Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto!

zooplus utilizza i cookies per garantire il funzionamento corretto del sito, per personalizzare i contenuti e la pubblicità e per analizzare i nostri dati di traffico. Informiamo anche i nostri partner coinvolti in analisi e pubblicità sul tuo utilizzo del nostro sito. Continuando la navigazione nel sito, esprimi il tuo consenso all’uso dei cookies. Accetto i cookies

App zooplus

Scarica Scarica
Consegna gratuita già con 35€ di spesa**

Ambiente e alimentazione

Chi sono gli antenati selvatici dei nostri topi? Che età raggiunge un topo? Tutto ciò che c’è da sapere sui topi!

Classificazione e origine:
I topi allevati come animali domestici sono topi comuni che discendono dai topolini allo stato selvatico. I topolini sono simili al topo comune addomesticato, ma la loro colorazione va dal grigio all’oro. Appartengono alla specie dei roditori, alla famiglia dei Muridi che con le sue 500 sottospecie, è la famiglia più ricca di varietà non solo tra i roditori, ma manche tra i mammiferi.
Il topolino ha origine nelle steppe e nelle aree semidesertiche dell’area mediterranea e dell’Asia Sud-Orientale. Presumibilmente circa 8000 anni fa, quando l’uomo è diventato agricoltore, il topolino ha iniziato a vivere vicino all’uomo, anche perchè i granai rappresentavano per il piccolo animale la fonte ideale di mangime.
Ma i topi per l’uomo non erano solo una seccatura, anzi, in alcuni casi venivano addirittura considerati sacri e venerati come tali. Così in Cina vengono allevati già da 200 anni e in Giappone da oltre 300 anni. Da questi luoghi 160 anni fa arrivarono in Europa i primi topi. Oggi i topi sono presenti in tutti i continenti, esclusi i Poli. E questi animaletti dotati di grande capacità di adattamento si trovano bene anche nelle grandi città.

Fisiologia:

  • aspettativa di vita: 1,5 – 2,5 anni
  • peso: 25 – 50 g
  • dimensioni: ca. 8-11 cm
  • lunghezza della coda: 7,5 – 10 cm
  • maturità sessuale: circa 4 settimane

Ambiente:
I topolini selvatici vivono in tunnel sotterranei con più entrate e uscite e diverse camere. La struttura sociale è caratterizzata da una grande famiglia a cui fa riferimento un determinato territorio di appartenenza. Dato che i topolini sono anche animali molto socievoli, normalmente la loro socializzazione si svolge in modo molto semplice. Si consiglia di allevarli in piccoli gruppi.
Soprattutto quando vivono vicino all’uomo i topolini sono principalmente attivi durante la notte. Sono buoni arrampicatori e stanno in equilibrio grazie alla loro coda esperta e molto mobile.
Gli animali giovani sono allevati in un nido comunitario, che qualche volta si trova direttamente nel granaio, per lo più sotto terra.
Il topolino non va in letargo, ma in caso di gelo o di scarsità di mangime, può cadere in uno stato di torpore.
I topolini comunicano mediante marker olfattivi, ma manche mediante ultrasuoni.

Alimentazione:
I topolini sono onnivori. Si nutrono prevalentemente di sostanze vegetali, quali semi, erbe, noci e radici. Di quando in quando entrano a far parte della loro dieta anche i frutti e gli insetti che hanno cacciato. L’alimentazione comunque può essere molto diversa a seconda dell‘ambiente. Quando vive vicino all’uomo, il topolino si nutre come l’uomo. Durante la stagione fredda le provviste alimentari vengono collocate nelle loro strutture abitative.
Somministrazione del mangime:
La loro alimentazione è costituita principalmente da una miscela di mangime secco vario ad alto valore nutrizionale che deve comprendere diversi tipi di cereali, quali avena e frumento (fiocchi, granuli, pannocchie), panico, grano saraceno, semi di erba e di erbette aromatiche (il 40 % del mangime secco deve essere costituito da piccole sementi), mais, semi di girasole, noci e semi, uvetta, verdure disidratate, frutta e erbette disidratate. Ogni tanto si nutrono anche di vermi della farina, ecc.. Di quando in quando possono essere somministrati loro anche yoghurt, quark, formaggio e uova sode. Per la cura dei denti si consifgliano rami freschi, per esempio di alberi da frutta o di noci. Si consiglia di distribuire il mangime secco in tutta la gabbia, affinchè gli animali possano cercarlo come quando si trovano nel loro ambiente naturale e così si mantengano occupati. Il panico è molto apprezzato come snack. I topolini amano molto anche le verdure e la frutta fresca. Occorre però fare attenzione che queste non vengano immagazzinate, perchè sono deperibili. Altrimenti si può somministrare loro biscottini per roditori, cracker, frutta secca e verdure, così come altre leccornie in grande quantità. L’acqua deve essere sempre a loro disposizione, in un beverino, oppure nel caso degli animali che bevono poco, in una ciotola extra.
Razioni consigliate:

  • mangime secco: ca. 1 cucchiaio/giorno per topo
  • proteine animali: all’interno dell’mangime completo, altrimenti 3 - 4 volte alla settimana come snack
  • noci: 2 – 3 volte la settimana 1 noce
  • mangime fresco / foraggio: 1 volta al giorno in piccole porzioni, che non devono essere immagazzinate

Carattere:
I topi non sono animali da coccolare, dato che hanno uno scheletro molto fragile e delicato. Questi animaletti divertenti, anche attivi durante il giorno sono ideali per i bambini più grandi. La loro vivace interazione in gruppo è simpatica da vedere e con gli snack li si può anche addomesticare facilmente. Purtroppo la loro aspettativa di vita non è molto elevata.

Prezzo IVA incl. Spedizione