Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto!

zooplus utilizza i cookies per garantire il funzionamento corretto del sito, per personalizzare i contenuti e la pubblicità e per analizzare i nostri dati di traffico. Informiamo anche i nostri partner coinvolti in analisi e pubblicità sul tuo utilizzo del nostro sito. Continuando la navigazione nel sito, esprimi il tuo consenso all’uso dei cookies. Accetto i cookies

App zooplus

Scarica
Consegna gratuita già con 35€ di spesa**

Check list attrezzatura

Che cosa serve per allevare un cincillà? Qui trovi una panoramica della dotazione di base necessaria.


Alloggio:

  • Gabbie: le misure ideali minime per una gabbia per 2 cincillà sono L 150 x P 80 x H 150 cm. L’altezza è importantissima, dato che i cincillà amano stare in alto. Perciò la gabbia dovrebbe essere sempre alta almeno 1 m. La distanza tra le barre deve essere compresa tra 1 e 1,5 cm.
  • Lettiera: la lettiera in legno è un classico ed è la più economica. Per gli animali sensibili alla polvere si consiglia in alternativa la lettiera in canapa, in cotone o in cellulosa.


Accessori per le gabbie:

  • Mangiatoie e contenitori fieno: per il fieno e il foraggio fresco: vanno scelti accessori che non consentano al cincillà di infilare la testa tra le barre (< 4 cm). Possono essere in metallo o in legno, da posizionare in piedi o da appendere; sono disponibili con o senza copertura.
  • Casette: deve essere disponibile una casetta per ciascun animale. Le casette con il tetto piatto offrono al cincillà un maggior numero di piattaforme e uno spazio più grande. Misure: 30 x 30 x 12 cm.
  • Beverini o Ciotole: le ciotole devono essere abbastanza pesanti per non essere rovesciate. In funzione della disponibilità di mangime fresco, varia la quantità d’acqua necessaria. Tuttavia questa dipende molto anche dal mangime somministrato. Alcuni animali a cui viene dato tanto mangime fresco, non bevono quasi niente. In funzione del numero di cincillà presenti, si consiglia un beverino con capacità minima di 300 ml, tenendo conto della caduta di gocce d’acqua e dell’evaporazione. Se la capacità è adeguata, alla fine della giornata il beverino non sarà essere mai completamente vuoto e l’acqua andrà sostituita ogni giorno.
  • Tunnel: la misura del diametro dell’apertura non deve essere inferiore a 10 cm. Sono perfetti i tubi in legno, ceramica o cartone.
  • Piattaforme : le piattaforme sono un must per le gabbie dei cincillà, dato che questi animali amano saltare. Le tavole devono essere installate in modo tale che il cincillà possa saltare facilmente da una all'altra (distanza massima di 30 cm). Per limitare il pericolo di caduta, devono essere montate sovrapposte, in modo che l’animale non possa mai cadere da un’altezza superiore a 60 cm.
  • Ruote e amache :alcuni cincillà le usano volentieri. Devono essere chiuse su un lato, affinché gli arti dell’animale non rimangano incastrati. Le ruote con un diametro di 30 cm sono troppo piccole.
  • Bagno di sabbia: il bagno di sabbia è indispensabile per la cura del pelo dei cincillà. Inoltre serve a ridurre lo stress e alla necessaria usura delle unghie. Sono molto adatte le vaschette in terracotta o i bagnetti con sabbia per cincillà poco polverosa o sabbia per terrari asciutta (sabbia naturale non trattata). Questi devono avere dimensioni minime pari a 20 x 20 cm.
  • Toilette: i cincillà fanno i loro bisogni un po’ dappertutto, perciò la toilette non è loro necessaria e non viene utilizzata.


Cura e igiene:


Trasporto:

  • Trasportini e borse per il trasporto: di quando in quando i cincillà devono essere trasportati, per esempio in caso di trasloco o trasferimento oppure per andare dal veterinario. Si consiglia una borsa per il trasporto in plastica, che si possa chiudere e oscurare completamente. Inoltre dovrebbe anche essere garantita una buona aerazione. Perché il trasporto sia il meno stressante possibile, il cincillà deve essere abituato per tempo al trasportino o alla borsa per il trasporto. A tale scopo si può utilizzare la borsa ad esempio come riparo quando l’animale si muove in libertà. Materiale per la costruzione della tana e accessori per il gioco devono sempre essere disponibili e, in caso di viaggi più lunghi, anche un beverino. Assicurarsi che il trasportino non rimanga incustodito, perché i cincillà riescono a rosicchiare qualsiasi materiale.


Mangime:

  • Fieno e paglia: è l’mangime principale dei cincillà che sostituisce l’erba dei prati delle Ande, loro ambiente naturale. Inoltre la loro dieta deve comprendere anche erbette aromatiche, foglie e fiori essiccati.
  • Mangime secco: deve essere composto da pellet pregiati o da un buon mix di müsli (che contenga semi di erbe ed erbette aromatiche). Le verdure fresche o le erbette aromatiche possono causare diarrea e devono essere somministrate con attenzione.
  • Vitamine: possono essere somministrate con l’acqua da bere e sono consigliate soprattutto in caso di forti sollecitazioni, quali stress o malattia.
  • Snack, cracker e ricompense: vanno dosati. I biscotti e le noccioline vanno date al cincillà direttamente con la mano e rappresentano un ottimo strumento per addomesticare gli animali o per riempire i giochi predisposti a tale scopo. I bastoncini e i legnetti duri da masticare cotti al forno servono come passatempo e per l’abrasione dei denti dei piccoli animali in crescita costante. Gli snack più salutari per i cincillà sono le erbette aromatiche o i fiori naturali oppure in forma di cracker e biscotti.

Prezzo IVA incl. Spedizione