Il Pappagallo Ecletto (eclectus roratus) This article is verified by a vet

Pappagallo Ecletto

Il colore del piumaggio del pappagallo ecletto varia a seconda del sesso.

Gli animali e le piante provenienti da terre lontane esercitano da sempre un fascino irresistibile sulle persone. Ecco perché i pappagalli esotici sono sempre più apprezzati come animale da compagnia.

Ma a cosa fare attenzione, in particolare, se si è deciso di ospitare a casa un bellissimo Pappagallo Ecletto?

Aspetto: maschietto o femminuccia?

Il Pappagallo Ecletto ha una dimensione di circa 35-40 cm e un peso che varia da 0,4 a 0,6 kg.

È la specie di pappagallo che mostra il dismorfismo sessuale più accentuato, i due sessi hanno infatti colorazioni completamente diverse: mentre i maschi sono verde brillante, le femmine risplendono di un bellissimo rosso molto intenso.

Questi due colori sono le tonalità di base, che sia nei maschi che nelle femmine sono accompagnate da ulteriori pennellate di colore.

Maschi

I maschi, sul lato, presentano delle piume di colore rosso, che si estendono anche sotto le ali.

L’area anteriore delle ali, scientificamente chiamata elitra, è invece di colore blu.

La coda è striata di nero e talvolta può presentare delle piume gialle all’estremità.

Il becco inferiore è nero, quello superiore, invece, è arancio alla base e giallo acceso sulla punta.

Femmine

 Il piumaggio del pappagallo ecletto femmina è principalmente rosso, con il blu a colorare il ventre e la zona del collo.

Le ali hanno una tonalità più porpora-bordeaux, la coda spicca in un bellissimo arancione.

Diversamente dai maschi, nelle femmine il becco è completamente nero.

A impreziosire questo aspetto straordinario, gli occhi sono contornati da un sottile anello di colore blu.

Pappagallo Ecletto maschio, a sinistra, e femmina, a destra.

Carattere: intelligenza esotica

Questa specie di pappagallo, vivace e molto attivo, come molti suoi simili è tutt’altro che tonto: fine osservatore, sa cogliere gli stimoli che lo circondano e impara molto in fretta.

Entra rapidamente in confidenza e crea quindi un legame molto stretto con il suo compagno umano.

Vedrai che in pochissimo tempo cercherà di stabilire un contatto con te e la sua dolcezza ti conquisterà.

Con l’aiuto di qualche leccornia non avrai difficoltà a fargli imparare alcuni semplici comandi, divertendoti con lui e rinforzando al contempo la vostra relazione.

Il Pappagallo Ecletto sa parlare?

Il Pappagallo Ecletto impara piuttosto velocemente a parlare e con un po’ di esercizio diventa un vero chiacchierone.

Se dovesse incontrare un amico, verrà fuori una gran caciara!

Comportamento: insieme è più bello!

L’indole socievole del Pappagallo Ecletto rende quasi d’obbligo l’adozione almeno in coppia, anche se l’ideale sarebbe la convivenza tra più esemplari.

Una voliera che ospiti una coppia deve avere una dimensione minima di 2 x 1 x 1 metri. Se ne hanno la possibilità, infatti, questi pappagalli si lasciano volentieri andare ad ampi svolazzi.

Ti consigliamo di avvolgere attorno alla loro gabbia un filo metallico di circa due millimetri, per permettere ai tuoi bellissimi pappagalli di aggrapparsi senza rosicchiare il filo. Considera una maglia di circa 20 x 20 cm.

Predisponi anche un angolo riparato in cui i pappagalli possano ritirarsi quando ne sentono il bisogno.

Questi animali possono stare in una voliera esterna anche durante l’inverno, a condizione che la temperatura attorno a loro non scenda sotto i 15 gradi.

Lascia inoltre sempre una bacinella di acqua a loro disposizione: può capitare che si concedano un bagno rigenerante in ogni momento dell’anno.

