28 dicembre 2017 - Aggiornato il 18 aprile 2019

La malocclusione dentale nei conigli

zahnfehlstellungen bei nagetieren

L’occupazione preferita dei conigli è rosicchiare. Ma… perché?

I denti dei conigli crescono durante il corso della loro vita, per questo è estremamente importante che i denti abbiano una posizione corretta e che durante la masticazione combacino perfettamente. 

La malocclusione nei conigli porta spesso a una crescita smisurata dei denti, perché non viene esercitata una corretta abrasione durante la masticazione. Questa patologia è per lo più di origine genetica oppure conseguenza di un’alimentazione scorretta. La malocclusione può essere molto dolorosa e nei casi più gravi i conigli smettono addirittura di mangiare. Si capisce quindi facilmente quanto sia importante aver cura dei denti dei conigli, a partire proprio dall’alimentazione. Molti padroncini sono convinti che sia sufficiente somministrare alimenti duri perché i denti del proprio animale rimangano di una lunghezza accettabile. Tuttavia ciò che conta non è tanto lo sfregamento dei denti sul cibo, quanto quello tra i denti stessi. Per questo è bene che la dieta del coniglio sia composta prevalentemente da fieno, verdure, rametti freschi e foraggio fresco. Invece che mangime di granella a base di cereali, i conigli devono assumere il fieno in grandi quantità, per coprire il loro fabbisogno nutrizionale. In questo modo i denti si consumano al meglio e si minimizza il rischio di malocclusioni. 

Come intervenire in caso di malocclusioni?

A seconda della crescita dei denti, deve essere effettuata ad intervalli regolari di 2 – 8 settimane una correzione della malocclusione: vengono limati soprattutto gli incisivi oppure con l’aiuto di una pinza vengono corretti; se il coniglio è docile, quest’intervento può essere compiuto con successo anche senza anestesia, ma se la malocclusione interessa anche i molari, l’animale deve essere addormentato, anche se per poco tempo. Con l’aiuto della pinza, vengono eliminate le sporgenze e i denti vengono allineati. 

Come accorgersi che il coniglio ha una malocclusione?

Ecco una lista di sintomi che possono essere campanelli d’allarme in caso di maloccusione: 

  • inappetenza
  • perdita di peso
  • perdita di bave (mento umido) 

Se riscontri uno di questi sintomi nel tuo coniglio, contatta una buon veterinario esperto in piccoli animali: effettuerà gli accertamenti del caso e ti illustrerà come procedere. 

Ti ricordiamo che se desideri offrire solo il meglio al tuo amico coniglio nel nostro shop per animali trovi un’ampia scelta di alimenti per conigli di qualità!

Articoli più letti

La malocclusione dentale nei conigli

I denti dei conigli crescono durante il corso della loro vita, per questo è estremamente importante che i denti abbiano una posizione corretta e che durante la masticazione combacino perfettamente. 

La malocclusione nei conigli porta spesso a una crescita smisurata dei denti, perché non viene esercitata una corretta abrasione durante la masticazione. Questa patologia è per lo più di origine genetica oppure conseguenza di un’alimentazione scorretta. La malocclusione può essere molto dolorosa e nei casi più gravi i conigli smettono addirittura di mangiare. Si capisce quindi facilmente quanto sia importante aver cura dei denti dei conigli, a partire proprio dall’alimentazione. Molti padroncini sono convinti che sia sufficiente somministrare alimenti duri perché i denti del proprio animale rimangano di una lunghezza accettabile. Tuttavia ciò che conta non è tanto lo sfregamento dei denti sul cibo, quanto quello tra i denti stessi. Per questo è bene che la dieta del coniglio sia composta prevalentemente da fieno, verdure, rametti freschi e foraggio fresco. Invece che mangime di granella a base di cereali, i conigli devono assumere il fieno in grandi quantità, per coprire il loro fabbisogno nutrizionale. In questo modo i denti si consumano al meglio e si minimizza il rischio di malocclusioni. 

Come prendersi cura di un porcellino d’India

Un porcellino d’India in salute provvede da solo alla propria cura. Con le sue unghie allontana polvere e sporco dal pelo, che poi pulisce leccandolo. Qualche volta è però necessario dare al porcellino d’India un piccolo aiuto in queste operazioni. Rendi ancora più accogliente il suo recinto in metallo aggiungendo anche un bagnetto per roditori.

Vaccinare il coniglio

Devo vaccinare il coniglio? Se il tuo animale trascorre parte dell’anno in recinti o conigliere è importante vaccinarli. Dal momento che, altri membri della famiglia a quattro zampe come cani e gatti vengono regolarmente vaccinati, è normale chiedersi se vaccinare il coniglio sia consigliabile o meno.