Prima visita dal veterinario con il tuo cucciolo

prima visita dal veterinario

Ci sono cani che sin dalla prima volta hanno il terrore di entrare nello studio del veterinario: puntano le zampe rifiutandosi di oltrepassare la porta oppure si nascondono subito sotto la scrivania. Così facendo le visite di controllo diventano un vero e proprio incubo, per questi pelosetti e per i loro umani.

Per fortuna puoi evitare che succeda, specialmente se il tuo pelosetto è ancora molto giovane. Con questi semplici accorgimenti puoi rendere piacevole non solo la prima visita dal veterinario con il tuo cucciolo ma, in generale, il suo rapporto con i veterinari.

Come fare della prima visita dal veterinario un successo

Hai da poco adottato un cucciolo? Congratulazioni! Questo significa che stai vivendo settimane emozionanti e ricche di esperienze fondamentali. Concedi al tuo piccolo amico qualche giorno di tranquillità, per abituarsi alla sua nuova casa, e poi, quando lo vedi più a suo agio, fissa la prima visita dal veterinario con il tuo cucciolo.

Partenza soft: all’inizio niente esami né terapie

Se è sicuramente un bene non aspettare troppo a presentare il veterinario al tuo cucciolo, per fare in modo che si abitui subito a questa presenza importante, è altrettanto sensato evitare di programmare, per la prima visita, trattamenti medici o esami invasivi.

Lo scopo della prima visita non è curare il tuo giovane amico, ma permettergli di conoscere il suo veterinario. Un incontro breve e senza stress aiuta il tuo cucciolo a capire che non c’è nulla da temere.

Ad esempio, puoi passare dall’ambulatorio di tanto in tanto, quando sei fuori per la passeggiata, e far pesare il tuo cucciolo dal veterinario. Giusto per farli diventare buoni amici.

Più esperienze positive colleziona il tuo cucciolo dentro lo studio medico, meno paura avrà del veterinario. Passando spesso “casualmente” dall’ambulatorio, fai in modo che il tuo pelosetto viva come familiare quegli ambienti, evitando che li carichi di paure e sensazioni negative.

Il tuo ruolo: calma e serenità

La prima visita dal veterinario è un momento emozionante per tutti, anche per te. Siccome questo primo appuntamento influirà molto sull’atteggiamento anche futuro del tuo pelosetto verso i medici, è fondamentale che tu non ti mostri nervoso o preoccupato. I cani sono sensibili e colgono subito quando qualcosa non va. Resta tranquillo e vedrai che il tuo cagnolino si sintonizzerà con te.

Porta con te qualche snack come ricompensa

Una strategia intelligente è anche quella di evitare il più possibile la sala d’attesa. Fissa per tempo il tuo appuntamento con il veterinario e arriva puntuale. In questo modo tu e il tuo cucciolo risparmierete tempo ed eviterete di entrare nello studio già stressati dalla lunga attesa.

Parlare dolcemente con il tuo pelosetto e accarezzarlo, sia durante il tragitto e sia quando entrate nell’ambulatorio, è un’altra mossa molto utile.

Ma se vuoi che il tuo pelosetto associ lo studio medico con qualcosa di veramente positivo, devi portare con te qualche snack da usare come ricompensa. Anche il veterinario premierà il tuo cucciolo più volte, durante la visita, per lasciare in lui un ricordo positivo dell’esperienza.

Sverminare il cane: da fare periodicamente

Una volta che il tuo cucciolo mostra di essersi abituato alla figura del veterinario, puoi iniziare a programmare le visite mediche periodiche. Si tratta di appuntamenti da prendere con regolarità, in modo da identificare tempestivamente possibili infezioni o infestazioni da parassiti nel tuo cucciolotto.

Probabilmente il tuo pelosetto ha già ricevuto le prime vaccinazioni e i primi trattamenti contro i vermi quando era ancora in allevamento o in canile. Di norma, infatti, il cucciolo deve essere sverminato una prima volta quando ha 2 settimane di vita, per poi ripetere il ciclo ogni 14 giorni, sino alla 12° settimana.