Non dimenticare di tenerli mentalmente impegnati fornendogli giochi in legno o supporti su cui arrampicarsi (come trespoli o corde).

Attenzione al tipo di materiale: un oggetto tagliente o spigoloso potrebbe ferire il becco o gli artigli del tuo amato pennuto.

Assicurati che il tuo pappagallo abbia diversi appigli a cui arrampicarsi e aggrapparsi.

Cosa può mangiare un Pappagallo Ecletto?

Anche per il Pappagallo Ecletto, una dieta bilanciata coincide con una buona salute di base.

Un’alimentazione poco varia è infatti una delle cause più frequenti di malattia nei volatili esotici.

Ecco perché è importante nutrirli con alimenti specifici per la loro specie, senza lesinare sui prodotti freschi, come verdura, frutta, legumi e semi vari, di cui vanno davvero pazzi.

Altrettanto prelibati sono fiori, nettare e insetti, che puoi sicuramente mischiare anche con cereali in grani.

Ricorda però che l’alimentazione di un pappagallo ecletto non può limitarsi a solo semi essiccati, carenti sia di betacarotene che di proteine vegetali e animali.

Non abbondare nemmeno con la frutta secca e i semi di zucca o di girasole: è pur vero che questi alimenti contengono preziose vitamine e grassi sani, ma è stato dimostrato che i pappagalli che hanno seguito un’alimentazione troppo ricca di grassi sono più inclini ad ammalarsi di tumori del tessuto adiposo (lipomi).

Non dimenticare di lasciare sempre a disposizione del tuo splendente pennuto abbondante acqua potabile, cambiandola ogni giorno.

Una specie nel complesso robusta

Il Pappagallo Ecletto non sembra più o meno predisposto a contrarre determinate malattie rispetto ad altri suoi simili e in generale si può considerare una razza piuttosto robusta.

Tuttavia anche questo pappagallo può ammalarsi delle patologie tipiche della razza, come ad esempio l’aspergillosi, un’infezione delle vie respiratorie causata da un fungo, l’Aspergillus fumigatus .

Quanto può vivere un Pappagallo Ecletto?

Con le giuste cure e un’alimentazione corretta il Pappagallo Ecletto può raggiungere anche i 30 anni.

Durante il periodo di muta del piumaggio un esemplare maschio di pappagallo perde le penne più importanti (remiganti), le piume più morbide etc.

A cosa fare attenzione quando si adotta

La prima e più importante regola da seguire è quella di non accettare mai animali domestici che vengano consegnati senza pedigree e di selezionare con cura l’allevamento che ti fornirà il pappagallo dei tuoi sogni.

Nel caso di animali esotici questo è ancora più importante, perché purtroppo non sono rari i sedicenti allevatori che si affidano al mercato nero per il commercio di questi coloratissimi e bellissimi uccelli.

Potrebbe capitarti anche l’occasione di adottare privatamente un pappagallo, magari rimasto solo dopo la morte del suo compagno di voliera.

In ogni caso, un allevatore ufficiale e serio propone sicuramente i propri animali provvisti di pedigree o quantomeno di documentazione che ne attesti la provenienza.

Dopo averlo portato a casa, non dimenticare di segnalare il tuo Pappagallo Ecletto alle autorità competenti, in conformità all’obbligo di denunciare il possesso di specie esotiche.

Quanto costa un Pappagallo Ecletto?

A seconda della discendenza, dell’età e dell’aspetto il prezzo per un Pappagallo Ecletto parte da circa 350 euro.

Qual è l’habitat naturale di un Pappagallo Ecletto?

Fortunatamente al momento il Pappagallo Ecletto non è tra le specie a rischio di estinzione.

