Il mio gatto miagola di notte: perché e cosa posso fare?

Gatto

Notti insonni a causa del gatto che miagola? Probabilmente è capitato a chiunque abbia un gatto, prima o poi. Ma cosa fare se il nostro adorato micio ci deruba del sonno, notte dopo notte? Perché molti gatti miagolano soprattutto di notte e cosa si può fare per contrastare il miagolio notturno?

Cominciamo con una brutta notizia: i gatti sono animali notturni. Per questo motivo non c'è tanto da meravigliarsi se attirano la nostra attenzione miagolando rumorosamente soprattutto di notte, quando sono più vivaci. Tuttavia non è il caso di preoccuparsi: anche i proprietari di gatti possono godersi delle belle notti tranquille. Perché la buona notizia è che i nostri adorati felini sono in grado di imparare a stare in silenzio, durante le ore notturne. Per prima cosa però è importante conoscere le cause del problema.

Perché i gatti miagolano di notte?

Come spesso accade, non c'è un unico motivo per cui i gatti miagolano di notte. Come diversi sono tra loro i nostri amici felini domestici, allo stesso modo lo sono le possibili ragioni del loro lamentarsi notturno. Mentre alcuni riposano tranquillamente e sognano le esperienze della giornata, altri vagano irrequieti nell'appartamento, magari graffiando le porte e miagolando in modo straziante. E naturalmente ci sono anche temperamenti di gatti che sono semplicemente "chiacchieroni" di natura, mici che fanno sentire la loro voce più spesso degli altri, come alcune razze tra cui il Siamese e il Ragdoll. Fondamentalmente i gatti, miagolando, vogliono dirci qualcosa. Non lo fanno semplicemente perché a loro piace miagolare o perché vogliono impedirci di dormire. È stato provato che utilizzano il loro verso per comunicare con noi umani. Infatti, mentre i gatti adulti comunicano principalmente tra loro con il linguaggio del corpo, miagolare è la forma espressiva che utilizzano con l’essere umano. I gatti imparano rapidamente che noi bipedi siamo spesso un po’ “ottusi”, fatichiamo a capire, quando si tratta di interpretare segnali fisici. Ecco perché, analogamente a quello che facciamo noi con il nostro linguaggio, i gatti usano i suoni per richiamare l'attenzione su di sé.

Le principali cause del miagolio notturno dei gatti

Sfortunatamente, non sempre capiamo il miagolio del nostro micio: semplicemente, non sappiamo cosa stia cercando di dirci. A volte ci vuole molta empatia, pazienza e una buona dose di sforzo investigativo per scoprire le ragioni per cui il nostro gatto inizia a miagolare: dopo tutto, non dimentichiamolo, ogni gatto è diverso. Tuttavia, al di là delle inclinazioni individuali, delle abitudini, delle esperienze passate e delle esigenze specifiche, spesso dietro al miagolare notturno di un gatto c'è uno dei seguenti motivi:

  • noia
  • fame
  • senso di solitudine
  • stresse insicurezza
  • abitudine
  • malattia o
  • sbalzi ormonali

Come posso insegnare al mio gatto a starsene tranquillo, di notte?

Analogamente a come, per la domanda sul "perché", non esiste una risposta univoca valida per tutti i gatti, anche a questa domanda non vi è una sola risposta possibile. Le ragioni del miagolare notturno, infatti, possono essere diverse così come diversi sono i modi di evitare l’interruzione del riposo notturno da parte dei gatti. Se hai già qualche sospetto in merito a quale delle suddette cause potrebbe essere quella del tuo animale domestico, hai già fatto un primo passo. Ora puoi provare a prendere le contromisure appropriate. Di seguito ti diamo alcuni suggerimenti per aiutarti ad individuare quali siano le soluzioni più adatte al tuo caso.

Gattino
  • Se il gatto miagola per noia

Durante il giorno il tuo gatto sonnecchia comodamente sul divano ma di sera e di notte si trasforma improvvisamente e tutto di un tratto vuole essere intrattenuto?

