunti sai di dare il tuo contributo affinché si possano sfamare molti amici a quattro zampe che si trovano in difficoltà.

Un cuore per proteggere gli animali: i prodotti zoolove

Un altro modo per supportare una buona causa semplicemente facendo acquisti è quella di scegliere i prodotti zoolove. Con questa linea di alimenti e accessori per cani e gatti, zooplus si impegna a donare automaticamente il 10% del prezzo di acquisto ad organizzazioni impegnate nella protezione degli animali.

I destinatari di queste donazioni sono associazioni per la protezione degli animali che cambiano ogni due mesi e che sono regolarmente censite come organizzazioni senza scopo di lucro. Puoi trovare rapporti dettagliati sui beneficiari di questo nostro progetto sulla pagina web dedicata a zoolove, che teniamo costantemente aggiornata per consentirti di vedere esattamente quanto denaro viene raccolto e come viene impiegato. Nel 2019, ad esempio, zooplus ha donato circa 250.000 euro a ben 45 diversi rifugi per animali distribuiti su tutto il territorio europeo.

Vivere appieno l’amore per i cani

Ogni proprietario di cane a cui stiano a cuore gli animali può contribuire quotidianamente alla loro tutela. Dai il buon esempio e diventa un ambasciatore dell'amore per i cani! Questo non significa dare consigli non richiesti agli altri proprietari di cani quando passeggi per la strada: piuttosto, ascolta le loro domande e mostra vicinanza quando ti esternano le loro preoccupazioni.

Gli amici dei cani spesso possono offrire aiuto anche nelle loro immediate vicinanze. Il vicino di casa si è rotto la caviglia? Chiedigli se per caso ha bisogno di aiuto per far uscire il suo cane. Anche il Dog-Sharing è un'opzione interessante: consente alle persone che non hanno la possibilità di adottare un cane di godere di bei momenti insieme ad un quattrozampe senza gli oneri che comporta occuparsi di un cane a tempo pieno.

Ti abbiamo offerto una panoramica dei diversi modi in cui puoi aiutare i cani in difficoltà, attraverso il volontariato, donazioni in denaro o semplicemente facendo shopping. La cosa migliore che puoi fare è contattare le organizzazioni per la tutela dei cani o degli animali attive nella tua regione e chiedere direttamente ai volontari come puoi aiutare al meglio nel tuo specifico contesto territoriale.

I nostri articoli più utili

I segnali che dimostrano che il mio cane mi vuole bene

Il mio cane mi vuole bene? Quando amiamo qualcuno, naturalmente desideriamo che quel qualcuno nutra per noi gli stessi sentimenti che proviamo per lui. Quindi anche nei nostri animali vogliamo leggere quei segnali, che ci permettono di capire che ci hanno a cuore tanto quanto noi abbiamo a cuore loro. Tuttavia i cani hanno modi diversi di mostrare il loro amore e non potendo usare le parole per dire "ti voglio bene", trovano altri modi molto teneri per mostrarci il loro affetto. Riconoscere questi segnali è più facile di quanto sembri poiché la capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi.

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.

Il cane può dormire nel letto?

È difficile trovare una risposta univoca a questa domanda. La questione è parecchio dibattuta e i pareri sono contrastanti. Probabilmente le argomentazioni a sfavore di quest'abitudine pesano abbastanza. Ti mostriamo alcuni pro e contro per aiutarti a decidere se lasciar dormire il tuo cane con te oppure no, certi che il rapporto con il tuo cane rimarrà splendido in ogni caso!