Questo animale è originario dell’area meridionale dell’Oceano Pacifico, nello specifico le isole Molucche, la Nuova Guinea, le Isole della Sonda e le isole Salomone. A seconda dell’area, la specie è distribuita con differenti sottospecie, tra cui ricordiamo:

  • aruensis (Ecletto delle isole Aru)
  • biaki (Ecletto dell’isola Biak)
  • cornelia (Ecletto di Sumba)
  • macgillivrayi (Ecletto del Queensland)
  • polychloros (Ecletto della Nuova Guinea)
  • riedeli (Ecletto dell’isola Tanimbar)
  • roratus (Ecletto dell’isola di Ceram)
  • salomonensis (Ecletto delle isole Salomon)
  • vosmaeri (Ecletto dell’isola di Halmahera)
  • westermani (Ecletto di Westermann)

L’habitat preferito dal Pappagallo Ecletto è la foresta tropicale, ma può vivere anche su altopiani fino a 1500 metri.

Questa specie nidifica nelle cavità dei tronchi, pertanto i coloratissimi volatili si trasferiscono all’interno di alberi secolari proprio durante il periodo della riproduzione, ossia nei mesi di luglio e agosto.

Qui ogni coppia di futuri genitori si occupa di covare le uova e allevare i piccoli, che solitamente non superano i due esemplari.

In conclusione: il Pappagallo Ecletto è l’animale che fa per me?

Una cosa è certa: le specie esotiche hanno esigenze molto specifiche e particolari per quanto riguarda sia la loro cura in generale che l’alimentazione.

Il Pappagallo Ecletto non fa eccezione!

Se scegli di adottarne uno, sappi che dovrai prima informarti adeguatamente e diventare un vero esperto in tema di pappagalli.

Ma sarai ricompensato! Questi animali sono dei fidatissimi amici: grazie all’aspettativa di vita parecchio lunga del Pappagallo Ecletto, avrai tutto il tempo per stringere un legame intenso e indissolubile con il tuo nuovo e coloratissimo pennuto.


Franziska G., Veterinaria
Profilbild von Tierärztin Franziska Gütgeman mit Hund

Mi sono laureata in Medicina Veterinaria all’Università Justus-Liebig di Gießen, in Germania, e ho maturato una vasta esperienza in diversi ambiti quali la medicina clinica per piccoli animali, la pratica veterinaria per animali di grossa taglia e per animali esotici, approfondendo le mie conoscenze in fatto di farmacologia, patologia e igiene alimentare. Da allora svolgo attività come autrice non solo di testi di argomento veterinario ma anche in quello che è l’ambito della mia dissertazione scientifica. Il mio obiettivo è quello di riuscire a proteggere meglio gli animali dagli agenti patogeni di tipo batterico. Oltre alle mie conoscenze mediche, mi piace condividere la mia felice esperienza di proprietaria di un cane: in questo modo posso comprendere da vicino e allo stesso tempo fare chiarezza sulle principali problematiche che riguardano la salute degli animali.


I nostri articoli più utili
13 min

Parrocchetto ondulato

Il parrocchetto ondulato è un uccello originario dell’Australia e appartiene alla famiglia dei pappagalli. Questo gran chiacchierone, con il suo piumaggio dai colori vivaci e il becco ricurvo, è oggi uno degli animali domestici più amati in Europa. In questo articolo ti forniremo le informazioni più importanti sull'origine e l’allevamento di questo pappagallino e ti daremo degli utili consigli per prendertene cura.
3 min

Diamantini mandarini

Chi ha a casa una coppia di diamantini normalmente non deve aspettare molto prima che arrivino i piccoli, perché questi piccoli uccellini spesso si danno subito da fare per riempire il nido. Riflettete quindi, al momento di scegliere di adottare una coppia di diamantini, se avete abbastanza spazio e tempo da dedicare ai nuovi nati, oppure no.
7 min

Il Diamante Mandarino: tutto quello che serve sapere

Il Diamante Mandarino, anche noto come Diamantino, è tra gli uccelli ornamentali più amati al mondo. Bello e socievole, si dimostra un vero compagno di vita. È una gioia osservarlo, ha sempre qualcosa da fare e sprizza energia da ogni piuma. Stai pensando di adottarlo? In questo articolo ti spiegheremo tutto quello che c'è da sapere su questa meravigliosa specie.