 

Fondamentalmente non si tratta di qualcosa di insolito: dopotutto, i gatti sono fisiologicamente più attivi nelle ore serali e notturne. Il lato positivo è che, se durante il giorno dedichi sufficiente tempo ad intrattenere il tuo micio, giocando con lui, lasciandolo girovagare all’aperto oppure tenendolo occupato con piccoli giochi di caccia, allora di notte sarà disposto a riposare per alcune ore. Prova individuando un gioco con cui il tuo gatto non si annoia mai. Può trattarsi di un gomitolo di lana, di alcune palline, di una cannetta con le piume, di un puntatore laser, di una fontanella piatta da giardino o qualsiasi altro gioco per gatti: in pratica non ci sono limiti alla creatività quando si tratta di intrattenere un gatto. L’importante è fare in modo che alla sera, prima di coricarti, il tuo micio faccia il pieno di attività e possa godere della tua completa attenzione.

 

Se, nonostante queste proposte di intrattenimento serale, il tuo gatto la notte non vuole saperne di dormire, puoi anche pensare di offrirgli giochi e attività con cui intrattenersi da solo nelle ore notturne, come tavole multiattività o altri giochi di intelligenza con cui il tuo gatto può divertirsi in autonomia mentre tu riposi tranquillamente.

  • Se il gatto miagola perché ha fame

A differenza di noi umani o dei cani, per i quali l’ideale sono uno o due pasti principali nell’arco della giornata, ai gatti si addice di più fare tanti piccoli spuntini durante il giorno, anche a beneficio del loro sistema gastrointestinale. Se alla sera non mangiano molto e durante la notte restano svegli, non c’è da stupirsi che poi chiedano un piccolo pasto notturno e che per questo motivo miagolino con insistenza.

Tuttavia, in questo caso non è una buona idea saltare giù dal letto per andare a riempirgli la ciotola, perché se il tuo gatto impara che miagolare per avere cibo extra funziona, c’è il rischio che lo rifaccia, ancora e ancora.

Piuttosto ti consigliamo di dargli di nuovo qualcosa da mangiare poco prima di andare a letto e di prevedere un'altra piccola razione per la notte che può prendere da sé secondo necessità. In questo senso possono risultare molto utili i distributori automatici di alimenti o le tavole multiattività con qualche croccantino al loro interno, perché non solo saziano il tuo animale, ma lo tengono occupato per un po’ di tempo mentre tu ti godi il tuo meritato riposo.

  • Se il gatto miagola perché si sente solo

Ci sono gatti che soprattutto di notte, quando il loro umano dorme e non è consentito loro uscire, si sentono terribilmente soli. Specialmente i gattini, che sono pieni di energia ed estremamente giocherelloni, non amano stare soli di notte.

 

È un problema che potresti risolvere introducendo in famiglia un secondo gatto: questo nuovo amico, al contrario di te, è molto attivo di notte ed è quindi un ottimo compagno di giochi. Mentre i due gattini corrono intorno al divano o si lanciano insieme alla conquista del tiragraffi, tu puoi continuare a dormire nella camera da letto accanto.

 

Anche quando si tratta di gatti adulti, farli socializzare con un altro conspecifico può essere una buona soluzione per evitare che miagolino durante la notte. Il fattore fondamentale, tuttavia, è pianificare in anticipo la nuova convivenza tra i due animali e procedere con cautela. Altrimenti il rischio è che l'introduzione di un secondo gatto degeneri in una lotta territoriale, con il risultato che verosimilmente ti ritroveresti comunque privato del sonno, ma per un motivo diverso.

  • Se il gatto miagola perché è nervoso, ha paura o si sente insicuro

I gatti sono animali molto legati al loro habitat ed estremamente sensibili, quando si tratta di cambiamenti nell’ambiente a loro familiare. La presenza di nuovi mobili e ancor più il trasferimento in una nuova casa possono turbare profondamente un gatto. Tieni presente che un ambiente estraneo, nuovi odori e rumori insoliti sono tutti fattori che spaventano i nostri amici felini. Va da sé che, in una situazione del genere, per te un bel sonno tranquillo sia fuori discussione ed è verosimile che il micio spaventato inizi a lamentarsi miagolando.

Non dimenticare che anche situazioni insolite come i fuochi d’artificio a Capodanno o persino la presenza in casa di un nuovo tappeto che emana un odore inusuale possono mettere in allerta la sensibilità raffinata dei gatti.

