Rimuovere i peli di gatto: come risolvere un problema peloso

Scritto da Jana Schubert
Maine Coon rosso accanto al rullo anti pelo

Alcune razze feline come il Maine Coon hanno un sottopelo molto fitto che inevitabilmente si sparge per tutta la casa.

Che siano a pelo corto o lungo, i nostri amici felini hanno una caratteristica che li accomuna tutti: perdono molti peli. Sei alla ricerca di un modo per risolvere il problema dei peli di gatto o almeno per non ritrovarteli dappertutto, vestiti compresi? Ecco sa puoi fare!

Perché i gatti perdono i peli? Muta del pelo e non solo

La maggior parte dei proprietari di gatti conosce il problema sin troppo bene: sui pantaloni neri, sulle frange del tappeto, sul divano, sulle maniche del cappotto… ovunque ci si giri ci sono ciuffi di peli. Visto che i peli di gatto tendono ad incastrarsi a fondo nelle fibre dei tessuti, il rischio è che con il tempo si formi un vero e proprio strato peloso difficile da eliminare, soprattutto nei punti preferiti del gatto.

Mettiamoci il cuore in pace: i gatti perdono molti peli

Non c’è niente da fare: è normale che i peli si stacchino dal mantello del gatto. Un po’ come accade a noi umani, i peli come i capelli hanno il loro ciclo vitale, dopodiché muoiono e si staccano alla radice. Un ciclo naturale e inevitabile.

Il momento peggiore: la muta del pelo

Due volte l'anno, nella fase della muta stagionale, il mantello perde una considerevole quantità di peli. Soprattutto in primavera, quando il gatto sfoltisce il mantello che gli è servito nell’inverno sostituendolo con uno più leggero, fatalmente si accumulano ovunque grandi quantità di pelo.

Fortunatamente, però, esistono metodi collaudati ed efficaci che possono aiutarti a limitare i danni, se non proprio a vincere l’eterna battaglia contro i peli di gatto.

Affrontare il problema alla radice: una cura del pelo quotidiana

Se sei mai stato leccato da un gatto sai che la sua lingua sembra una grattugia! La ragione sono le sue speciali papille, piccole setole che si trovano sulla superficie della lingua felina e che funzionano come un pettine. Durante la loro toelettatura quotidiana, i gatti usano la lingua per rimuovere automaticamente i peli ormai caduti.

Durante la fase della muta del pelo, però, questa rimozione dei peli in eccesso condotta dal gatto con la lingua non è sufficiente. Tieni presente che, in natura, i nostri amici felini vagano volentieri tra i cespugli, facendosi spazzolare il mantello dai rami e dalla vegetazione.

Visto che il tuo micio è un gatto domestico, invece, questo compito è lasciato a te: dovresti spazzolarlo regolarmente per rimuovere i peli caduti dal suo mantello, soprattutto durante la fase della muta. Farai un favore al tuo gatto e ridurrai sensibilmente la quantità di peli da raccogliere in giro per casa.

Vuoi saperne di più sulla toelettatura per gatti?: leggi anche il nostro articolo Il pelo del gatto: come prendersene cura  

Togliere i peli del gatto: mobili e arredi di casa

Va detto che, anche effettuando la toelettatura più accurata del mondo, non è possibile impedire del tutto la caduta di peli dal mantello del gatto. Quindi, cosa puoi fare se non riesci più a sederti sul divano senza ritrovarti ricoperto di peli o se il tuo micio sceglie sempre i tuoi vestiti per acciambellarsi e schiacciare un sonnellino?

Da diversi anni esistono accessori molto utili pensati proprio per rimuovere i peli di cani e gatti da mobili e vestiti: aspirapolveri, spazzole gommate e rulli leva pelucchi sono tutti un valido aiuto per evitare di ritrovarsi un poco gradevole strato di peli sui mobili e sulle sedute della casa come divani e poltrone.

È importante rimanere sul pezzo, come si dice, e rimuovere i peli del tuo gatto con regolarità e costanza. Soprattutto i luoghi in cui il gatto ama uscire saranno ricoperti di pelo dopo poco tempo.

Il tuo gatto non deve per forza acciambellarsi ovunque. Allestiscigli una comoda cuccia o un lettino dove possa dormire, ad esempio all’interno di una cesta o sul tiragraffi. Per contro, stabilisci quali aree della casa sono tabù. Con un po' di costanza, puoi salvare il divano e il tuo letto dai peli del tuo amico di zampa.

Chiaramente, se vivi con un gatto, hai bisogno di usare spesso l’aspirapolvere. Procurati un modello potente, che abbia anche gli accessori appositi per le sedute imbottite e i tappeti. Una volta aspirato, i peli restano vengono bloccati nel sacchetto dell'aspirapolvere, così puoi smaltirli con i rifiuti evitando che si spostino semplicemente da un mobile all’altro come succede se ti limiti a spolverare.

Per proteggere i mobili più costosi, sono utili i classici rulli per eliminare i pelucchi. I peli restano attaccati al nastro adesivo anche senza fare particolare pressione meccanica.

C’è anche uno svantaggio, va detto: l'effetto di questo accessorio può essere troppo debole per rimuovere i peli rigidi e appuntiti del mantello del gatto. Inoltre, questi rulli per pelucchi producono parecchi rifiuti poiché le strisce, una volta utilizzate e quindi ricoperte di peli, devono essere smaltite.

