Tenere sotto controllo il peso del gattino

il peso del gattino

Il peso dei gattini andrebbe verificato con regolarità.

La tua gatta ha avuto dei piccoli? Congratulazioni! Per essere certo che i nuovi arrivati crescano forti e sani, dovresti controllare regolarmente il loro peso. In questo articolo trovi alcune indicazioni sul peso ideale del gattino nelle sue diverse fasi di crescita, e indicazioni sugli aspetti a cui prestare attenzione quando pesi il tuo giovane amico.

Quanto pesa un gattino appena nato?

Un gattino appena nato pesa circa 100 gr, all’incirca quanto una tavoletta di cioccolato. Con una lunghezza del busto di circa 10 cm, può stare comodamente sul palmo della mano di un adulto.

Il peso del gattina alla nascita dipende, tra le altre cose, dalla razza dei genitori e dalle dimensioni della cucciolata. I gattini di una cucciolata numerosa sono generalmente più piccoli e più leggeri dei gattini di una cucciolata più piccola. Ovviamente, anche da cucciolo un Norvegese delle Foreste pesa più di un Siamese, ad esempio.

Incidono sul peso anche le condizioni di vita della mamma gatta durante la gravidanza: lo stress, eventuali malattie e la malnutrizione sono fattori che possono influire negativamente sul peso alla nascita dei suoi piccoli. Al contrario, una gatta equilibrata e ben nutrita ha maggiori probabilità di partorire cuccioli sani e forti.

Come regola generale, i gattini appena nati dovrebbero pesare circa il 2-3% del peso della loro madre. Ad esempio, se la mamma pesa 4 kg, il gattino dovrebbe pesare tra gli 80 e i 120 gr.

Il latte materno: fondamentale per una crescita sana

I gattini nascono ciechi e sordi. Soltanto dopo circa 10-14 giorni aprono gli occhi e iniziano a sentire i suoni.

Di conseguenza nei primi giorni della loro vita i gattini dipendono totalmente dalla loro madre, la quale offre loro calore, protezione e nutrimento. Il latte materno infatti fa in modo che i cuccioli crescano sani e forti. In particolare, il primo latte (il colostro) è ricco di proteine, enzimi e di anticorpi, oltre ad essere in grado di rinforzare il sistema immunitario dei gattini.

Per le prime quattro settimane di vita, il latte materno è la loro unica fonte di nutrimento. Superato il primo mese, i gattini possono abituarsi lentamente agli alimenti solidi. Sapevi che ogni micio ha il suo "capezzolo preferito", e fa riferimento sempre allo stesso? Si tratta di un meccanismo intelligente della natura, grazie al quale si evitano discussioni tra fratelli.

Nel nostro shop online trovi un vasto assortimento di alimenti e accessori specifici per gattini!

Gatto

L’accrescimento ponderale nei gattini

Nei due o tre giorni immediatamente successivi al parto, spesso i gattini perdono peso. Successivamente, invece, il loro accrescimento ponderale dovrebbe procedere senza ulteriori arresti: fino alla dodicesima settimana di vita, i mici aumentano in media di 70 -100 gr a settimana. Quando spuntano i loro dentini da latte, i cuccioli spesso hanno meno appetito e quindi il loro accrescimento ponderale procede un po’ più lentamente.

Orientativamente sino all’ottava settimana di vita, la crescita procede in modo analogo tanto nei maschi quanto nelle femmine. Con il terzo mese, invece, la differenza tra i sessi si fa evidente: i maschi aumentano di peso più velocemente delle femmine.

La tabella che segue ha lo scopo di fornire un orientamento in merito al normale accrescimento ponderale dei gattini nelle varie fasi di sviluppo. Naturalmente, si tratta meramente di dati generici che fanno riferimento ad una media, quindi non un riferimento esatto:

Tabella: il peso del gattino nelle diverse fasi della crescita

Età Fase di sviluppo Peso in grammi

 

Peso alla nascita 100
1 settimana Occhi chiusi. Trascorre la maggior parte del tempo a bere e dormire. 200
2 settimane Il gattino inizia ad aprire gli occhi. 300
4 settimane Spuntano i primi denti da latte: lentamente è possibile passare al cibo solido. 500
8 settimane I gattini maschi aumentano di peso più delle femmine. 900
12 settimane I denti permanenti sostituiscono quelli da latte. 1.700
Tra i 6 e gli 8 mesi Pubertà: entro gli 8 mesi i gattini raggiungono l'80% del loro peso finale. 4.000
12 mesi Il gatto è adulto. 5.000

 

Saper pesare correttamente un gattino

Per tenere sotto controllo il peso dei tuoi gattini, dovresti pesarli due volte al giorno, idealmente sempre alla stessa ora. È opportuno registrare il loro peso ogni volta, in modo da notare rapidamente se la crescita di un gattino si arresta o se un membro della cucciolata perde addirittura peso per un lungo periodo di tempo.

