I gamberetti d’acquario

gamberetto d'acquario

I gamberetti d'acquario

I gamberetti d'acqua dolce sono sempre più apprezzati nel mondo dell’acquaristica, quindi non ci si deve stupire se grazie alla loro varietà di specie, colori e dimensioni disponibile, ciascuno può trovare ciò che fa al caso suo!

Ma che cosa mangiano i gamberetti?

Il cibo preferito di questi invertebrati sono le alghe, perciò contribuiscono meravigliosamente alla pulizia dell’acquario. Tuttavia, i gamberetti sono qualcosa di più che semplici spazzini: si tratta di animali affascinanti con una vita sociale molto vivace!

Le caratteristiche dei gamberetti

I gamberetti sono animali molto socievoli e hanno bisogno della vicinanza dei loro simili. Perché siano allevati in maniera idonea nello stesso acquario devono vivere almeno 8 o 10 esemplari. Generalmente la maggior parte delle specie di gamberetti possono socializzare tra loro, afferma Carsten Longemann, autrice del libro Garnelenfibel, “L’ABC dei gamberetti”. Tuttavia, occorre assicurarsi che i gamberetti stiano bene insieme, evitando però che si incrocino tra loro. Una comunità ideale è rappresentata dalle specie Crystal Red e White Pearl o Red Fire e Gamberetti Tigre.

I gamberetti socializzano comunque molto bene anche con i siluri e con altre piccole specie pacifiche di pesci e sono quindi molto adatti per completare dal punto di vista cromatico un acquario già ben popolato. In ogni modo, in presenza di pesci grandi e nervosi, gli invertebrati si tirano volentieri indietro, nascondendosi sotto le radici o tra le piante da acquario.

Che cosa occorre sapere

Chi vuole osservare con attenzione i propri gamberetti, può optare per un acquario per invertebrati, che rappresenta l’ambiente ideale per invertebrati quali gamberetti nani, granchi nani della specie Cambarellus, lumache che si nutrono di alghe, lumache Neritina Natalensis, lumache Clithon e molti altri ancora.

L’acquario ideale per i gamberetti non deve essere esageratamente grande e troppo caldo: la temperatura dell’acqua non dovrebbe superare i 18 – 24 gradi.

Nel nostro shop online per animali troverai tutto quello che ti può servire per i tuoi gamberetti d'acqua dolce!

Articoli più letti

Gatto del Bengala

Il gatto del Bengala è una razza felina davvero unica. È un gatto domestico nel vero senso della parola, ma nelle sue vene scorre un pizzico di sangue selvatico. Le razze ibride come il Bengala o il Savannah rappresentano la nuova tendenza dell’allevamento felino. Ma cosa sono questi ibridi e a cosa bisogna prestare attenzione quando si decide di introdurre in casa un incrocio tra un gatto domestico e uno selvatico? Questo articolo ti fornirà le risposte a tanti dubbi.

Norvegese delle Foreste

Il gatto delle foreste norvegesi è il frutto di una lunga selezione naturale. Ha fatto la sua comparsa proprio in Norvegia, da dove ha iniziato a conquistare sempre più estimatori grazie al suo aspetto imponente e selvaggio e alla sua indole.

British Shorthair

La razza British Shorthair è ritenuta la più antica razza felina britannica. Si dice che sia stata portata dai Romani in Gran Bretagna, dove è rimasta per lungo tempo isolata. Da oltre 100 anni i British Shorthair vengono allevati in modo mirato. Nel 1871 i primi gatti British Shorthair vennero esposti al Crystal Palace.