Per rimuovere i peli del tuo micio da giacche e divani puoi utilizzare anche le spazzole con setole in gomma o una di quelle spugne specifiche che si caricano elettrostaticamente, pensate per aiutarti ad eliminare i peli di gatto.

pulire divano con rullo anti pelo gatto

Eliminare i peli di gatto da pantaloni, golf e giacche

Partiamo da una considerazione non scontata: spetta a te decidere se i tuoi abiti debbano essere completamente privi di peli di gatto o se invece puoi convivere con questo inconveniente, senza farne una battaglia personale. C’è chi con i peli di gatto ci convive serenamente e chi non li sopporta: è una questione soggettiva.

Ma ci sono situazioni in cui un abbigliamento ricoperto di peli è obiettivamente inaccettabile: ad esempio quando decidi di indossare il tuo completo nero o il classico "tubino nero", solo che realizzi all’ultimo che è stato per giorni la cuccia preferita del tuo amico di zampa.

Se il tuo gatto si è sdraiato sui tuoi vestiti e ha lasciato un bel po’ di peli sopra, per prima cosa usa il phon. Prova a soffiare via la maggior parte dei peli utilizzando un potente flusso d'aria.

A quel punto rimarranno soltanto i peli che si sono incastrati tra le fibre dei tuoi indumenti. Sarà più facile intervenire per rimuovere solo quelli, magari servendoti di qualche spazzola apposita.

Anche i rulli leva pelucchi offrono un aiuto, rapido quando si tratta di ripulire i vestiti. Ma le spazzole specifiche per vestiti che trovi nei negozi specializzati sono la scelta migliore. Puoi usarle per anni e rimuovere i peli in modo molto efficace, evitando gli sprechi inquinanti delle strisce adesive.

Queste speciali spazzole sfruttano le cariche elettrostatiche e rimuovono i peli di animali dai tessuti in modo estremamente delicato. Dopo la pulizia, puoi semplicemente raccogliere i peli che si sono accumulati sulla spazzola e gettarli nella spazzatura, senza dover sostituire le parti adesive in plastica dei rulli.

Con pochi euro puoi acquistare un paio di robusti guanti in gomma, di quelli che si usano per lavare i piatti, in qualsiasi supermercato. Se il tuo gatto è molto peloso, ti serviranno.

Questo tipo di guanti, infatti, è molto appiccicoso. Facendoli scorrere sul tessuto, puoi estrarre con facilità i peli che si impigliati tra le fibre. Inoltre, anche in questo caso avrai l'effetto elettrostatico dovuto alla carica elettrica. La maggior parte dei peli incastrati tra le fibre dei tessuti si rimuove facilmente passandovi sopra un guanto di plastica. Comodo, veloce ed economico!

Se non sei del tutto soddisfatto, puoi completare il tutto con una spazzolata finale.

Conclusione: non disperare e agisci con costanza

Ritrovarsi con la casa e gli indumenti ricoperti di uno strato di peli è qualcosa di irritante per chiunque. Ma per fortuna ci sono tante cose che puoi fare per rimuovere i peli di gatto! Una toelettatura costante, da fare come fosse una coccola in più per il tuo pelosetto, una pulizia regolare della casa e la spazzolatura dei vestiti sono la chiave per vivere il più possibile serenamente con il tuo compagno felino (e i suoi peli!).


Jana Schubert
Profilbild von zooplus Magazin Autorin Jana Schubert

Già da piccola, preferivo coccolare il nostro gatto Persiano piuttosto che il mio orsacchiotto di pezza. Quando sono cresciuta, ho fatto impazzire i miei genitori fino a quando non mi hanno permesso di adottare un cavallo. Tutta la mia vita è costellata di meravigliose esperienze insieme ai miei pet. E, anche se vivere con gli animali non è sempre facile, non potrei nemmeno immaginare di farne a meno perché mi toccano l'anima come nient'altro. Ogni volta che scrivo di loro sento questa magia, che spero tocchi un po' tocchi anche te.


I nostri articoli più utili
4 min

Calcolare l’età del gatto

Come è noto, non è difficile calcolare l’età di un cane: un anno di un cane equivale all’incirca a sette anni di una persona, fermo restando che hanno una certa incidenza anche la razza e il peso del cane. Ma come si fa a calcolare l’età di un gatto? E soprattutto quanto a lungo vivono i gatti? Da che età un gatto può essere considerano anziano?
12 min

Sterilizzare o castrare il gatto

Ci sono ben poche cose al mondo più tenere di una cucciolata di gattini. Purtroppo però è raro che tutti quei dolci micetti trovino una casa accogliente in cui vivere. Se i gatti sono lasciati liberi di riprodursi, quasi certamente si mettono al mondo tante vite misere e infelici.   Sterilizzando il tuo gatto, invece, previeni il sovraffollamento. Scopriamo insieme quali sono gli aspetti da considerare prima di prendere questa decisione e qual è la differenza tra sterilizzare o castrare il gatto.
6 min

Le 6 fasi di crescita del gatto: maturare insieme

Quanto a lungo crescono i gatti e quanto grandi diventano? Da un lato, dipende dal loro corredo genetico, dall'altro la crescita è influenzata anche da elementi esterni quali la nutrizione. Scopriamo insieme le fasi della crescita del gatto. Conoscendo questo processo, potremo regalare ai nostri gattini un perfetto avvio verso una vita sana, e supportarli nel migliore dei modi nella loro fase adulta.