Per pesare i gattini conviene usare una bilancia da cucina, ossia una di quelle comunemente usate per pesare gli alimenti. Quelle per le persone infatti sono troppo imprecise per pesare correttamente gattini di pochi grammi e non sono quindi adatte allo scopo. Procedi mettendo il ​​gattino in una ciotola di plastica o in una piccola scatola di cartone. Assicurati di sottrarre il peso del contenitore dal peso totale (in pratica, calcola la tara).

Soprattutto nelle prime settimane di vita, quando i gattini sono ancora molto piccoli e indifesi, non è bene separarli dalla loro madre per troppo tempo. Quindi, ti consigliamo di posizionare la bilancia vicino alla mamma gatta e ai suoi piccoli così da non doverli portare uno ad uno in cucina per poterli pesare.

Gattino

Le possibili cause del sottopeso

Se ti rendi conto che l’aumento del peso del gattino procede a fatica, tieni presente che le cause possono essere molteplici: può essere che la mamma gatta non abbia abbastanza latte o che questo non contenga sufficienti nutrienti.

Quando la gatta produce latte per la sua prole – nella fase comunemente definita come “allattamento” – ha bisogno da 1,3 a 2,5 volte più energia del consueto, in termini calorifici. In particolare, nella gatta che allatta aumenta il fabbisogno proteico. Le mamme quindi hanno bisogno di alimenti facilmente digeribili, ricchi di sostanze nutritive e capaci di fornire molta energia. Inoltre, è sempre bene verificare che vi sia a disposizione abbastanza acqua fresca.

Il peso del gattino è troppo basso: occorre portarlo dal veterinario

Se un gattino aumenta troppo lentamente di peso o addirittura lo perde, la soluzione è semplice: portalo dal veterinario! In questo caso non bisogna perdere tempo: i gattini sono creature estremamente delicate e il sottopeso può diventare rapidamente un serio pericolo per la loro sopravvivenza.

Parassiti come i vermi possono essere i responsabili del fatto che un gattino pesi troppo poco. In questo caso spetta al medico veterinario prescrivere eventualmente i farmaci necessari. È anche possibile che il gattino sia malato e non abbia la forza sufficiente per succhiare il capezzolo della madre. Oppure potrebbe trattarsi di una disabilità congenita, come ad esempio una palatoschisi.

Per questo motivo sarebbe opportuno far esaminare i gattini da un veterinario subito dopo la loro nascita, così che il medico possa escludere o individuare precocemente eventuali malattie congenite.

I nostri articoli più utili
9 min

10 cose che dovresti sapere prima di adottare un gatto

Niente da dire: i gattini sono davvero carini! Talmente carini che molte persone fanno entrare precipitosamente un micio nella loro vita senza aver prima adeguatamente affrontato il tema dell’educazione del gatto e del suo mantenimento. Eppure i teneri gattini diventano presto gatti adulti con esigenze che ti accompagneranno per i prossimi 15-20 anni! L’adozione di un gattino o di un gatto adulto dovrebbe quindi essere prima meditata a lungo! Con questo articolo sulle „10 cose che dovresti sapere prima di adottare un gatto“, vogliamo aiutarti in questo processo decisionale.
6 min

Le 6 fasi di crescita del gatto: maturare insieme

Quanto a lungo crescono i gatti e quanto grandi diventano? Da un lato, dipende dal loro corredo genetico, dall'altro la crescita è influenzata anche da elementi esterni quali la nutrizione. Scopriamo insieme le fasi della crescita del gatto. Conoscendo questo processo, potremo regalare ai nostri gattini un perfetto avvio verso una vita sana, e supportarli nel migliore dei modi nella loro fase adulta.
9 min

Sverminare il gatto

I vermi possono colpire i gattini piccoli relativamente spesso, e se non eliminati possono portare all'insorgere di gravi malattie. Per fortuna questi parassiti del gatto possono essere debellati in modo semplice una volta individuato il problema. La nostra “tigre da accarezzare”, come la definiva con affetto Victor Hugo, va sverminata per la prima volta dopo tre settimane dalla nascita del gatto, per poi ripetere il trattamento ogni tre o quattro settimane. Si tratta tuttavia di linee guida generali. Soltanto un veterinario può stabilire il ciclo di sverminazione del tuo gatto. I medicinali vermifughi vengono spesso somministrati anche nei rifugi per animali, dal momento che alcuni gattini vi giungono in condizioni molto gravi.