Dopo questa prima fase, il cane va sverminato di norma ogni 3-6 mesi, per evitare che i vermi indeboliscano il sistema immunitario del tuo amico di zampa, preparando il terreno a possibili infezioni.

Prima visita dal veterinario: le vaccinazioni fondamentali

Sino alla 6° settimana di vita, in genere il cucciolo è protetto dalle malattie grazie al latte materno. Ma questa sorta di scudo protettivo si indebolisce a mano a mano che il cagnolino cresce e inizia ad alimentarsi in maniera autonoma.

Un po’ come i neonati, anche i giovani cani devono essere vaccinati contro determinate malattie comuni e potenzialmente letali. Superate le prime 8 settimane, il cucciolo dovrebbe essere sottoposto alla vaccinazione contro:

  • parvovirosi (la parvovirosi felina si trasmette anche ai cani)
  • leptospirosi
  • cimurro
  • epatite contagiosa canina (un’infiammazione del fegato contagiosa)
  • rabbia (vaccinazione antirabbica obbligatoria) dalla 12a settimana

Di solito, per essere efficace, l’immunizzazione va ripetuta per 3 volte. Nel caso in cui il tuo cucciolotto sia spesso in contatto con altri cani, vale la pena vaccinarlo anche contro la tosse dei canili (un tipo di infiammazione della trachea e dei bronchi molto contagiosa).

Esistono anche vaccini polivalenti che permettono al medico di immunizzare il cucciolo contro più malattie facendogli un’unica iniezione.

Piano vaccinale consigliato

Immunizzazione di base
Dalle 8 settimane parvovirosi, cimurro, leptospirosi, epatite contagiosa canina
Dalle 12 settimane parvovirosi, cimurro, leptospirosi, epatite contagiosa canina, rabbia
Dalle 16 settimane parvovirosi, cimurro, leptospirosi, epatite contagiosa canina
Dai 15 mesi parvovirosi, cimurro, leptospirosi, epatite contagiosa canina, rabbia
Richiami
Annuale leptospirosi
Ogni 3 anni parvovirosi, cimurro, epatite contagiosa canina
Ogni 2-3 anni rabbia
I nostri articoli più utili
9 min

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?
6 min

Abituare il cucciolo a restare solo in casa

I cani amano stare in compagnia del loro branco, perché sono animali con una componente sociale molto spiccata. Tuttavia, ogni cane dovrebbe essere in grado di rimanere da solo per alcune ore. Per questo è opportuno abituarlo sin da cucciolo alla nostra assenza. Per farlo correttamente, però, c’è bisogno di tempo e pazienza, procedendo con gradualità. Ecco come puoi abituare il tuo cucciolo a restare da solo in casa per un po’ senza sentirsi solo o abbandonato.
5 min

Il mio cucciolo morde – che fare?

Cosa posso fare se il mio cucciolo morde continuamente? Va detto che già intorno alle sei settimane di vita anche il cucciolo più carino dispone di 28 denti che può usare efficacemente. Per fortuna con queste sue piccole armi affilate può solo pungere e non provocare ferite. Tuttavia ogni proprietario di cani dovrebbe dedicare molte energie ad insegnare al proprio cucciolo a desistere dal mordere, nonostante si tratti di un istinto. Cosa si può fare, dunque, per impedire al cucciolo di mordere? La maggior parte dei cani quando viene adottata ha già fatto esperienze fondamentali con i fratelli.  Di tanto in tanto si sente dire che l'inibizione del morso è innata e che non è necessario fare alcunché. Tuttavia si tratta di un errore che può avere gravi conseguenze, perché questa capacità del cane è di grande importanza ai fini di una convivenza tranquilla con l’essere umano: aver insegnato al proprio cane a desistere dal mordere previene lesioni pericolose nel caso in cui si verifichi una situazione che dal punto di vista animale possa essere percepita come eccezionale e quindi in qualche modo “a rischio morso”.