È importante non ignorare lo stato emotivo del tuo gatto senza tuttavia prestare troppa attenzione al suo miagolio notturno: dopotutto, il rischio è che diventi un modo per richiedere ad alta voce la tua attenzione, e che si ripeta nelle notti successive. Il consiglio, piuttosto, è quello di dargli più amore e attenzioni soprattutto durante il giorno. Gioca con lui, accarezzagli il pelo e permettigli di fare un sonnellino sulle tue gambe! Puoi anche decidere di lasciare aperta la porta della tua camera da letto, di notte. Magari il tuo micio può persino dormire sul tuo letto e trovare così la sua tranquillità. Se non ti piace questa soluzione, puoi allestire un’accogliente postazione per il tuo animale vicino o sotto il tuo letto, o magari posizionare nella tua camera .

Se, nonostante tutte queste iniziative da parte tua, di notte il tuo gatto è ancora irrequieto, puoi provare con i fiori di Bach o con gli speciali diffusori di feromoni che lo possono aiutare a rilassarsi. Tieni presente che alcuni gatti trovano confortante anche avere una radio accesa a basso volume durante la notte, che li aiuti a distrarsi dai rumori inquietanti.

GAtto
  • Se il gatto miagola per abitudine

Certo, ci sono anche mici che miagolano di notte semplicemente perché si sono abituati a farlo. Questo accade soprattutto quando miagolare sortisce l'effetto desiderato, ossia attira la tua attenzione e fa in modo che tu ti prenda cura del tuo animale, lo accarezzi o gli dai del cibo.

Il modo migliore per prevenire l'abitudine a miagolare di notte da parte del tuo gatto è ignorarlo quando lo fa, anche se è difficile. Magari per un po’ di notti il tuo micio miagolerà ancora, privandoti del sonno, ma ad un certo punto capirà che miagolare è inutile e la smetterà.

Va da sé che dovresti sempre prendere sul serio il miagolio del tuo animale e non ignorarlo per partito preso. Soprattutto se non mai ha mostrato questo tipo di comportamento in precedenza, è importante valutare attentamente cosa possa aver causato questa nuova abitudine notturna del tuo animale. C'è stato un evento, qualcosa che possa aver spaventato il tuo gatto? Di recente hai avuto meno possibilità di prenderti cura del tuo peloso? Magari hai modificato l’orario dei suoi pasti? Se dietro il miagolio notturno dovesse esservi stress, paura o noia, i consigli di cui sopra forse possono aiutarti. Se invece la tua situazione non combacia con nessuna di queste descrizioni, allora dovresti assolutamente fissare un appuntamento con il tuo medico veterinario di fiducia, perché anche una malattia o la presenza di dolore possono determinare sofferenza nel tuo gatto di notte, nel qual caso l’animale miagola forte per chiedere aiuto.

  • Se il gatto miagola a causa di una malattia o di dolore

Molti gatti soffrono in silenzio e nascondono il dolore il più a lungo possibile: fa parte della loro natura perché in passato ai loro antenati, i gatti selvatici, non era concesso mostrare debolezza, se volevano sopravvivere. Tuttavia spesso di notte il dolore diventa insopportabile (in questo i gatti non sono molto diversi da noi umani). A ciò si aggiungono l'oscurità, il silenzio, l’assenza dei loro umani e la mancanza di distrazione: il risultato è che a volte i gatti non sanno come aiutarsi se non miagolando forte.

Oltre alle cause psicologiche sopra menzionate, quindi, dovresti sempre tenere presente anche le ragioni fisiche che possono determinare il miagolio notturno del tuo gatto. Il dolore originato dagli organi interni, dalle articolazioni, dall’ipertensione, dall’ipertiroidismo, dall’insufficienza renale e dalle malattie cardiache può essere la causa dell’irrequietezza notturna del tuo animale. Anche le possibili limitazioni legate all'età, come l'indebolimento di alcuni sensi (sordità, cecità), possono spaventare il gatto così tanto da farlo miagolare di notte. Ecco perché è importante far visitare il proprio animale da un medico veterinario, per poter escludere una malattia come possibile causa del miagolio notturno.

