Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto!

zooplus utilizza i cookies per garantire il funzionamento corretto del sito, per personalizzare i contenuti e la pubblicità e per analizzare i nostri dati di traffico. Informiamo anche i nostri partner coinvolti in analisi e pubblicità sul tuo utilizzo del nostro sito. Continuando la navigazione nel sito, esprimi il tuo consenso all’uso dei cookies. Accetto i cookies

App zooplus

Scarica
Consegna gratuita già con 45€ di spesa**

Check list attrezzatura

Che cosa serve per allevare un gerbillo? Qui trovi una panoramica della dotazione di base necessaria.


Alloggio:

  • Gabbie: le misure ideali minime per una gabbia per 2 gerbilli (allevarne una coppia è la soluzione più semplice) sono L 120 x P 50 x H 50 cm. Per gli animali giovani la distanza tra le barre deve essere inferiore a 0,8 cm, per gli animali adulti è possibile una distanza massima di 1,2 cm.
    La gabbia deve disporre di una vaschetta profonda (altezza ideale pari a 25 cm) per consentire al gerbillo di dedicarsi al suo passatempo preferito:scavare cunicoli!
  • Terrari: Si sono dimostrati molto utili, usati come dei veri e propri acquari destinati ai piccoli animali, in cui i gerbilli potranno scavare a loro piacimento ! E’ importante che il terrario disponga di fessure di aerazione, per garantire una sufficiente circolazione dell’aria.
  • Lettiera: la lettiera in legno è un classico ed è la più economica. Per gli animali sensibili alla polvere si consiglia in alternativa la lettiera in canapa, in cotone o in cellulosa. Il fieno e la paglia vengono spesso utilizzati per la costruzione della tana. I gerbilli usano anche volentieri terra, foglie, muschio, fibre di cocco o altri materiali naturali.

Accessori per le gabbie:

  • Casette: deve essere disponibile una casetta le cui misure siano 15 x 15 x 10 cm; il diametro delle aperture non deve essere inferiore a 5 cm. Materiali idonei sono il legno, l’argilla, l’erba o la plastica infrangibile: quest’ultima rappresenta il materiale più facile da pulire.
  • Beverini/Ciotole per l’acqua/Ciotole per il mangime: le ciotole devono essere abbastanza pesanti per non essere rovesciate. In funzione della disponibilità di mangime fresco, il gerbillo deve bere 4 - 7 ml al giorno.In funzione del numero di gerbilli presenti, si consiglia un beverino con capacità minima di 100 ml, tenendo conto della caduta di gocce d’acqua e dell’evaporazione. Se la capacità è adeguata, alla fine della giornata il beverino non sarà essere mai completamente vuoto e l’acqua andrà sostituita ogni giorno.
  • Tunnel: la misura del diametro dell’apertura non deve essere inferiore a 5 cm. La lunghezza non deve superare i 30 cm. Sono perfetti i tubi in legno e in ceramica. Possono essere usati anche tunnel in plastica, a condizione che siano corti e dispongano di fori di aerazione. Inoltre la plastica deve essere infrangibile.
  • Ruote: il gerbillo deve sempre avere una ruota a sua disposizione. Questa deve essere chiusa su un lato, affinché gli arti dell’animale non rimangano incastrati. Il diametro minimo necessario per i gerbilli è di 25 cm. Se il diametro è troppo piccolo, la ruota può provocare danni alla schiena e, nel peggiore dei casi, un prolasso del disco intervertebrale.
  • Bagno di sabbia: il bagno di sabbia è indispensabile per la cura del pelo dei gerbilli. Inoltre serve a ridurre lo stress e alla necessaria usura delle unghie. Sono molto adatte le vaschette in terracotta o i bagnetti con sabbia per cincillà poco polverosa o sabbia per terrari asciutta (sabbia naturale non trattata).
  • Toilette: i gerbilli sono animali puliti che prediligono un angolino in cui fare i propri bisogni. Qui può essere posizionata una toilette che deve essere pulita ogni giorno, mentre la lettiera può essere sostituita meno frequentemente.
Cura e igiene:
  • Forbici per le unghie: sono necessarie se le unghie del gerbillo non si consumano a sufficienza. Per evitare ferite dovute alle unghie che pendono, le unghie devono essere accorciate. Normalmente la parte “viva” dell’unghia è facilmente riconosmangimile. Occorre tagliare le unghie sempre ad una certa distanza da questa zona.

Trasporto:

  • Trasportini e borse per il trasporto: di quando in quando i gerbilli devono essere trasportati, per esempio in caso di trasloco o trasferimento oppure per andare dal veterinario. Si consiglia una borsa per il trasporto in plastica, che si possa chiudere e oscurare completamente. Inoltre dovrebbe anche essere garantita una buona aerazione. Perché il trasporto sia il meno stressante possibile, il gerbillo deve essere abituato per tempo al trasportino o alla borsa per il trasporto. A tale scopo si può utilizzare la borsa ad esempio come riparo quando l’animale si muove in libertà. Materiale per la costruzione della tana e accessori per il gioco devono sempre essere disponibili e, in caso di viaggi più lunghi, anche un beverino.

Mangime:

  • Mangime secco: a base di diversi cereali e semi costituisce l’mangime base dei gerbilli. La miscela dovrebbe comprendere anche una porzione di verdure secche, erbette aromatiche e una piccola quantità di semi oleosi, noci e proteine animali. Altrimenti si possono anche somministrare al gerbillo separatamente gamberetti, gamberi o pezzetti di carne sotto forma di snack.
  • Vitamine: possono essere somministrate con l’acqua da bere e sono consigliate soprattutto in caso di forti sollecitazioni, quali stress o malattia.
  • Snack, cracker e ricompense: vanno dosati. Le compresse, i biscotti e le noci vanno date al gerbillo direttamente con la mano e rappresentano uno strumento fantastico per addomesticare l’animale o per riempire i giochi predisposti a tale scopo. I bastoncini e i legnetti duri da masticare cotti al forno servono come passatempo e per l’abrasione dei denti dei piccoli animali in crescita costante. Occorre fare attenzione che il gerbillo non assuma troppi mangimi contenenti zuccheri, perché è soggetto al diabete.

Prezzo IVA incl. Spedizione