Il laghetto ornamentale: come prendersene cura

laghetto ornamentale

prendersi cura del laghetto ornamentale, uomo che cura un laghetto

Il laghetto ornamentale è l’oasi di benessere della casa e del giardino. Il sommesso mormorio dell’acqua, lo stridere degli uccellini e il frinire delle ranocchie – tutto contribuisce a rilassarti dopo una lunga giornata.

Perché il tuo laghetto sia curato in modo ottimale tutto l’anno, spesso è sufficiente una buona programmazione senza troppa fatica.

Il laghetto ornamentale: la cura sta nei dettagli

  • Comincia già all’inizio dell’anno: dopo il lungo inverno, in primavera il laghetto lentamente rinasce – con una sostituzione parziale dell’acqua, una pulizia approfondita del substrato e della pompa e una rimozione della sporcizia e delle impurità dall’acqua puoi limitare fin da questo momento la crescita delle alghe e consentire al tuo laghetto di affrontare il nuovo anno partendo con il piede giusto!
  • All’inizio dell’estate comincia la stagione dei laghetti; le idrometre e le rane occupano la tua piccola oasi, le piante colorano di verde il substrato, la superficie dell’acqua e le sponde del laghetto. Per quanto bello sia l’aspetto di questo paradiso verde, è necessario tagliare le piante lussureggianti, perché solo così potranno crescere bene anche le piante acquatiche, arricchendo l’acqua del laghetto di ossigeno.
  • Controlla anche il filtro e i valori dell’acqua e mantieni costante il flusso – nelle giornate calde può essere necessario aggiungere acqua fresca.

Il cibo giusto per i pesci del laghetto

Quello che i nuovi proprietari dei laghetti spesso dimenticano è il biotopo artificiale: negli spazi limitati del laghetto spesso la dieta dei pesci è più povera che in natura. Perché non ne derivino carenze alimentari e i tuoi pesci crescano sempre bene, anche in estate dovresti nutrirli con mangime per pesci di laghetto di qualità.

Scopri anche i mangimi per tartarughe di acqua, delle creature che saranno sicuramente ideali nel tuo laghetto decorativo.

Quando la fine dell’anno si avvicina…

In autunno torna la tranquillità nel biotopo artificiale. Tuttavia, dovresti preparare per tempo il laghetto all’avvicinarsi dell’inverno! Le foglie morte e le piante appassite pregiudicano la qualità dell’acqua. Pulisci la pompa e riponila pulita per l’inverno.

 

I nostri articoli più utili
3 min

Come costruire un laghetto

Il laghetto è un vero e proprio gioiello, che arricchirà e abbellirà il tuo giardino! Ma chi sogna un laghetto, dovrebbe pianificare tutto correttamente fin dall’inizio per non essere travolto più tardi da un lavoro eccessivo!
7 min

Pesci rossi nel laghetto in inverno: come aiutarli a svernare?

Generalmente i pesci rossi svernano nel laghetto senza problemi e possono quindi godersi la loro bella casetta durante tutto l'anno. Il presupposto è che il laghetto del tuo giardino sia attrezzato per l'inverno e soddisfi i criteri per lo svernamento. In caso contrario, puoi allestire un rifugio invernale per i tuoi piccoli amici acquatici all'interno delle mura domestiche. Che i pesci rossi stiano meglio nel laghetto in giardino o in casa dipende da diversi fattori:

In quali casi i pesci rossi possono svernare nel laghetto?

Se il tuo laghetto è profondo più di un metro (l'ideale sarebbe una profondità di almeno 1,20 metri), la maggior parte dei pesci rossi può svernare al suo interno. Le parti più profonde del laghetto dovrebbero offrire spazio sufficiente per tutti i pesci. Infatti, non appena le temperature si abbassano, sia loro che gli altri anfibi a sangue freddo che vivono nel laghetto si radunano sul fondo. Qui la temperatura rimane costante a quattro gradi celsius ed è l'ambiente ideale per andare in semi-letargo. Una profondità del laghetto superiore a un metro garantisce inoltre ai pesci rossi un sufficiente apporto di ossigeno durante l'inverno. Per evitare che i pesci rimangano senza "aria", è necessario mantenere una parte della superficie dell'acqua libera dal ghiaccio. Scoprirai come fare leggendo lo Step 2.

In quali casi i pesci rossi svernano meglio in casa?

  • Se il laghetto non è abbastanza profondo, dovresti trasferire i tuoi pesciolini in un’altra “casetta” per l'inverno.
  • Le specie di pesce rosso particolarmente sensibili al freddo si sentono più a loro agio in casa. Tra queste ci sono il Pesce delle Montagne della Nuvola Bianca e il Veiltail.
  • Il trasferimento è consigliabile anche se i tuoi amici di pinna vivono nel laghetto da meno di sei mesi. I pesci rossi giovani o i nuovi arrivati nel laghetto potrebbero non essersi ancora acclimatati al nuovo ambiente e, quindi, essere meno in grado di affrontare l'inizio dell'inverno rispetto ai "veterani".

Step 2: allestisci l’alloggio invernale per i tuoi pesciolini

12 min

Pesci da laghetto: le 5 specie più amate

Chiunque abbia progettato e allestito un laghetto per pesci in giardino sa che le condizioni di vita ottimali per i suoi futuri abitanti vanno create in questa fase iniziale. Infatti, la profondità, le dimensioni e la posizione del laghetto sono fattori decisivi per la futura popolazione ittica. La profondità è particolarmente importante e non dovrebbe essere inferiore a 120 cm nel punto più profondo. Solo così i pesci potranno svernare nel laghetto senza problemi. Per gli abitanti del laghetto anche le dimensioni giocano un ruolo importante. Secondo una regola approssimativa, un pesce lungo 10 cm ha bisogno di almeno 50 litri d'acqua. I pesci da laghetto di grandi dimensioni o le specie particolarmente vivaci hanno bisogno di uno spazio notevolmente maggiore rispetto a quelli più piccoli. Un laghetto ampio e profondo offre ai nostri amici di pinna un rifugio ideale e permette alle diverse specie ittiche di socializzare. Se hai intenzione di far convivere più di due specie, ti consigliamo di consultare prima un esperto. Stai progettando di costruire un laghetto per pesci ornamentali e il tuo cuore batte già per una particolare specie di pesce? In tal caso, di seguito trovi maggiori informazioni sulle esigenze e le caratteristiche dei pesci da laghetto più diffusi.

Quali pesci sono adatti al tuo laghetto?