Come costruire un laghetto

laghetto con carpe in primavera

Il laghetto è un vero e proprio gioiello, che arricchirà e abbellirà il tuo giardino! Ma chi sogna un laghetto, dovrebbe pianificare tutto correttamente fin dall’inizio per non essere travolto più tardi da un lavoro eccessivo!

Prime riflessioni

  • Occorre pensare bene alle dimensioni del laghetto. Se un laghetto ha una capacità inferiore ai 500 litri, la sua autoregolazione biologica è difficile, infatti l’equilibrio naturale si riscontra solo a partire dai laghetti grandi con una capienza di almeno 1000 litri.
  • con una profondità di 100 cm diminuisce anche la formazione di ghiaccio e diventa improbabile la perdita di pesci durante l’inverno. Un laghetto grande e profondo offre anche ai pesci migliori nascondigli, consentendo anche la presenza di tanti pesci diversi.
  • qual è il posto giusto per il laghetto? Seleziona un angolo particolarmente bello del tuo giardino – un punto vicino o un punto lontano dalla terrazza: la scelta è interamente affidata a te! Un ecosistema funzionante necessita di luce, perché le piante del laghetto possano crescere indisturbate e l’acqua possa essere ricca di ossigeno. Pertanto, scegli un luogo che sia illuminato dal sole per la maggior parte della giornata. Fin dall’inizio preoccupati di proteggere il laghetto e disponi intorno al tuo giardino un’alta recinzione che impedisca a bambini ed animali di cadere nell’acqua e di farsi male.
  • un laghetto ben costruito ha bisogno di una buona base, per la quale possono essere utilizzati i fogli di plastica usati in edilizia, anche se non sono così resistenti come i più costosi fogli polimerici. Se devi creare un laghetto grande, utilizza come base i fogli polimerici di qualità superiore. La spesa iniziale risulterà assolutamente vantaggiosa a lungo termine, perché qualsiasi permeabilità riscontrata nella base ti costerebbe poi molto di più!

Pronti? Via!

  • L’operazione di messa in opera del laghetto comincia con la misurazione del foglio e prosegue con lo scavo della buca. Fai attenzione che l’angolo sia di 45° e che le pareti del laghetto abbiano una profondità di 20 - 25 cm. Un bordo orizzontale impedisce qualsiasi perdita d’acqua. La lettiera di torba sotto il foglio alla base del laghetto impedisce che si buchi rendendo anche stabile la fossa.
  • anche le parti piatte del laghetto devono essere riempite con il substrato. Una sostanza porosa consente di fornire ossigeno alle piante e di garantire loro una buona aerazione. In questo modo uno strato di circa 2 centimetri che deve coprire il 60 – 70% del fondo del laghetto è sufficiente ad equilibrare in maniera funzionale la fauna.
  • non dimenticare la piantumazione! Per la prima piantumazione sono molto adatte le piante in sacchetto perché le piante poggiano sul substrato fino a che le radici non si sono sviluppate abbastanza.

Nel nostro shop per animali trovi tutto ciò che ti serve per allestire il tuo laghetto e il tuo acquario da salotto!

I nostri articoli più utili

Come nutrire i pesci del laghetto

Tuttavia, in un laghetto creato artificialmente, dove tanti pesci vivono in uno spazio limitato, la dieta spesso è molto povera. A partire da una temperatura di 12°C occorre offrire ai pesci una maggiore quantità di cibo affinché dispongano di tutti i minerali e di tutte le vitamine di cui hanno bisogno.