  • Se il gatto miagola per motivi di natura ormonale

Soprattutto nei gatti non sterilizzati, a volte gli ormoni subiscono sbalzi e oscillazioni. All'età di circa sei mesi, le gatte diventano sessualmente mature e sperimentano il loro primo calore: sono pronte per accoppiarsi e dimostrano questa loro condizione muovendosi in maniera irrequieta avanti e indietro, sfregando la testa contro gli oggetti, rotolando sul pavimento, segnando maggiormente il territorio, alzando la coda e miagolando, sibilando o emettendo fischi. Anche i gatti che sono sempre stati tranquilli improvvisamente di notte prendono a miagolare, quando sono in calore. Allo stesso tempo, le gatte sessualmente mature emanano un profumo che i gatti percepiscono anche da lunghe distanze, grazie al loro olfatto raffinato. Quindi può accadere che il tuo gatto diventi improvvisamente ingestibile se una gatta nel vicinato è in calore. Farà tutto il possibile per raggiungere la gatta in questione ed esprimerà miagolando il suo disappunto nei confronti dell’ostacolo rappresentato dalla porta chiusa dell'appartamento.

Il rimedio più efficace per questa condotta del gatto legata a motivazioni di ordine riproduttivo è sicuramente la castrazione. Di norma, infatti, i gatti castrati diventano più calmi e perdono interesse nei confronti dei conspecifici pronti per l’accoppiamento. La castrazione elimina anche il rischio di calore permanente che sussiste negli animali che non si sono accoppiati durante il periodo nel quale erano predisposti. Se hai intenzione di fare sterilizzare il tuo gatto o la tua gatta, la cosa migliore da fare è discuterne a fondo con il tuo medico veterinario di riferimento: lui saprà darti consigli dettagliati in merito al momento giusto in cui far operare il tuo animale, ai benefici e ai possibili effetti collaterali della castrazione.

 

Il mio gatto miagola di notte: devo farlo visitare da un medico veterinario?

Anche se la maggior parte dei gatti miagola di notte essenzialmente per motivi psicologici, ossia noia, insufficiente attività fisica o solitudine, non si può escludere che possano esservi disturbi di salute alla base di questa manifestazione. Se il tuo gatto cambia improvvisamente comportamento, è sempre bene per prima cosa farlo visitare dal veterinario. Il tuo micio potrebbe essere malato e avere bisogno di farmaci o di alimenti specifici. E se anche il medico dovesse constatare che il tuo gatto gode di perfetta salute, già la notizia in sé ti farà dormire più serenamente. A quel punto potrai provare le misure sopra elencate contro il miagolio notturno senza preoccupazioni, con maggiore calma e pazienza.

Tuttavia, se niente si rivela utile allo scopo e di notte continui a non poter dormire a causa del tuo animale, non dovresti esitare a chiedere un aiuto professionale ad un veterinario comportamentalista esperto, una sorta di “psicologo per gatti”. Dopotutto, non si tratta solo di non riuscire a dormire: il tuo gatto potrebbe sentirsi a disagio e voler esprimere un suo bisogno, miagolando in quel modo di notte, bisogno che sarebbe bene tu comprendessi.

I nostri articoli più utili

Insegnare dei comandi al gatto: 10 esercizi per tipi in gamba!

I gatti sono animali curiosi, hanno sempre voglia di scoprire cose nuove, e amano divertirsi in compagnia del loro padrone. Per far sì che non diventi un vero pigrone, è importante fornirgli qualche svago e fargli svolgere qualche esercizio che stimoli la sua intelligenza. Anche i gatti che solitamente vivono all'esterno saranno felici di imparare qualche semplice comando.

Educare un gattino: i fondamentali

Nelle prime settimane di vita, i gattini imparano molto dalla loro madre e anche dai loro fratelli. Nonostante ciò, l’educazione dei giovani gatti da parte della persona che se ne prenderà cura è assolutamente indispensabile: dopo tutto, la mamma non alleva i suoi gattini secondo gli standard umani.

Abituare il gatto al guinzaglio

Un gatto al guinzaglio: ma ha senso? Assolutamente sì! Con il giusto allenamento in realtà ai nostri amici felini non dispiace affatto. Certo, la passeggiata al guinzaglio non è una prerogativa scontata adatta a tutti i mici. Ecco perché con questo articolo vogliamo spiegarti come puoi abituare il tuo gatto al guinzaglio.