13 novembre 2018

Il cane ha paura dei fuochi d’artificio

Il cane ha paura dei fuochi d’artificio

Il cane ha paura dei fuochi d’artificio

Che sia capodanno, una festa nazionale o un’altra ricorrenza, i fuochi d’artificio offrono sempre uno spettacolo affascinante nel cielo notturno. Purtroppo i cani non apprezzano li allo stesso modo. Guaiscono, corrono inquieti, tremano e sono in preda all’agitazione. Scopri come preparare il tuo cane allo spettacolo dei fuochi d’artificio e come tranquillizzarlo.

Capodanno si rivela essere una vera e propria sfida per molti padroni. La forte esplosione di razzi, petardi e altri fuochi d’artificio colorati possono mettere in agitazione anche il cane più tranquillo. Mentre alcuni cani cercano semplicemente di nascondersi o di mettersi al riparo vicino ai loro padroni, altri si fanno letteralmente prendere dal panico. Non mangiano più, sono ipersensibili, tremano o corrono in preda al panico. Se il cane ha paura dei fuochi d’artificio, intervieni con anticipo per affrontare la sua paura. Ma come tranquillizzare un cane così fuori controllo? Dopotutto non possiamo nemmeno far cessare i fuochi d’artificio con un semplice schiocco delle dita.

Misure immediate contro la paura per i fuochi d’artificio

Se il cane ha paura dei fuochi d’artificio e le lancette dell’orologio segnano l’arrivo imminente della notte di capodanno, è ovviamente troppo tardi per intraprendere una terapia a lungo termine contro la sua paura. Eppure puoi fare lo stesso qualcosa per calmarlo.

  • Portare il cane al guinzaglio

Anche se il cane ha paura dei fuochi d'artificio, ha bisogno di fare la sua passeggiata anche a capodanno, e non uscire è una soluzione da escludere. Per arrivare alla fine della passeggiata con meno stress possibile, è meglio fare due passi in luoghi tranquilli durante la giornata. Porta il tuo cane a passeggiare ad esempio nella natura ed evita di restare in città, dove il lancio dei fuochi d’artificio inizia di solito già ore prima della notte di capodanno. Ciò non significa nemmeno tenere tutto il giorno il tuo cane al guinzaglio. C’è pur sempre il rischio di essere sorpresi ovunque dal forte scoppio di un fuoco d’artificio e il pericolo che il tuo cane scappi dalla paura, si perda o peggio ancora finisca in mezzo a una strada molto trafficata, non deve essere trascurato.

  • Tornare a casa insieme al cane

Con il calare del buio aumentano i rumori causati dai primi fuochi d’artificio ed è quindi il momento di tornare a casa assieme al tuo cane. Anche se in molti paesi è diffusa l’usanza di passare fuori la notte di capodanno, sarebbe meglio restare vicino al proprio cane e non abbandonarlo in preda all'agitazione. Ai cani particolarmente paurosi non basta rifugiarsi in una stanza tranquilla, ma hanno bisogno di avere al proprio fianco il loro padrone, che riesce a infondergli sicurezza.

  • Chiudere porte, finestre e tapparelle

Il forte fragore dei fuochi d’artificio riesce a passare attraverso le mura di casa, ma chiudendo porte e finestre e abbassando le tapparelle, potrai ridurre questi rumori sconosciuti per il cane e che sono causa di forte stress. Molti cani riescono a tranquillizzarsi già parecchio in questo modo. Alcuni cani si agitano anche alla vista delle luci dei fuochi in cielo. Se non hai tapparelle alle finestre, dovresti almeno chiudere le tende.

  • Radio accesa e musica ad alto volume

Oltre a tenere le finestre chiuse, puoi provare a sovrastare il rumore dei fuochi d’artificio con altri suoni e rumori familiari a cui il tuo cane è più abituato. Metti su la tua musica preferita o accendi la radio. Anche i suoni della televisione o il rumore di lavatrice e lavastoviglie possono avere un effetto calmante sul tuo cane, ma non esagerare col volume, perché magari potrebbe spaventare ancora di più il tuo cane.

  • Distrarre con odori o ancor meglio bocconcini

Se il cane ha paura dei fuochi d'artificio ed è sotto stress per la situazione, puoi distrarlo con particolari odori o bocconcini particolarmente gustosi, come il suo snack per cani preferito. In questo modo concentrerà la sua attenzione maggiormente sul senso dell’olfatto e del gusto, e in misura minore sul senso dell’udito. Puoi ad esempio lasciare una traccia accattivante per la casa, che il tuo cane potrà annusare. I cani che invece sono ancora nelle condizioni di sgranocchiare qualcosa, saranno felici di poter mettere i denti su bocconcini particolarmente gustosi che non mangiano tutti i giorni e che faranno dimenticare loro per un momento il rumore dei fuochi.

  • Mostrare calma e tranquillità

In tutti questi casi è comunque fondamentale rimanere sempre calmi e rilassati. Fai capire al tuo cane che va tutto bene e dimostragli che i rumori provenienti da fuori sono del tutto normali. Se di fronte alla reazione del tuo cane ti fai prendere dal panico anche tu, tutti gli sforzi fatti fino a quel momento saranno vani.

Labrador unter der decke

Vietate le carezze!

Iniziare a parlare e ad accarezzare il tuo cane per tranquillizzarlo, può avere lo stesso effetto disastroso come lasciarsi prendere dal panico. "Tra poco sarà tutto finito, cucciolotto mio!". Se cerchi di consolare il tuo cane con parole del genere, questo non le capirà affatto.  Le carezze e la maggiore attenzione non faranno che aumentare la sua paura. Anche se difficile, prova a ignorare lo stress del cane e a comportarti il più normalmente possibile. Puoi ovviamente prenderti cura del cane, ma senza esagerare nel compatirlo e con le carezze. Mettiti comodo con lui sul divano mentre chiacchieri con la tua famiglia, leggi un buon libro, ascolti la tua musica preferita o ti godi un buon bicchiere di vino. Invece di parlargli e farti prendere dall'agitazione, sarà proprio la tua vicinanza e la tua tranquillità a dare al cane molta più sicurezza. Dimostragli che il rumore dei fuochi d’artificio non è niente di cui aver paura.

L'uso di tranquillanti per cani

Quando il cane ha paura dei fuochi d’artificio e tutte queste misure non funzionano, si potrebbe ricorrere ad un semplice calmante per cani. Bisognerebbe farvi ricorso solo in casi estremi. La maggior parte dei sedativi inibiscono soltanto i movimenti del tuo cane, senza alleviargli lo stress o risolvendo le cause alla sua base. Con il forte rumore dei fuochi, non potersi muovere, non poter scappare e non poter mettersi al riparo, non fa che spaventare ancora di più la maggior parte degli animali. Consulta quindi assolutamente in anticipo il tuo veterinario e assicurati che i medicinali possano davvero aiutare il cane. Anche i preparati vegetali con effetto tranquillante, come quelli dei fiori di Bach o dell'omeopatia per cani devono essere somministrati solo dopo un consulto veterinario.

Esiste una terapia per il cane che ha paura dei fuochi d’artificio?

Esistono delle terapie per cani che curano alcune paure, come quella dell'abbandono, quella di persone e animali estranei e quella di rumori forti e sconosciuti. La maggior parte dei cani che ha molta paura dei fuochi d’artificio, va in allarme anche con altri rumori, come quelli di un temporale. È importante chiedersi perché questi rumori lo rendano così insicuro. Una terapia fatta sotto la guida di un esperto cinofilo può aiutare ad arrivare alla base del problema, per poi affrontarlo in modo mirato. Un problema ad esempio potrebbe essere la concezione della famiglia come branco da parte del cane, che crede di dover assumere il ruolo di capo e difensore, perché al suo padrone mancano autorità e sicurezza.

Desensibilizzazione

Un’altra possibilità è la terapia di desensibilizzazione, che utilizza CD o file audio con dei rumori. Inizialmente si riproducono i rumori dei fuochi d’artificio a basso volume, per poi aumentarlo pian piano. Solo quando il tuo cane riesce a rimanere tranquillo, devi rafforzare questo suo comportamento positivo. Se invece si innervosisce o inizia ad avere paura, ignoralo. In questo modo si può desensibilizzare il cane al rumore dei fuochi d’artificio. Un metodo del genere richiede però del tempo e deve essere praticato già diverse settimane prima dei fuochi di capodanno.

Altre misure contro la paura

Oltre alle possibilità già descritte, esistono numerosi altri metodi che possono essere d’aiuto nel combattere la paura del cane. Anche se a volte davvero fuori dal comune e dal successo controverso, vale la pena dare una breve occhiata a questi metodi alternativi. Esistono ad esempio spray, collari e nebulizzatori da attaccare alla presa di corrente. Questi diffondono un tipo di feromone artificiale che normalmente è prodotto dalle femmine di cane e che dovrebbe calmarlo. Alcuni addestratori utilizzano invece il metodo TTouch, il cui nome deriva dal suo ideatore, la canadese Linda Tellington-Jones. Tramite dei particolari tocchi della mano dovrebbero allentarsi le tensioni dell’animale e attivare dei meccanismi di auto-rigenerazione. A volte vengono utilizzate delle bende da applicare al corpo del cane, che dovrebbero dargli un senso di stabilità e quindi sicurezza. Un effetto simile è dato dal “Thundershirt”, una pettorina antistress per cane fatta con un tessuto rigido e aderente che fascia il corpo del cane. La pressione leggera e continua ha un effetto rilassante su molti di loro.

Programmi per il prossimo capodanno?

Nonostante tutti questi metodi, molti padroni guardano con timore al capodanno successivo. Se si riesce a far stare buono il cane in un modo o nell’altro, difficilmente si è riusciti anche a godersi la notte di capodanno. Pochissimi cani tollerano il forte rumore dei fuochi d’artificio, la frenesia delle persone e il clima esagitato che regna in casa. La prossima volta prova magari a trascorrere il capodanno in un luogo dove lo scoppio di fuochi d’artificio è vietato per ragioni di tutela della natura. La tranquillità a capodanno può a volte essere un vero toccasana anche per noi esseri umani!

Feste in arrivo? Scopri come trascorrere un Natale al sicuro con il cane!

Articoli più letti

Insegnare al cucciolo a stare da solo in casa

I cani sono animali dall'indole socievole che provano quindi piacere a stare in compagnia del proprio padrone. Tuttavia, dovrai insegnare al cucciolo a stare da solo in casa: farlo sin dalla giovane età è utile, dato che i cani adulti che mai sono rimasti soli fanno fatica ad abituarsi a questa novità.

Comportamento dominante del cane

Se il cane non ascolta, è aggressivo nei confronti degli altri cani, mostra un esagerato istinto di difesa e non lascia avvicinare nessuno al suo cibo, si tratta spesso di un atteggiamento di dominanza che deve essere fermato. Ma cosa significa davvero dominanza nel cane? Sono dominanti solamente gli animali alpha? E se il mio cane non ubbidisce, significa davvero che ho un problema di dominanza?

Si possono baciare i cani?

Molti padroni danno baci ai loro cani e gatti, ma solo dopo essersi lavati i denti! Scherzi a parte, baciare i propri animali può, in alcuni casi, non solo essere poco igienico, ma anche pericoloso.